Sul completamento della Fondovalle Vitulanese, la Provincia di Benevento non risponde nemmeno alla Funzione Pubblica

A seguito del mancato riscontro da parte dell’Ente Provincia di Benevento alla richiesta inoltrata dal Club di Benevento degli “Amici della Terra” riguardante la visione del progetto per il “completamento della Fondovalle Vitulanese” e di partecipazione alla Conferenza di Servizi, il competente Ispettorato per la Funzione Pubblica, organo della Presidenza del Consiglio dei Ministri che vigila e svolge verifiche sulla conformità dell’azione amministrativa ai principi di
imparzialità e buon andamento, sull’efficacia della sua attività… ha dato corso a un’istruttoria, attraverso la quale il 16 dicembre 2021 ha chiesto formalmente al Segretario Generale della Provincia, la dott.ssa Maria Luisa Dovetto di verificare e chiarire l’intera vicenda, con l’obbligo di rispondere entro quindici giorni, ma la dott.ssa Dovetto incurante delle leggi e degli obblighi di trasparenza, non si è premurata di ottemperare alla richiesta trasmessa dall’Ispettorato e al contempo di soddisfare la richiesta fatta dal Club di Benevento degli Amici della Terra.

Successivamente in data 24 gennaio 2022 l’Ispettorato per la Funzione pubblica ha sollecitato nuovamente il Segretario Provinciale Dovetto, precisando di dare una risposta all’associazione “Amici della Terra” entro quindici giorni, cosa sino ad oggi mai avvenuta. Ci troviamo di fronte a un comportamento a dir poco opaco e preoccupante, dove la mancanza di trasparenza posta in essere dall’Ente Provincia, è stata tale da impedire l’accesso e la partecipazione ad una associazione ambientalista pienamente legittimata ad esprimere un parere sulla realizzazione del terzo lotto della Fondovalle Vitulanese.

Ci sembra del tutto incoerente che il Segretario Generale e Responsabile della Trasparenza, Maria Luisa Dovetto abbia recentemente avviato la procedura per l’aggiornamento del Piano Triennale Anticorruzione e Trasparenza della Provincia di Benevento per il triennio 2022/2024, (settore del quale lei è la responsabile) quanto invece poi si è rivelata la prima a non rispettare le più elementari norme di trasparenza e di correttezza istituzionale.

Alla luce della chiusura della “frettolosa” Conferenza di Servizi, vantata anche durante l’ultimo Consiglio Provinciale dal Presidente della Provincia facente funzioni, Nino Lombardi, conferenza alla quale il Club di Benevento degli Amici della Terra aveva chiesto con largo anticipo di essere invitato a partecipare per poter esprime un proprio parere (come previsto per legge), un percorso portato avanti forzatamente nonostante i diversi pareri negativi espressi.

Pertanto, il comportamento dall’Amministrazione Provinciale caratterizzata da una mancanza di trasparenza che ha discriminato senza nessun valido motivo la nostra associazione, nel mentre risultano invitate altre associazioni ambientaliste che sono state favorite ed hanno ottenuto (chi sa perché?) l’accesso agli atti e la partecipazione alla conferenza.

Infine c’è da meravigliarsi anche per l’assenza nel dibattito politico da parte dei Consiglieri Provinciali e dei parlamentari sanniti, sulle tante criticità che porterebbe la realizzazione di questa imponente e annosa opera pubblica; escluso il Deputato Pasquale Maglione che in più occasioni è intervenuto sulla questione, anche se a fronte delle sue dichiarazioni appare più preoccupato per la possibile perdita del cospicuo finanziamento, piuttosto che per la salvaguardia del territorio.

Amici della Terra – Club di Benevento