Salgono i contagi, calano le quarantene

Tamponi impossibili, tracciamenti saltati, vaccinati infettati (e con green pass che resta attivo), malati abbandonati a sé stessi: hanno fatto leggi inapplicabili e prolungato l’emergenza senza gli strumenti per gestirla. Siamo già ridotti al «si salvi chi può». Oggi Cdm pronto alla resa: niente molecolari e tagli molto poco «scientifici» all’isolamento.

(Maurizio Belpietro – laverita.info) – Le righe che seguono non hanno pretese statistiche, ma puramente cronistiche. Faccio il giornalista e sono abituato a guardarmi intorno e a raccontare ciò che vedo. L’ho fatto lo scorso anno, quando sono entrato nelle farmacie sulla strada che percorro ogni giorno da casa fino alla redazione, scoprendo che le promesse di Domenico Arcuri di rifornirle di mascherine chirurgiche a prezzo calmierato erano parole al vento. L’ho rifatto quando l’allora commissario straordinario all’emergenza Covid assicurò che avrebbe riempito di dosi il Paese, salvo non riuscire a far sbocciare neppure le primule di quella campagna vaccinale. Dunque, anche in questi giorni, per dare un senso al mio stipendio, ho osservato ciò che stava accadendo, accorgendomi prima che lo facessero i giornaloni che le farmacie erano assediate di persone in attesa di un test antivirus. C’è chi è costretto a fare il tampone per poter
lavorare e chi vuole scoprire se si è contagiato o chi, da positivo, spera di essere diventato negativo e di ritornare a una vita normale, senza quarantene e isolamento. Tutti, malati e non, in fila per ore, al freddo, perché nonostante l’Italia dichiari di essere in emergenza, nessuno si è degnato di approntare i servizi di emergenza, che prevedono, tra l’altro, test diagnostici per i cittadini. Segnalo che anche i tamponi fai da te, quelli che pur non avendo alcun valore ufficiale servono per capire se si ha il Covid oppure no, sono spariti dai banchi dei supermercati: i pochi che si trovano sono razionati, nel senso che le commesse non ne vendono più di quattro o cinque, per evitare gli accaparramenti. Mentre in Gran Bretagna o in Svizzera vengono assegnati gratuitamente a ogni famiglia, in Italia ogni famiglia fa la fila, perché in tutte le case c’è un contagiato o qualcuno che è entrato in contatto con un positivo.

Da cronista, tuttavia, vi informo che oltre a essere aumentate le code fuori dalle farmacie (controbilanciate dalla diminuzione dei luoghi in cui è possibile prenotare i test), sono in crescita i contagi fra le persone vaccinate. Sarà sicuramente colpa dei no vax, come dicono quelli che stanno al governo e coloro che sono ogni giorno in tv o sui giornali a pontificare, ma sta di fatto che io non conosco una persona non immunizzata che in questi giorni si sia contagiata, mentre ne conosco tante che pur con seconda e terza dose si sono prese il Covid. Ribadisco, non ho pretese statistiche e probabilmente le mie osservazioni sono frutto del paradosso di Simpson (i vaccinati sono quasi otto volte superiori a chi non lo è, dunque è più facile avere a che fare con qualcuno che ha ricevuto l’iniezione antivirus piuttosto che incontrare chi l’ha rifiutata). Sta di fatto che nell’ultima settimana ho registrato solo contagi fra immunizzati. Una mia preziosa collaboratrice, due dosi e una terza in attesa, si è contagiata prima di Natale; un giovane collega, due dosi, è finito in ospedale e, purtroppo, ha rischiato di finirci anche il padre (tre dosi) che ha contribuito a contagiare; la portavoce di un gruppo politico, tre dosi pure lei, è risultata positiva; la collaboratrice di un importante gruppo sanitario, tre dosi, l’ultima delle quali fatta come quasi tutti i dottori ben prima di Natale, ha passato le feste a letto a causa del coronavirus; il figlio di un noto collega, vaccinato, alla vigilia invece dei doni ha ricevuto il contagio; una collega che lavora al nostro sito ha santificato la festa con termometro e saturimetro a portata di mano; un altro collega, purtroppo, è stato costretto a fare altrettanto. Tutti vaccinati, tutti contagiati, con sintomi più o meno lievi, ma pur sempre sintomi.

A scanso di equivoci, che inducano a pensare che alla Verità o a Panorama ci sia un focolaio, preciso che da due anni le redazioni lavorano in smart working, i giornalisti cioè se ne stanno a casa propria, e dunque non c’è possibilità che si contagino fra loro. Anzi, per non rischiare, abbiamo anche abolito il tradizionale brindisi di Natale, rassegnandoci alla triste cerimonia degli auguri in teleconferenza, con panettone e bicchieri di spumante virtuali o per lo meno davanti al video.

All’elenco posso aggiungere i racconti serali delle mie figlie le quali, preparandosi alla festa di fine anno, registrano ogni giorno sul campo i caduti fra gli amici. Le fila di quelli disponibili, perché non in quarantena o in contatto con un positivo, si assottigliano a vista d’occhio, con il risultato che entro il 31 rischiano un brindisi in solitudine. Sì, da «siamo un modello per il mondo» e «salviamo il Natale», siamo passati a «è un disastro, si salvi chi può». I tamponi non ci sono, il tracciamento non esiste (prova ne sia che i colleghi contagiati continuano a disporre del green pass attivo e se non fossero ragazzi con la testa sulle spalle potrebbero festeggiare Capodanno al ristorante), e nonostante i divieti imposti ai no vax – che, ribadiamo, sono più rigidi di quelli applicati in Germania, Paese che quando conviene i nostri esperti prendono a esempio – i contagi aumentano e le quarantene pure. Oggi il governo si riunisce per decidere nuove misure di contenimento dell’epidemia, ma la mia sensazione è che gli unici da contenere siano Roberto Speranza e i suoi consiglieri. Di danni ne hanno già fatti troppi, altri ce li risparmino. È in arrivo un anno nuovo e se ci portasse un ministro nuovo avremmo almeno un motivo per festeggiare.

23 replies

  1. Il Pachera guarda il suo mondo e io guardo il mio ; nella mia zona i no brain non girano quasi più, stanno isolati come sorci (con la scusa delle feste) perché sotto sotto hanno una fifa tanta (a parte due o tre esaltati), chi può si sta pure facendo delle terapie per problemi che non esistono. Sono d’accordo sullecolpe al governo ma al contrario, avrebbero dovuto mettere il super green pass per tutti i lavoratori e per le scuole dai 14 in poi, e lasciare i tamponi dove servono. La frase di BP “per dare un senso al mio stipendio” fa capire che al peggio non c’è mai fine

    "Mi piace"

    • Paopabl non sarà proprio quello il problema? I sorci(bah) non vaccinati, come li definisci tu, sono rintanati “come zoccole nelle fogne”(cit Caparezza) e per questo non fanno danni. Mentre i plurivaccinati avrebbero diritto di far danni e non rispettare le regole solo per il merito di esserci vaccinati? E dove cazzo sta scritto? Quale sarebbe il merito di essersi vaccinati? E in cosa ci farebbe essere meglio degli altri se no rispettiamo le altre regole?
      Spero vivamente che tu applichi,o applicherai da ora in poi, l’epiteto “sorcio” a qualsiasi cittadino italiano che non rispetti le regole, di qualunque tipo, ovviamente con la dovuta gradazione.
      E questo valga anche per gli altri fanatici sivax
      Saluti

      "Mi piace"

      • Aridaje coi plurivaccinati che fanno i danni.
        Ma dove li hai visti? Ma chi sono? Possibili soluzioni alla tua paranoia:

        A) prova a frequentare gente migliore! Esci da Casal di Principe.
        B) esci dallo stereotipo in cui ti sei cacciato con maga Merlino e Conchita in tv (e qui sul blog con Carolina contro scienziatiH auto proclamatisi che vedono il mondo diviso tra novax e sìvax)
        C) non c’è soluzione, sei pure tu no-brain (cit.).

        "Mi piace"

      • il diritto di “girare” è insito nel fatto che ci si è protetti, altrimenti a che mi serve essere vaccinato?

        mentre il diritto di infettare gli altri non esiste e dubito che, tranne qualche invasato negazionista,
        chi lo fa, lo faccia consapevolmente provandone gioia.

        come non dovrebbe esistere il diritto di stare senza mascherina quando c’è l’obbligo,
        vaccinati o meno, dato che il virus non viaggia con la forfora

        se tutti rispettano l’obbligo le possibilità di infettare si restringono alle cerchie amicali e familiari
        o in certi ambiti lavorativi ‘allegrotti’
        quelle dove, a mio parere, dovrebbe esserci maggior rispetto, ma che stranamente
        sono quelle dove ce ne è meno

        ha mai visto congreghe amicali -non conviventi- dove tutti sono senza mascherine?
        è praticamente la prassi, sai mai che qualcuno s’offenda

        dove crede che venga più facilmente propagato il virus? tra loro o al supermercato
        (sui mezzi sarei già più possibilista visto che il distanziamento, anche solo relativo, non esiste)

        "Mi piace"

    • No paolina , Belpietro vede come vedo io intorno a me Plurivaccinati col covid e non vaccinati ,vessati ma sani. E’ la verità,fattene una ragione, ma alleluia, i vaccinati sono gaudenti per le prossime dosi da fare, credimi, alla Einstein ti dico che l’universo è certamente finito,la stupidità con un QI, a dosi minime , è infinita. Buon anno.

      "Mi piace"

      • fondamentalmente credo lei abbia ragione
        oltre che essere la dimostrazione vivente dell’abbassamento del QI

        che i vaccinati abbiano il covid-19 è nell’ordine delle cose, altrimenti a che serve vaccinarsi?
        a diventare biondi e con i riccioli?

        se i non vaccinati prendono il Sars-Cov-2, in una delle versioni correnti, rischiano quello
        che rischiavano tutti prima delle vaccinazioni, ne più ne meno
        qualcuno dice meno, con la nuova, ma le prove devono ancora essere prodotte
        rammentare che è un mese che è di moda ed al momento l’unica cosa certa è la rapidità di diffusione,
        sulla letalità s’attendono risultati.

        non capisco dove sia il gaudio nel rischiare di fare la fine del cetaceo spiaggiato
        preso per i capelli dal sistema sanitario per evitare il peggio

        poi, ripeto, faccia come crede, sin tanto che sta lontano da me
        quel che le succede sono fatti che non mi riguardano

        Piace a 1 persona

    • paolabl una curiosità: ora che hai avuto modo di capire che la lega cavalca e rappresenta e appoggia e fomenta e coccola la parte no-vax-pass, quelli che tu chiami no-brain, sei ancora leghista?

      "Mi piace"

      • Fabrizio la nostra paolabl è un pò confusa. Io sono un vaccinato in terza dose straconvinto dell’utilità del vaccino(dell’efficacia purtroppo no, ahimè per noi, ma non si tratta di esserne convinti, bensì di essere realisti), eppure mi inserisce tra i no-brain(?????), semplicemente perché metto allo stesso livello il no vax col si vax che non rispetta le regole, si contagia per superficialità e compie altre amenità del genere. Dove sta scritto che chi è vaccinato debba essere per forza un fautore del Green pass(stra mega, quello che volete) e di tutte le altre restrizioni ad altri concittadini? Io sono un fautore della gestione della pandemia come è avvenuta in Giappone. Punto. Nella vita bisognerebbe aspirare al meglio, non accontentarsi del poco peggio, quindi tutto quello che si allontana da quel modello, Draghi o Conte, Arcuri o Figliuolo, vaccinati o non vaccinati, per me non va bene

        Piace a 1 persona

      • Bruttissima domanda Fabrizio, a livello regionale si anche se do più punti a Fedriga che a Zaia ultimamente, a livello nazionale quando vedo salvini meloni e i loro paggetti cambio canale (la pandemia mi ha portato a detestare un sacco di gente, anche del mio paese) e spero che non si vada a votare

        Piace a 1 persona

      • Fabrizio,
        Puoi chiedere al martello se ha capito che io sono un’altra Paola e che la mia omonima ha scelto il lato opposto dell’emiciclo (sbagliato peraltro) e tu a lei ti rivolgevi?
        Inoltre dovresti spiegargli che i commenti altrui vanno presi per quello che sono, non ci si elucubra sopra per avere ragione, non solo perché la ragione è dei fessi, ma anche perché non siamo in tribunale, non serve avere ragione. Indi, io non ho mai detto di essere fautrice del GP (qualunque cosa significhi) vorrei capire lui perché cambia discorso. Invece io (paolapci) mi baso su quello che scrive, cioè che tutti i vaccinati (48 mln) secondo lui vanno in giro a NON rispettare le regole. Ecco io del GP non ho mai parlato, lui di tutti i vaccinati come un corpo unico parla tutti i giorni.
        Grazie Fabrizio.
        C’è confusione in the air.

        "Mi piace"

      • penso volesse dire che il vaccinato si infetta e infetta circa quanto il non vaccinato, specialmente con omicron, quindi sta battaglia contro i non vaccinati ha poco senso. Ma sto elucubrando …

        Piace a 2 people

  2. Io, vaccinata con tre dosi , sto “isolata come un sorcio” fino a quando potrò.
    Lascio “vivere” e “abbracciarsi” gli altri. Ci sono ottimi sconti on line😄

    "Mi piace"

  3. Sivax Vs novax. C’è chi conosce il virus meglio di sua moglie/marito, chi è angosciato dal covid e ti sa elencare tutte le percentuali per poi vomitarle addosso a chi non la pensa come te. Un piccolo inciso su belpietro, allo stesso modo di fonzi non riusciva a dire ho sbagliato, lui non riesce a menzionare il megagalattico p.r, o li generalissimo con la penna sul capello

    "Mi piace"

    • “Un piccolo inciso su belpietro, allo stesso modo di fonzi non riusciva a dire ho sbagliato, lui non riesce a menzionare il megagalattico p.r, o li generalissimo con la penna sul capello”.

      Confermo.
      Cita Speranza e la sinistra in lungo e in largo… ma di Draghi proprio non ne parla…

      Piace a 1 persona

  4. Marco bo , ti ho risposto nell’articolo di Massimo Fini : ti manca il cammino di Santiago, per purgarti dalle fobie che hai introiettato. Hai anche “contestato Fini”, scendi dalle scale, sii umile.

    "Mi piace"

  5. Per le 2 Paolette, così non mi sbaglio, ma chi ha mai detto che tutti i 48 mln di vaccinati vanno ad infettare. Ho detto semplicemente siete pregate di rivolgere il vostro odio sia nei confronti del no vax, sia nei confronti del si vax che non rispetta le regole. Essendo i vaccinati 48 mln questi ultimi sono sicuramente di più numericamente. E poi ho detto anche, immagino che voi odiate allo stesso modo tutti coloro che hanno contribuito al propagarsi dell’infezione nel 2020, quando il vaccino non esisteva. Sono peggio dei no vax, perché costoro hanno costretto gli altri a stare chiusi in casa

    "Mi piace"

    • Già il fatto che non sei in grado di percepire la enorme differenza di posizione con la paolabl dice tutto del tuo approccio!
      Poi l’odio: madonnamia, ma a sto punto ridateme il punto interrogativo!! Che fine hai fatto???????????
      Buon reality condotto dalle tue amate mirta e conchita!

      "Mi piace"

      • Ma che contraddittorio vuoi che abbia con te se vai avanti a retropensieri del tipo “buon reality condotto dalle tue amate Myrta e Conchita” o l’altra cosa da me mai sostenuta sui 48 mln di vaccinati intorno. Hai fatto proprio centro guarda, al contrario però, perché sono le 2 pseudogiornaliste che ho meno in considerazione. Per farti capire mi interessa di più il pensiero di chiunque abbia la licenza elementare guarda 😄
        Per quanto riguarda la confusione sui nick chiedo scusa, ma non mi sembravuna cosa tanto grave

        "Mi piace"

      • “Ma che contraddittorio vuoi che abbia con te”

        Ho il sospetto di riuscire a sopravvivere senza, ma è vago!
        Tu però inizia a non intrometterti se parlo con altri (tipo Pino).

        Baci!

        "Mi piace"

  6. Qualora ti fosse sfuggito, giusto per chiarezza, ho invitato più volte i cari Pino Sm e via dicendo a vaccinarsi come premessa indispensabile di ogni discorso…..e poi criticare, anche aspramente cone faccio io, si vax sfegatati, governi, case farmaceutiche e via discorrendo. Quindi non sono d’accordo con loro su tutto, anzi.
    Ricambio i baci e buona serata

    "Mi piace"