Napoli, via Luca Giordano: di recente riqualificata ma già piena di dissesti

Occorre procedere con urgenza ai necessari interventi manutentivi

                  ” Molti ricordano ancora le polemiche per i notevoli ritardi che caratterizzano a Napoli i lavori, peraltro iniziati dopo numerose sollecitazioni da parte di residenti e commercianti, solo a gennaio del 2015, per la riqualificazione di una delle più importanti arterie del quartiere Vomero, via Luca Giordano, nel tratto tra piazza degli Artisti e l’incrocio con via Scarlatti, lavori che dovevano durare 300 giorni per un impegno di spesa iniziale di 600mila euro – ricorda Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Invece i lavori furono completati dopo quasi due anni e mezzo, ad anno 2017 inoltrato, anche con una lievitazione, in corso d’opera, dei costi “.

            ” Peraltro – sottolinea Capodanno –  già in corso d’opera ci furono notevoli critiche alle modalità con le quali si procedeva, dal momento che  i lavori venivano effettuati solo lungo la vecchia carreggiata e non anche per i marciapiedi. Critiche che riguardarono anche i materiali utilizzati e la loro messa in opera. Oggi, a distanza di quasi quattro anni dal completamento dei lavori , la strada, come era facile prevedere,  si trova già in condizioni tali da dover essere oggetto di nuovi lavori manutentivi, con dissesti, buche e avvallamenti, disseminati lungo tutto il percorso. Lesionate in gran parte anche le lastre di basalto “.

            ” Di fatto – conclude Capodanno -, allo stato, via Luca Giordano, invece che strada “riqualificata” andrebbe  definita come strada dissestata, come dimostra l’ennesimo transennamento comparso in questi giorni, con conseguenti disagi. Il tutto, dopo un investimento non indifferente, a carico della collettività, e dopo  i numerosi problemi che furono generati all’epoca dall’eccessiva durata dei lavori “.

            Sulla questione Capodanno richiama l’attenzione degli uffici comunali competenti affinché si proceda, i tempi rapidi, ai necessari quanto improcrastinabili lavori manutentivi.