Di Battista: “Mozione di sfiducia per Durigon. Questo significa controllare dall’interno?”

(Alessandro Di Battista) – Prima che prestasse giuramento ho sottolineato che questo governo fosse espressione dell’establishment, del liberismo più sfrenato e di Confindustria. Solo i ciechi l’hanno negato. Ora è tutto più chiaro. Consulenti iper-liberisti e globalisti ingaggiati da Draghi, scostamenti di bilancio spariti (e anche questo, come, ricorderete, l’ho detto in ogni modo). Sudditanza agli USA ad un livello mai visto e sia chiaro, io non sono anti-americano ma spesso gli interessi di Washington non coincidono con quelli europei. Parte della pubblica opinione, distratta dagli Europei (non a caso argomento sul quale Draghi si butta a pesce), non si sta rendendo conto della crisi sociale, economica ed esistenziale che sta arrivando o che è già arrivata. Giorni fa è morto un sindacalista mentre rivendicava i diritti dei lavoratori. Sembra esser tornati indietro nel tempo. Ci impongono una guerra fredda 2.0 per farci digerire una nuova corsa agli armamenti (d’altro si sono arricchite le case farmaceutiche, FB, Amazon, mica si possono lasciare indietro la Lockheed Martin o la Boeing). E in tutto ciò, come al solito, il peggior sistema mediatico dell’occidente fa il lavoro sporco.

Ieri la Guardia di Finanza* ha presentato un rapporto sulle sue attività nel 2020. Contiene informazioni interessanti: 800 milioni di beni già sequestrati per evasione fiscale e 4,4 miliardi di euro di proposte di sequestro. Parliamo dunque di 5,2 miliardi (ripeto miliardi) di evasione fiscale accertata. Per darvi un parametro l’Italia investe nelle università 7 miliardi di euro ogni anno. Non solo, la Gdf ha scoperto e denunciato 1347 soggetti che hanno lucrato sull’emergenza covid vendendo prodotti illegali o contraffatti (sono state sequestrate 71 milioni di mascherine). Ebbene su cosa si sono concentrati politici, opinionisti, commentatori e giornaloni?

Sui 50 milioni di euro (milioni non miliardi) indebitamente percepiti da 5000 persone che hanno ricevuto il reddito di cittadinanza non avendone diritto. E’ come se in pieno scandalo banche, i giornali si fossero concentrati su chi ruba nei supermercati. Sia chiaro, per me i truffatori del reddito (io non li chiamo furbetti) devono restituire tutto ed essere condannati a pene severe, ma è evidente che sia in corso un attacco inaudito verso il reddito di cittadinanza, misura, ricordo, che esiste in tutta Europa. Confindustria gongola d’altro canto Confindustria detesta il reddito di cittadinanza ed il perché è facile da comprendere. Confindustria vorrebbe pagare di meno i lavoratori. Punto. Anche nel resto d’Europa ci sono, ahimè, truffatori che percepiscono sussidi ma nella maggior parte degli altri paesi non esiste una “Confindustria” così oscurantista e soprattutto non c’è una “Confindustria” al governo. Il Movimento nel governo Draghi è sempre più un film dell’errore!

*Ricordo che la Gdf dipende dal Ministero dell’economia dove è sottosegretario Durigon. Che fine ha fatto la mozione di sfiducia per lui? Ci siamo già dimenticati di ciò che ha detto e dei suoi legami pericolosi? Questo significa controllare dall’interno?

9 replies

  1. Ma che controllo e controllo i gigini boy sono stati assorbiti dai pidioti
    tanto da divenir un tuttuno.

    "Mi piace"

  2. Purtroppo chi ora sta diventando
    capo assoluto del ex M5Stelle si vanta assieme al PD di aver facilitato la venuta del governo Draghi e gli onorevoli ex portavoce vigilano affinché duri

    "Mi piace"

  3. Stanno controllando dall’interno,cosa non lo so,forse, se le pulizie negli uffici vengono fatte a regola d’arte.Travaglio,uno che non si può definire un antigrillino, gliene canta tutti i giorni di tutti i colori contro il governo dei padroni e espressione diretta dei poteri forti, ma loro tacciono,ubbidiscono e controllano…dall’interno naturalmente.

    Piace a 2 people

  4. Di Battista “incendiario”, ma io non mi fido sempre di ciò che scrivi. Per esempio, hai aggiunto al sostantivo “crisi” l’aggettivo “esistenziale” come se anche l’ambito personale fosse di pertinenza di Confindustri o di Draghi. Piano con le parole perchè a forza di sparare a pallettoni si diventa iperbolici sempre e non si trova mai un limite.
    Altri dubbi riguardano l’affermazione relativa a Confindustria che vorrebbe pagare meno i lavoratori. Dopodiché chi compra i prodotti’ Non ci sarebbe un mercato interno..
    Un altro dubbio riguarda la corsa agli armamenti; se è vero cita le fonti, prima di parlare di “guerra fredda” 2.0.
    Insomma, si vola parecchio alto nei tuoi articoli e non vorrei davvero che poi finisse come con Icaro e il sole.

    Piace a 1 persona

  5. Altri dubbi riguardano l’affermazione relativa a Confindustria che vorrebbe pagare meno i lavoratori.

    Cioè: hai il dubbio che Confindustria vorrebbe tanto poter alzare i salari, ma qualcuno o qualcosa glielo impedisca?
    Ti chiedo una cortesia: la prossima volta che simili dubbi ti attanaglieranno, non rivelarli tutto d’un colpo, che mi stavi quasi facendo pisciare sotto dalle risate.
    Sei una sagoma.

    "Mi piace"

  6. Il dilemma: dobbiamo spendere tutto bene, con ONESTA’.
    “onorevoli” saranno anni ruggenti, “mangia te che mangio io”
    Il Bel Paese

    "Mi piace"