Sondaggi canaglia

Non ci eravamo ancora ripresi dal grafico diffuso da Agorà (Rai3), dove nella torta colorata i contrari all’invio di armi all’Ucraina sembravano meno della metà pur essendo il 55 per cento […]

(DI ALESSANDRO ROBECCHI – Il Fatto Quotidiano) – Niente, mannaggia, niente da fare. Gli italiani in stragrande maggioranza restano contrari all’aumento delle spese militari fino al 2 per cento del Pil, cioè un po’ restii a spendere 13 miliardi in più (ogni anno!) in sistemi d’arma, gerarchie militari, missili e quant’altro. Resistono, insomma, all’offensiva dei corsivisti-generali più accreditati dai media, dai giornali e dai talk show, quasi tutti maschi, quasi tutti anziani, boomer burbanzosi e predicanti, autori di sermoni edificanti e patriottici, disposti a chiudere un occhio persino sui nazisti in campo. Fedeli insomma, al vecchio adagio americano applicato a dittatori, macellai e golpisti vari: “È un figlio di puttana, ma è il nostro figlio di puttana”.

Il sondaggio è canaglia, insomma, e un po’ canaglia anche chi lo disegna. Non ci eravamo ancora ripresi dal grafico diffuso da Agorà (Rai3), dove nella torta colorata i contrari all’invio di armi all’Ucraina sembravano meno della metà pur essendo il 55 per cento, che ecco un altro strabiliante sondaggio, questa volta Swg per il Tg de La7. Capolavoro, perché il titolo in maiuscolo dice “L’aumento delle spese militari” e sotto con tanto di colonne colorate dice “D’accordo” 54 per cento. Urca! Poi, uno pignolo va a leggere la domanda fatta al campione rilevato, e trasecola: “Lei è d’accordo con la seguente affermazione: Non è giusto che l’Italia aumenti le spese militari…”. È la prima volta che si vede un sondaggio con la negazione incorporata. È d’accordo che non sia giusto… davvero bizzarro. Forse chiedere direttamente “Secondo lei è giusto?” esponeva a qualche rischio in più. Trucchetti.

Qualcuno – temerario – spiega che questo benedetto aumento delle spese militari non c’entra nulla con l’invasione russa dell’Ucraina, che se ne parla da tempo, che gli americani ce lo chiedono da anni, e ora – vedi a volte le coincidenze – è venuto il momento. Per inciso, i dati Sipri (Stockholm International Peace Research Institute, uno degli osservatori più qualificati sul mercato degli armamenti) dicono che la Nato spende ogni anno circa 17 volte quello che spende la Russia, e anche togliendo le cifre spaventose degli Stati Uniti, calcolando soltanto le spese militari attuali di Italia, Francia, Germania e Regno Unito, si ha quasi il triplo della spesa militare russa. Pare che non basti.

Non è detto che gli italiani che rispondono ai sondaggi conoscano queste cifre (anche perché nessuno gliele dice), eppure si registra una resistenza ultra-maggioritaria nel voler spendere 13 miliardi in più all’anno in cannoni. C’è da capirli. Forse ricordano le solenni parole di Mario Draghi pronunciate quasi un anno fa: “Non è il momento di prendere soldi ai cittadini, ma di darli”. Bel programma. Peccato che in questi undici mesi (Draghi lo disse nel maggio del 2021 con grande plauso di tutti) non risulti agli italiani di aver migliorato sensibilmente le proprie condizioni di vita: tra inflazione al cinque per cento coi salari fermi, le bollette, la benzina e gli alimentari che aumentano. Ora si vedrà dove prendere tutti questi soldi, ma sotto sotto la notizia è buona: dopo anni passati a dire che “non ci sono i soldi” per scuole, sanità, servizi, oplà, ecco 13 miliardi che escono dal cilindro, magia e mesmerismo. Urge nuovo sondaggio: “Lei è d’accordo con la seguente affermazione: non è giusto dire che non è giusto rifare i tetti delle scuole o i Pronto soccorso invece di comprare missili? È giusto dire che è sbagliato?”. Vediamo come disegnano il grafico.

Categorie:Cronaca, Interno, Media, Politica

Tagged as: , , ,

7 replies

  1. Era ora che gli scienziati ci vietassero la stufa a legna… sicuramente più sani il carbone e bruciare petrolio!!
    Da questo piccolo particolare la grande presa per il culo della cosiddetta scienza!!
    Vi pagano per intortare i numeri o solo eccesso di zelo!! Il prossimo studio sulla mortalità di chi beve acqua e l incredibile salute di chi beve coca cola ( con l aspartame)…
    Alla prossima!!

    "Mi piace"

  2. Chissà se nei sondaggi è prevista la voce VFinC e quale percentuale abbia. …sarà trasfugata fra le risposte educate : non risponde, chiude la comunicazione, ti dà il consiglio più usato al mondo?

    Piace a 1 persona

  3. Ieri notte non avendo sonno in non momento di puro masochismo ho guardato qualche minuto il tg di mannoni. C’era un’inchiesta sui russi venuti in Italia per il covid e intervistavano jacoboni, sulle anomalie dei dottori venuti a spiarci. Da paura!!! Vero giornalismo d’inchiesta. Secondo questi i complottisti sono sempre gli altri

    "Mi piace"

  4. Che dovevi espiare Giulio? Mannoni e Jacoboni insieme prima di andare a letto, sono da incubo ed attacco di panico notturno. …..nottataccia?

    "Mi piace"