Concita De Gregorio e David Parenzo: per fortuna sono le ultime puntate

(Giorgia Peretti – iltempo.it) – Nervi tesissimi a “In Onda”, martedì 7 settembre. Concita De Gregorio e David Parenzo ospitano il ministro degli esteri Luigi Di Maio per interrogarlo sulle questioni del momento: l’estensione del green pass e l’ipotesi di obbligo vaccinale ma nel corso dell’intervista la conduttrice si scalda e alla fine zittisce anche il collega.

“Senza il green pass dobbiamo tornare a chiudere i negozi ad un certo orario, -fa sapere il ministro nel talk show di La7- dobbiamo ricostituire il coprifuoco, dobbiamo chiudere le aziende. Qualcuno dice che questo è un ricatto non è un ricatto è creare gli strumenti per garantire la libertà a tutti”. Poi sull’obbligo vaccinale: “Oggi il ministro Speranza ha detto che servirà qualche altra settimana di riflessione ma se la comunità scientifica ci detta che il green pass non basta servirà l’obbligo”.

 “Sì ma Ministro il green pass è uno strumento di controllo non è uno strumento di cura, o comunque previene prendo ancora inesatto previene dalla malattia”, gli appunta la conduttrice. Di Maio ribatte: “è semplicemente uno strumento che mi permette di certificare che lei è vaccinata io no questo è il punto”. Concita De Gregorio sembra irritarsi: “A cosa serve lo abbiamo capito ma in qualche modo il governo deve prendersi la responsabilità”.

“L’obbligo vaccinale? Se serve per abbassare la curva, io sono per tutti gli strumenti utili per fare questa operazione”, continua il ministro su domanda di Parenzo. Anche in questo caso la giornalista si inserisce: “Introducendo il green pass non è che abbassiamo la curva, non facciamo entrare le persone che non si sono vaccinate”. I toni si scaldano e il ministro prende la parola: “se uso il green pass sono una persona che abbassa le probabilità di positivizzarsi e quindi c’è meno probabilità che si trasmette il virus”.

Concita De Gregorio non molla e continua sulla sua linea, mossa da una lettera di una lettrice arrivata nei giorni scorsi al suo giornale, così: “Le persone non vogliono il green pass perché il green pass stabilisce una differenza fra chi si è vaccinato e chi non si è vaccinato”.  “È questo il punto”, dice Parenzo.

La De Gregorio esplode e lo zittisce così: “non sto parlando con te sto parlando con lui”. Poi continua: “in questo momento c’è un dibattito sull’obbligo vaccinale, chi non si è vaccinato dice “finché non ci obbligate siamo liberi di non farlo” e dice “il green pass è uno strumento ipocrita” cioè concettualmente non ci può essere una confusione tra vaccino e green pass, lo dico anche a te David”.

Infine, anche il ministro si agita e alza la voce: “Io voglio avere il diritto di dire che per salvare la vita al popolo italiano, che io rappresento, devo introdurre delle misure per evitare che si contagino. Soprattutto per evitare che la sanità si congestioni e soprattutto costi di più perché poi in tutta questa storia, il lusso di essere uno non vaccinato è che noi che siamo vaccinati paghiamo pure di più sulla sanità per loro”.

Categorie:Cronaca, Interno, Media, Politica

Tagged as: , , ,

35 replies

  1. strano, di solito le interrogazioni si fanno a scuola o in questura. va vene ch’è fuori corso, perennemente, un po’ come la lira, ma suvvia, non starebbe meglio intervista, domanda? certo ha avuto cattive frequentazioni, da salvini a conte a draghi, ma quasi processarlo, mi sembra forse eccessivo…

    "Mi piace"

  2. “Popolo italiano, che io rappresento”
    Gigino, oramai tu rappresenti solo te stesso e pochi altri, hai tradito il mandato elettorale che il 33% degli aventi diritto al voto ti aveva affidato.

    Piace a 1 persona

    • Vedi, il tuo giudizio su Di Maio potrebbe (almeno in parte) essere condivisibile, il problema è che da sempre, in Italia, l’aria è piena di politici infinitamente più traditori, voltagabbana e soprattutto più ladri di lui, contro i quali, però, sembri non aver mai nulla da obiettare.
      Questa mera constatazione, unita al fatto che, qualunque sia l’argomento, tu non perda occasione per rimarcare il tuo personale astio verso il soggetto in questione (se domani ci dovessero invadere gli alieni, mi gioco la cistifellea che incolperesti Gigino per non aver fatto nulla per impedirlo), fa perdere ogni residuo di credibilità alle cose (magari anche sensate) che puoi dire.
      Cordialmente.

      Piace a 4 people

    • Yonny dio
      Vedi, nei vari cazzari, bomba, pescivendole mummie e traditori, riferito ai pdioti vendutisi allo straniero e letame vario sono oramai anni che ho perso le speranze e steso un velo pietoso, con il mv5* ho avuto l’illusione che le cose fossero diverse, che finalmente qualcosa fosse cambiato, pia illusione,
      Ben inteso che gigino è solo la punta dell’iceberg, molti altri fanno oramai parte del suo cerchio di traditori.

      "Mi piace"

      • Sei TU (per tua stessa ammissione) ad esserti fatto delle illusioni, pertanto perdonami, ma dovresti innanzitutto prendertela con te stesso, per essere stato un po’ troppo credulone, qualunque fossero le illusioni che tu ti possa essere fatto.

        Pensa che a me, paradossalmente, va a genio proprio per lo stesso motivo, perché il bassissimo standard che hai così ben riassunto mi fa apprezzare cose che in un Paese normale dovrebbero essere la norma (tipo non rubare).

        Piace a 1 persona

      • Jonny dio
        Infatti, il primo ad essere sotto accusa sono io, in 10 anni di militanza nel mv5 * mi sono alienato amicizie di sempre, ho combattuto contro orde di denigratori del mv5*, e che oggi sono costretto a rivalutare in quanto avevano ragione loro e torto io, ragione di dubitare dell’onesta morale dei vari gigini dentro il mv5*,
        Tu dici di apprezarli x la loro presunta onestà, allora x la stessa ragione possiamo apprezzare anche i vari casini perche non mi risulta che abbia percepito mazzette o si sia appropriato di denari altrui.

        "Mi piace"

      • Non c’è solo l’onestà (che già è rara), ci sono anche la serietà (che lo è ancor di più) e il fatto di non difendere interessi corporativi (sempre i soliti, ai quali i partiti “tradizionali” fanno da sempre a gara per vendersi, ognuno con la sua storica area di riferimento).
        Casini (altresì detto Azzurro Caltagirone, bell’esempio che hai scelto), a suo tempo si è venduto a Berlusconi, mentre si dà il caso che, attualmente, i 5stelle non si siano ancora venduti a nessuno dei suddetti poteri forti, e la prova è quotidianamente sotto gli occhi di tutti, sotto forma della cattiva stampa di cui continuano a godere a reti ed edicole pressochè unificate, e fin dal loro affacciarsi da protagonisti sulla scena politica, segnatamente nella veste del loro leader, ma non solo.

        Finchè mi parli del solo Gigino, faccio uno sforzo con l’ernia ma diciamo che ti capisco, però sarebbe profondamente ingiusto attribuire anche a tutto il resto del movimento quella mancanza di onestà morale che tu (ma su questo non ti seguo) vedi così spiccatamente in Di Maio: non esiste mica solo lui (fortunatamente). Di Bonafede, ad esempio, dovrebbero essere orgogliosi non solo i pentastellati, ma tutti quelli che abbiano a cuore una giustizia meno classista, dato che la sostanziale impunità che il nostro Paese ha sempre riservato ai potenti (siamo il paradiso criminale d’Europa) è uno schifo che gronda ingiustizia da ogni punto di vista.

        Piccola nota a margine:se ti sei alienato amicizie storiche per la politica, lascia che ti dica che hai fatto una cazzata immane: io ho molti amici che la pensano in tanti modi differenti, ma nonostante le diversità di vedute, c’è comunque il rispetto per il pensiero altrui (altrimenti non si tratta di qualcuno che potrei chiamare amico, per quanto mi riguarda), e questo non c’entra con la politica, ma riguarda il saper stare al mondo. Poi ci si può pure mandare a quel paese, ogni tanto, ma la cosa finisce lì.
        Che ti serva di lezione per essere un po’ meno ingenuo, se non altro. Sbagliare si può, lo fanno tutti in continuazione, quello che si deve fare è prendere atto dei propri errori e cercare di non commetterli nuovamente, in futuro.

        Secondariamente, rifletti sul fatto che, se i tuoi “amici” denigravano il movimento nei tuoi dieci anni di militanza (ma non ti dichiaravi un expat? Fai dell’attivismo estero-su-estero?), questo vuol dire che il loro non era un giudizio basato su fatti concreti o sospetti fondati, che sono venuti a galla solo in un secondo momento, ma un semplice pregiudizio basato sul nulla (quando non addirittura personale verso di te); se anche, in seguito (a tuo modo di vedere), questo si fosse rivelato azzeccato, non significa che loro “avessero ragione”, ma solo che avevano tirato ad indovinare, e mica sui numeri del lotto, ma su di un fatto dall’esito abbastanza scontato come quello che non basta vincere le elezioni per rivoltare l’Italia come un calzino, ci sono determinate resistenze che prescindono dalla democrazia e persino dalla sovranità popolare; mi dispiace per te, se hai creduto che una cosa del genere fosse possibile a prezzo di così poco (un voto), ma io purtroppo devo dirti che anche questo, per quanto mi riguarda (il ristretto margine di manovra per chi non si schiera a favore degli interessi dei padroni) è un altro aspetto che mi fa apprezzare ancor di più le poche cose buone realizzate, pur avendo praticamente tutti contro.

        Sempre cordialmente.

        "Mi piace"

      • Condizione di expat, residenza francese, 60 km oltre frontiera,
        Tipo attività: promuovere il made in italy in europa, settore agroalimentare, oramai saldamente in mano alla famiglia,
        Cio permette di muoversi liberamente in lungo e in largo, oltre che in europa, anche in italia, soprattutto in italia, alla costante ricerca di eccellenze, la famiglia possiede diverse proprieta in toscana, e soprattutto frequento il paese e la casa in cui mia madre mi ha dato alla luce, dove ho fatto le elementari e le medie, dove esiste da sempre e al centro del paese il bar che ho frequentato fin da piccolo, dove vado, ogni qualvolta sono in toscana, a fare colazione e la sera dopo cena una chiacchierata con i vari freguentatori, sono presenti 2 sezioni elettorali, x un totale di circa 1 300 elettori, mio fratello è stato consigliere comunale e in casa mia abbiamo sempre masticato politica,
        Come gia detto, pur essendo un expat vivo almeno 5 mesi all’anno in italia, dove acquisto in esenzione iva prodotti x l’esportazione, dove non dichiaro alcun reddito ad esclusione della nuda proprieta,
        Ps casini si è venduto a berlusconi, e per la stessa ragione gigino si prima venduto al pd-l poi a draghi e governa con berlusconi, accidenti al meglio,
        Un saluto

        "Mi piace"

      • @ JONNY
        Speri che Cagliostro ns. prenda lezione e trovi giovamento dalla disamina tua piu che esaustiva ? Seeeeeh !
        Comunque devo un mio complimento per averci provato !

        "Mi piace"

      • Danilo
        Se gli adoratori del gigino o bibitaro sono tutti come te, l’itaglia non ha nessuna possibilità di liberarsi dalle varie mafie che occupano le istituzioni, e sicuramente sei uno che ha vissuto e vive di denaro pubblico.
        Buona fortuna.

        "Mi piace"

      • Mi spiace deludere : non sono adoratore di ” Giggino ‘o bibitaro'”solo, non digerisco e mi da’ enormemente fastidio quando c’è un Cagliostro che si accanisce con toni spregiativi costanti e continui fuori misura, accomunati pure da asserzioni di connivenza mafiosa, non comprovabile su un politico ( come se in parlamento ci fosse solo lui); Inoltre tengo a informarlo che io non ho mai vissuto, ne’ vivo di politica e tantomeno di denaro pubblico ! Immagino che questa mia disquisizione o chiarimento al Cagliostro non gliene freghi una beata mazza; ma tanto dovevo e….d’ altronde chi nasce TONDO NON PUÒ’ MORIRE QUADRO ! Un saluto!

        "Mi piace"

      • Danilo
        Sicuramente l’esser tondo o quadrato ti riferisci alla tua persona,
        E in parlamento italiano non pochi di quelli che siedono nel governo attuale vantano amicizie e connivenze con le varie mafie financo figli di mafiosi.

        "Mi piace"

  3. Le puntate saranno pure al termine ma Tele-Pd non finisce qui …. Qualcuno ricorderà che l’anno scorso c’era Telese al posto della De Gregorio e, a confronto, era molto più obiettivo ed equilibrato, ma palesemente fuori dalla “linea del partito” … Quindi non c’è più ….

    Piace a 2 people

  4. No vabbé, ma che me so persa!

    Comunque, se ho capito il bene il punto è questo: a Conchita non frega niente né dell’obbligo né del gp, né dei lettori né delle talebane (operai e disoccupati proprio non sono nell’elenco). Conchita vuole dimostrare all’urbe e all’orbe che i 5s sono tali e quali alla lega, quindi secondo me avrà portato DI Maio sull’orlo di una crisi di nervi per fargli dire che è contrario all’obbligo (cosa che lui non ha detto, a quanto capisco dall’articolo, e quindi lei è impazzita). Così come fece sia con Raggi che Dadone: le stressò tanto finché loro dopo 40 minuti non dissero che in coscienza non se la sentivano di obbligare (e si era tipo a Luglio, quindi nemmeno c’era il gp, né alcun obbligo all’orizzonte) e lei quindi è da quel momento autorizzata a dire che loro strizzano l’occhio ai no vax. Ma lo fa solo per metterli insieme alla lega.

    Piace a 4 people

    • Solo che sull’orlo della crisi di nervi, anzi oltre l’orlo, ci è finita lei…
      Che scena disgustosa.
      Non era una conduttrice, ma una avversaria politica.
      Quanto manca all’alba? Non se ne può più.

      Piace a 4 people

      • Ma non è assolutamente una conduttrice. Le manca proprio il tempo.
        Sembra una banalità, ma non è così.
        L’altra sera ho intravisto erri de luca, ti giuro che ho cambiato solo per non sentirle dire “la interrompo perché…”.
        Lo dice continuamente: cavolo, ma fatti una domanda.
        E questo per parlare della forma, poi ci sarebbe il merito.

        Piace a 3 people

    • certo che vedere il bibitaro passare da novax a sivax, i vax prodotti da multinazionali private e dai loro laboratori del farmaco che solitamente spargono legalmente “fondi perduti” – un tempo le chiamavano mazzette – a destra e manca e pure sopra e sotto, fa un certo effetto!!!

      mentre la sanità pubblica continua ad essere presa a calci negli stinchi per favorire quella privata, nonostante la costituzione…!
      pare abbia ragione chi dice che il tetrapoltronaro da portavoce del popolo onesto sovrano é passato a “dipendente pubblico”.
      un dipendente come molti altri che si é ben inserito nel solco del naziliberimo che lotta affinché i ricchi siano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri…!!!
      alla faccia dell’onestà, onestà e apriremo il parlamento come una scatoletta…!

      diceva il buon manzoni, riferendosi al vaso di coccio tra vasi di ferro: se uno il coraggio non c’é l’na non se lo può dare…!
      se poi si comporta pure, come pare, come un servo dei potenti… peggio ci si sente!

      "Mi piace"

      • Sì Tonino b, la tua delusione è chiara a tutti.
        Io non seguo Di Maio, non so com’era quello delle origini e non sapevo che fosse un novax, se così fosse direi che ha acquistato punti.
        Comunque qui si parlava dell’informazione più che del ministro.
        Non hai mai voglia di farti una risata? Se ti viene voglia vedi quel video.

        Piace a 1 persona

      • Sì sì, l’ho visto sul fb della Selvaggia. Madonna mia, proprio da curare.
        Aggiungo che io pensavo che l’unica scema che potesse porsi l’obiettivo di disturbare il telespettatore con una montatura di occhiali fastidiosa fosse quella scema cacciata a calci da Travaglio e dunque ospite fissa di Massimino. Invece Conchita ha avuto la stessa idea.

        "Mi piace"

      • Mi distraggono. Certo nel suo caso, essendo bella (questo gli e lo riconosco) non mi disturbano più di tanto, nel caso di quella scema che è orrenda sì. Amurri non ricordo il nome, Stefania? Sandra?

        Piace a 1 persona

      • Chi è? Lo ignoro… Anzi LA ignoro. Ora vado a cercarla.
        Vero: gli occhiali a foglia distraggono anche me… e, spesso, è un vantaggio, così mi sfuggono le moine svenevoli.

        "Mi piace"

      • Ma no, ma che ti sei persa, è quella che Travaglio ha cacciato dal fatto e che poi è diventata ospite fissa di Massimino dal caso Bonafede/ Di matteo.

        "Mi piace"

  5. Non so se si presenterà a qualche comizio del Movimento a chiedere ancora voti al popolo grillino dicendo di rappresentarlo, dicendo queste cose, credo proprio che non sia consigliabile

    "Mi piace"

  6. Di Concita noi di infosannio (quasi tutti) avevamo gia’ detto tutto dopo due puntate… (se lo ritrovo posto il pure il link)
    Nessuna sorpresa dunque.
    Non ho visto la puntata di ieri sera, ne’ quelle precedenti, ne’ quella odierna, ma le poche righe lette confermano le fosche previsioni.

    Se poi pure quelli de iltempo.it la giudicano negativamente… beh… forse e’ andata persino oltre!

    Piace a 3 people

  7. , il lusso di essere uno non vaccinato è che noi che siamo vaccinati paghiamo pure di più sulla sanità per loro”.

    ECCO, con questa frase Gigino la poltrona può andare aff…. sempiternamente.

    Ha rifatto lo stesso discorso di quel verme piddino del Lazio.

    "Mi piace"