Se aiutare i disperati è un crimine

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Dell’Utri assolto e Lucano condannato. La Giustizia funziona così in quest’Italia dove la segretissima trattativa tra Stato e mafia è regolare, mentre un modello di accoglienza preso ad esempio di integrazione in tutto il mondo, come quello di Riace, è considerato criminale.

Perciò, aspettando le motivazioni della sentenza di Palermo – che ha confermato i contatti tra gli uomini delle istituzioni e quelli d’onore di cosa nostra, ma curiosamente ne chiede il conto solo a questi ultimi – siamo altrettanto curiosi di capire la logica processuale per cui un sindaco che non ha mai nascosto il suo operato si becca più anni di galera di un serial killer.

Un sindaco, peraltro, eletto per fare quello che gli viene contestato, visto che l’ospitalità offerta ai migranti era nota e condivisa dai suoi stessi concittadini, che lo hanno eletto proprio per questo e che diversamente non l’avrebbero votato. Da qui, a quanto si capisce, esce fuori lo sfruttamento degli immigrati a fini elettorali, seguendo un principio per cui chi campa da decenni sulla paura dello straniero può essere messo in carcere e veder buttare via le chiavi.

Ecco perché la propaganda di Salvini – che non ha perso tempo a bombardare Lucano – è stata patetica oltre che di corto orizzonte. Rimossa la brutta lezione di Morisi, si è subito tornati a strumentalizzare il caso giudiziario e il dramma dell’immigrazione. Un tema su cui un’intera classe politica non vuole rinunciare a viverci di rendita.

6 replies

  1. se l’è cercata. è ovvio che se vai contro le municipalizzate che estorcono luce, acqua, gas, rifiuti ti segano. per fortuna ha intaccato poco i soldi della mafia di stato, così l’han punito pochissimo, un’inezia. pensa falcone quanto ha pagato…
    gli italiani son contenti così. anzi, son contenti con draghi, schiavi totali.

    "Mi piace"

  2. diciamo chìè poco furbo, poco politico. mangiava come tutti e zitto, lucrava sulle mascherine, i vaccini e campava cent’anni, col conto in svizzera. invece, no, nemmeno lucrare sui piani regolatori, ilcavallo di battaglia di tutti i sindaci che si rispettano…

    "Mi piace"

  3. Gaetano.Guarda che la parte che tanto ti dai da fare sta brindando alla condanna a champagne(ha torto o ragione).Leggi attentamente i “commenti” sono tutti proveniente dalla parte “politica” a te cara.Non so ma a me pare che qui si vada sul qualunquemente senza impegnarsi nel “risolvere”.Vedi il silenzio totale m5s.La “verità” a nessuno frega una beata.m.C’è altro a cui pensare.Chi sa cosa sarà?

    "Mi piace"

  4. l editoriale di oggi a cura di MT, elenca reati che contrastano con l accoglimento. Da una parte ci si riempie la bocca di buonismo, senza fare altre considerazioni. Chi mi assicura che la pena comminata a dell utri, non sia riguardosa della sua posizione e ruolo, conoscenze, etc. I confronti si devono fare caso per caso e per attori dello stesso ceto o estrazione.

    "Mi piace"

  5. quindi l’ospitalità prevede che un sindaco stipuli matrimoni fittizi al fine di aggirare una legge?
    non ne ero a conoscenza

    "Mi piace"