Vaccini a parenti e amici, manager e politici: il Nas indaga su 540 dosi “abusive”

(HuffPost) – Il Nas indaga su 540 dosi somministrate abusivamente a parenti e amici: cinque procure hanno aperto inchieste sui destinatari delle dosi, tra i quali figurano commercialisti, sindaci, politici, manager, parenti, amici. Lo scrive Repubblica.

Per esempio nel palermitano, su 1.121 vaccinazioni effettuate (dati aggiornati al 21 gennaio) all’Ospedale Madonna dell’Alto di Petralia Sottana ce ne sono 333 sotto inchiesta. E asi simili si registrano lungo tutta la penisola: 

Ad oggi i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione guidati dal generale Paolo Carra stanno facendo approfondimenti su 540 dosi arbitrariamente erogate in alcuni centri del territorio nazionale.

 Le procure di Modena, Ragusa, Reggio Emilia, Forlì, Trapani e Palermo hanno disposto indagini per valutare se, oltre all’inopportunità di superare in lista di attesa i soggetti più esposti al rischio contagio, si possa ravvisare il reato di abuso di ufficio.