Pronti a fuggire

Estratto dell’editoriale di Marco Travaglio sul Il Fatto Quotidiano del 03/08/2021 dal titolo “Pronti a fuggire” – Giuseppe Conte, sulla Stampa, dice due cose giuste e una sbagliata. La prima giusta è che, in una maggioranza del genere, è già un miracolo se i 5Stelle – soli contro tutti – hanno salvato il grosso dei processi dalla morte sicura prevista dalla schiforma Cartabia modello base. La seconda è che non c’è alcuna “riforma Cartabia”: solo emendamenti contro un terzo della vera riforma, quella di Bonafede, che per gli altri due terzi resta, all’insaputa di tutti i partiti che la stanno votando. Sopravvive anche la blocca-prescrizione: la Cartabia ha tentato di aggirarla aggiungendovi la prescrizione non più del reato ma del processo (“improcedibilità”), se la sentenza d’appello non arriva entro 2 anni da quella di tribunale e quella di Cassazione entro 1 anno da quella d’appello. Così i reati avrebbero continuato a non prescriversi, ma si sarebbero prescritti quasi tutti i processi: se non era zuppa era pan bagnato. Invece la cosiddetta ministra della Giustizia ha dovuto cedere alla (tardiva) resistenza del M5S: escludendo i reati di mafia, violenza sessuale e traffico di droga; e triplicando i tempi per i reati con aggravante mafiosa e raddoppiandoli per quelli “ordinari”. Risultato: diverranno improcedibili solo i processi d’appello più lunghi rispettivamente di 6 o di 4 anni, cioè pochi. Per tutti gli altri, la prescrizione del reato resterà bloccata e si arriverà a sentenza definitiva. […]

71 replies

  1. Pronti a fuggire

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Giuseppe Conte, sulla Stampa, dice due cose giuste e una sbagliata. La prima giusta è che, in una maggioranza del genere, è già un miracolo se i 5Stelle – soli contro tutti – hanno salvato il grosso dei processi dalla morte sicura prevista dalla schiforma Cartabia modello base.
    La seconda è che non c’è alcuna “riforma Cartabia”: solo emendamenti contro un terzo della vera riforma, quella di Bonafede, che per gli altri due terzi resta, all’insaputa di tutti i partiti che la stanno votando.
    Sopravvive anche la blocca-prescrizione: la Cartabia ha tentato di aggirarla aggiungendovi la prescrizione non più del reato ma del processo (“improcedibilità”), se la sentenza d’appello non arriva entro 2 anni da quella di tribunale e quella di Cassazione entro 1 anno da quella d’appello. Così i reati avrebbero continuato a non prescriversi, ma si sarebbero prescritti quasi tutti i processi: se non era zuppa era pan bagnato.
    Invece la cosiddetta ministra della Giustizia ha dovuto cedere alla (tardiva) resistenza del M5S: escludendo i reati di mafia, violenza sessuale e traffico di droga; e triplicando i tempi per i reati con aggravante mafiosa e raddoppiandoli per quelli “ordinari”.
    Risultato: diverranno improcedibili solo i processi d’appello più lunghi rispettivamente di 6 o di 4 anni, cioè pochi. Per tutti gli altri, la prescrizione del reato resterà bloccata e si arriverà a sentenza definitiva. Così il pericolo principale è stato sventato, anche se i commentatori, ignoranti e/o in malafede, dicono l’opposto.

    Tutto bene, allora? Niente affatto. La riforma, nella parte degli altri emendamenti Cartabia (cioè Ghedini-Bongiorno), resta una sconcezza: ma per fortuna è solo una legge delega e per entrare in vigore necessita di appositi decreti del governo, che si spera non faccia in tempo a vararli.
    Nella parte (predominante) della Bonafede, invece, contiene i 2,7 miliardi di Recovery stanziati dal Conte-2 per nuovi tribunali e carceri, assunzioni, ufficio del processo, digitalizzazione, notifiche semplificate ecc. Che poi è l’unica cosa che ci chiedeva l’Ue.
    Si poteva ottenere di più? Difficile: il M5S è solo, ma neppure l’appoggio di Pd e Leu (spariti) avrebbe garantito i numeri per battere le destre (Iv inclusa). Però l’errore di Conte è dire: “Mai pensato a causare la crisi di governo”. Se l’avesse causata, la schiforma sarebbe passata nella prima versione: la peggiore.

    Ma, senza le migliorie ingoiate da Draghi, buttarlo giù sarebbe stato il minimo sindacale. Se governi coi rappresentanti della criminalità che hanno appena visto condannare per mafia in appello i loro ex uomini di governo D’Alì e Cosentino (dopo B., Previti, Dell’Utri &C. per altri gravissimi reati), meglio tenersi sempre una via di fuga.

    Piace a 2 people

    • Caro direttore illustrisimo,la vedo in leggera difficoltà. Tenere insieme la voglia di mandare all’aria questo governo,che mi vede convintamente al suo fiango,e il desiderio contemporaneo di preservare Conte dalle sue critiche, le crea uno stato dissociativo. Come farà a sopportare questa condizione d’incoerenza nelle prossime settimane non lo so,ma di sicuro come previsto, il fatto che l’ex premier voglia mantere un rapporto privileggiato e duraturo con il pd , le procurerà non pochi dispiaceri con conseguenti conflitti interiori.

      Piace a 1 persona

  2. L’Europa ci ha solo chiesto certezza E celerità per i processi CIVILI.
    Loro, da bravi truffatori, hanno trattato la materia come un “ “nascondendo all’interno tutto il peggio che la destra chiede da anni.

    Piace a 2 people

  3. Senza il m5s al Governo – che chiedono tutti i partiti e i giornaloni al seguito – sarebbe stata la riforma salva mafiosi e svuota carceri (e svuota tribunali), invece con il m5s si è bloccata la parte peggiore. Ok, fa sempre schifo, ma il peggio della riforma non è passato.

    Piace a 3 people

    • Eh, appunto, concordo in pieno.
      Ma vaglielo a far capire ai duri&puri del Movimento 5 Stelle in salsa BeppeGrillina che i vaffa son roba antica, e che non servono più a nulla se non, eventualmente, a fare danni. Cosa, questa, che dovrebbe anche tentare, sforzandosi, di capire il Dibba, che però ha fatto il colpo grosso: rimane fuori dal marasma, ma continua a sfanculare tutti, sebbene, lo ammetto, con quel minimo di diplomazia (parola grossa, ma il senso ritengo sia giusto) rispetto a quando anni fa faceva i comizi in giro per l’Italia, salendo sui tavoli per farsi vedere dalla folla, sempre più numerosa, sempre più da lontano (Scandicci, provincia di Firenze, anni fa, con me presente, non ricordo l’anno, ma parlo per esperienza diretta personale).
      Ora il M5S è diventato (o sta diventando) qualcosa di diverso: finalmente ha indossato i vestiti della politica istituzionale, in mano al miglior contrattatore (si dice così?) di sempre, uno di sinistra che FA cose di sinistra, e che nell’agone politico ci sa fare alla grande (e infatti, l’ha fatto fuori!). Si chiama Giuseppe Conte, vedi un po’.

      Piace a 3 people

    • Rob,
      “Ok, fa sempre schifo, ma il peggio della riforma non è passato”….
      … e il MEGLIO della riforma È DI BONAFEDE.
      Non è stata quindi AFFATTO smantellata, è stata MINATA e Conte ha contribuito a sminarla, per quanto possibile.
      Ora si prenderanno il merito di quanto di buono c’è della Bonafede, quella che nessuno aveva mai visto e votato, perché il Conte 2 è stato smantellato prima, apposta.
      Forse urtava il consenso dell’Europa?
      Quello del marzo 2020, che ora vorrebbero attribuire alla Cartabia?
      Questi cuculi sono INSTANCABILI, ma il nido è IL NOSTRO!
      Sono le loro uova ad essere marce, ma alcune Conte le ha buttate giù, da SOLO e senza sostegno, da parte di chi avrebbe dovuto darglielo e ora si lamenta.

      Piace a 1 persona

      • *Anail,
        Ok.
        In tutto ciò non ho capito però la posizione del Pd che si finge morto .
        E, spiace constatarlo, il morto lo fa pure Leu.
        Non ho ascoltato dichiarazioni nette di Bersani per sapere da quale parte sta.
        Il partito è piccolo, ma non piccolo come IV che dichiara a mitraglia.
        Qualcosa non mi torna.

        Piace a 1 persona

      • Dichiara a mitraglia, ma viene anche RIPROPOSTO sui media a mitraglia… se pure a Leu dovessero fare dichiarazioni eclatanti, credi che riceverebbero le stesse attenzioni di Renzi o Calenda?
        Penso di no… è un’impressione mia?
        Mica gli conviene, tra l’altro, evidenziare i sostegni a Conte e al M5s…figurati.
        Bisognerà andarseli a cercare col lanternino, sempre che ci siano.
        Sul PD stendo un velo pietoso: pochi veri piddini, non identificabili, in un mare di italozombie.

        "Mi piace"

  4. QUESTIONI DI MATEMATICA

    Due terzi della riforma sono della Bonafede dice Travaglio.
    Conte parla di tre quarti.
    La realta’ e’ che aggiungendo o togliendo solo un 1% ad un prodotto, una ricetta, una formula od una riforma… si possono ottenere risultati assai diversi…
    Cio’ detto, io non le competenze per dire come stanno le cose.
    Di certo, anche SOLO per DEDUZIONE, posso immaginare che essendo consentita l’improcedibilita’ per reati tipo corruzione, concussione e tutto quanto riguarda la pubblica amministrazione… per i nostri rappresentanti (a tutti i livelli) SARA’ UNA PACCHIA.
    E per DEDURLO anche si non si e’ mai letto un articolo di una legge o di un regolamento della bocciofila comunale, basta guardare i sorrisi a 32 denti di tutto il politicume e rispettivi tirapiedi in Tv (e va bene che e’ agosto e qualche facciadaculo e’ in ferie).
    Noto poi che il (loro) 25 o 33% i nostri politici lo hanno gia’ incassato (adddirittura retroattivamente a far data dal 01/01/2020).
    Per buona parte degli altri due terzi o tre quarti (per esempio per tutte le numerose (…e teoriche per me) assunzioni), beh, vedremo come e quando si andra’ all’incasso…

    Precisazione: io come ho gia’ scritto non so se si poteva ottenere di piu’ o meno (dubito fosse stato possibile: quando hai piu’ dei due terzi del Parlamento contro puoi far poco…).
    Senz’altro Conte e 5* son stati bravi a far sottrarre all’improcedibilita’ reati di mafia, terrorismo e strupro.
    Dubito comunque che riusciranno a comunicare al POPOLO questo risultato (comunque rimarchevole)… dato che (per chiudere con la matematica) perlomeno i due terzi o tre quarti dei neuroni stanchi che albergano nel loro cervello sono ora “occupatissi” con Olimpiadi e green pass…

    Piace a 1 persona

    • FranzGe,
      aggiungi ai conti anche i 9/10 dell’informazione e ottieni tutto lo strepito che ci circonda, perché i neuroni di cui parli non hanno bisogno di Olimpiadi e Green pass per “evadere”…

      Piace a 1 persona

  5. Se da 3 giorni trasmettano in TV le dichiarazioni di una parlamentare piddina:
    “Grazie al PD migliorata la riforma Cartabia”, di seguito dichiarazioni simili da Salvini e FI

    Cosa devono fare Conte e i parlamentari grillini, almeno qualcosa e cambiato ma SOLO grazie a loro.
    Almeno date voi il merito e non denigrate come tutti quelli che sono contro di voi.

    I miglioramenti li avete ottenuti SOLO voi, per TUTTI sarebbe rimasta la riforma originale, basta leggere il coro unanime di consenso
    (esclusi Conte e il M5S)

    Piace a 5 people

    • “I miglioramenti li avete ottenuti SOLO voi, per TUTTI sarebbe rimasta la riforma originale, basta leggere il coro unanime di consenso”.

      Ci mancava solo che il M5S – che ha preso i voti per abolire la prescrizione – gioisse della reintroduzione della prescrizione (ora chiamata, con un giro di parole da presa per il culo, improcedibilità).

      Questa storia che grazie al M5S la schiforma è un po’ meno schiforma è una presa per il culo per me anche abbastanza evidente.

      Chi ci dice che – con una opposizione più dura – questa schifezza non sarebbe passata?
      Sei in grado Tracia di valutare tutte le variabili e le implicazioni di una mossa del genere?
      Noi conosciamo solo l’esito dell’APPECORINAMENTO e vogliono convincerci che sia lo sbocco migliore.
      Il nostro stupratore ci concede un po’ di vasellina e noi ce ne andiamo in giro a parlare di un ottimo compromesso?
      Ma per piacere.

      Se non l’avessero migliorata, la schiforma prima stesura (quella che andava bene non solo a Grillo e a Giggino o’ poltronaro ma pure ai tuoi cari Bersani, Fratoianni….) sarebbe stata l’occasione di una battaglia politica fantastica.

      I danni della legge Bassotti (o Cartabia se preferite) a chi vive del proprio lavoro sono chiari e comprensibilissimi, poteva nascere un ampio consenso nella popolazione.

      Potevamo smerdarli in Europa.
      Potevamo costringerli a fare retromarcia.

      Le modifiche ottenute da Conte sono quelle che la destra aveva già in mente di concedere.

      Nella trattativa le destre e le sinistra ladre volevano puntare a 70 kg di merda ma hanno finto di puntare a 100 sapendo che sarebbe nata una trattativa.
      Poi si sono resi conto che Grillo la trattativa non voleva nemmeno farla ed era pronto a sottoscrivere tutto (nella prima stesura pure per lo stupro era prevista la improcedibilità), per cui hanno concesso uno scontrino di 5 kg di merda.
      Quando Conte si è accordato su 70 kg di merda la destra ha finto solo di dispiacersi ma era ben contenta del risultato, quei 30 kg in meno erano già previsti.

      Il fine è fottersi i soldi del Recovery, e con la Cartabia potranno farlo impunemente. Punto.

      Non vi incazzate mai coi vostri leader voi che appartenete alla sinistra storica?
      Gli perdonate tutto, esattamente come fanno quelli di destra coi loro leader politici.

      Piace a 1 persona

      • “Nella trattativa le destre e le sinistra ladre volevano puntare a 70 kg di merda ma hanno finto di puntare a 100 sapendo che sarebbe nata una trattativa.”
        Verissimo.
        Ed ora, grazie ai media compiacenti, si prendono pure il merito di aver modificato la legge per reati mafiosi etc…

        “Il fine è fottersi i soldi del Recovery, e con la Cartabia potranno farlo impunemente.”
        Verissimo.
        E non pagare dazio per i mille reati gia’ compiuti predentemente: per loro e’ festa sempre e comunque: i prossimi anni, con i fondi del Recovery, il piatto sara’ solo un po’ piu’ ricco.

        “I danni della legge Bassotti (o Cartabia se preferite) a chi vive del proprio lavoro sono chiari e comprensibilissimi, poteva nascere un ampio consenso nella popolazione.”
        Qui dubito fortemente Andrea (cio’ non toglie che si poteva o forse doveva provare).
        Il parlamento e’ solo lo specchio di un popolo che come ho scritto sopra e’ cerebralmente assai limitato, spesso disinteressato o peggio complice.

        Ascoltare bene le parole del grande Monicelli sull’attuale italiano. Anzi italiota:

        Non abbiamo chanches: E’ SCACCO MATTO.

        Piace a 2 people

      • x Andea ex
        “Sei in grado Tracia di valutare tutte le variabili e le implicazioni di una mossa del genere?”

        Io penso questo con tutte le variabili e implicazioni:

        Credo che Conte ha solo un obiettivo : Riuscire a limitare i danni, riuscire in qualche modo tenere i parlamentari uniti
        e guadagnare tempo per le prossime elezioni con un programma serio che il PD farà fatica di accettare. Ma se Conte
        riuscirà a fregare altri voti e portare la percentuale del M5S SUPERIORE al PD , questi dovranno fare conti con Conte e il M5S
        e se non vogliono perdere altri elettori devono accettare e ingoiare il rospo come ha fatto la Lega di chi ha raccolti più voti,
        ma con una SOSTANZIALE differenza ,( la Lega istruita da Berlusconi ha fatto l’accordo solo per fare la sua propaganda sulla
        emigrazione per un anno e quando ha fregato i voti al M5s ha staccato la spina convinto di nuove elezioni, a sua volta fregato da Renzi
        anche lui con ” le nobili” intenzioni – 2 piccioni con una fava PD e M5S tombola , non li ha distrutti ma ha fatto cadere il governo.)

        La differenza del PD con la Lega e sostanziale , la LEGA ha un centro destra unito per vincere , il PD non vuole rinunciare a governare
        e sarà costretto accettare i compromessi , non farà mai cadere un probabile governo con M5S , non potrà fare governo con LEGA e FDI
        quindi o il PD CAMBIA oppure va all’ opposizione , Ahi ahi che dolor ! Questa è la strategia politica di Conte e TUTTI ne sono
        consapevoli il PD per primo, che ostenta l’arroganza con Gualtieri per Roma , per Torino , per “abbiamo cambiato noi”, con le dichiarazioni ridicole dei vari Marcucci, Serrachiani, Lotti, insomma un pò tutti “l’alleanza con M5S vedremo”
        “ma dove vai se la banana non ce l’hai”

        Leu è in attesa, anche loro sperano di fregare voti al PD .
        Concludo caro ANDREAEX, se Conte riuscirà diventare leader del M5S sarà la prima volta che voterò il movimento, anche se
        ho paura che sarà un impresa per Conte mettere d’accordo i grillini e sinceramente lo avrei preferito capo di un nuovo partito NON personale.

        Piace a 2 people

      • Andreaex,
        “Non vi incazzate mai coi vostri leader voi che appartenete alla sinistra storica?”

        La Sinistra storica è allo sbando. E anche per questo va apprezzata ancor di più la mediazione di Conte. Che ha potuto far leva (per allontanare spettro della schiforma della scartabia) anche su pezzettoni informi della nostra cara Sinistra storica ridotta a brandelli.

        Piace a 1 persona

      • Andreaex, scrivi cose parzialmente condivisibili, anche se ragionevoli. Siccome, tuttavia, hai incluso un inciso ad un certo punto lasciando il dubbio che potesse riguardare Grillo, lo hai scritto tra parentesi: “nella prima stesura pure per lo stupro era prevista l’improvedibilità”. Se il riferimento era al figlio di Grillo, che può e deve essere criticato per tutt’altro, vedi come ha gestito l’ingresso in questo governo, non per le vicende (da accertare) che riguardano il figlio, sappi che la “riforma” Cartabia non riguarda l’eventuale reato commesso dal figlio di Grillo. Sono i “maligni” che subito pensano all’accusa di stupro per il figlio di Grillo: quel reato, semmai vi fosse stato, è dell’estate 2019, quindi fuori dalle future regole contenute nella cosiddetta “riforma” Cartabia.

        "Mi piace"

      • Non mi pare che sia come dici tu, Travaglio più volte ha scritto che al REO si applica la legge più favorevole. Le opportunità concesse dalla cartabia ai colpevoli, o presunti tali, varranno anche per i reati antecedenti la sua promulgazione.

        "Mi piace"

      • Tracia

        Il tuo è solo un auspicio, la strategia di Conte ha un esito molto incerto.
        Di certo c’è solo che il sistema ha disattivato gli impianti d’allarme e i ladri si papperanno quei soldi che avrebbero dovuto far progredire l’intero Paese.

        Come mai questa sinistra è così remissiva su un tema così importante?
        Lo vedi che sono solo bari insopportabili?
        Come può una forza politica che vorrebbe tutelare i più deboli tacere di fronte ad una giustizia di classe?
        Giustizia di classe con una aggravante: si realizza nel Paese dove la borghesia è pure ladra!
        Dovrebbe essere la PRIORITÀ di ogni sinistra una giustizia più giusta.

        L’unica risposta che riesco a darmi è che sono tanti ladri di polli pure loro.

        "Mi piace"

    • “Cosa devono fare Conte e i parlamentari grillini, almeno qualcosa e cambiato ma SOLO grazie a loro.”

      E’ quello che ho scritto sopra Tracia (con l’occasione ti ringrazio per il lavoro con il quale ci permetti di aggiornarci quotidianamente):
      “Senz’altro Conte e 5* son stati bravi a far sottrarre all’improcedibilita’ reati di mafia, terrorismo e strupro.”

      Purtroppo son ben conscio anche del resto (come ho sempre scritto sopra)… ovvero della difficoltà di comunicare questo risultato al popolo italiota dato che e’ cerebralmente assai limitato, spesso disinteressato o peggio complice… esattamente come il sistema informativo, da sempre nelle mani dei compagni di merenda degli stessi politici.
      Poco da dire: E’ SCACCO MATTO.

      Piace a 3 people

  6. ma sa che io sono uno dei commentatori, ignoranti e/o in malafede. Un altro è gratteri.

    Copio un commento che c’è su infosannio fb e che condivido:

    Pietro Cento

    Travaglio veste e spoglia la storia come fosse una bambola.
    Da un paio di giorni non parla più della possibilità, prevista dalla riforma Cartabia, da parte del Parlamento di determinare quali indirizzi la magistratura deve o non deve perseguire.
    Dei reati contro la PA considerati improcedibili non parla più. Eppure sono i reati di peculato, malversazione, indebita percezione di erogazioni, concussione e corruzione fiore all’occhiello dei politici corrotti e delle lobbies che Draghi rappresenta.
    Non parla dell’improcedibilita’ per i reati ambientali, per mancate manutenzioni (ponte Morandi), per disastro colposo e per morti sul lavoro per omissione delle misure di sicurezza.
    Poi ci tranquillizza dicendoci che per entrare in vigore la riforma necessita dei decreti attuativi e (udite, udite) “si spera non faccia in tempo a vararli”.
    Ma ci prendi in giro ??
    Tutto bene ma dobbiamo sperare che non vengano varati i decreti attuativi.
    E se li varano diventa tutto male ??
    Ci dice che se Conte avesse causato la crisi di governo la riforma Cartabia sarebbe passata lo stesso.
    Dobbiamo dunque credere che Draghi sarebbe stato così masochista da intestarsi da solo con le destre e contro il partito di maggioranza relativa e, forse, il PD la peggior riforma mai vista (parole di Gratteri e Di Matteo) ??
    No caro Travaglio Conte ha fatto quello che Draghi attendeva: gli ha tolto i reati di mafia e gli ha lasciato quelli che interessano le lobbies che rappresenta e ha condiviso la responsabilità del resto: che bella trattativa !!
    E infine: ma in questo Paese una opposizione che organizza e gestisce il dissenso non è più possibile, non se ne deve parlare ??
    Dobbiamo essere tutti quanti incuneati in questo malgoverno felici e contenti ?? Perché ??
    Caro Marco ti lascio ai “leccatori” che non mancheranno nemmeno oggi dopo questo tuo triste articolo.

    Piace a 1 persona

    • Concordo pienamente col commento di Pietro Cento, chiunque esso sia.

      Travaglio non deve fare lo stratega politico perché non è nemmeno bravo un questo.
      Sembra affezionarsi al partito o al leader “meno peggio” del momento solo perché detesta profondamente tutti gli altri. Ci si attacca come un naufrago si attacca ad un tronco d’albero galleggiante.
      Ma questo moso di fare è quello che posso fare io da elettore, non Travaglio da giornalista.

      Il giornalista vero è quello che del suo intervistato, chiunque esso sia, pensa sempre il peggio se si tratta di un politico.
      Il giornalista è il cane da guardia della democrazia, non il cane da riporto, nemmeno quando il padrone ci sembra buono.

      Ovviamente Travaglio coi cani da riporto del regime non ha nulla a che fare ma è indubbio che le sue simpatie lo condizionino e leggendolo ci restituisce una realtà meno reale quando parlava di Grillo ed ora di Conte.

      Piace a 1 persona

    • Fabrizio,
      evidentemente Pietro Cento non legge il FQ, va benissimo leggere l’editoriale, è già qualcosa, ma il giornale di Travaglio è fatto di 20 pagine.

      “Da un paio di giorni non parla più della possibilità, prevista dalla riforma Cartabia, da parte del Parlamento di determinare quali indirizzi la magistratura deve o non deve perseguire.”
      Falso: forse non ne parla lui nel suo editoriale ma solo negli ultimi due giorni, in compenso il suo giornale nelle prime 6 pagine ne parla tutti i giorni. Ancora ieri intervista specifica al consigliere Cascini del CSM.
      “Dei reati contro la PA considerati improcedibili non parla più. ”
      Falso: domenica mattina hanno dedicato un articolo al fatto che con la trattativa di Conte questi articoli sono passati in cavalleria, nel senso che dopo la norma transitoria ritorneranno alla prima versione della Cartabia cioè 2 anni più 1 in cassazione. Articolo a tutta pagina di GIacomo Salvini.

      Io travaglio lo vorrei difendere quando ha torto marcio, ma se la critica è scorretta mi pare veramente superfluo.
      Cioè questo Pietro Cento mi pare molto poco informato, ecco.

      Piace a 5 people

      • Paola infatti ha scritto che è Travaglio a non parlarne più.
        E ammetterai che è strano che nei suoi editoriali non ne parli, visto che sono elementi importanti che spostano il peso di tutta la riforma.
        A me sembra un ragazzino innamorato che fatica a rendersi conto che la sua amata gli fa le corna.

        Piace a 1 persona

      • Non posso ammetterlo perché ne ha scritto così tante volte, l’ultima il 30, sono andata a controllare articolo Scartabia. Se si vuole criticarlo perché come il 60% degli italiani si è innamorato di COnte, bene facciamolo, quando vuoi. Ma pretendere che scriva lo stesso editoriale ogni giorno e che si sovrapponga a quello degli altri giornalisti è semplicemente disonesto: perché si vuol dire che è disposto a rivedere i suoi principi, e l’obbligatorietà dell’azione penale lo è, per le sue simpatie personali.

        Piace a 2 people

      • Boh, io vado a memoria ma la mia memoria va a remi. La mia impressione è che Travaglio criticasse molto la riforma prima che Conte la cambiasse in parte e approvasse (non diceva addirittura che andava votata senza modifiche perchè non migliorabile, e che poi chi la avrebbe votata se ne sarebbe preso la responsabilità?), e che dopo invece sia stato molto meno intransigente.
        Se dici che non è così ci credo e mi scuso con Travaglio.

        "Mi piace"

    • Fabrizio,
      “Da un paio di giorni non parla più della possibilità, prevista dalla riforma Cartabia, da parte del Parlamento di determinare quali indirizzi la magistratura deve o non deve perseguire.”
      Quante volte Travaglio dovrebbe ripetere che questa parte della schiforma è ANTICOSTITUZIONALE?
      Io sono in pole position per assistere ALL’IMMANE FIGURA DI 💩 che attende l’ex presidentessa della C.C. , quando questa parte le verrà cassata.
      Già sorrido. 🤭😈

      "Mi piace"

    • Che (peraltro) era esattamente quello che mi auguravo. Cioè che la norma passasse così come deliberata dal primo consiglio dei ministri. Primo risultato: entro l’anno 100.000 processi chiusi e allora gente in piazza altro che capitol hill o green pass, secondo risultato l’incostituzonalità della legge sarebbe stata promossa molto prima. Mo co sta mezza ciofeca tireranno a campare.

      Piace a 4 people

  7. Strlci di commenti dal blog delle stelle.
    dal FQ di oggi , Conte va a Bologna e rilancia i giallorosa:
    “Il Pd nostro alleato”
    NOn ce la faccio più a sentire questa bestemmia che il Movimento è alleato con un partito corrotto incistato in tutte le ruberie e collusioni mafiose degli ultimi decenni.
    VOMITO !!

    La situazione del Paese è gravissima e Conte è il pannicello caldo per curare un malato in agonia.
    La mafia dei colletti bianchi ha vinto.
    Conte è l’utile idiota che serve a mantenere la facciata di legalità a questo governo.

    E su questo tono molti altri commenti,

    "Mi piace"

      • Tony, 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻mi sei piaciuto troppo!
        Sentir dare dell’utile idiota a Conte da certa gente mi scatena istinti omicidi…

        "Mi piace"

  8. Copio anche io un commento da FB grillina , non è ignoranti e/o in malafede, ma mille anime e mille pareri diversi

    Alfonso Troisi
    3 h ·
    LE LAMENTELE DELLA BASE
    Non voglio fare il guastafeste e non sarò politically correct, ma questo pensiero mi continua a girare in testa e non è riferito ad alcuno degli attivisti. È una valutazione della situazione in generale.
    “Siamo arrivati ad un punto tale, e non solo in una chat ma in tutte le chat degli attivisti, che la mia personalissima opinione si dirige verso la preferenza di una leadership riconosciuta, per l’eloquio, il carisma, la capacità di coinvolgere e di aggregare, anche per una presenza scenica, perché no.
    Punto fermo, però, resta il programma da realizzare.
    La mia preferenza scappa via da quella iniziale che riteneva la base capace di fare scelte programmatiche e politiche e quindi anche capace di scrivere uno statuto. Preferisco mille volte un movimento guidato da un “direttorio” scelto da altri 4/5 capetti che un Movimento dipendente dalla base, questa base, litigiosa, arrogante, invidiosa e piena di superbia, zeppa di attivisti che se la cantano e suonano da soli come se fossero i migliori (ma di chi? scelti da chi? e per quali motivi migliori di altri?) e vorrebbero sostituirsi a chi ha scritto lo statuto per modificarlo, aggiustarlo e migliorarlo. Ma voi ci credete sul serio a quello che dite?
    Meglio una squadra al comando che decide, me ne fotto se non mi interpellano, me ne fotto, si, perché poi, cone conseguenza, dovrebbero interpellare la base, piena di migliaia di quelli sopradescritti. Ma voi veramente fate? Voglio un movimento che fa cose e se le fa bene, ok, si va avanti. Se le sbaglia, si critica il risultato e punto. Ma se dovessi pensare che le migliaia di rosiconi, invidiosi e saccenti arroganti dovrebbero scegliere anche per me, ma anche no. Grazie. Ma vi sentite, vi ascoltate, vi rileggete?

    Pensate tutti di essere esseri superiori ma non siete altro che attivisti che non ce l’hanno fatta. Voi siete quegli attivisti che, interpellati per scegliere chi mandare in parlamento, avete scelto il 50% di incapaci, il 30% di transfughi e solo il 20% di persone preparate e capaci, per cui meglio se non mettete bocca su questioni importanti.
    Voi, che vi appellate al modo, a come decidere, alle regole, volete intervenire sulle scelte (chi l’ha voluto, chi l’ha scelto, chi l’ha scritto questo statuto, perché non ce lo hanno chiesto?). E bastaaaaaa, a me interessa che abbiano fatto quello che hanno promesso.
    Oggi, in questo cesso di Governo stanno male, prendono bastonate sui denti, dovrebbero uscirsene. Ok. Lo dico da mesi. Ma mi basta che difendano fino alla morte le conquiste fatte fin’ora. Poi se non mi permettono di riscrivere il nuovo statuto o non mi chiedono di votare su tutto, non mi interessa – vorrei vedere quanti ce ne sarebbero di attivisti capaci, conoscitori e competenti, i quali sarebbero sempre pochi tra le migliaia di attivisti votanti col rischio di fare scelte sbagliate –
    A questo punto mi interessa il risultato, preferisco sapere chi decide ed avere, così, un riferimento da criticare o da continuare a supportare, piuttosto che lasciare decisioni importanti a certi soggetti, iscritti che credono di sapere tutto ma che, se dipendesse da me, al massimo gli farei portare il caffè durante una riunione.
    Uno valeva uno.
    Voglio un Di Battista, un Di Maio, un Conte, un Grillo al comando, insieme o anche da scissionisti ( e sarebbe pure meglio) se non fosse possibile averli tutti insieme (sarebbe un suicidio vederli litigare su tutto). PIUTTOSTO CHE VOI DELLA “BASE “

    Piace a 2 people

  9. La situazione del Paese è gravissima e Conte è il pannicello caldo per curare un malato in agonia.Cure compassionevoli.Meglio del niente espresso fino a ora.Sucatevela da soli.

    "Mi piace"

  10. La situazione del Paese è gravissima e Conte è il pannicello caldo per curare un malato in agonia.Cure compassionevoli.Meglio del niente espresso fino a ora.Sucatevela da soli.

    "Mi piace"

  11. Il dna dell’uomo è uguale a quello del maiale al 99%, basta l’1% a fare una certa qual differenza, quindi il fatto che parte della Bonafede si sia mantenuta non vuol dire molto.

    La prescrizione del reato si mantiene come prima, però prescrivono direttamente il processo

    I reati di mafia vedranno allungare i termini se “particolarmente complessi”. Se sono solo complessi no, e sarà il giudice a dover chiedere l’allungamento, e dovrà essergli concesso, e comunque l’imputato potrà ricorrere personalmente in cassazione (centinaia di processati = centinaia di ricorsi, quindi ulteriore allungamento dei tempi).
    Temo che anche i miglioramenti chiesti da Conte (quelli rimasti, perchè nel frattempo ci sono state le gelide manine, o manomorte, che li hanno ulteriormente ristretti) saranno aggirati, ho un leggerissimo pregiudizio sulle buone intenzioni del commando di draghi.

    Il movimento si è trasformato (vedremo però gli attuali voti in rete se provocheranno cambiamenti) in un partito , la democrazia dal basso è praticamente sparita (tre quarti?). Qualcuno la teme, ma è con quella che il movimento ha ottenuto voti e risultati, mentre col capo politico che dirige tutto e tutti per ora ha solo perso chilometri di terreno.

    Staremo a vedere, ognuno col suo colore delle lenti prevede cose diverse, mille anime e mille punti di vista, ma poi la realtà sarà una sola.

    "Mi piace"

  12. A proposito di lenti.Qualcuno ha notato che la “gente” fa un uso normale dei telefonini.Sarà che c’è poco da scherzare?E le “notizie” non sono tanto gradite.A qualcosa il cagotto è servito.Torneranno “normali”?Speriamo…

    "Mi piace"

  13. IL M5S È MUTATO RADICALMENTE, MA NESSUNO SE NE ACCORGE
    Paolo Natale Università degli Studi di Milano

    “Pare che quasi un decennio di studi piuttosto approfonditi sul fenomeno del Movimento 5 stelle non abbiano sortito alcun effetto sui commentatori politici. Ancora oggi si leggono commenti e dissertazioni che rappresentano questa forza politica come un tutto unitario, sia dal punto di vista degli eletti che degli elettori. Sembra inutile ribadire a piè sospinto come la creatura di Grillo e Casaleggio sia composta da un crogiuolo di sensazioni, emozioni, razionalizzazioni, aspettative che ne fanno un soggetto poliedrico, intriso di molte facce e molte anime, non riconducibili appunto ad una unitarietà di fondo.

    Dopo il loro primo fulminante successo del 2013, primo partito in Italia con il 25% dei voti, il suo elettorato risultava composto da una sorta di media dei votanti italiani, con circa il 30% che si dichiarava di sinistra, un altro 30% di destra, un altro 30% di “non collocati” ed il resto centristi. Una rappresentazione plastica proprio di come era il paese allora, molto simile peraltro alla situazione attuale. Facile immaginare che dietro a quel voto coesistessero diverse personalità, diverse opinioni politiche, diverse visioni del mondo, che approdavano al Movimento di Grillo con motivazioni tutt’affatto particolari, impossibili a ipotizzare una linea ed un programma politico che potesse soddisfare quell’agglomerato composito di cittadini.

    Come ho scritto più volte, ognuno di quegli elettori “leggeva” la propria scelta di voto pensando ad un suo personale M5s, chi contro la casta dei politici corrotti dal potere (uno vale uno!), chi per imprimere quelle riforme sociali che la sinistra aveva abbandonato e chi invece come manifestazione di un forte euroscetticismo di stampo un po’ populista. Governare in nome di quel popolo era di fatto impossibile, viste le istanze spesso inconciliabili, ma finché rimaneva all’opposizione il suo appeal trasversale poteva incrementarsi facilmente.
    E questo è accaduto fino al 2018 quando, arrivato al 33% dei voti, di gran lunga la prima formazione italiana in termini di consensi, fu quasi costretto a formare un governo, dapprima con la destra e poi con la sinistra. Il cambiamento radicale quanto meno dell’elettorato pentastellato prende l’abbrivio proprio in quell’anno cruciale. Gli elettori di destra gli preferirono sempre di più la Lega, la destra populista più convincente di Matteo Salvini, per poi trasmigrare nella destra meno ondivaga di Fratelli d’Italia, con la leadership di Giorgia Meloni.

    Oggi dentro al Movimento 5 stelle sono rimaste dunque solo due componenti: da una parte i “non collocati”, sempre un po’ antipolitici e anti-tecnocratici (no a Draghi, no all’Europa delle banche) ma meno assolutisti rispetto a prima; dall’altra quelli che si dichiarano di centro-sinistra o di sinistra e vedono nell’accordo programmatico con quell’area politica il futuro del proprio movimento/partito. Giuseppe Conte piace, e molto, ad entrambe le componenti, i primi perché lo considerano effettivamente un cittadino “qualunque” che si dedica alla politica in maniera affidabile, e anche con buoni risultati, i secondi perché capiscono che il suo tentativo di cambiare in parte il M5s è l’unica possibilità di sopravvivenza, ben oltre le idee restauratrici di Beppe Grillo.

    E molti tra gli odierni elettori sono concordi nell’aumentare il tasso di professionalità dei propri eletti, perché si rendono ormai conto che per fare politica i dilettanti allo sbaraglio, proprio come nella Corrida di Corrado, non possono che rivelarsi spesso incapaci, andando incontro a risultati esiziali per l’affidabilità della propria forza politica.”

    chiedo scusa , volevo postarlo qui non da Merlo

    Sempre a proposito di “mille anime del M5S” solo in questo blog sono rappresentati tutte

    Comunque una analisi perfetta (secondo me)

    Piace a 1 persona

  14. Quasi, la perfezione non esiste in un analisi empirica,
    E soprattutto manca un analisi sull’uomo qualunque: giuseppi, uno che rinuncia ad oltre 400 000 € annui e che da oltre 5 mesi corre dietro alla presidenza padronale del mv spendendo denari e non incassando un centesimo?
    Qualcosa non quadra. mai fidarsi di chi è ossessionato dal potere.

    "Mi piace"

    • Post

      Giuseppe Conte
      39 min ·

      Oggi è un grande giorno, una grande festa di partecipazione democratica, in particolare per tutti coloro che si riconoscono nel progetto politico-sociale che segna il nuovo corso del Movimento 5 Stelle. Si è appena conclusa la votazione degli iscritti. È stato superato il quorum in prima convocazione e il nuovo Statuto, insieme alla Carta dei Princìpi e dei Valori, sono stati approvati dal 87,36% degli iscritti.

      Ringrazio di cuore tutte coloro e tutti coloro che hanno partecipato a queste giornate di democrazia che consolidano e danno forma questo ambizioso progetto, che ci ha impegnato per mesi.

      Un ringraziamento particolare rivolgo a Vito Crimi, che ha seguito con grande dedizione questa delicata fase di transizione e che ha curato che il passaggio alla nuova piattaforma di voto avvenisse senza intoppi.

      Con il nuovo statuto il Movimento si dota di una nuova struttura, con nuovi organi e nuovi ruoli, con nuove norme utili a regolare la vita interna e i rapporti verso l’esterno. Molti principi sono invece confermati, valorizzati e rafforzati: tra questi quello della democrazia diretta e partecipata, che resta elemento fondativo della nostra comunità.

      Siamo quello in cui crediamo. Crediamo nella democrazia partecipata quale motore per dare ancora più forza alla nostra presenza sui territori e nelle istituzioni. Il voto di oggi non rappresenta un punto di arrivo, ma di ripartenza. Abbiamo un grande lavoro da fare, e come sempre dobbiamo farlo tutti insieme. Coraggio!

      Piace a 1 persona

    • A ME non quadra che uno che rinuncia ad 1milione (non 400mila)di reddito per FARE, chiamato prima a fare il PDC, poi a SALVARE il m5s per il bene degli italiani sia considerato OSSESSIONATO Dal POTERE.
      😳😳😳
      Vedere SEMPRE la malafede negli altri, non appena essi ricoprono un ruolo (vedi anche il bibbbbitaro), mi puzza molto di invidia, provincialismo e VERA malafede.
      Perché la si vede fuori quando la si ha dentro.

      "Mi piace"

      • Ma da dove dovrei cominciare? Lo capisci che tra significante e significato mi viene voglia di suicidarmi? Per questo cercavo lui…

        "Mi piace"

    • Buongiorno,
      se Conte ha detto questo, non sa fare i conti perchè altrimenti dichiara il falso.
      I SI rappresentano l’87 per cento dei VOTANTI non degli iscritti autorizzati al voto che sono 113.894
      53.238 / 113.894 = 46,74 per cento
      I no 7.702 / 113.894 = 6,76 per cento
      gli astenuti
      che sono 113.894 – 53.238 – 7.702 = 52.954
      sono 52.954 / 113.894 = 46,49 per cento
      praticamente quasi uguali ai SI

      Senior systems Engineer.
      stefano tufillaro

      "Mi piace"

      • Certo, per quanto riguarda la terminologia hai ragione.
        Ma da quando si CONSIDERA la percentuale degli astenuti?
        È giusto che si sottolinei la percentuale dei SÌ e dei NO, tra i VOTANTI.
        Quindi: 87, 36 (del 53,51, a occhiometro, degli iscritti)
        Non è corretto cercare di far passare gli astenuti come se fossero dei NO, sottolineando che il loro nr equivale a quello dei SÌ.
        Casomai, in questo caso, si potrebbe pensare che i no non si sarebbero astenuti affatto, ma, per correttezza, è meglio considerare la distribuzione dei voti proporzionale a quella riscontrata tra i votanti (altrimenti anche il metodo della campionatura a fini statistici verrebbe meno).
        Peggio per loro che non si sono espressi, così in tanti.
        Specie in un movimento che ha la democrazia diretta come metodo e IDEALE di base, non è un bel segnale.

        "Mi piace"

      • Buongiorno,
        Quando si rivendica un successo deve corrispondere al vero altrimenti qualsiasi risultato può essere rivoltato.
        La campionature serve per “prevedere” non per affermare.

        Quanti contribuenti hanno pagato regolarmente le tasse ?
        su 10.000.000 4.000.000 Si 1.000.000 5.000.000 non risultano
        Quanti sono in regola con le tasse: 4 milioni su 10 o 4 milioni su 5 ?

        L’astensione è un voto “anomalo”: potrebbe essere che non si è convinti del tutto del SI e contemporaneamente non del tutto convinti del NO.
        Se su 130.000 aventi diritto votano solo in 3, tutti per me, ho il 100 per cento ?
        Cioè mi rendo anche i 129.997 che sicuramente NON hanno votato per me ?

        Senior systems Engineer
        stefano tufillaro

        "Mi piace"

      • Buongiorno,
        Errata Corrige
        Quando si rivendica un successo deve corrispondere al vero altrimenti qualsiasi risultato può essere rivoltato.
        La campionatura serve per “prevedere” non per affermare.

        Quanti contribuenti hanno pagato regolarmente le tasse ?
        su 10.000.000
        4.000.000 Si
        1.000.000 NO
        5.000.000 non risultano
        Quanti sono in regola con le tasse: 4 milioni su 10 o 4 milioni su 5 ?
        il 40 per cento
        o
        l’80 per cento ?

        L’astensione è un voto “anomalo”: potrebbe essere che non si è convinti del tutto del SI e contemporaneamente non del tutto convinti del NO.
        Se su 130.000 aventi diritto votano solo in 3, tutti per me, ho il 100 per cento ?
        Cioè mi prendo anche i 129.997 che sicuramente NON hanno votato per me ?

        Senior systems Engineer
        stefano tufillaro

        "Mi piace"

      • Io mi riferivo a questo:
        “Ma il sociopatico quando serve se la svigna sempre?
        Vado di epistola?”

        Ma l’esimerrimo è SCN? E con epistola che cosa intendi? 😃

        "Mi piace"

      • No, il sociopatico non è l’esimerrimo. è solo sociopatico, al massimo maso. E sempre e comunque SCN.
        Ma fu lui che quando scrisse la letterina usò la seguente formula: esimio cogliostro e caglione, scusi se … Con immutata stima, ecc.
        Secondo me il messaggio di ieri dell’esimerrimo merita una epistola da parte del sociopatico.

        "Mi piace"

      • Seeeee. Oggi sembriamo mbriache, e per me è decisamente presto, più che altro. Mi riferisco al messaggio in austroungarico a cui hai risposto (peraltro).
        Sull ANALISI EMPIRICA.

        "Mi piace"

      • “Ma fu lui che quando scrisse la letterina usò la seguente formula: esimio cogliostro e caglione, scusi se … Con immutata stima, ecc.”

        Quella che si pregia di non dire mai balle, ma sempre la verità (la sua ovviamente)!

        Ecco la formula della mia letterina:

        “GATTO 9 giugno 2021 alle 11:27
        Mi scusi Cagliostro, ma perché scrive delinGuente e delinGuere? Licenza poetica?”

        E la seguente risposta alla di lui replica:

        “GATTO 9 giugno 2021 alle 15:45
        Quando uno scrive itaGliani, con la “g” maiuscola, come anch’io faccio spesso, vuole proprio evidenziare che non si scrive così e lo fa per celia. Quando uno scrive “delinguente” semplicemente, un dubbio viene. La mia era una semplice curiosità, stia calmino… Ce l’ha su perché le ho toccato il grande DIBBA?”.

        https://infosannio.com/2021/06/09/piove-campidoglio-ladro/#comments

        Questo fanno le due d3bosciat3, rigirano frittate a loro uso e consumo sperando di avere a che fare con i peciolini rossi loro pari… ahahah… Poverette…

        "Mi piace"

      • “Quella che si pregia di non dire mai balle, ma sempre la verità (la sua ovviamente)!”

        No, perché, hai ‘creduto che io credessi’ che non fosse stato scritto da Paola “esimio cogliostro e caglione”?
        Era una bugia e non una perqlata, secondo te? 😂😆🤣
        Quando mai hai scritto agli altri a cui rompi i cabasisi da secoli: “Mi scusi, signor X, ma perché scrive etc etc?”
        Leccaqlo. 👅👅👅👅👅

        "Mi piace"

      • E tu hai creduto che io credessi che tu credebbi che paola avesse creduto? ahahah… Passi lunghi e ben distesi Cosa Fessa, su… ahahah…

        "Mi piace"

  15. Embé? Molto più simile la mia parodia alla tua vera, che la tua vera all’esimerrimo rispetto alle tue vere a tutte le altre persone, quelle che hai scritto in tono sprezzante e cafone, a gente perbene peraltro.

    P.s. c’ha paura del logaritmo, per questo scrive debosciate con le lettere. AH ah ah! Il quor di leone…

    Piace a 1 persona

    • Sì, sì, certo ballonara! ahaha…

      “per questo scrive debosciate con le lettere”: nemmeno collega la scatola cranica: coi numerini volevi dire? Sì? Brava, ecco, vedi è la cosa che mi ha insegnato l’altro debosciato (va meglio così, ahah…) par tuo NAPOLEONE CON LO SCOLAPASTA IN TESTA, anche lui, anzi, il primo quor di leone del blog! Ciao 5c3m1n4! ahahah…

      "Mi piace"