I senatori Cinquestelle che hanno detto no a Draghi saranno espulsi

(agi.it) – Saranno espulsi dal Movimento 5 stelle i dissidenti che hanno votato contro la fiducia al governo Draghi. Lo confermano fonti qualificate M5s, senza lasciare adito a dubbi. Quei senatori ‘malpancisti’, è la spiegazione, si sono collocati fuori dalla maggioranza.

Tra i ‘governisti’ nel Movimento, intanto, serpeggia l’amarezza per la decisione presa dai ‘frondisti’, una strada del resto preannunciata nei giorni scorsi nelle chat e nelle riunioni online dei gruppi. Ora, fari puntati sul pallottoliere della Camera dove oggi si voterà la fiducia.

Sono stati in tutto 15 i senatori Cinquestelle ‘frondisti’ a palazzo Madama. Risultano assenti, scorrendo i tabulati della votazione, 6 pentastellati che però non risultano né in congedo né in missione. I voti contrari sono stati dei senatori: Rosa Abate, Luisa Angrisani, Margherita Corrado, Mattia Crucioli, Fabio Di Micco, Silvana Giannuzzi, Bianca Granato, Virginia La Mura, Elio Lannutti, Barbara Lezzi, Matteo Mantero, Cataldo Mininno, Nicola Morra, Fabrizio Ortis, Vilma Moronese.

Gli assenti sono stati: Giuseppe Auddino, Elena Botto, Antonella Campagna, Emanuele Dessi’, Vincenzo Garruti, Simona Nocerino. In congedo per M5s risulta Orietta Vanin, in missione Francesco castiello. Tra gli assenti figura anche il senatore di Forza Italia Renato Schifani.

Sono poi 6 i no alla fiducia dei senatori del gruppo Misto: Lello Ciampolillo, Elena Fattori (componente Leu), Mario Giarrusso, Carlo Martelli, Paola Nugnes, Gianluigi Paragone. Due gli astenuti: Tiziana Drago (Misto) e Albert Laniece (Autonomie). Hanno votato no anche tutti i senatori di FdI.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

50 replies

  1. Per me da iscritto sarebbe meglio – e più democratico – mantenere una minoranza interna, che un domani potrà essere maggioranza interna, che espellerli.

    Piace a 2 people

  2. Saranno espulsi,
    Se continua cosi rimarranno solamente gigino o bibitaro e poltronaro il suo servo sciocco crimi e pochi altri lecxaculi,
    Se sommiamo ai 15 i 19 espulsi precedentemente avremo un nuovo gruppo e se a tale gruppo si unisce Dibba, x gigino o bibitaro sara dura.
    Financo adesser lui l’espulso.

    "Mi piace"

  3. Da critico, fortemente critico verso i malpancisti alla fine una loro espulsione non mi farebbe piacere, soprattutto quella di Nicola Morra.
    Se poi costoro volessero fondare un proprio gruppo usando il simbolo di Ingroia procedessero pure, ma non andrebbero lontano.
    Ieri sera mentre lavoravo a PC avevo in sottofondo radio radicale che trasmetteva le dichiarazioni di voto.
    Il capitone sciacallo, com’è nella sua indole, ha usato la tribuna per proporre il suo programma, quello del primo partito, detto in premessa, si TAV To-Lione, si Pedemontana lombardo-veneta e si Ponte sullo Stretto di Messina, che assicurerebbe da solo la produzione di acciaio dell’Iva di Taranto.

    Ciampolillo ha parlato per ultimo, mettendo in scena il solito teatrino con la Sorbelloni Mazzanti Vien dal Mare, sui suoi ritardi e sulla sua presenza fra gli oratori.
    Però paradossalmente MI È Piaciuto perché ha subito messo a figuremmerdacon il capitone che continua a denigrare la sua persona, ricordandogli di non aver mai lavorato un giorno in vita sua e di comportarsi da sbruffone e PAGLIACCIO.
    Al che la contessa lo ha richiamato e alla fine gli ha tagliato gli ultimi 20 secondi del suo intervento, quelli che contenevano la dichiarazione sul SI o sul NO alla fiducia verso il governo.
    Un portavoce di fratellanza di Taglia ha poi fatto presente alla Sorbelloni un fatto GRAVISSIMO!!!
    La RAI aveva mandato in onda la PUBBLICITÀ quando era arrivato il turno del proprio gruppo, UNICA OPPOSIZIONE, di parlare in diretta nazionale. E tanto bla bla bla indignato.

    W LA RAI.

    "Mi piace"

  4. “Saranno espulsi dal Movimento 5 stelle i dissidenti che hanno votato contro la fiducia al governo Draghi”
    Questo non creto.

    "Mi piace"

  5. *Jerome,
    Su Facebook Salvini è stato già sconfessato circa la quantità di acciaio che produce L ‘Ilva: per il numero di tonnellate che occorrerebbero per il ponte sullo stretto come da progetto, basterebbe un mese di produzione dell’Ilva.
    Non 4 anni.Parla senza assumere un minimo di informazioni, da ignorante quale è .
    L’Ilva è una delle più grandi acciaierie d’Europa.

    Piace a 2 people

  6. che strano paese…!!!
    i disonesti, traditori, tetrapoltronari, destrorsi, usurpatori, avidi, mostratisi per le loro effettive fattezze come servi e reggitori di sacchi dei ladri, corrotti, corruttori e incoerenti (si può dire con una sola parola: ‘nfamoni…? perché se non si può non lo dico…!) si accingono ad espellere dal moV i coerenti e rispettosi del programma, indicato dalle le 5 stelle…, e del mandato ricevuto dal popolo sovrano come portavoci nelle aule parlamentari…!
    che strano paese…!!!

    "Mi piace"

  7. questi hanno perso il cervello. Espellere Morra è come spararsi sui coglioni.

    Hanno perso il cervello, TUTTI. A sto punto non si salva nessuno, perchè stanno sbagliando TUTTI.

    Cosa cambiava “digerire” un si temporaneo a draghi e dire NO sui temi e sulle cose serie, anche a partire dal giorno dopo? E cosa cambia dover “accettare” un NO a draghi su una fiducia che ci sta tutto? Si trattava di mediare sulle due linee oltranziste, cercare un punto di incontro che non poteva e non può che passare sui TEMI e i PUNTI del programma. E solo su quelli.

    La verità, per come la penso, è che gigino gioca sporco. Penso ci sia lui dietro queste espulsioni. NON puoi espellere Morra, che è m5s più di tutti. crimi è troppo coglione e tonto per pensare a queste strategie, dettate solo da cattiva e spregiudicata ambizione personale.

    A pensarla MALE, si deve pensare solo male, c’è “qualcuno” che punta a formare un partito politico “classico”, dove le regole semplici e di base del m5s NON varranno più. Mi sembra evidente. Tutto è iniziato con la raggi e con lo stralciare il limite dei mandati. Ora puntano a stralciare il limite, sulle poltrone di roma.

    Infine confermo quello che penso: la lezzi è e rimane una CRETINA.

    "Mi piace"

    • Ma non lo vedi che sei TU che riconfermi le VOSTRE REGOLE DI BASE?
      E non c’è anche quella di rispettare il volere della maggioranza nelle votazioni su ROUSSEAU tra queste?
      Poi ti lamenti e insulti?
      Tra l’altro, sulla prima parte del tuo discorso sono perfettamente d’accordo con te, esclusi i soliti gomblottismi antibibbitaro, ridicoli.

      Piace a 2 people

      • Non capire che andare a elezioni ora NON è possibile per EVENTI ECCEZIONALI tipo seconda guerra mondiale, vuol dire essere degli imbecilli, vedi lezzi.

        E NON capire che non puoi espellere per gli stessi eventi ECCEZIONALI i Morra che han fatto così SOLO ECCEZIONALMENTE a seguito di EVENTI ECCEZIONALI tipo seconda guerra mondiale è da farabutti, vedi i manovratori, in particolare uno.

        Piace a 2 people

      • Purtroppo, se hai quella regola, non puoi selezionare. Anche io apprezzo Morra e non Lezzi, ma se Morra si comporta come Lezzi, purtroppo, va incontro alle stesse regole, secondo me eccessive e penalizzanti, che loro stessi, nella loro autointransigenza, hanno sostenuto.
        Mi dispiace, però penso che comunque, anche da un eventuale gruppo esterno, di fronte a certe scelte precise sui provvedimenti (tipo prescrizione ad es.) saranno comunque concordi con gli altri, quindi la maggioranza non sarà depotenziata più di tanto, per i temi che ci uniscono.

        "Mi piace"

      • Premesso che non sono d’accordo con queste espulsioni, ti chiedo a te che ce li hai in cura, secondo te che malattia hanno questi secondo cui giggino il bibitaro si nasconde dietro ogni anfratto?

        Piace a 2 people

      • Disturbo ossessivo compulsivo. Oltre che schizofrenia paranoide, che gli fa vedere nemici ovunque.
        E scartavetramento di zebedei, a noi, con conseguente ORCHITE ACUTA.

        "Mi piace"

      • No, ma a parte quello, la cosa che mi chiedo è: quanto lo sopravvalutano? Dai su, è migliorato, ha studiato, ma non è che è diventato Einstein. Come può essere che manovri tutto? Manovrerà pure qualcosa, ma lui per esempio con Draghi che avrebbe manovrato? Dai, su. Ha ricevuto la chiamata alle 7 e se la sarà fatta sotto.

        Piace a 1 persona

      • Ma certo, come fanno col PD, che, senza accorgersene, trasformano in una specie di Comitato di Stoccolma del premio Nobel. Tutti geni supermachiavellici, tutti cardinali Richelieu, sempre lì a ordire trame… ma poveretti, quelli sono mezzo morti, invasi da idioti renziani nostalgici… Io l’ho scritto più di una volta: “li sopravvalutate!”
        E così fanno con Giggino, facendolo passare da bibbbbitaro a genio della politica poltronara in un nano secondo. Mah.

        "Mi piace"

      • Esattamente! Pdini strateghi de che? Spolpati dall’interno, e a quanto pare pronti a rifare tutti gli errori. Spero che l’intergruppo si faccia anche alla camera, perché senza leu gli Orfini et similia sono pronti a offrirsi di nuovo al carnefice senza colpo ferire.

        Piace a 1 persona

      • l’unica mente più raffinata è quella di gigino. crimi è come orso yoghi, un tonto. Ancora devo capire, da ingegnere con azienda tecnologica che fa elettronica avanzata, COME CAZZZO ha fatto, per la terza volta consecutiva, a rimanere ministro.

        Mi dovete spiegare scientificamente come CAZZZO ha fatto per la terza volta consecutiva a rimanere ministro. E’ l’unico che le ha sempre vinte tutte, a suo vantaggio.

        I faccio sempre di conto. E 1+1 fa 2.

        Piace a 1 persona

      • Era il capo politico del M5S. Lo è ancora, ufficiosamente. Ha studiato, e ora si comporta in modo riflessivo e misurato. Comunica in modo chiaro, senza scomporsi, spiazzando gli interlocutori con la calma e la adeguatezza delle risposte. Ha ottenuto la stima delle persone che contano nel suo campo(vedi ambasciatore americano che lo ritiene l’unico affidabile), nonché alcuni risultati evidenti.
        Appare come un politico serio.
        È curioso che venga considerato più bravo dagli altri che dai 5s.

        "Mi piace"

    • @Andrea

      “c’è “qualcuno” che punta a formare un partito politico “classico”, dove le regole semplici e di base del m5s NON varranno più. Mi sembra evidente. Tutto è iniziato con la raggi e con lo stralciare il limite dei mandati.”

      Stai parlando di METODI, non di TEMI.

      Come ti dicevo i metodi determinano TEMI ed alleanze.
      Rileggiti quello che avevo scritto.
      Prima o poi lo capirete tutti e riprenderete a parlare di REGOLE, ovvero di METODO.

      Un metodo, ovvero un insieme di regole, che può essere più o meno verticistico, più o meno trasparente.

      Quello che avete ora, il metodo intendo, non è né trasparente né democratico. È il peggio del peggio.
      È partitocrarico ma più subdolo perché finge di essere altro.

      Il M5S va ricostruito sulle REGOLE, non sui TEMI più o meno di “sinistra”.

      "Mi piace"

      • Carissimo Andreaex,
        non sto parlando di metodo, sto parlando di figli di mignotta che giocano sporco.

        Il metodo come ti dissi, scegliolo tu. E quelli che dovranno seguire quel metodo e le sue regole associate, scritte da te, sceglili sempre tu. Tra meno di due anni, mi ci gioco la casa, quei tizi ti faranno pernacchia. Saranno come giggino (su di lui spero ancora di sbagliarmi, ma congiungendo i puntini le cose non tornano).

        Ne ho viste tante nella vita, ma Morra espulso dai 5 stelle è come Papa Francesco scomunicato dalla chiesa cattolica.

        Sono cose che non si possono nemmeno pensare, perchè non stanno in piedi. INDIPENDENTEMENTE dai metodi. Anzi, coi metodi, in italia, le cose son pure peggio. Guarda i 5 stelle, quelli che son partiti col metodo, almeno inizialmente. Volano solo piatti. E non mi dire che il m5s è quello senza metodo rispetto agli altri. Perchè gli altri NON lo hanno MAI avuto: le porcilaie senza metodo funzionano BENISSIMO.

        Applicare il METODO in italia significa finire peggio che una porcilai a cielo aperto. I dati parlano da soli.

        Te le ripeto, non è un problema di metodo, ma di italiani.

        "Mi piace"

    • Sono anch’io molto triste per le espulsioni e soprattutto per quella di Morra, ma purroppo sono sacrosante! se la base ha detto di votare la fiducia a Draghi tu voti la fiducia a Draghi. Poi puoi dissentire in milioni di cose e rompere continuamente le scatole alle riunioni, ma il rispetto delle decisioni prese a maggioranza deve esserci altrimenti ognuno va per conto suo e non avrebbe senso neanche avere i partiti. Gli stessi capigruppo di camera e senato hanno chiaramente detto che il si del M5S non è incondizionato né scontato, allertando il PdC che verrà ben valutato ogni provvedimento.

      Piace a 1 persona

  8. Ma che cosa volete? Non siete voi quelli delle regole SPECIALI PER VOI?
    E allora subitele.
    Ve lo scrive una che vi ha sempre “consigliato” di giocare con le regole di tutti gli altri, per non complicarvi la vita e partire sempre svantaggiati. Ma se siete duri e puri, poi non lamentatevi se la cosa si ritorce su di voi.
    Non avete rispettato la regola di uniformarvi alle votazioni interne e ora ne subite le conseguenze. Punto.

    "Mi piace"

      • Idiota, vedo che non hai capito da dove viene la critica e il dispiacere.
        Continuate così, a farvi del male inutilmente…se ragionate col q come tu hai appena dimostrato.
        Tra l’altro la Boldrini è PD, ignorante.
        Io sono Leu, da sempre simpatizzante m5s.

        Piace a 1 persona

    • veramente l’espulsione è “giocare con le regole di tutti gli altri”
      dubito che, se a scrutino palese, i raggruppati in qualsiasi partito,
      a meno di votazioni su questioni etiche/religiose dove spesso viene lasciata libertà di scelta,
      possa votare contro senza subire defenestramenti o messe al bando più o meno palesi.
      se fossero duri e puri, sempre che sia una condizione possibile in natura,
      cosa non certa, accetterebbero il voto contrario essendo “uno non differente da uno”
      anzi potrebbero pure mettere la cosa al voto in rete, visto che l’opinione di
      l’uno temporaneamente messo in vetta, abbia più valore di uno che non lo è.

      "Mi piace"

      • Negli altri partiti, perlomeno in quelli attuali, non ci sono espulsioni per i dissensi, in genere.
        Ma il discorso è più ampio.
        Tante regole che il m5s si è dato, spesso sono servite solo a creare l’handicap iniziale, che li ha penalizzati rispetto agli altri.
        È un’ingiustizia autoinflitta. Anche quando sono regole ammirevoli, tipo quella di non mettere le ‘zampe’ sui canali TV.
        Il risultato è stato avere TUTTI i media contro.
        Peccato.

        "Mi piace"

  9. Non è che leu sia meglio della boldrini, anzi, da montelupo si vede caraia dio li crea e poi li appaia,
    Peste nera e melma puzzolente.
    Le vicende delle mascherine, siringhe e vaccini la dicono lunga su simili ceffi.

    "Mi piace"

    • Vabbé tu sei leghista.
      Non vale la pena di risponderti nel merito delle sciocchezze che scrivi.
      Sai solo riversare fuori ciò che hai dentro.
      Nessun ragionamento serio, solo livore.

      "Mi piace"

  10. allora uno vale uno, stoca!?
    manco più la funzione di chemioterapico siete.
    ormai apparite più simili al cancro che dovreste combattere.

    "Mi piace"

  11. Le espulsioni per il dissenso sono vergognose, più che puffone (come lo ha definito il Corriere….peluche) si dimostra essere un impiegatuccio rigido e anche ottuso, quando in questi casi ci vuole mediazione e comprensione delle ragioni degli altri, soprattutto se sono i fondatori dei primi meet up. Che fine indecorosa per il Movimento, sembra che se la stiano giocando alla grande a smembrare i poveri resti

    Piace a 1 persona

  12. Questo blog dove ognuno scrive i suoi commenti sta diventando un post di insulti reciproci, vi suggerisco di scambiarvi i numeri di telefono in modo da potervi insultare in diretta,(sono sicura che ora ce ne saranno anche per me) anche perchè non si ha molto il senso dell’umorismo…
    Parlando invece dell’articolo, se la linea dettata dalla direzione e dalle decisioni del Movimento nel corso delle assemblee tenute dalla dirigenza era quella di votare a favore, per disciplina di partito dovevano regolarsi per il si.
    Tenete presente che le scissioni da parte degli scissionisti duri e puri non hanno vita facile, lo abbiamo già visto con il partito comunista, si sono creati addirittura 3 partiti: Rifondazione, Comunisti Italiani e PD. E’ rimasto solo il PD come partito che ancora conta qualcosa-
    Il movimento 5 S non è un partito, ma deve esserci una linea univoca da seguire altrimenti la gente che li vota si disorienta e li abbandona o ritorna al vecchio partito, vedendo la forte litigiosità interna, che è la peggiore cosa che possa accadere ad un partito.
    I cani sciolti vanno lasciati andare faranno i randagi…

    Piace a 1 persona

  13. Le regole sono chiare e vanno rispettate, ma i primi a disattenderle sono stati Grillo & soci, prima si vota poi non si vota e poi si rivota nel giro di un paio di giorni. Tutto in bianco, senza discussione e senza presa d’atto, come fossero tutti dei soldatini.
    Se volevano degli “yes e così sia”, visto che si riempiono la bocca dello statuto, perchè non lo hanno messo in chiaro? Ora le espulsioni, in questo frangente, mi sembrano più una vendetta e togliere di mezzo il dissenso, più che la osservanza di una regola. Crimi è solo l’esecutore di altrui scelte.
    Si sono infilati in un cul de sac.

    Piace a 3 people

  14. @Adriano58
    “Le regole sono chiare e vanno rispettate, ma i primi a disattenderle sono stati Grillo & soci”

    Le hanno disattese da anni, non d ieri.

    Sono anni che ve lo scrivo ma voi, quando ancora si poteva fare qualcosa, avete fatto finta di non vedere, ora la situazione è IRREVERSIBILE.
    E la colpa è anche di una base acritica che ha taciuto.

    Ora siete contenti?

    "Mi piace"

      • @ PDR
        Nessuna soddisfazione, solo rammarico.
        Però penso che questo lento degenerare del M5S si sarebbe potuto evitare con un confronto aperto e sincero, senza servilismi né atteggiamenti di sudditanza.
        È mancato per colpa del tifo da stadio che hanno sempre avuto i grillini, tutti i grillini ad eccezione di qualche espulso della prima ora.

        I limiti li avrebbero potuti vedere sia Di Battista che Marra ma hanno preferito soprassedere per non creare una crepa nel M5S.

        Pessima strategia, ora la crepa è diventata una voragine.

        Piace a 1 persona

      • @Paolo Diamante
        Specie se hai detto tutto e il suo contrario, sempre, all’interno di ogni singolo commento.. Così nessuno capisce che cosa pensi e tu hai sempre ragione.

        "Mi piace"

  15. Questa volta il voto su Rousseau è stato spaccato quasi a metà, non si può espellere l’altra metà (diverso è il discorso di Di Battista di farsi da parte). Qui non si tratta di un voto imprescindibile sulla mafia, il conflitto di interessi, la prescrizione, etc. etc. in qual caso le espulsioni devono essere pressoché automatiche … si tratta di voto di fiducia a un governo draghi … dico draghi !!!

    Io ho votato SI su Rousseau perché secondo me si fa migliore opposizione e difesa delle conquiste di questi due anni da dentro, da fuori avremmo assistito alle cancellazioni di tutte le norme volute dal M5S (sempre opinione mia), ma capisco benissimo le ragioni del NO.

    Crimi si sta comportando da burocrate, da mero esecutore di ordini arrivati dall’alto. E’ lui che se ne deve andare!!!
    Già il colloquio con Mattarella durante la crisi renzi mi era sembrato troppo, troppo morbido.

    Leggo che ci sono spaccature anche nel PD, fra Bettini e Marcucci (capogruppo ex(?)-renziano). Anche lì penso che prima o poi esploderanno fra ex(?)-renziani e gli altri.

    Io alla fine non credo che verranno realmente espulsi, sarebbe puro tafazzismo. Mai come in questo momento bisogna stare uniti, sta cambiando tutto, ci sono spaccature in tutti gli altri partiti dalla fi, lega al PD e pure dentro Sinistra Italiana.

    Piace a 3 people

  16. Quello che mi fa specie è che nessuno valuti il danno immenso che si procurerebbe espellendo chi ha votato No.Ma velo immaginate , rimettere in discussione la presidenza dell’antimafia? Senza parlare della necessità di rimettere in discussione gli assetti di tutte le altre commissioni. Per farvi un esempio,FdI sta chiedendo la presidenza della commissione di vigilanza Rai che,per statuto,spetta all’opposizione.
    Giudico queste espulsioni, se si volesse davvero procedere, un perfetto suicidio demenziale.Il danno che ce ne deriverebbe sarebbe di gran lunga superiore alla volontà di manifestare “coerenza” in questo frangente,quando la coerenza , più di una volta, è stata messa da parte già più volte in passato ( vaccini non obbligatori ma consigliati) con conseguente perdita di un gran numero di simpatizzanti e attivisti (nel nostro meetup ne abbiamo avuto in numero cospicuo).

    Piace a 4 people

  17. La rivoluzione mangia i suoi figli migliori. In questo caso è una procedura molto discutibile a far ripetere la storia. Un capo politico reggente che non è più tale in virtù dello stesso Rousseau sul quale sono state cambiato l’assetto direzionale.Un quesito fuorviante posto in un momento sbagliato quando il nuovo governo era una nebulosa che quando si è dissolta ha fatto trasalire e restare senza parole la maggior parte degli iscritti.Chi non prenderà atto di ciò non è perdonabile e in malafede.

    Piace a 2 people

  18. Io ho votato sì all’entrata nel governo draghi, ma per un soffio.
    Mi è sembrato che fosse meglio entrare, vedere il bluff e solo allora uscire.
    Rivoterei sì.
    La fiducia a draghi viene dopo, quando draghi ha tirato fuori dal cilindro uno zoo di ministri, col M5S inspiegabilmente molto penalizato rispetto a tutti gli altri … direi un chiaro messaggio … col ministero garantito a Grillo che viene assegnato a una persona come minimo discutibile, e direi più renziana che grillina …

    Votare sì sarebbe stato ancora più dura che la volta scorsa, ma credo avrei votato comunque la fiducia (per poi uscire alla prima porcata), ma capisco benissimo quelli che hanno votato no.

    Quindi espellerli è stato brutto brutto, e anche stupido, anche perchè a breve dovranno uscire anche quelli che hanno votato sì (o draghi pensate sia realmente diventato un profeta dei popoli, dopo una vita di esecuzione di ordini antidemocratici?), e allora cosa gli diranno? “scusate vi abbiamo espulso per una cosa che avete fatto e che subito dopo però abbiamo fatto anche noi?”

    Avrebbero dovuto tenerli dentro.
    Ma ormai è fatta.
    E forse non è nemmeno un male.

    Mi sembra ovvio che ora i fuoriusciti faranno un movimento loro, meno disposto a compromessi, e capace di recuperare i delusi del movimento, voti che il M5S con la sua politica del meno peggio si era ormai irrimediabilmente persi.

    Avremo allora due movimenti, uno più riformista e uno più rivoluzionario, ce ne sarà per tutti i gusti, e potranno tentare accordi fra loro, certamente più proficui di quelli con la casta maledetta che ha a cuore solo l’interesse dei suoi padroni.

    E’ stato un errore espellerli, ma non tutto il male vien per nuocere.

    "Mi piace"

  19. Ma finitela di fare dei distinguo da prima repubblica, coi vostri “sì bisogna essere responsabili” “sì bisogna esserci perché sennò i disonesti si fregano tutto”: i veri disonesti sono quei cazzettari che hanno cacciato Morra e tutti quelli che sono stati coerenti.
    Oh che vi credevate, che la coerenza fosse gratis? Che non costasse neanche un sacrificio?
    Bella figura quei coglionazzi che hanno detto a Draghi “le faremo le pulci” “le romperemo le scatole”: sai te cosa gliene sbatte a Draghi delle pulci del Movimento, sapendo che quelli sono così attaccati alla poltrona come un De Michelis qualsiasi che non la mollerebbero nemmeno se si cancellasse il RdC dall’oggi al domani.
    La colpa è solo di uno: quel pagliaccio cretino di GRILLO! Smettetela di trattarlo come un dio, è un coglione che da un anno e mezzo non ne ha azzeccata una perché vuole fondersi col PD! Era meglio se quella volta la tessera gliela davano. Bamboccio cazzaro imbecille.

    "Mi piace"