Napoli: al Vomero in via Carelli ripristinate le fossette degli alberi

Resta il problema dei marciapiedi con diversa pavimentazione

            ” Dopo le segnalazioni dei giorni scorsi, finalmente stamani in via Carelli nel quartiere partenopeo del Vomero, sono state ripristinate le tre fossette dei relativi platani che nel corso dei lavori di pavimentazione del marciapiede relativo ai civici pari della suddetta strada erano state asfaltate. Sono stati realizzati i nuovi cordoli intorno alle fossette e l’asfalto è stato eliminato “. A dare la buona notizia è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, che nei giorni scorsi aveva segnalato il problema, chiedendo interventi immediati a tutela dei tre antichi platani, tra i pochi superstiti nella suddetta via, dopo che molti altri in passato sono stati abbattuti e dove resta anche una ceppaia che non è stata rimossa.

            “ In verità – sottolinea Capodanno – , quando si è vista un’impresa all’opera su uno dei due marciapiedi della suddetta strada, nel tratto di compreso tra via Luca Giordano e via Gino Doria, si è pensato che immediatamente dopo la stessa ditta avrebbe proceduto a effettuare i lavori anche sull’altro marciapiedi anch’esso afflitto da tempo da dissesti e con numerosi rappezzi. Ma, a lavori terminati, è arrivata la grande delusione per lavori eseguiti con modalità, a dir poco, discutibili e con risultati che sono un vero e proprio pugno nell’occhio “.

            “ Difatti – puntualizza Capodanno – mentre il marciapiede antistante i civici dispari è stato lasciato nella condizione originaria, con la pavimentazione in mattonelle d’asfalto, senza alcun intervento manutentivo, quello antistante i numeri pari, è stato realizzato ex novo sostituendo le vecchie mattonelle con una colata di asfalto nero, con risultati estetici quantomeno imbarazzanti “.

            “ Sicché – ironizza con amarezza Capodanno – l’antica arteria vomerese è stata di fatto trasformata in vera e propria strada double-face con due pavimentazioni dei marciapiedi totalmente dissimili e contrastanti. Un nuovo modello di arredo urbano, esteticamente a dir poco sgradevole, rispetto al quale più di una persona ha storto il naso e che ci auguriamo non venga esportato anche altrove “.

            Sulla vicenda Capodanno chiede l’intervento degli uffici competenti, sia per uniformare la pavimentazione dei due marciapiedi di via Carelli, da realizzarsi preferibilmente in mattonelle d’asfalto o in cubetti di porfido, evitando l’asfalto,  sia per ripristinare le alberature precedentemente eliminate.

1 reply

  1. Gli alberi come qualsiasi essere vivente, ha ,ha bisogno dell’acqua. Certamente ,anche le menti piu’ malte penso lo sappiano,il cemento non gliela puo’ dare. Rimuovere i responsabili.

    "Mi piace"