Il potere seppellirà i dem

ENRICO LETTA NUOVO SEGRETARIO PARTITO DEMOCRATICO

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – L’ultimo arresto di una dirigente della Regione Lazio nel settore dei rifiuti, incidentalmente vicesindaco del Pd di un piccolo Comune, dice tutto su quanto il partito del neosegretario Enrico Letta sia compromesso con la corruzione e il malaffare. Niente che non si sappia soprattutto a Roma, dove proprio il business dei rifiuti ha condizionato per decenni la politica locale, violando a cielo aperto leggi nazionali ed europee, fin quando una sindaca testarda come la Raggi ha messo tutti i freni che ha potuto, dovendo lottare pure con la Regione ora al centro di questo nuovo scandalo.

Questo Pd è lo stesso che dice di voler dialogare con i Cinque Stelle per costruire un fronte progressista da contrapporre alle destre, ma che poi si rivela subito bugiardo e inaffidabile, preparandosi a sfidare la stessa Raggi senza neppure discuterne col Movimento, accettando “la disponibilità” dell’ex ministro Gualtieri e saldando il conto con due seggioline di assessore assegnate ai 5S nella Giunta Zingaretti.

Perciò più che di alleanza sarebbe meglio parlare di tentativo di annessione dei pentastellati in un partito arrogante e del tutto incapace di fare i conti con se stesso. Dal sistema elettorale ai sindaci, il Movimento va bene finché dona il sangue e l’anima, ma non sia mai che i dem ne assumano gli anticorpi per curarsi dalla loro più grave malattia: l’ingordigia del potere.

I Cinque Stelle farebbero bene allora a non perdere altro tempo, e affidare concretamente la leadership a una persona per bene e largamente apprezzata come Giuseppe Conte, per provare a costruire un’alleanza con le forze progressiste ma su tutt’altre basi, oppure a progettare un’alternativa politica migliore di quella offerta da questo Pd, rivolgendosi a tutti quegli elettori consapevoli che non c’è futuro senza solidarietà e lotta alle disuguaglianze, depredando l’ambiente e lo Stato. Italiani che hanno rinunciato da tempo alle scelte ideologiche, e che non si fanno più condizionare né da destra né da sinistra, ma vogliono buon senso. Non è così che i 5S hanno cominciato?

12 replies

  1. La merda piddina fatta di piddini.

    più che il potere fu la viltà, la cialtroneria, la raccomandazione, le raccomandazioni nel corso dei decenni, il NON senso di vergogna, la NON meritocrazia, la complicità con i peggiori, il silenzio sugli scandali degli amici, il silenzio omertoso sui fatti gravi, il far niente, lo ius soli come priorità, il vuoto, letta junior, il nulla, la parola data e non mantenuta, il parlar bene degli amici degli amici, il parlar male di chi critica gli amici degli amici LORO, jerome servo a libro paga dei piddini, la stampa marcia che parla bene sempre di loro indipendentemente dai fatti.

    E’ lo SCHIFO piddino, bellezza. Ma il centro destra è peggio, la sola vostra unica consolazione di riscatto. SPORCHI piddini.

    Piace a 1 persona

  2. “la vocazione maggioritaria del PD”
    Vuol dire che il PD accetta solo alleati subalterni.
    O non l’hanno capito o qualcuno sta accettando di essere subalterni

    "Mi piace"

  3. A me piace molto Conte ma non mi piace questo voler dialogare col PD a tutti i costi. Il M5S si faccia gli affari suoi e contratti eventualmente col PD alla pari e non come zerbino di riserva. A Roma c’è la Raggi, punto!

    Piace a 1 persona

    • la lombardi e l’altra, diventate assessorine della regione lazio, al servizio del pd-l, cosa ne pensano…?

      "Mi piace"

      • La Lombardi, come ho avuto già modo di dire, per me non può più definirsi 5S. Il M5S deve andare per la sua strada e spero che prima o poi facciano un Legge elettorale che non premi le coalizioni ma il “partito” che vince le elezioni, altrimenti ci tocca assistere di continuo a unioni forzate, insensate e poco produttive.

        "Mi piace"

  4. Non so che cosa riuscirà a fare Conte, persona che stimo, per ridare al Mov il senso e la misura del suo valore.
    Oggi è preda di una forma gravissima di afasia, di uno smarrimento che la follìa del suo creatore (signore e
    padrone) gli ha inoculato nelle vene come un virus, rendendolo tremebondo, indeciso, rinunciatario e succubo
    dell’altrui arroganza.

    La “classe dirigente” che ha guidato i suoi passi (Di Maio, Crimi, Fico… tanto per citare i principali) s’è dimostrata
    clamorosamente inadeguata, tanto da costringere il Deus ex machina (stendiamo un velo pietoso sulle sue ultime
    mosse!) a nominare un “curatore fallimentare” che tenti di salvare il salvabile.
    Ma se il Mov continuerà ad accettare di essere preso a calci nei denti dai suoi sedicenti alleati che continuano
    imperterriti nella loro manovra di sgretolamento prima e annessione poi, non ci sarà Domineddio sceso in terra
    che riuscirà a salvarlo!

    Piace a 1 persona

  5. Non si capisce se per Pedullà questo è un presaggio,un augurio o una costatazione. Il partito democratico è ,sconcertantemente coerente con la sua storia, più un’operazione di marketing che un insieme di persone unite da un’idea di società. La loro natura è ben rappresentata dalla voglia di stare nei posti che contano ad ogni costo. C’è da appoggiare un governo tecnico? Sono subito a disposizione. C’è da fare un governo con il proprio nemico di sempre ?Non c’è problema.e come possiamo sorprenderci quando vengono presi con le mani nel sacco ?Più tosto sorprende chi ci si mtte insieme senza adottare contromisure adeguate.

    "Mi piace"

    • @cesaregoffredogranese

      Che cosa intendi per “contromisure adeguate”?
      Le mutande di ghisa, immagino.🙄

      "Mi piace"

  6. È noioso ripetersi, ma il m5s con i personaggi che appoggiano il governo Draghi, Grillo in testa, anche se guidato da Conte ( uomo che stimo) non lo voto di sicuro. Non mi sono mai astenuto. Non potendo votare per il partito della sig.ra Meloni e di La Russa, per la scarsissima, fondata, considerazione che ho per loro – chi dimentica la nipote di Mubarak e la storia dei marò – voterò per Lezzi e Morra ( se faranno un partito) anche se non condivido moltissime loro idee di “sx”. Chissenefrega. Io con i ” quasi golpisti ” NON MI CI METTO.

    "Mi piace"

  7. già detto: se vi fa cagare questo PD perché affetto da “ingordigia di potere” e volete costruire “un’alternativa politica migliore di quella offerta da questo PD”, ma che cazzo volete? alleatevi con qualcun altro!
    ma credete che allearsi col Movimento sia un privilegio raro?
    mi sono rotto il cazzo di leggere le rampogne rosicanti di balordi che sanno che da soli non vanno da nessuna parte e quindi cercano voti da sommare ai propri, e li vanno a cercare da un partito che gli fa schifo, non stimano e vorrebbero cancellarlo dall’esistenza.
    come quegli sfigati provoloni che non trovano moglie, ma hanno paura di rimanere da soli nella vita, quindi vanno a cercare la più brutta del Paese, la sposano e non smettono di dirle che è un cesso a pedali e la picchiano pure.
    ma andate a trovare qualcun altro con cui sposarvi, coglioni!
    oppure sposatevi con quella ma fatevela andare bene, smettete di denigrarla e ringraziate il cielo che pure lei aveva il terrore di rimanere da sola e quindi ha accettato di mettersi con un grattacazzo come voi.

    "Mi piace"