Offese online a Mattarella, 11 indagati e perquisizioni

(adnkronos.com) – Offesa all’onore e al prestigio del presidente della Repubblica Mattarella e istigazione a delinquere. Per questo motivo i carabinieri del Ros, con il supporto in fase esecutiva dei comandi Provinciali Carabinieri di Roma, Latina, Padova, Bologna, Trento, Perugia, Torino e Verbania, hanno eseguito due distinti decreti di perquisizione, emessi dalla Procura di Roma, nei confronti di 11 indagati.

Le perquisizioni rientrano in un più ampio approfondimento che la Procura della Repubblica di Roma sta svolgendo da tempo con il Ros – Reparto Anticrimine della Capitale, che già nello scorso agosto ha eseguito analogo provvedimento, per delega della stessa Autorità Giudiziaria, nei confronti un 46enne residente nella provincia di Lecce, molto attivo su Twitter. Le investigazioni più recenti hanno consentito di rilevare la diffusione nel web di plurime condotte offensive nei confronti del Capo dello Stato, che appaiono frutto di una elaborata strategia di aggressione alle più alte Istituzioni del Paese.

Numerosi sono stati i post e i contenuti multimediali offensivi rilevati dal Ros tra aprile 2020 e febbraio 2021, anche grazie all’impiego del Reparto Indagini Telematiche, unità del Ros specializzata nelle investigazioni telematiche e web, che ha ricostruito la rete relazionale e le abitudini social delle persone coinvolti nelle azioni delittuose, di età compresa tra i 44 e i 65 anni, tra i quali figurano impiegati e professionisti.

Le perquisizioni, estese agli account telematici e ai profili social degli indagati, hanno permesso il sequestro di numerosi sistemi e apparati informatici, utilizzati per rivolgere le offese al Capo dello Stato. Inoltre, gli accertamenti hanno consentito di individuare come tre dei perquisiti gravitassero in ambienti di estrema destra e a vocazione sovranista e avessero manifestato vicinanza alle relative iniziative.

Uno dei perquisiti, un professore universitario di 53 anni, è risultato in collegamento con gruppi e militanti di ispirazione suprematista e antisemita tramite la piattaforma social russa VKontakte (simile a Facebook).

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

12 replies

  1. Che sacco di minchiate, mettete il “lesa maesta’” e fatela finita con questa ipocrisia, rivelate quanto è finta la vostra democrazia.

    "Mi piace"

  2. “Le perquisizioni, estese agli account telematici e ai profili social degli indagati, hanno permesso il sequestro di numerosi sistemi e apparati informatici, utilizzati per rivolgere le offese al Capo dello Stato…”:

    ellapeppa, e io che pensavo fosse sufficiente una tastiera… A noi! ”Eia eia, alalà”’!

    "Mi piace"

  3. Ennesima notizia irrilevante diffusa ad arte per manipolare l’opinione pubblica… Vedrete che, dopo le porcate delle leggi “Segre” e “Zan”, la cricca dei perbenisti di “sinistra” al governo proporrà un ulteriore provvedimento mordacchia per introdurre la legge coranica: taglio delle dita ai leoni di tasteria scomodi per il potere. L’incubo orwelliano di 1984 si sta pericolosamente materializzando.

    "Mi piace"

  4. “ora serve prudenza ma anche il coraggio di agire”
    (lo riporta l’ans[i]a attribuendolo al non ancora emerito)
    – che d’istinto verrebbe da dire: Veltroni, esciti –

    ma poi, pensandoci, che vorrà mai significare? boh?!
    che quelli di prima erano imprudenti e senza coraggio d’agire?

    mè pare n’a riedizione del famoso “adelante con juicio, Pedro, si puedes”

    che al giorno d’aggi si può tradurre in

    “avanti con giudizio, Draghi, se puoi”
    che ha un sotto testo
    “altrimenti fa quel che ti pare.”

    con rispetto parlando…

    "Mi piace"

  5. Dittaturaaaa…inquisizioneeeee…
    ora non si può manco augurare la morte oppure anche un semplice “ma va a morì amazz…” e li mortacc…”
    e poi chevvuoichessia qualche bufala sparsa qua e la tanto par ridare, neache la satira si può più fare..managgia
    prima il COVIDDI per controllarci e chiuderci in casa, ora ci tolgono anche la parola e i social come possiamo scambiare il cinque con i nostri fans? e ogni tanto anche qualche minaccia ai nostri nemici?
    porcaccia di quella zozza
    ai veri patrioti tolgono la parola e agli immigrati danno anche il giubbotto salvagente, non c’è giustizia…

    "Mi piace"

    • Mi piace immaginarli in casa con mogli e figli, e mentre loro sono intenti a controllare le notifiche del tuider, suonano al citofono, va arispondere il figlio e…
      E poi ci sono tutti quelli del condominio che si affacciano al balcone mentre li portano in questura. Che figura demmerda!

      "Mi piace"

  6. Sì, ma scusate eh.

    3 mesi fa un certo popolarissimo presidente del consiglio è stato buttato giù da un complotto ordito da un innominabile.

    C’é gente assai arrabbiata perché poi, ci hanno messo il DRAGHETTO SPUTAFUOCO e chi ce l’ha messo è il solito Presidentissimo.

    Tra l’altro, per chi non lo sapesse, la famiglia dell’innominabile MTTRLL è molto adusa a querelare chiunque sospetti che abbia mai avuto a che fare con personaggi di malaffare, peccato che poi i fatti un pò per volta siano venuti alla luce.

    Però sai, quando puoi cavartela sostenendo che dopotutto, i soldi ricevuti sono stati solo una modica quantità, allora è tutt’apposto, no?

    Questo futuro emerito presidente è in effetti, altrettanto arrogante e scorretto del precedente, evidentemente ce li mettono apposta.

    "Mi piace"

    • @ Stef Menc

      Wow! “Questo futuro emerito… (omissis) evidentemente ce li mettono apposta.”
      Bella scoperta, Stef Menc!
      Gli italidioti con la memoria da pesce rosso già si sono scordati delle torbide manovre
      che aveva tentato all’indomani del voto del 2018 per vanificare la vittoria dei 5S e si
      mostrano stupiti nel riscoprire che il quasi Emerito non è affatto cambiato da allora.
      Quando la Loggia chiama… i “fratelli” sono sempre pronti a rispondere.

      "Mi piace"

      • Cerca in Rete un articolo che parla per l’appunto di Bernardo MTTRLL. Credo che sia su Gospanews.

        Per il resto metto su mussseca.

        "Mi piace"