Vitalizio Formigoni, ecco perché gli spetta: motivazioni

(adnkronos.com) – “Il ricorso” dell’ex governatore della Regione Lombardia, Roberto Formigoni “è fondato”. E’ quanto si legge nelle motivazioni depositate dalla Commissione Contenziosa di Palazzo Madama, che ha restituito a Roberto Formigoni il vitalizio, sospeso nel 2019 dopo la condanna definitiva per gli scandali Maugeri e San Raffaele. L’organismo guidato dall’ex sottosegretario alla Giustizia, l’azzurro Giacomo Caliendo, ha annullato la cosiddetta delibera Grasso, il testo del 2015 che prevede la sospensione della pensione per i parlamentari in seguito alle condanne.

Tra le norme citate “la Commissione – si legge nel testo visionato dall’AdnKronos – deve richiamare l’attuale vigenza dell’articolo 18-bis, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito in legge con modificazioni dalla legge 28 marzo 2019, n. 26 (relativo al c.d. Reddito di Cittadinanza), che ha previsto la sospensione dei trattamenti previdenziali solo e unicamente per i soggetti condannati a pena detentiva con sentenza passata in giudicato per i gravi reati di cui all’articolo 2, comma 58, della legge 28 giugno 2012, n. 92. Tale disposizione fa riferimento ai reati di cui agli articoli 270-bis, 280, 289-bis, 416-bis, 416-ter e 422 del codice penale, nonché ai delitti commessi avvalendosi delle condizioni dell’articolo 416-bis, ovvero al fine di agevolare l’attività delle associazioni previste dallo stesso articolo”.

“Si tratta – si legge ancora – come ognuno può vedere, di reati gravissimi quali terrorismo, associazione di stampo mafioso et similia, del tutto anodini con riguardo alla vicenda che ne occupa. Inoltre, la normativa del 2019 prevede anche la sospensione dei trattamenti previdenziali ai soggetti condannati definitivamente a pena detentiva per ogni altro delitto per il quale sia stata erogata, in via definitiva, una pena non inferiore ai due anni di reclusione, ma solo nel caso in cui si siano volontariamente sottratti all’esecuzione della pena. Nel caso di specie tuttavia la situazione del ricorrente non è in alcun modo sussumibile alle circostanze previste dalla norma ora citata”.

10 replies

  1. Mi aspetto ” tutta colpa di Conte”

    Quanti trabocchetti ci sono per fare e interpretare le leggi
    pensioni, no vitalizzi , e chiamatela come è; una pensione per i parlamentari. La pensione, la nostra e lavorare e versare contributi
    La loro pensione -vitalizio parlamentare , e pensione magari anche come avvocato perchè ha versato i contributi .

    "Mi piace"

    • Tracia
      le parole sono importanti..hanno una loro vita e significato..
      spesso sono usate per veicolare saperi, pensieri o informazioni
      spesso vengono usate per derubare o offendere il prossimo
      sono molti i mestieri che usano le parole per svolgere il loro lavoro
      alcuni assolutamente degni
      ma altri molto indegni
      dipende sempre da come le si usa e perchè le usa

      "Mi piace"

  2. Ti rispondo con Pirandello

    “Che colpa abbiamo, io e voi, se le parole, per sé, sono vuote? Vuote, caro mio. E voi le riempite del senso vostro, nel dirmele; e io nell’accoglierle, inevitabilmente, le riempio del senso mio. Abbiamo creduto d’intenderci, non ci siamo intesi affatto.”

    Piace a 1 persona

  3. Chissà perché la conclamata autodichia del parlamento (p minuscola intenzionata) vale soltanto per salvare il culo ai numerosi mascalzoni, cominciando dalla presidente del senato, che pullulano cola e dintorni. Mai una volta che l’autodichia sia stata applicata per mantenere un minimo di dignità in queste istituzioni anche oltre le leggi che valgono per i comuni mortali. Per questo, mai come ora le istituzioni sono così screditate. E rispetto a Formigoni, e lo scrivo serissimo , spero che presto il buon Dio lo chiami a se, a far compagnia ai morti incolpevoli per la sua corrotta gestione della sanità lombarda

    Piace a 1 persona

  4. “… Ho compassione di questa casa, la maledizione le sta sopra sospesa…Verrà un giorno…”
    Alessandro Manzoni
    I promessi sposi
    Cap.VI°

    "Mi piace"

  5. ‘Ecco perché gli spetta’..perché noi italiani siamo un popolo di coglioni che accettiamo nell’ignavia queste porcate, le legittimiamo con l’indifferenza, le dimentichiamo con estrema rapidità e torniamo a votare questi maiali non appena ci ripromettono un futuro radioso e soprattutto ricco.

    Piace a 3 people

  6. Adda finì a nuttata? Per l’Italia di chi lavora, paga le tasse e si impegna ad essere onesto tra la disonestà generale e, in primis, di quella dei suoi rappresentanti politici, mai.

    "Mi piace"

  7. Capito che hanno usato il DL del M5S?
    Così, quasi a sfregio…puniti per il RDC da una nemesi malvagia.
    Quindi nessuna differenza tra pensioni e vitalizi, nessuna autodichia, nessun senso di VERGOGNA.
    Che grandissimi pezzi di…

    Piace a 2 people

    • Anail,

      La commissione ha trovato il “cavillo”: solo ai condannati per casi di mafia , terrorismo o evasione, quindi manca la corruzione

      Poi :«La decisione, che tiene conto di sentenze della Corte costituzionale e delle leggi che si sono susseguite dal 1966 fino al 2019 sul diritto alla pensione che non può essere sospeso se non in caso di evasione o latitanza, è una interpretazione basata sulle norme vigenti”
      Leggi (dal 1966 al 2019 ) per ripristinare il vitalizio ,che in quelli leggi il vitalizio è equiparato alla pensione.

      Quindi sempre di cavilli legali si tratta:

      “Se hai una visione della legge quale arte degli azzeccagarbugli, di chi cioè cerca di confondere le carte affinché, dall’incertezza, possa trarne qualche beneficio, sono sicuro che avrai già usato, almeno una volta nella tua vita, la parola «cavilli legali». Ma cosa sono i cavilli legali? Esattamente cosa si intende con questo termine così inflazionato quando si deve parlare di avvocati, giudici e processi? Il cavillo è, nell’accezione comune, un argomento molto SOTTILE , INGEGNOSO. Trovare un cavillo è come “spaccare un capello in due”. Usare cavilli pur di aver ragione è un modo per dire di mettersi alla ricerca di norme perdute, dimenticate e magari obsolete solo al fine di confondere il giudice e distoglierlo dalla soluzione più semplice e immediata. In verità, spesso succede che a usare il termine “cavillo” è chi scopre in un secondo momento dell’esistenza di una norma di cui non era al corrente e, in questo modo, TENDE A GIUSTIFICARE la propria ignoranza.”

      DL legge 26/2019 trattasi di reddito di cittadinanza e PENSIONI di cittadinanza !

      Trattasi solo di PENSIONI di cittadinanza, oppure in questa legge si parla anche di pensioni (generico ) e di qui il vitalizio è equiparato alla pensione.
      Magari un “cavillo” – che “riguarda solo pensioni di cittadinanza”, per impugnare la decisione della commissione
      Le mie sono solo speranze da ignorante in materia.

      Piace a 1 persona