Salvate il deputato Medvedchuk: per lui Mosca offre 2 inglesi

In manette il politico filorusso accusato di tradimento. La vita di due anonimi soldati si può equiparare a quella di un deputato, di un amico personale di Putin? La risposta è ovvia. Ogni vita vale. […]

(DI VALERIO CATTANO – Il Fatto Quotidiano) – La vita di due anonimi soldati si può equiparare a quella di un deputato, di un amico personale di Putin? La risposta è ovvia. Ogni vita vale. Ma nella proposta di uno scambio di prigionieri tra Aiden Aslin e Shaun Pinner, in mano ai russi, e Viktor Medvedchuk, capo dell’opposizione ucraina arrestato il 12 aprile dal servizio segreto Sbu, non contano solo gli uomini, quanto quello che rappresentano. I primi sono due inglesi che combattevano a Mariupol per Kiev; il terzo era leader di una Ucraina che sognava di mandare a casa Zelensky. Aslin e Pinner sono stati mostrati dai russi in un video: “Signor Boris Johnson – afferma Pinner sul canale Rossiya 1 – chiedo di scambiare me stesso e Aiden Aslin col signor Medvedchuk. Ovviamente apprezzerei molto il suo aiuto in questa vicenda”.

La televisione ucraina ha mandato in onda un video di meno di 30 secondi in cui Medvedchuk lancia un appello a Putin e Zelensky proponendo di essere liberato in cambio di un salvacondotto che permetta alle forze ucraine assediate a Mariupol e ai residenti di lasciare la città. “Io, Viktor Volodymyrovych Medvedchuk, vorrei rivolgermi al presidente russo Vladimir Putin e al presidente ucraino Volodymyr Zelensky chiedendo loro di farmi scambiare dalla parte ucraina con i difensori di Mariupol e i suoi residenti che stanno lì e non hanno possibilità di uscire in sicurezza attraverso i corridoi umanitari”. Di certo Medvedchuk non si aspettava che un giorno la sua esistenza sarebbe dipesa da due soldati, di quelli che la Storia con la S maiuscola, manco se li ricorda, a meno che non compiano imprese sovrumane, in cui il coraggio non c’entra, piuttosto la disperazione. Medvedchuk, senza questa guerra che diventa sempre più un pantano dentro al quale sembra si faccia a gara da più parti a infilarsi, poteva essere premier. Così almeno si disse; se il Cremlino voleva seguire una via più politica invece che militare, poteva puntare su di lui. Medvedchuk dal 2019 è stato deputato e presidente del partito Scelta Ucraina. E poi la carriera di avvocato, il petrolio, le televisioni. Poteva essere premier e invece il 24 febbraio i carri armati con la Z dipinta hanno varcato il confine ucraino, e Medvedchuk è stato arrestato dal governo per alto tradimento e costretto ai domiciliari dai quali poi è scappato, per essere riacciuffato il 12 aprile: il tradimento consisteva nel fatto – secondo i servizi Sbu – di aver appoggiato i separatisti del Donbass. Medvedchuk con la Russia condivide interessi economici: gli impianti petroliferi i cui profitti, secondo Kiev, avrebbe poi dirottato alle regioni separatiste. E poi la vita privata: il deputato ha avuto dalla moglie, Oksana Marchenko, una figlia, Dasha: il padrino di Dasha è Putin, la madrina è Svetlana Mededeva, moglie dell’ex presidente russo Dmitrij Medvedev. Chi sono invece i due inglesi? Pinner è un ex soldato della Royal Anglian, aveva prestato servizio anche in Nord Irlanda e in Bosnia. nel 2018 si è trasferito definitivamente in Ucraina, si è sposato e quella è diventata la sua seconda patria. La famiglia ci tiene a precisare: “Non è un volontario, né un mercenario, ma presta ufficialmente servizio nell’esercito in conformità con la legislazione ucraina”. Aslin invece si era unito ai curdi dell’Ypg nel nord della Siria, per combattere l’Isis. Poi, dal 24 febbraio, Aslin ha difeso Mariupol, fino alla cattura e al video girato dall’esercito russo, dove chiede, assieme al commilitone, lo scambio. Due inglesi per un ucraino. Salvate il deputato Medvedchuk.

Categorie:Cronaca, Mondo

Tagged as: , , ,

9 replies

  1. Non ho capito se ci siete o ci fate,
    Perché i russi dovrebbero scambiare due mercenari inglesi che combattevano con gli ucronazzisti con un politico ucronazi, che fino ad ieri, (oggi è un prigioniero politico del democraticissimo zelenski,) sedeva in parlamento con gli ucronazzisti.
    Logica incomprensibile

    "Mi piace"

    • Propaganda occidentale. Se avvenisse lo scambio, sarebbe la morte politica di Medvedchuck, la definitiva ammissione di essere un agente russo e quindi esiliato. Mentre se continua a giocare la carta politica della prigionia sotto il governo fantoccio Zelewsky, finita la guerra potrà raccogliere i frutti (voti e consenso) a mani basse: d’altronde lui è quello che diceva che il comico avrebbe distrutto l’Ucraina con le sue politiche scellerate antirusse e filo NATO.
      Ma questi ragionamenti non piacciono alla stampa nostrana quindi meglio ricamare su eventuali scambi fasulli con titoli hollywoodiani.

      "Mi piace"

  2. caro cagliostro ..(il caro è un eufemismo) vorrei farti sapere che Putin non è comunista anzi odia i comunisti…Putin è oligarca totalitario che vive nella ricchezza e gioisce nella guerra.. insomma un invasato che invade a prescindere dal nazismo o comunismo.. un po di storia per capire Putin e le sue aspirazioni. Nel agosto 1939 la Germania nazista e l’Unione Sovietica rispettivamente il ministro degli Esteri sovietico Vjačeslav Molotov e dal ministro degli Esteri tedesco Joachim von Ribbentrop firmarano un trattato di non aggressione fra il Reich Tedesco e l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, comunemente chiamato patto Molotov-Ribbentrop o patto Hitler-Stalin.I contraenti si impegnavano a non aggredirsi reciprocamente, a non appoggiare potenze terze in azioni offensive e a non entrare in coalizioni rivolte contro uno di essi. L’accordo inoltre definiva in base ad un «Protocollo segreto» anche le rispettive acquisizioni territoriali corrispondenti ai loro obiettivi di espansione: in questo modo l’URSS si assicurò l’annessione della Polonia orientale e Paesi baltici per ristabilire i vecchi confini dell’Impero zarista.Quattro giorni prima, Germania nazista ed URSS avevano anche firmato un primo accordo commerciale, a cui seguiranno altri due nel 1940 e nel 1941. Ecco lo zar Putin aspira a questo nuovo mondo.e per iniziare a invaso l’ucraina

    "Mi piace"

    • “Ecco lo zar Putin aspira a questo nuovo mondo.e per iniziare A invaso l’ucraina…”

      doppio 🤦‍♂️🤦‍♂️…

      Ripassa le tabelline prima, poi possiamo lasciarti gurdare anche i film di fantascienza.

      Piace a 1 persona

    • se proprio vuol dar lezioni di storia…

      data firmato il 23 agosto 1939 (serve più avanti)

      L’URSS è stato il penultimo stato a firmare un documento bilaterale simile con la Germania,
      dopo Polonia , Gran Bretagna , Francia , Lituania , Lettonia ed Estonia e prima della Turchia.

      Secondo l’accordo, le parti dell’accordo erano obbligate ad astenersi dall’attaccarsi a vicenda e
      a rimanere neutrali se una di esse diventava oggetto di ostilità da parte di terzi.
      Le parti dell’accordo hanno anche rinunciato alle relazioni alleate con altre potenze,
      “dirette o indirettamente dirette contro l’altra parte”.

      Il protocollo addizionale segreto ad esso allegato sulla delimitazione delle sfere di interesse
      tra le parti nell’Europa orientale in caso di ” riorganizzazione territoriale e politica “.
      Il protocollo prevedeva l’inclusione di Lettonia, Estonia, Finlandia, le “regioni orientali che fanno parte dello Stato polacco”,
      e Bessarabia nella sfera degli interessi dell’URSS.
      La Lituania e la parte occidentale della Polonia furono assegnate alla sfera degli interessi tedeschi.

      frase chiave:
      – in caso di ” riorganizzazione territoriale e politica” –
      ovvero una ipotesi di fatti tra quelli possibili, non uno scambio di figurine già in loro possesso
      se non è chiaro che significa, spiacente oltre non riesco ad andare

      Dal 1938 all’agosto 1939, l’URSS ha ripetutamente criticato aspramente l’aggressione tedesca in Europa
      e ha offerto un’ampia coalizione internazionale per contrastare questa minaccia, nonché assistenza militare diretta.
      Pertanto, il patto di non aggressione sovietico-tedesco sembrava un passo forzato compiuto quando la riluttanza
      dell’Inghilterra e della Francia per concludere un trattato efficace per contrastare l’aggressione diventò ovvio.

      comunque tornando al fattore date, e fatti successi.

      – 1938, dopo l’ annessione dei Sudeti , in cambio dell’occupazione di Cieszyn Slesia da parte della Polonia,
      la Germania chiese il trasferimento della Città Libera di Danzica alla Germania
      – inizio del 1939 fu segnato dalla sconfitta finale della Spagna repubblicana
      – marzo 1939, la Cecoslovacchia cessò di esistere come uno stato unico con la creazione
      del Protettorato tedesco di Boemia e Moravia, mentre l’ Ungheria , con il sostegno della Polonia, occupò la Transcarpazia.
      – 31 marzo, la Gran Bretagna ha offerto assistenza militare alla Polonia in caso di attacco e ha agito come garante della sua
      indipendenza.
      – 28 aprile Hitler, parlando al Reichstag, annunciò la rottura del patto di non aggressione tedesco-polacco del 1934
      e dell’accordo navale anglo-tedesco del 1935.
      – 22 maggio fo firmato il cosiddetto ” Patto d’acciaio “.”tra Germania e Italia,
      il giorno dopo Hitler delineò l’obiettivo principale della politica estera tedesca l’espansione dello “spazio vitale”,
      possibile solo invadendo stati esteri al contempo definiva l’Inghilterra come il principale nemico della Germania,
      la cui lotta era “una questione di vita o di morte”.
      Quanto alla Russia, Hitler non escludeva che «il destino della Polonia le resterà indifferente»;
      ma anche in caso di intervento sovietico espresse l’intenzione di “attaccare Inghilterra e Francia e infliggere
      loro diversi colpi schiaccianti”

      la Russia, come le vicende iniziali della guerra hanno dimostrato, era impreparata militarmente
      per poter contrastare la macchina bellica tedesca, quindi la firma del patto è stata probabilmente
      una mossa tendente a dilatare i tempi dell’inevitabile entrata in guerra, che poi mostrasse interesse
      per territori che in precedenza erano stati sotto il suo controllo e che le davano in pratica
      il controllo (ripetizione necessaria) sul Baltico a quei tempi era più che nella norma

      "Mi piace"

      • piccola nota
        la Transcarpazia è attualmente in Ucraina e per questi ultimi, l’Ungheria stava creando tensioni,
        rivendicandone il territorio sulla base della popolazione che parla il magiaro

        mentre la Galizia, più a nord sempre in Ucraina, prima nota con il nome di Regno di Galizia e Lodomeria sotto
        l’impero Austro-Ungarico, nel 1918 passò alla repubblica polacca finendo poi parte dell’CCCP
        e parte della Germania nel 1941

        i galiziani preferirono l’odore dei nazisti a quello dei russi

        "Mi piace"

  3. “Medvedchuk, senza questa guerra che diventa sempre più un pantano dentro al quale sembra si faccia a gara da più parti a infilarsi, poteva essere premier”.
    ————————————————

    Medvedchuk era agli arresti domiciliari, da cui solo recentemente ha provato a fuggire, già da un anno, quindi dubito fortemente che gli avrebbero concesso di partecipare alle elezioni. E comunque, in caso di vittoria, si rifà piazza maidan.

    16.06.2021
    Arresti domiciliari per Viktor Medvedchuk: quali sono le accuse e quali le prospettive del processo?

    “Nei prossimi anni, per Medvedchuk non si prospetta un futuro in politica. Dovrà difendersi, nascondersi. Non sarà più la figura chiave filorussa. Così, i suoi alleati attuali saranno costretti a prendere le distanze da lui e a creare nuove forze politiche,” riassume il politologo.
    https://uacrisis.org/it/arresti-domiciliari-medvedchuk-prospettive

    "Mi piace"

  4. uacrisis.org?

    La nostra visione:
    Un mondo libero e democratico, con l’Ucraina parte integrale dell’Occidente.
    L’Ucraina è un avamposto della libertà e dello sviluppo democratico dell’Europa Orientale,
    dal quale dipende la sicurezza e il futuro della democrazia globale.

    il bollettino dei galiziani?

    ma qualcosa di leggermente più attendibile, che so… lercio, non lo poteva linkare?

    e pensare che dal 2002 è. oltre ad essere russofilo, pure
    Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

    che poi solo in Ucraina essere pro qualcuno è reato e pro qualcun altro un merito.

    a quanto ho letto, nessuno purtroppo mi manda informazioni dirette, Mosca non ha proposto nulla
    il giornalista se lo è inventato.

    "Mi piace"