La bella idea di Grillo (e Draghi)

(di Marco Palombi – Il Fatto Quotidiano) – Ah, le idee! Che belle che sono le idee. Si vive, si muore e si fattura con le idee. Le idee, così ci pare di ricordare, sono alla base dell’azione politica: senza idee non si va da nessuna parte. E Mario Draghi ha avuto una bellissima idea quando ha dato ragione a Beppe Grillo sul ministero della Transizione ecologica: lui s’è preso la fiducia del 60% della base grillina – e poi dei gruppi parlamentari (salvo i renitenti alla leva) – e ora il Paese ha il suo ministero del futuro. D’altronde, chi direbbe no a “un governo tecnico-politico” che “preveda un super-ministero della transizione ecologica?”. Nessuno tra i grillini, specie dopo che Grillo in persona aveva spiegato sul suo blog che “un super-ministero per la transizione ecologica è la coordinazione per trasformare la società – non solo l’economia. È uno strumento fondamentale”. Ah le idee, che belle che sono: vanno, vengono, s’adeguano, s’aggiornano. Certi rivoluzionari d’antan dicevano che sì, bene le idee, ma senza il potere di farle camminare si fa solo conversazione: roba vecchia, superata, i bottoni non ci sono e la stanza nemmeno. E così al ministero della Transizione ecologica (il 37% dei fondi Ue) va un tecnico che però lavora a Leonardo/Finmeccanica, cioè Roberto Cingolani, già ospite della Leopolda e locupletato da Renzi, quand’era direttore scientifico dell’Iit di Genova, di una barcata di milioni mentre la ricerca nel resto d’Italia faceva la fame: va detto che il nostro ha prodotto molta ricerca, pure troppa, firmando per anni oltre un articolo scientifico a settimana… Dice: vabbè, ma dipende dalla squadra. E chi sarà il capo di gabinetto di Cingolani? Roberto Cerreto, consigliere parlamentare, già capo di gabinetto di Maria Elena Boschi al ministero delle Riforme (a proposito di ambiente, quanto lo fece penare all’epoca l’emendamento per Tempa Rossa…) e poi all’ufficio legislativo di Palazzo Chigi quando Boschi era sottosegretaria di Paolo Gentiloni. Vili questioni di nomi, vecchi tic giornalistici sugli sconti di potere, estremismo come malattia infantile eccetera: contano le idee, è l’idea che traccia il solco e dentro il grillino ci pianta un fiore. “Mettiamo dei fiori nei nostri bazooka”, ha scritto il Garante. L’acqua poi ce la mette Renzi, tranquillo.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

7 replies

  1. Grillo e il M5S che l’ha seguito, hanno fatto una CAXXTA enorme.
    Si seguita a voler bene ai parenti ” svaniti” per l’età, ma non li si lascia più gestire gli affari.

    Piace a 1 persona

  2. Il 2018 fu un anno pieno di eventi da ricordare.
    Compreso il gol di Brignoli, il portiere, di testa al Milan al 93°, che ci permise la conquista del primo punto in serie A della nostra storia dopo 14 sconfitte. 😬😬😬💛❤️

    "Mi piace"

  3. Alla luce dei voti espressi ieri al Senato per la fiducia, il M5S comincia ad essere insediato dalla lega come forza di maggioranza relativa.
    È scende in tal modo il suo potere di interdizione.

    "Mi piace"

  4. Penso che Grillo ha il diritto di distruggere la sua creatura. Sta a noi e a coloro che sono stati espulsi(avrei preferito che se ne fossero andati) trovare un’alternativa trasferendovi tutti i valori che dettero al Movimento una grande forza innovativa. Stare appresso al M5S attuale non vale più la pena. Alla fine della storia cosa racconterà al suoi ex elettori. Che renzi ha gestito magnificamente il neo ministero della transizione. Nessuno gli impedirà di farlo. Dall’intera classe politica e da coloro i quali tengono in mano il vero potere in Italia abbiamo dovuto sentire di peggio. Perciò ringraziamo Grillo e andiamo avanti. Ce ne sono ancora di cose da fare. Un faro su tutti una seria legge sul conflitto di interesse, vitale per questo paese.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...