Bassetti e il talebaNo Vax

(di  Massimo Gramellini – corriere.it) – Ma l’infettivologo Matteo Bassetti inseguito fin sotto casa da un No Vax è lo stesso Bassetti che l’opinione prevalente considerava un negazionista quando andava in tv a criticare le chiusure e a sminuire la drammaticità della pandemia? La sua fiducia assoluta nei vaccini lo ha sottratto di colpo alla schiera dei complottisti — che adesso lo considerano un traditore, tanto da arrivare a minacciarlo per la strada —, pur senza avergli fatto ancora guadagnare credito tra gli ultrà del professor Galli, suo feroce competitor televisivo.

In realtà Bassetti non ha mai messo in dubbio il primato della scienza, anche se a molti, compreso lui, faceva comodo farlo credere per poter allestire quei salottini mediatici che si alimentano di opinioni grottescamente contrapposte. La sua parabola disvela la superficialità della comunicazione binaria nella quale un po’ tutti ci districhiamo ai tempi dei social, per cui chi non è «di qua» dev’essere per forza «di là», e se non trovi giusto che Jeff Bezos guadagni da solo come cinque miliardi di persone messe insieme, passi per nostalgico del comunismo; se rifiuti di fustigarti da mattina a sera per il fatto di riconoscerti nei valori dell’Occidente, vieni marchiato come guerrafondaio; e se le profezie di sventura di qualche Cassandra in camice bianco non ti rendono sempre euforico, allora vai annoverato tra i seguaci di QAnon o addirittura di Cacciari.

Per fortuna la vita è più complessa di come la disegnano i media, o forse solo più completa.

28 replies

  1. Colpa dell’eccesso di democrazia, al prossimo raduno di no pass no vax no brain minimo le persone normali dovrebbero presentarsi con le fialette alle uova marce

    "Mi piace"

  2. “Per fortuna la vita è più complessa di come la disegnano i media, o forse solo più completa.”

    I media? Cioè lui, giornaloni e giornalai.

    "Mi piace"

  3. non è chiaro se è una autocritica ma verso gli altri giornali
    o lui se ne sente parte…
    ne parla come se lui scrivesse su “Marte Oggi”

    "Mi piace"

  4. Io sono sempre molto invidiosa dei tanti/e che pur avendo lavori assai impegnativi, di grande responsabilità e che necessitano continuo studio ed aggiornamento, riescomo a non essere licenziati/e nonostante siano tutto il giorno in TV, scrivano libri, presenzino incontri ed ovviamente siamo anche compagni/e e padri/ madri perfetti/e.
    In famiglia – e questo riguarda anche quasi tutti quelli che conosco – si arriva a sera disfatti e desiderosi solo di stare un po’in pace.
    Ma evidentemente c’è chi può… Ci vuole un fisico bestiale… Oppure al lavoro se ne fa poca. Anzi, pochissima. E va bene così.

    "Mi piace"

  5. Il Gramelot è stato a scuola di Fazio, prendere sempre posizione a favore di vento.
    Ora finge di non essere parte e servo di quello che critica, dopo che scrive le sue insulsaggini del giorno sul corriere della serva, gli hanno dato pure un programma Rai, ancora più insulso, tipo quei “salottini mediatici che si alimentano di opinioni grottescamente contrapposte”
    a queste persone, che si ergono sempre a difensori della “maggioranza del poi”, in questi casi ci vuole la saggezza di Napoli

    "Mi piace"

  6. Orlandi Mauro
    un’ora fa

    Non mi è chiaro il concetto per cui una persona che viene minacciata di morte, direttamente nei suoi confronti e alla sua famiglia, non debba sporgere denuncia. Facciamo in modo affinchè il Dott. Bassetti e famiglia abbia la scorta. E che “viva tranquillo” non ce lo mettiamo?Avete rotto l’equilibrio.Tra sani e “vaccinati”.I sani se so rotti li coglioni. Dovrebbe essere chiaro.NO?

    "Mi piace"

    • Anonima anima (c’è un po’ di allitterazione),
      in che senso non deve sporgere denuncia?
      Scusa ma non ho capito.

      P.s. credo che lui già ce l’abbia la scorta. CIoè ce l’ha Massimino Giletti non la danno a Bassetti?

      "Mi piace"

  7. Adriano, alleluja! Un bentornato anche da me ! I tuoi commenti come pure quelli di Iulla erano sempre uno spasso è un piacere leggerli ! Piero da un po’ di tempo latita, non si fa più sentire : mi auguro abbia seguito Il tuo esempio e si sia preso anche Lui una pausa, un anno sabbatico, forse annoiato come Te dai ns.e dagli altrui commenti ! Con Voi io e forse noi un buon motivo?…( mannaggia,l’età , mi scappa la parolina ! ) per continuare a perdere il ns tempo nella lettura di questo blog ! Un saluto e….ad maiora!

    Tmi scappa la parolina ) per continuare

    "Mi piace"

  8. a causa di “tra i seguaci di QAnon o addirittura di Cacciari” sono stato costretto a mettere un mi piace a Gramellini: “If you can’t trust a Swiss banker, what’s the world come to?” [James Bond, The world is not enough]

    "Mi piace"

      • Caro Danilo, spero di renderle un miglior servizio insegnando questo sistema:
        andare sul sito translate.google.com
        selezionare la lingua di origine e di destinazione, copiare il testo da tradurre e incollarlo.

        In questo modo potrà tradurre qualunque frase straniera che dovesse trovare. Se non si sa qual è la lingua di origine, attivare il riconoscimento automatico della lingua.

        Cordiali saluti

        PS: questa è la scena, si possono attivare i sottotitoli, ma non ho controllato se ci sono anche in italiano. Di solito sì.

        "Mi piace"

      • @ Rassegnato1962
        Grazie ! Ma, scusami, perché far cercare la traduzione a un lettore quando lo puoi fare Tu che sei piu esperto e senza dubbio piu’ tecnologico ? Un lettore di una certa età, pari alla mia, puo’ trovarsi in difficoltà a farlo, quando tu invece al testo originale inglese puoi sempre far seguire la traduzione italiana !
        Chiedo venia se mi sono permesso: sia chiaro: nessuna acrimonia ; solo un chiarimento ; a me servirà come approccio per future necessità ! Ti Ringrazio nuovamente e lo accompagno con un cordiale saluto ! Ad maiora !

        "Mi piace"

  9. BASSETTI dopo che ha fatto la prima donna ed imperversato sui media (tanto da rimandare gli esami a molti poveri specializzandi universitari) cosa diceva;

    26 Febbraio 2020 : “Non si muore di coronavirus, basta allarmismi”
    07 Maggio 2020: “Gli ospedali si svuotano”
    04 Agosto 2020: Non ci sarà una seconda ondata”. “Non terrorizzare le persone
    20 Settembre 2020: “La letalità è dello 0.5%, i contagi sono molti di più. Dobbiamo uscire dal tunnel della paura”

    se poi cambi completamente bandiera neel 2021 i tuoi “fedeli” s’incazzano, guarda a quello che succede a GIGIO

    "Mi piace"

  10. Bassetti iniziò a farsi conoscere con quest’intervista (presumo), del 26-2-2020.

    Sentite il PROFETA cosa diceva: (da Liguria24)

    In Liguria ci sono casi confermati, dobbiamo preoccuparci?
    -Non c’è un’emergenza in Liguria, ci sono tanti casi semplicemente perché li siamo andati a cercare. Questa è una malattia difficile dal punto di vista epidemiologico ma dal punto di vista clinico il trend è tranquillo, anche a livello italiano. Sono cristianamente vicino alle famiglie dei morti, ma lasciatemi dire che in Italia non c’è neanche un paziente morto per il coronavirus. Quando uno entra in ospedale per un infarto e muore col coronavirus non è morto per il coronavirus, è morto per l’infarto. Se uno viene trovato a casa morto, come è successo nel lodigiano, e gli viene fatto il tampone post mortem, come fai a dire che è morto per il coronavirus? Stiamo attenti a questo bollettino di guerra che sembra quasi giustificare un certo atteggiamento. Ad oggi in Italia veramente morto per il coronavirus non c’è nessuno. È una bruttissima forma virale ma molto più vicina all’influenza che alla Sars o all’influenza dei cammelli. La maggioranza dei casi sono a casa loro tranquilli, come succede nella maggior parte dei pazienti con influenza.

    Quali precauzioni bisogna prendere?
    -Non bisogna fare nulla. Certo, non serve mettersi le mascherine L’attenzione è talmente alta che non bisogna fare niente, bisogna sì lavarsi le mani, ma quelle sono misure semplici che dovrebbero essere sempre seguite.

    E gli immunodepressi? Le persone fragili come gli anziani?
    -Anche loro devono stare tranquilli. In questo momento il virus è controllato in alcuni focolai. Gli anziani facciano la loro vita normale e quando è il momento si vaccinino contro l’influenza e le altre malattie trasmissibili.

    È meglio annullare i viaggi?
    -Se uno li ha programmati li deve fare, cerchiamo di non fermare un paese, ci stiamo facendo del male da soli. L’altro ieri sono andato a Roma, ieri ero a Milano, dov’è il problema? Dobbiamo tornare per quanto possibile alla normalità.

    Perché lei è l’unico che dice queste cose?
    -Stanno venendo quasi tutti nel mio canto, hanno fatto retromarcia, da Ricciardi a tutti gli altri. Nel 90% dei casi la malattia non è grave. Non mi sono inventato niente: i numeri della Cina, il cui sistema è andato completamente al collasso, ci dicono che c’era una mortalità del 2%. La polmonite normale che trattiamo in ospedale ha una mortalità del 4-5%, due volte quella del coronavirus. Non dovete assolutamente avere paura.

    Il sistema sanitario rischia di andare in tilt se si diffonderà il contagio?
    -Il sistema può andare in tilt se le persone vanno in tilt, se non stanno a sentire ciò che il governatore e Alisa dicono ogni giorno, cioè telefonare al 112, non recarsi al pronto soccorso. Queste sono regole di educazione civica che valgono anche per gli altri.

    CAPITO IL GENIO? basta lavarsi le mani, stare tranquilli, e tutti sono in procinto di andare dalla sua parte. 128.000 morti fa. E ha continuato a minimizzare i rischi COVID fino a quando non sono arrivati i vaccini, a quel punto è pasaato alla pratica di vaccinare tutti obblgatoriamente da 0 a 100 anni.

    "Mi piace"

      • Ma tu pensi seriamente che uno come me possa credere che, per redimere il mondo, si debba far affidamento sulla Procura? Ma per chi mi hai preso: per un darwiniano, forse?

        "Mi piace"

      • Insomma non avete uno straccio di prova che ci sia il complotto per far vendere vaccini non curando, quindi uccidendo, milioni di persone nel mondo.
        Ok, sarà per un’altra volta con Norimberga 3, visto che il 2 è saltato.

        "Mi piace"

  11. In casi tanto complessi non c’è mai un solo attore. Ci sono interessi vari e variegati che si intrecciano ed ognuno cerca di portarsi a casa qualcosa. Certamente i “virologi” di un certo tipo e le case farmaceiutiche hanno fatto un bel bottino…

    "Mi piace"