Anti-prescrizione: pressing renziano su Marta Cartabia

(di Giacomo Salvini – Il Fatto Quotidiano) – La bomba prescrizione per ora è lì, sotto la scrivania del nuovo ministro della Giustizia Marta Cartabia. Pronta ad essere innescata spaccando subito la nuova maggioranza che sostiene il governo Draghi. Venerdì, dopo la fiducia, nelle commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera non si voteranno gli emendamenti di Enrico Costa (Azione) e Riccardo Magi (Più Europa) che avevano posto la cancellazione della norma Bonafede che blocca la prescrizione dopo la sentenza di primo grado come pregiudiziale all’articolo 1 del decreto Milleproroghe. Un segnale “distensivo”, hanno spiegato ieri Costa e Magi, in attesa di “un segnale di apertura e fiducia” del nuovo Guardasigilli.

Ma nel frattempo restano “segnalati” (cioè considerati prioritari) gli emendamenti di Forza Italia e di Italia Viva per spazzare via la “blocca-prescrizione” e tornare alla vecchia legge Orlando, che la sospendeva solo per 36 mesi tra primo grado e Appello. Non è detto che la prossima settimana questi emendamenti saranno votati perché, come hanno deciso ieri i capigruppo in una riunione informale, si vuole evitare che la maggioranza imploda ancor prima che il nuovo ministro si insedi. Ma lasciare sul tavolo gli emendamenti è un modo per tenere sulle spine Cartabia e chiedere un segnale da parte sua su un tema così divisivo: “Noi non abbiamo ancora congelato niente – spiega la responsabile Giustizia di Iv Lucia Annibali – la prescrizione resta un punto importante come quello del processo penale”. Stessa idea del forzista Francesco Paolo Sisto che insieme al collega Pierantonio Zanettin ha confermato le sue richieste di modifica: “I nostri emendamenti li teniamo – dice al Fatto – aspettiamo di parlare con il ministro Cartabia, che ha un’autorevolezza indiscussa, e che venga a riferire il suo programma. Poi decideremo cosa fare”. Sisto, responsabile giustizia di FI, spiega però che la condizione per deporre l’ascia di guerra è che Cartabia “cambi radicalmente approccio rispetto a Bonafede sulla giustizia”. Ergo: “Riformare il processo penale e la prescrizione mettendo al centro il cittadino e non i pm in base al principio di non colpevolezza” conclude il berlusconiano.

Insomma, i due partiti della nuova maggioranza guidati da Matteo Renzi e Silvio Berlusconi chiedono che sia il Guardasigilli a dare segnali per superare le due norme volute da Bonafede su prescrizione e riforma del processo penale (approvata dal governo giallorosa e bloccata in commissione), in cambio di quella che Sisto chiama una “riappacificazione sul tema della giustizia”. Stessa minaccia ventilata da Costa, avvocato eletto con FI e poi passato con Carlo Calenda, che pur avendo ritirato il suo emendamento ci tiene a spiegare che il suo “è un atto di rispetto nei confronti del ministro, ma chiederemo modifiche immediate sullo stop alla prescrizione e sulla riduzione dei tempi del processo – spiega – ma una cosa è chiara: ora ci vuole un cambio radicale rispetto all’impianto di Bonafede”. Una posizione che già la prossima settimana potrebbe spaccare la maggioranza visto che il M5S continua a fare muro sul tema: “Se Cartabia tocca la prescrizione, ce ne andiamo dalla maggioranza” ha minacciato domenica Vito Crimi nell’assemblea con i senatori M5S.La conferma arriva dalla deputata Vittoria Baldino: “Non siamo disposti a fare passi indietro sulla prescrizione” dice al Fatto. Intanto Bonafede ha annunciato che voterà la fiducia al governo per “tenere unito il M5S” ma “non sarà in bianco”. Ma, oltre a porre condizioni a Cartabia, Berlusconi e Renzi stanno provando a piazzare un sottosegretario a testa a via Arenula per “controllare” l’operato del Guardasigilli: i renziani spingono per Gennaro Migliore mentre FI vorrebbe Sisto. Che non smentisce: “Lo deciderà la provvidenza”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

10 replies

  1. “Se Cartabia tocca la prescrizione, ce ne andiamo dalla maggioranza”. Su questo non si torna indietro! La prescrizione è un punto dirimente per il M5S, siamo lì dentro proprio per controllare queste cose (insieme a porre i veti alle assurde richieste di confindustria su rdc e licenziamenti).

    Piace a 1 persona

    • Come hanno controllato su Rai. Autostrade. nomine di colossi quali Eni, Enel, Ferrovie, Leonardo ecc.ecc.
      che gliele hanno fatte sopra, sotto, di lato e non se ne sono accorti. Danno l’impressione di essere completamente rintronati.

      "Mi piace"

      • Gliele hanno fatte soprattutto da DIETRO.

        Comunque un percorso che avesse come termine l’abrogazione della legge anti prescrizione potrei pure accettarla.
        Ma dovrebbe arrivare dopo aver RIPRISTINATO le regole di decenza in materia di Codice Penale e di Procedura Penale, stravolte dalle leggi CRIMINOGENE VOLUTE DAI GOVERNI DEL NANO PEDOMAFIOSO E PIDUISTA PREGIUDICATO.
        L’ACCENDIAMO?
        O GLI DIAMO FUOCO?

        "Mi piace"

    • Solo scenografia per seguaci che si bevono la propaganda social.
      C’è un livello più in alto, quello dei Beati, a cui ai demoni legaioli viene interdetto l’accesso.

      "Mi piace"

  2. Se qualcosa andrà male sarà colpa degli altri, se qualcosa funzionerà sarà perchè ci sono loro,
    mettila come vuoi, ma continueranno ad invadere la comunicazione ad ogni ora del giorno, e l’INFORMATORE UNICO farà da grancassa.

    Piace a 1 persona

    • Però ha ragione.
      Il governo Conte in fondo, è caduto, indirettamente, per proteggere la riforma Bonafede.
      Che fai, ora molli sulla prescrizione?
      Non esiste, non deve esistere.
      Anche perché l’Europa è contro la prescrizione.
      Questa Cartabia, secondo me, di tutti i ministri, è la più parruccona e la più pericolosa.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...