Il M5S prova a uscire dallo stallo

(Emanuele Buzzi – il Corriere della Sera) – Accelerazioni che scuotono il Movimento: Giuseppe Conte attacca Davide Casaleggio per uscire dallo stallo e – sempre per lo stesso motivo – la fronda dei parlamentari che aspetta chiarimenti dall’ ex premier si organizza. «Abbiamo predisposto tutto per partire. Siamo pronti. Questa impasse sta solo rallentando il processo costituente, ma certo non lo bloccherà. Verrà presto superata, con o senza il consenso di Casaleggio», dice Conte. L’ avvocato annuncia il ricorso al Garante della Privacy per ottenere i dati degli iscritti al Movimento, che sono gestiti da Rousseau. «Ricorreremo a tutti gli strumenti per contrastare eventuali abusi. Non si può fermare il Movimento, la prima forza politica del Parlamento», spiega a Repubblica .

Poi punge Casaleggio: «Per legge è obbligato a consegnare i dati degli iscritti al Movimento, che ne è l’ unico e legittimo titolare. C’ è poco da scherzare, perché questi vincoli di legge sono assistiti da solide tutele, civili e penali».

L’ affondo dell’ ex premier arriva a circa una settimana di distanza da quando l’ ex premier aveva ipotizzato ai parlamentari M5S un accordo consensuale con la piattaforma, spiegando loro: «Ovviamente il Movimento, da parte sua, si farà carico di eventuali debiti contratti da Rousseau per conto del Movimento». Nel frattempo la trattativa – che dopo mesi ha visto in prima linea Conte, che ha contattato l’ associazione milanese – non è mai decollata. E la sentenza di Cagliari – con il Movimento senza un rappresentante legale riconosciuto – ha fatto deragliare la situazione.

I parlamentari si schierano con Conte. Per Carlo Sibilia, «questo braccio di ferro di Rousseau non fa bene a nessuno». Il sottosegretario all’ Interno puntualizza: «La rifondazione avviata da Conte è bloccata, e parliamo di una delle principali forze politiche del Paese». E suggerisce: «Questo susseguirsi di provocazioni da parte dell’ associazione deve terminare il prima possibile, si chiuda un accordo nel miglior modo possibile e ognuno vada per la propria strada». «Il M5S è la prima forza politica in Parlamento e non può essere ricattato da un’ associazione privata. Da questo assunto non si scappa», attacca invece Sergio Battelli.

Ma anche tra deputati e senatori c’è chi chiede un cambio di passo. La fronda degli scontenti si sta organizzando. Una trentina di parlamentari si è data appuntamento martedì per vedersi faccia a faccia: l’ obiettivo è quello di elaborare un documento da presentare a Conte. La riunione – spiegano fonti qualificate – servirà «proprio per riflettere sulle difficoltà e aiutare il percorso dell’ ex premier».

Il testo che sarà messo punto, sarà uno spunto per il nuovo leader, ma – allo stesso tempo – si presenta anche come una voce importante, superiore al 10% dell’ intera truppa parlamentare, di cui Conte dovrà tener conto. Anche perché tra i frondisti c’ è chi evoca la scissione.

Di certo tra Montecitorio e Palazzo Madama gli argomenti di discussione interni al gruppo non mancano. Tra i nodi che i Cinque Stelle devono ancora sciogliere ci sono le «garanzie» politiche sul futuro degli eletti: dal tetto dei due mandati al ruolo che avranno (anche in vista delle Politiche) in seno al partito. Questioni che si intersecano ai tempi lenti della rifondazione e al «sacrificio contributivo» (come qualche M5S l’ ha definito) chiesto da Vito Crimi per foraggiare le casse del Movimento. «Questa incertezza ci sta logorando», confessa un pentastellato. Che si sfoga: «Con i tempi che si allungano a noi servono risposte chiare quanto prima». Intanto, circola l’ indiscrezione che a gestire la nuova piattaforma saranno i fedelissimi di Beppe Grillo. Tra i nomi, quello di Nina Monti .

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

12 replies

  1. Premesso che non ho mai apprezzato davide casaleggio principe ereditario, ma aporezzo ancor meno il gruppo di cialtroni poltronari con a capo conte.

    Se è lecito chiedere: da quando il sig. conte fa parte del mv5 *?
    Da quando è iscritto al mv5 *?
    Con quale potere si arroga diritto di pretendere i miei dati personali?
    Pertanto, si faccia promotore di una sottospecie di primarie e si crei il suo esercito brancaleone da norcia.

    "Mi piace"

    • @AlessandroCagliost
      Io so solo che ho provato più volte di entrare sulla piattaforma e sul blog x cancellarmi e non ci sono riuscita
      Ma che tu venga a squaraqquare sul M5s è ridicolo
      IL MOVIMENTO È IN CONTINUO CAMBIAMENTO, LO DICE IL TERMINE E, PER GLI IGNORANTI COME TE, STA CAMBIANDO COME È LOGICO FACCIA
      a chi non piace ha tutto il diritto di andarsene ma senza spaccare tanto gli zebedei tanto l’evoluzione del movimento nn lo ferma nessuno, potrebbe andare verso l’estinzione o rifiore alla grande

      I 5☆ hanno sponsorizzato Conte nei 2 governi, Grillo lo ha pregato di prenderne le redini e Casaleggio vuole soldi, Di Battista sta con lui…IO STO CON IL M5S, TE FAI IL CAZZO CHE VUOI TANTO NON CE NE PUÒ FREGAR DI MENO

      PS: DiBattista, che continuo a stimare, per conto mio non doveva lasciare il M5s x un periodo sabbarico proprio quando c’era bisogno di tutti per guidare il governo x 5 anni
      Troppo comodo tornare e incazzarsi xchè le cose non son come vuole lui
      A distruggere il M5s son stati proprio i suoi uomini….spero che rimangano i migliori x ricominciare più convintamente di prima.

      "Mi piace"

  2. Mi pare chiaro: il M5stelle andava depurato dalle sue anime”antiche”, Grillo e Casaleggio.
    Sotto la guida del prudente Conte, buon negoziatore, diventerà un simil PD fino a quando anche Conte riceverà il “trattamento calzini azzurri”. Già se ne sentono le avvisaglie.
    Poi Pensiero Unico forever( che anche a Berlusconi va benissimo).
    Privatizzazioni come se piovesse ( sotto il nome di Onlus e volontariato), traffico di uomini a go-go ( sotto il nome di accoglienza), scuola pubblica ai minimi ( sotto il nome di socializzazione), sanità pubblica distrutta ( sotto il nome di sana competizione pubblico-privato), ecc…
    Praticamente il programma di Destra ma fatto dai “buoni” , come decenni fa aveva già ben notato l’ Avvocato.
    Però ci si sentirà”identitari”raccogliendosi con orgoglio sotto la bandiera delle pubbliche esternazioni del Fedez di turno, accuratamente preparate dal suo Agente.

    "Mi piace"

    • BISOGNA PARLARE CHIARO, OK?

      Perchè altrimenti qualcuno potrebbe pensare che Conte sia stato usato come figurina panini per riconfermare le poltrone di quelli che gli stanno dietro e non hanno la faccia (come il culo) di dire che vogliono rimanere in parlamento a 15k al mese per i prossimi 20 anni. E che Conte si sia prestato al giochino sporco per farsi un partitino, da spartire con i paraculi che dovevano rappresentare NON LORO STESSI, ma i cittadini. Ok?

      Le cosa si dicono chiaramente. Chi ha votato 5 stelle ha votato una cosa che non c’entra un CAZZO con casalino, ok?

      Io ho votato dei PORTAVOCE DEI CITTADINI, ok? Io NON ho votato dei parlamentari ma chi porta avanti i punti del programma del m5s scritto dai cittadini, ok?

      IO NON HO votato per il m5s degli utlimi 4/5 mesi, ok?

      Voi siete divisi perchè siete dei paraculi pari pari al piddi. PARI PARI. Ditelo e facciamola finita.

      Dite che dei CITTADINI NON VE NE FREGA UN CAZZO, perchè vi interessa la vostra BOTTEGA, pagata con le nostre tasse.

      Ditelo e smettete di romperci il CAZZO.

      "Mi piace"

    • @luigi
      Piu che tenerci in piedi conte ha tenuto incollati alla poltrona i ciarlatani che hanno distrutto il mv5 * per interessi personali, vedi gigino o bibitaro e company.

      "Mi piace"

  3. @luigi
    Piu che tenerci in piedi conte ha tenuto incollati alla poltrona i ciarlatani che hanno distrutto il mv5 * per interessi personali, vedi gigino o bibitaro e company.

    "Mi piace"

  4. divertentissimo il bamboccio con la pochette che fa la voce grossa lanciando ultimatum a Casaleggio a nome del Movimento.
    un Movimento al quale il bamboccio non è nemmeno iscritto.
    a che titolo parla a nome del M5S?
    chi cazzo è Conte per il M5S?
    chi lo ha eletto capo del M5S?
    chi anche solo lo ha eletto uomo delle pulizie del M5S?
    solo perché i bambi di Conte continuano ad adorarlo come se fosse il Messia non significa che lo sia davvero.
    Casaleggio, nel bene e nel male, ha operato a fianco del M5S tutti questi anni, e la tanto vituperata piattaforma Rousseau ha consentito ai poltronari di adesso di arrivare ad avere un seggio sotto al culo in Parlamento.
    Conte che cazzo ha fatto, a parte essere miracolato e trovarsi Presidente del Consiglio da un giorno all’altro, senza avere fatto un solo giorno di militanza nel Movimento, senza averne mai sposato o sottoscritto le idee, anzi avendole svendute ora a questo ora a quello (Lega, PD, Renzi, Ciampolilli) per rimanere al suo posto?
    vuole comandare lui, ecco tutto. si sente l’Unto del Signore e non si sporcherà le mani con la militanza attiva finché non gli sarà garantito che sarà il nuovo Capo Politico (una figura che nemmeno esiste più). fino ad allora la tessera, lui, come un pezzente qualsiasi non la prende. solo se è quella d’oro del capo supremo (illuso: il capo supremo rimarrà sempre il pagliaccione).
    e allora piantatela di adorarlo e vedetelo per quell’arrivista che è.
    non è quello che rifonderà il Movimento. è quello che lo renderà una massa informe di decerebrati adoratori del dio Conte, ma senza più alcun credo.

    "Mi piace"

    • Conte come ha detto oggi il Di Maio non siiscrivera mai al M5Stelle perché lui vuole un suo partito personale.Conte come altri è convinto di avere sempre ragione come i RE. E questi per le poltrone sfasciato il M5Stelle

      "Mi piace"

      • L’ape di Maio è meglio che stia zitto, gli conviene, io lo considero peggio di Renzi e Salvini messi insieme.

        "Mi piace"