Avete già dimenticato e rimosso il Patto del Nazareno?

(Francesco Erspamer) – Oh guarda, la stampa della pseudo-sinistra, tipo il Fatto quotidiano, si scandalizza perché i giornali della pseudo-destra difendono Renzi. E per quale ragione non dovrebbero? Renzi è sempre stato uno di loro: ex democristiano, opportunista, cazzaro, coerentemente liberista (l’unica sua coerenza) e determinato a favorire i privati e ad americanizzare l’Italia (cos’altro pensate che fosse la sua celebrata rottamazione?). Non c’è nulla di strano che si trovi bene con Berlusconi e con Salvini. Ma davvero avete già dimenticato e rimosso il Patto del Nazareno?

Il problema è un altro. Il problema è che Renzi ha vinto le primarie del Pd due volte e che il popolo della sinistra lo ha sostenuto compatto e felice sia nelle europee del 2014 che nel referendum istituzionale del 2016 (vinse le prime e perse il secondo ma sempre con un identico 40,8% dei voti). Ancora sto aspettando le scuse e il pentimento di chi lo appoggiò — ricordo bene che accusavano chiunque si opponesse di essere un relitto del passato, un nostalgico incapace di capire le magnifiche sorti e progressive, sostanzialmente un leghista e un fascista.

Macché, nessuna autocritica. Per imparare dai propri errori bisogna prima riconoscerli: la sinistra italiana è diventata insignificante per questo suo persistente rifiuto di ammettere che abbandonare gli ideali comunisti e socialisti e infatuarsi del neocapitalismo selvaggio non fu una buona idea (e che comunque fu un’idea suggeritale dalla destra, dunque di per sé sospetta e dai risultati catastrofici). Infatti continua testarda a correre nella direzione sbagliata: prossimo passo, l’approvazione integrale del decreto Zan, incluso l’articolo che teorizza e sancisce la preminenza dell’individuo sulla società, come sarebbe piaciuto a Margaret Thatcher (e anche a Renzi, che fa finta di essere contro solo per guadagnare voti e magari il Quirinale).

3 replies