E’ Draghi ad aver bisogno del M5S e non il M5S ad aver bisogno del governo Draghi

Estratto dell’editoriale di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano del 24/07/2021 dal titolo ”PRONTI A TUTTO” – Nel vedere Conte e i 5Stelle dibattersi fra le opposte tentazioni di uscire dal governo e di restarvi, e intanto arrabattarsi per “migliorare” con ritocchini tecnici il Salvaladri&mafiosi della Cartabia, sorge il dubbio che non abbiano ancora colto il punto: questo governo non è nato per portare i migliori al posto dei peggiori, ma per far fuori Conte e i 5Stelle, per giunta coi loro voti (senza, non sarebbe mai nato); e la “riforma della Giustizia” non è nata per abbreviarne i tempi come chiede l’Ue, ma per piegarli nell’ultima genuflessione (dopo quelle su Figliuolo, salario minimo, licenziamenti, transizione antiecologica, cashback ecc.). Il disegno è spappolarli e annettersi la parte “governista”: cioè Grillo che li ha cacciati in questo cul de sac e Di Maio&C. che ci han subito preso gusto. Il tutto in vista della prosecuzione del regimetto di larghe imprese anche nella prossima legislatura, per potare le due ali non allineate al Sistema: da una parte la Meloni, dall’altra Conte e quei 5Stelle che ancora ricordano perché sono nati, stanno in Parlamento e al governo.[…]

[…] La “fiducia” è una cosa importante e ogni governo deve meritarsela coi fatti. Tantopiù se è il governo Draghi ad aver bisogno del M5S e non il M5S ad aver bisogno del governo Draghi.

50 replies

  1. Credo che il problema risieda in questo: una parte degli eletti 5* sta pensando al proprio fottuto destino piuttosto che all’interesse generale del movimento e soprattutto all’elettorato che li ha coperti di fiducia con milioni di voti, 11 per la precisione. Adesso si sono imborghesiti, questi 🤬🤬🤐🤬🤐🤐🤬🤐🤬 meglio che mi contenga va’.
    Spero si dimostrino all’altezza perché se tradiranno le mie speranze li tratterò come una forza Italia qualsiasi o Italia viva che dir si voglia, cioè nessuna pietà. Dimostrino di avere ancora la spina dorsale.

    Piace a 3 people

  2. A proposito, Draghi è sposato? Ha una compagna? Io ricordo appostamenti davanti a casa di Conte ed inseguimenti della sua compagna fin dentro al supermercato da parte dei giornalisti. Oltre a tentativi di sputtanamento della stessa e dei suoi famigliari.
    La Signora Draghi esiste?

    "Mi piace"

    • Esiste, esiste… e viene pure redarguita a malo modo pubblicamente, per non dire a calci in faccia, da un personaggio così ambiguo e fumoso, traditore del suo maestro Federico Caffè:

      Questo personaggio ambiguo e autoritario con i deboli si merita l’italiota medio, un personaggio che poco dopo aver messo piede a Palazzo Chigi fa approvare un condono fiscale giustificandolo con una frase che se non fosse vergognosa sarebbe ridicola: “lo Stato non ha funzionato”. Se fosse stato Giuseppe Conte a proferire una simile sciocchezza, non solo gli avrebbero rinfacciato che lo Stato è lui adesso, come fece Giannini (La Stampa) da Mrs Vespa il 23 Dicembre scorso, ma lo avrebbero anche linciato quotidianamente. Dopo il palese fallimento di Figliuolo, infine, soprattutto dopo la sciagurata iniziativa degli Open Days AstraZeneca per gli under 20 con il morto e diverse patologie gravi, Conte sarebbe stato massacrato fino ad essere tacciato di assassinio. Ma gli italioti (ed i corrotti ovviamente) sono felici con Draghi, ammansiti come sono dalla stragrande maggioranza della cosiddetta “informazione” al servizio dei peggiori interessi economici e finanziari…

      Piace a 2 people

  3. Ma se Conte si è vantato di aver agevolato la nascita del governo Draghi, adesso Travaglio lo assolve pur di non dire che il M5Stelle a guida Conte sara un fallimento considerando anche l’alleanza strutturale con il PD.

    Piace a 2 people

  4. questo travajo così accondiscendente col traccheggiare del m5s oramai COMPLICE NEI FATTI del governo dei mafiosissimi mi fa veramente SCHIFO.

    Il m5s ci sta marciando, altrimenti era già uscito. Sono VERGOGNOSI in ogni loro comportamento. NON sono più giustificabili in nessun modo.

    Oramai sono complici, vili e COLPEVOLI delle loro insensate e irresponsabili azioni.

    "Mi piace"

    • @Andrea

      Ma tu sei proprio un idiota!
      Travaglio traccheggia?
      Travaglio spara da mesi a palle incatenate contro questo governo e chi nel M5S lo sostiene e tu parli di “traccheggiare”?
      Ma ci sei o ci fai?

      Ed è stato Grillo a volere con estrema determinazione l’ingresso nel governo Draghi (Draghi grillino!).
      E lo ha sostenuto, ora possiamo dirlo, senza nessuna contropartita politica in cambio visto che la transizione energetica di Cingolani (dal Guru nominato ed imposto) punta agli inceneritori, al nucleare e ad altre merdate che con le rinnovabili non hanno nulla a che fare.

      Non è stato grave l’ingresso nel governo Draghi ma l’assenza di condizioni visto che la transizione energetica non transita.

      Il sospetto, non essendo individuabili ragioni politiche nel comportamento di Grillo, è che le ragioni giudiziare/familiari abbiano avuto il loro peso.

      Ma un idiota leccaculo come te non potrà mai riconoscerlo.

      È stato Grillo a chiedere ai ministri di votare la riforma Cartabia, quella che potrebbe mandare in fumo tantissimi processi, incluso quello al figlio accusato di stupro di gruppo.

      E tu te la prendi con Conte e Travaglio? Trascurando puntualmente Grillo?

      A leccaculooooooo!!!!

      Piace a 1 persona

      • troll del cazzo.

        Ma vai a parlare con sorcio morto. Troll del cazzo.

        Ti hanno SFANCULATO tutti. Ma levati di kulo. FALSARIO. E’ meno peggio perfino gatto di te.

        Lasciami in pace, che con gente come te non voglio perder tempo. Non voglio essere sporcato dalla tua vicinanza sui miei commenti.

        Vai da sorcio morto, insieme alle tue supercazzole trolleggianti.

        "Mi piace"

      • @ Andreaex……ineccepibile la tua disamina….: credo che l’ atteggiamento del nostro “elevato” Beppe Grillo sia stato alquanto discutibile per la “nascita” di questo Governo della restaurazione….!!!

        "Mi piace"

      • @Andrea

        Essere sfanculato in questo spazio è la norma.
        Se non hai parrocchie precise in cui collocarti, come me, i vaffanculi che ricevi per forza di cose aumentano.
        Far parte di un gruppo ha innumerevoli vantaggi, ai quali peraltro sono ben contento di rinunciare.

        Ma poi scusa, proprio tu pensi ai vaffanculo che ricevo io?
        Ma pensa ai vaffanculo che ricevi tu, che non sono pochi, idiota!
        Parli come se gli altri utenti pendessero dalle tue labbra, ridicolo.
        Ho il sospetto che tu sia poco lucido.

        In ogni caso, aggiungi pure il mio odierno VAFFANCULO alla tua collezione.

        "Mi piace"

  5. PRONTI A TUTTO

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Nel vedere Conte e i 5Stelle dibattersi fra le opposte tentazioni di uscire dal governo e di restarvi, e intanto arrabattarsi per “migliorare” con ritocchini tecnici il Salvaladri&mafiosi della Cartabia, sorge il dubbio che non abbiano ancora colto il punto: questo governo non è nato per portare i migliori al posto dei peggiori, ma per far fuori Conte e i 5Stelle, per giunta coi loro voti (senza, non sarebbe mai nato); e la “riforma della Giustizia” non è nata per abbreviarne i tempi come chiede l’Ue, ma per piegarli nell’ultima genuflessione (dopo quelle su Figliuolo, salario minimo, licenziamenti, transizione antiecologica, cashback ecc.). Il disegno è spappolarli e annettersi la parte “governista”: cioè Grillo che li ha cacciati in questo cul de sac e Di Maio&C. che ci han subito preso gusto. Il tutto in vista della prosecuzione del regimetto di larghe imprese anche nella prossima legislatura, per potare le due ali non allineate al Sistema: da una parte la Meloni, dall’altra Conte e quei 5Stelle che ancora ricordano perché sono nati, stanno in Parlamento e al governo.

    Non capirlo è indice di una preoccupante auto-sotto valutazione. Altrimenti tutti i “grillini” capirebbero che, nel Paese dell’Illegalità, la blocca-prescrizione di Bonafede non è UNA riforma fra le tante, ma LA riforma: la quintessenza del principio di legalità – la legge è uguale per tutti – che Flaiano definì l’unica vera rivoluzione italiana. E sui principi fondamentali non si tratta in nome della riduzione del danno o del male minore. O, se si tratta, bisogna farlo da posizioni di forza. Cioè essere pronti a tutte le opzioni: anche a uscire dal governo. Il che non vuol dire andarsene subito, ma essere disposti a farlo. Se la controparte – Draghi, massimo garante della Restaurazione – ha anche solo il sentore che non usciranno mai qualunque cosa faccia, continuerà a fare qualunque cosa, minacciando dimissioni che non darà mai, per metterli (anzi lasciarli) genuflessi. Si può capire che Conte non voglia debuttare uscendo dal governo, vista anche l’informazione da Terzo mondo che lo dipinge come un vedovo del potere, anziché come un giurista che – come tutti i giuristi degni di questo nome – conosce gli effetti catastrofici del Salvaladri&mafiosi. Ma, se la trattativa non dovesse eliminarli tutti – e sono tanti –, Conte dovrebbe tornare a interpellare gli iscritti sulle tre opzioni possibili: restare al governo, ritirare i ministri e dare l’appoggio esterno solo sui provvedimenti condivisibili, passare all’opposizione e rovesciarlo. La “fiducia” è una cosa importante e ogni governo deve meritarsela coi fatti. Tantopiù se è il governo Draghi ad aver bisogno del M5S e non il M5S ad aver bisogno del governo Draghi.

    Piace a 2 people

  6. Chi è che ha convinto grillo a sponsorizzare, prima il pd-l come cosa meravigliosa e poi draghi come un grillino?
    Non lo sapremo mai? Ricatto? Demenza senile ? Tornaconto personale ? Mà!
    Di una cosa siamo certi, pure giuseppi ha sponsorizzato convintamente sia il pd-l tanto da elaborare liste comuni con la melma in varie località, sia draghi, con cui ha contatti frequenti pur non avendo nessun incarico istituzionale ufficiale, ( nessuno lo ha mai votato) ma solo un investitura datagli dal “garante” pure lui mai votato. gigino sta con i frati e zapppa l’orto, l’importante, per lui, è mantenere la poltrona, che non lascia mai, neppure di notte per paura che qualcuno gliela porti via.

    "Mi piace"

  7. E’ un problema di qualità del personale politico: quando Italia Viva ha deciso che per il bene del Paese era meglio se Conte se ne andasse a spasso, Bellanova e Scalfarotto hanno rischiato in prima persona e sì sono dimessi. Voi ce li vedete Giggino Di Mail, Patuanelli e simili a fare lo stesso? ♥️

    "Mi piace"

      • No Fabrizio,
        non è Federico C.
        Federico C è un arrogantello renziano che ne farebbe una questione d’onore, lui si sente figo esattamente come il suo nume tutelare, pensa di essere intelligente, e vuole assolutamente che la gente lo riconosca: tipico del renzismo è proprio fare questioni d’onore su cose assolutamente irrilevanti, poi su un conflitto istituzionale medierebbero, quindi venderebbero pure la madre.

        Piace a 1 persona

      • hmmm non mi hai convinto, dubito che un renziano, anche se particolarmente poco intelligente, possa essere in buona fede.
        A partel’iniziale F scrivono in orari vicini, si rispondono fra loro … secondo me è lui. Anche perchè non credo che ci sia più di un renziano in Italia

        "Mi piace"

      • Beh se la metti sulla cattiva fede del renziano come posso contraddirti?
        Vorrà dire che sorveglierò, anche se F mi sembra un po’ troppo stupidino, da non confondere con F. simbolo verde che è la super Francesca.

        Piace a 1 persona

      • @fabriziocastellana
        Ti chiami Fabrizio, non Francesco… Ogni tanto sbaglio.
        In ogni caso ha ragione la tua amica. Io faccio parte del Popolo dei Renziani, che sono quelli un po’ sfigati e arrogantelli. Cappelli biondo-castano, occhi verde acqua, zigomi leggermente pronunciati e orecchie a punta.
        F. non so, ma non credo. Anche se, ne abbiamo parlato nell’ultima riunione del PdR (quattro gatti, non credere), quello che F. pensa e dice, spesso ci piace.

        "Mi piace"

    • Comodo per i due tirapiedi di Renzi “rischiare di persona”. Si trattava di andare a genuflettersi ai potentati economici italiani. Sai che rischi hanno corso… Quello di essere primato poi risarciti profumatamente?
      Ma che paragoni ridicoli fai? Lascia perdere.

      "Mi piace"

  8. A breve inizia il semestre bianco, intanto però siamo alla conclusione del semestre nero.

    Travaglio ora è sulla soglia di una grave delusione temo (il sottoprodotto dell’illusione): ha creduto ciecamente in Conte il salvatore, ma il rischio è che Conte si riveli essere un altro disposto a ingoiare tutto. Spero vivamente di sbagliare, la possibilità c’è.
    L’unica cosa sensata che il movimento può fare (anche se è tardissimo, ma meglio che “mai”) è opporsi alla riforma nettamente, e quando draghi dirà che se ne frega uscire dal governo, di corsa.
    La riforma della ciellina non è correggibile con quualche piccolo intervento, è troppo incostituzionale.

    Il malgoverno draghi amdrà fino in fondo nell’italicidio, facendo peggio di monti (le due mario-nette del potere), non c’è speranza che si fermi, avendo dalla sua le destre, i media, le sinistre, il PdR, e, purtroppo, almeno fino a oggi, il M5S.

    Al movimento non resta che una possibilità per salvarsi, opporsi alla riforma e votare NO alla fiducia e uscire dal governo.

    Per l’Italia non cambierà molto, è spacciata ormai dopo questo tragico semestre nero e avendone di fronte un altro (il prossimo non è bianco, è imbiancato), ma loro salveranno il salvabile e recupereranno consenso.
    In alternativa perderanno anche gli ultimi giapponesi che li difendono e spariranno.

    E spero che allora nasca un nuovo movimento in grado di riprendere i loro ideali e difenderli, perchè credo, forse illudendomi, spero di no, che le condizioni che hanno portato alla nascita del M5S, e cioè il progressivo aumento della circolazione delle informazioni con internet e la rottura del monopolio di tv e giormali, siano ancora in atto, e anzi continuino inesorabilmente a crescere.

    Piace a 1 persona

    • assolutamnete d’acordo con te e CONTRO i trollonzi infiltrati e gli scemi/e.

      assolutamnete d’acordo con te e CONTRO i trollonzi infiltrati e gli scemi/e.

      "Mi piace"

    • Magari mi sbaglierò, ma per la prima volta noto che @fc scende dall’altalena e dice in modo fermo e deciso, pure riguardo a Conte, ciò che deve essere detto. Questo tipo di valutazioni vengono, in questo teatrino dell’assurdo che è questo blog (non in sé, ma per le frequentazioni, Pengue-Zeus non si adiri…), addebitate a quelli che si suol chiamare TIFOSI, mentre non ci si avvede che i veri TIFOSI non sono altro se non quelli che le avversano.

      ERGO (cit.) ,caro @fc, anche se a te potrebbe non interessare nulla, anzi, addirittura provare fastidio, CHAPEAU!

      Piace a 1 persona

      • io non sono un tifoso a prescindere, mediamente almeno, Conte è stato meglio dei precedenti secondo me, ma se fa qualcosa che non mi piace lo mollo all’istante. Sono politicamente opportunista. Se Conte mollasse draghi me lo riprendo, sono elastico

        "Mi piace"

    • @ Fabrizio Castellana

      Sono anche io d’accordo con quanto hai scritto, perché non dovrei esserlo?
      Ma forse dovresti essere più preciso perché alcuni potrebbero scambiare il tuo punto di vista per un calcio in culo a Conte.
      Il quale, ovviamente, dovrà dimostrare di essere un leader con la schiena dritta, in primis sul tema giustizia, se non vorrà scontentare il suo elettorato.
      Non firmare cambiali in bianco a Conte, COME È STATO FATTO IN PASSATO A GRILLO, mi trova concorde.
      Ma è in dubbio che nella contesa tra Grillo e Conte, è proprio quest’ultimo ad aver invertito l’involuzione padronale del M5S.

      "Mi piace"

      • “Ma è in dubbio che nella contesa tra Grillo e Conte, è proprio quest’ultimo ad aver invertito l’involuzione padronale del M5S.”: infatti, ex, NON E’ NEMMENO ISCRITTO! AHAHAH… Adesso con Mr. Pochette, in sostituzione all’involuzione padronale inizierà quella della fumisteria ANONIMO-VELTRONIANA del BIPENSIERO PENTASTELLATO!

        AHAHAH… Siete fantastici voi NON TIFOSI… ahah…

        "Mi piace"

    • Fabrizio. Giustissimo non votare la sCartabia, ma Conte fa bene a proporre mediazioni. Che non sono calate di brache (fino a prova contraria) simili a quelle di Grillo e e suoi ministri.
      Augurarsi rinascite di “nuovi movimenti” per riprendere gli idesli perduti ecc. ecc..?
      Tutte cose già gia viste e riviste nei secoli dei secoli… Amen.
      Fiducia a Conte Che rinnovi il M5S tenendolo sempre lontano da Renzi, Berlusconi, Salvini e Meloni e dalla loro politica di connivenza con corruzione, mafie e poteri economici.
      E che tenga ancorato il PD ai temi dell’onestà in politica: dialogandoci e obbligandolo a tornare ad essere un partito normale di Sinistra dopo le sbornie Renzo-craxiste-berlusconiane.

      Piace a 3 people

      • Ti do ragione ma solo in parte. Mediare è importante e realistico ma solo se si ottiene qualcosa. Se invece non si ottiene niente bisogna cambiare metodo.

        Ora vedremo cosa succede (secondo me draghi non concede che briciole) e come reagirà Conte (temo che ingoierà e sarò felicemente sorpreso se invece negherà la fiducia e uscirà dal governo).

        Il meno peggio è meglio del peggio, ma se ti accontenti sempre del meno peggio non otterrai mai il meglio.

        Per quanto riguarda il pd: zero fiducia. Ormai è troppo tempo che mele marce si sono infiltrate nel cesto, ormai per me sono irrimediabilmente persi, anche la parte non renziana. Ai 5 stelle sono bastati pochi anni per trasformarsi, figurati questi che sono dentro da vite.

        "Mi piace"

      • Capisco tue remore sul PD, Fabrizio,
        ma se guardi al panorama politico che hai sulla tavola con chi vorresti sederti vicino?
        Il rischio serio è di trovare sempre il piatto vuoto perché il vicino ti ruba anche le briciole di pane.
        Ma aldilà delle battute io credo che gran parte degli elettori del PD (anche se votano fideisticamente il loro partito messo molto male e diventato inaccessibile ai suoi vertici per totale mancanza di partecipazione della sua “base” attraverso Sezioni ormai chiuse e ammuffite), non credo abbiano, tutto sommato, idee troppo lontane da quelle portate avanti dai 5stelle.
        Si tratta solo di capirsi usando un po’ di serietà e intelligenza.

        "Mi piace"

  9. Sondaggi politici elettorali oggi 24 luglio 2021: grande equilibrio, quattro partiti in 3 punti

    SONDAGGIO IXÈ: I DATI IN SINTESI

    Lega: 19,9%
    Partito democratico: 19,2%
    Fratelli d’Italia: 19%
    Movimento 5 Stelle: 17,3%
    Forza Italia: 8,4%

    Azione: 3,1%
    Sinistra Italiana: 2%
    Articolo Uno: 2,7%
    PiùEuropa: 1,6%
    Italia Viva: 1,2%

    Europa Verde: 1,1%
    altri di centrodestra: 1,2%
    Altri: 3,3%
    Indecisi/astenuti: 40,8%

    "Mi piace"

    • Quindi M5S è ancora a galla dopo tutto quel che è successo, mentre IV è arrivata al prefisso telefonico. Incredibile.

      "Mi piace"

  10. Retroscena TPI – Dimissioni ministri M5S? Grillo infuriato per le parole di Dadone: “Beppe sta con Draghi”
    di Marco Antonellis

    Con il via libera del Consiglio dei ministri all’autorizzazione a porre la questione di fiducia sulla riforma della Giustizia “è stato posto l’accento rispetto al fatto che c’è comunque un’apertura, sia da parte del presidente del Consiglio Draghi che della ministra Cartabia, perché si sono resi conto che la riforma così come presentata rischia di avere delle fasce di impunità”, dice la ministra delle Politiche giovanili, Fabiana Dadone, intervistata ad Agorà Estate, su Rai 3. “Poi il Parlamento è giusto che presenti gli emendamenti, e la nostra forza politica, il Movimento 5 Stelle, che è sensibilissima sul tema della prescrizione ne ha preparati oltre 900”, aggiunge.

    In caso di una riforma che non li soddisfi, si valuteranno le dimissioni dei ministri pentastellati. Dadone usa parole di fuoco: “Ci aspettiamo in questa settimana una discussione costruttiva in termini di miglioramenti, poi vedremo le decisioni da prendersi, se il miglioramento sarà sufficiente o meno”, spiega.

    E alla domanda se sul tavolo di Draghi potrebbero arrivare le dimissioni dei ministri Cinquestelle, se la riforma passasse senza le modifiche, Dadone risponde: “Credo sia una cosa da valutare assieme a Giuseppe Conte. E’ un’ipotesi che sicuramente bisognerebbe valutare”. “L’obiettivo è velocizzare i processi e la prescrizione così come è impostata non raggiunge l’obiettivo”, precisa.

    Insomma, stamattina, di buon’ora, in un programma sulla rete grillina per antonomasia, Rai Tre, diretta da Franco Di Mare, è arrivata come un colpo di cannone la replica alla richiesta di fiducia posta da Mario Draghi sulla riforma della Giustizia.

    D’altra parte lo stesso Draghi si sente preso in giro perché, dopo l’incontro pacificatore con Giuseppe Conte, sulla riforma della giustizia sono piovuti inaspettatamente un’enorme mole di emendamenti. Tanto che, si sussurra, ieri in conferenza stampa il premier avrebbe voluto usare parole molto forti nei confronti dei Cinque Stelle, ma poi all’ultimo momento ha preferito rinunciare.

    Ma c’è anche la ciliegina sulla torta arrivata all’orecchio di Palazzo Chigi: ieri i parlamentari 5 Stelle andavano ripetendo che Conte aveva assicurato che l’accordo con Draghi era a un passo.

    E Beppe Grillo di tutto questo cosa ne pensa? È infuriato. “Lui non vuole assolutamente rompere con Draghi ed è d’accordo con quanto deciso in Consiglio dei ministri la scorsa settimana”, fanno sapere fonti vicine al garante M5S. “Grillo sulla Giustizia vuole l’accordo e non avrebbe mai voluto che, a causa dei distinguo dei Cinque Stelle, si arrivasse al voto di fiducia”.

    Anche perché le sue interlocuzioni con il premier sono continue, anche più volte al giorno. Con buona pace del leader in pectore del Movimento, Conte.

    Intanto anche in casa Pd si riflette sulla linea da intraprendere sulla Giustizia e si ragiona se marcare le distanze dai Cinque Stelle: “Si è andati troppo oltre”, spiega un esponente vicinissimo al segretario. Senza contare che i maggiorenti dem sono infuriati dopo aver letto sulle agenzie le dichiarazioni della Dadone.

    Va bene qualche piccola modifica alla riforma, ma spingersi fino a paventare l’uscita dal governo per il Pd è veramente troppo. Anche per questo i dem si sono subito messi al telefono per cercare Conte.

    Mettere zizzania O C’E QUALCOSA DI VERO ?

    "Mi piace"

    • La prima, questo Antonellis è sempre un po’ il Labate della situazione.
      Lei in diretta, alla domanda, è risultata più determinata di quello che avrebbe voluto: solito problema di comunicazione.
      Ovviamente sarebbe stato preferibile avesse mantenuto il punto, sia per il concetto espresso che per la figuraccia che ogni volta degono fare.
      Stamattina il corriere la sbertucciava circa la sua cultura giuridica, vorrei sapere gli altri che cultura hanno.

      Piace a 2 people

  11. Le ipotesisi si riducono a 2, 1) grillo soffre di senilità, 2) grillo è sotto ricatto,
    Io propendo x la 2.
    I segnali sono inequivocabili.
    In tutti e 2 i casi grillo non è più affidabile.

    Piace a 3 people

    • Sì, e adesso qualcuno lo dica a quell’esagitato di Andrea, che continua a considerarlo solo un ‘bollito’.

      In realtà è complice quanto il suo manichino in parlamento, Gigino.

      Piace a 1 persona

      • “Sì, e adesso qualcuno lo dica a quell’esagitato di Andrea, che continua a considerarlo solo un ‘bollito’.”: francamente faccio fatica a vedere una gran differenza da “1) grillo soffre di senilità”, anzi direi che la prima versione è ancor più caustica. Poi, si sa, quando uno è bruciato potrebbe dire anche che l’ItaGlia ha vinto i mondiali dell’82 che non verrebbe creduto…

        "Mi piace"

      • X Gatto:

        No, carissimo.

        Fare lo scemo è mooolto più redditizio che fare la persona lucida quando c’é da prendere decisioni scriteriate.

        Infatti ad un cretino si dà la scusante di essere un cretino.

        Ad un farabutto non si fanno sconti.

        Che è poi la ragione per cui qui nel blog hai questo seguito di fan assatanate 😉

        "Mi piace"

      • Scusa SM, mi riferivo al fatto che “In tutti e 2 i casi grillo non è più affidabile.”, cosa che dice anche Andrea. Poi, che ci sia anche l’opzione 2^ (che resta una cosa cui fa comodo pensare a quelli che lo credono un farabutto, ma una congettura resta e da lì non si esce…) che Andrea non contempla è vero, ma il risultato rimane invariato.

        "Mi piace"

  12. Esimio cogliostro e caglione,
    ma quando lei scrive grillo si riferisce all’insetto forse? La prego di non prendersela per questa mia impertinenza, io la stimo più di chiunque altro, pertanto vorrei solo sapere la ragione indiscutibile che si cela dietro il suo uso personale della lingua italiana.
    Sono ammirato dalla sua cultura e dalla sua capacità d’espressione.
    In attesa di un suo riscontro saluto con immutata stima.
    Il sociopatico demmerda.

    "Mi piace"

      • Signor Ennio, sono calmissima.
        Sono da ieri in vacanza, e ho deciso che scriverò solo per disturbare i disturbatori.
        È la conditio sine qua non (cit.)

        "Mi piace"

      • … Cioè, questa è pure in vacanza e che fa: sta davanti a un video a disturbare gli altri …ahah…E crede anche di riuscirci… Bisogna avere il napalm nella testa… ahah…

        "Mi piace"

  13. A disturbare gli altri? Te e il lurido renziano?
    Ah ti disturbo sociopatico demmerda? Beh abituati, è ciò che volevi no?
    Eccoti accontentato!

    "Mi piace"

    • Veramente ho scritto “E crede anche di riuscirci”, ERGO, vedi tu quanto puoi disturbarmi e quanto dovrei abituarmicivisitici…

      "Mi piace"

  14. Cioè questo FA LE ORE PICCOLE davanti a un video a leggere una che disturba gli altri: sì perché il blog è pieno di gente che lo stima e che interloquisce con lui, partendo dal cogliostro e caglione e finendo al lurido renziano, senza niente in mezzo.
    Ah ah ah

    Piace a 1 persona