Crisanti: “Lockdown subito o saltano le vaccinazioni”

“Serve un lockdown vero, duro, veloce e questo vale ancor di più ora che c’è da gestire una campagna di vaccinazione prima che le varianti complichino la situazione”. Lo dice in una intervista al quotidiano La Stampa il virologo Andrea Crisanti, professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova.

“La mia strategia è sempre la stessa: farei un lockdown duro per abbassare i contagi e poi una vaccinazione di massa”, spiega Crisanti.

Nell’intervista il virologo si lascia andare anche a una valutazione più politica della gestione dell’emergenza Covid in Italia: “Invece di spendere in banchi a rotelle e bonus vacanze bisognava potenziare il sistema territoriale”, attacca.

Secondo Crisanti, occorre “portare la pandemia ad un livello tracciabile con un lockdown vero e potenziare i test come non si è mai fatto”.

“È anche la via più veloce per una vera ripresa economica”, osserva il professore. “Altrimenti si proseguirà nella situazione attuale, in cui nessuno capisce cosa succede, in attesa della vaccinazione che se va tutto bene finirà tra un anno”.

22 replies

  1. boh
    Crisanti non si accorge che oramai, con tutte le sue dichiarazioni ad ogni piè sospinto, ha perso molta credibiltà?
    Tra comitato, ministri, regioni ecc.., arriva per ultimo lui a dire che è tutto sbagliato e che è tutto da rifare, come quando diceva che era impossibile che ci sarebbe stato un vaccino valido entro il 2020, per poi essere uno dei primi a farlo e a farsi riprendere.

    "Mi piace"

    • Mi dispiace ma sono con Crisanti.
      Le ha azzeccate TUTTE ma i politici si fanno megafono dei vari portatori di interessi. Spesso aizzando il fuoco con la loro irresponsabilità.
      Crisanti studia le epidemie come missione della sua attività di ricercatore.

      Piace a 2 people

    • @Adriano
      E non ti sembra il massimo della cautela aver fatto quella dichiarazione?
      Non ha criticato il vaccino Pfizer, ha semplicemente affermato che bisognava attendere la certificazione in base ai dati. Ovviamente tale dichiarazione è stata subito usata CONTRO di lui, dai soliti lacchè, forse perché ha osato fare ombra a Zaia? Non prima di avergli salvato il c…, però.
      Infatti, ora si vedono i risultati del Veneto…

      Quella dei banchi a rotelle, invece, se la poteva risparmiare.
      Ormai è strausata come accusa, è diventato un trito modo di dire, al livello di “non ci sono più le mezze stagioni”, e sulla sua bocca di scienziato suona malissimo.

      "Mi piace"

      • Anail
        massimo rispetto per medici e scienziati
        ma che non passi giorno senza una sua dichiarazione mi insospettisce molto ed è francamente desolante.
        Il mio medico non mi telefona ogni giorno per dirmi di fare attenzione perchè c’è il covid.
        Crisanti ha le sue opinioni e le sue certezze, ma anche gli altri componenti del CTS, e le scelte sono scelte politiche. Cosa desidererebbe che abbiano il suo nulla osta? Riguardo al vaccino ho fatto notare che in medicina non si ha la verità assoluta, bisogna sempre confrontarsi. I litigi con Zaia li noto, ma il fatto che due ego ipertrofici si scontrino, frega niente, uno è un politico l’altro è un ricercatore infettologo, mi frega invece quando tutti e due cercano di fare il lavoro dell’altro e sono disastri, vedi ora il collasso del Veneto in cui Zaia, geloso, ha preteso di fare il “faso tutto mi”, e l’altro cerca ritorsioni mediatiche ad ogni piè sospinto, cercando ambedue di minare la credibilità dell’altro.
        Ambedue “personaggetti”.

        "Mi piace"

      • Non mi sembra che nomini mai Zaia, né che dichiari più di altri. Sai bene che questi scienziati vengono continuamente interpellati dai media. Io vedo molto più spesso Galli, ad esempio, è ovunque, ma grazie a Dio… Meglio 1000 sue presenze, che 1 sola di Zangrillo, con cui è riuscito fare danni incredibili.

        "Mi piace"

      • Anail
        nessuno nomina l’altro
        ma ad una dichiarazione dell’uno, arriva subito la reprimenda dell’altro. Da tragedia a farsa, c’eravamo tanto amati

        "Mi piace"

  2. Ma certo Crisanti, chiudiamo tutto e tutti!
    Arresti domiciliari coatti finchè non sarà rimasto un solo euro nei conti correnti.
    E vaccini inutili, naturalmente. Ogni 3, 4, 5 mesi? Ogni quanto vuoi vaccinare l’intera popolazione, visto che non si conosce la copertura, nè gli effetti a lungo termine?
    Un virus para Influenzale, lo vuoi combattere con vaccini e arresti domiciliari in massa?

    È questa la Scenzah che il governo ci impone? Sto rivalutando il mago Telma.
    Vi immaginate se si pensasse di debellare l’influenza con lockdown e vaccini, anzichè con il curare i malati gravi?
    Perchè sì, certo, il Covid ha sintomi più gravi, soprattutto per le fasce più deboli, ma è comunque un virus para influenzale e si comporta come un’influenza.
    Se lo si volesse davvero combattere, si curerebbero i malati, anzichè rinchiudere i sani. Si vaccinerebbero le categorie a rischio (senza obbligo), che rischiano meno i sintomi a lungo termine (un ottantenne o novantenne ha un’aspettativa di vita ridotta) ma rischiano di più adesso.
    Si lascerebbero i giovani e i sani acquisire in modo naturale le difese necessarie e durature affinchè il virus smetta di essere così aggressivo.
    Se invece quello che si vuole è azzerare l’economia per la New ricostruzione, è un altro discorso.
    Allora il ragionamento di Crisanti è perfetto: si può ben devastare l’intera nazione con popolazione annessa con la scusa di salvare lo 0,2%.
    Non fa una piega.
    Ovviamente poi, nella New Normality ipertecnologica, le cure raffinate e costosissime, non potranno essere somministrate a tutti.
    Meglio iniziare ad inculcarlo nelle testoline dei plebei: “la sanità non ce a fa a curarvi. Quindi tutti rinchiusi in casa”…
    mica tassare i miliardari della Big Tec che operano la censura di stato-privata.

    "Mi piace"

  3. Jerome b. Tieni presente che il dott. Crisanti è ok per quanto riguarda soluzioni per la salute
    Roma deve gestire anche il problema economico
    Predisporre un lockdown duro, per lui che ogni fine mese è sicuro dello stipendio, è facile,
    Se hai aziende, negozi, laboratori, partite iva a cui fanno seguito mutui da pagare con interessi e’ difficile da accettare
    Se poi io avessi un ristorante, o esercitassi un impresa turistica e mi sono sempre attenuto alle regole di igiene( distanziamento, gel all’entrata, e prevenzione totale), con mutui sul groppone mi è molto molto difficile accettare la chiusura
    I mutui alla banca chi li paga? Certo molti imprenditori sicuramente avranno lauti risparmi
    Da parte a cui attingere, ma tu a roma devi tenerne conto.
    E la coperta non è mai sufficiente…
    Prova a stimolare il dott. Crisanti a trattare con Renzi, gli imponga 6 mesi di lockdown in un eremo lontanissimo dall’italia
    Poi ci risentiamo
    Leggervi è un piacere, saluti

    "Mi piace"

    • La salute non è sopravvivere.
      Ha idea di quante malattie dovute a poca attività fisica, quante patologie spichiatriche e quante visite rimandate causeranno morte? Immagina, anche solo lontanamente quali siano le conseguenze di questa follia collettiva (o pian ben orchestrato) sulle giovani generazioni? sia economiche che sociali? Temo di no.
      Riguardo agli statalini: la pacchiarella finirà presto anche a loro. Non si credano che lo stipendietto fisso glielo pagheranno i Soros, i Bill Gates e gli zuckerberg e neanche le von der Leyen o le Christine Lagarde.
      saluti a Lei.

      "Mi piace"

      • non capisco le visite rimandate
        io ne ho dovute fare 3 e 2 le ho già fatte, una è per la prossima settimana,
        e c’è la coda di settimane per farle.
        lei forse parla delle operazioni rimandate
        ma quello è un altro paio di maniche, forse non ha capito che le rimandano
        non potendo garantire un posto in terapia intensiva ad un operando essendo
        i posti già tutti occupati, è una questione di sicurezza che forse lei ignora ci sia.
        mi immagino che lei auguri a se stesso di non essere portato in terapia intensiva,
        se ne dovesse avere necessità, per lasciare il posto ad uno che deve farsi operare?
        è così? non è vero il mio caro superuomo?

        "Mi piace"

    • si può essere d’accordo che un confinamento duro possa creare problemi
      che la sacchetta dei soldi sia ormai vuota, lo era già prima che succedesse
      grazie a quelli “capaci” che non sono “scappati di casa”, ma, c’è il solito ma…
      il problema è che il virus è d’accordo con le riaperture,
      è d’accordo che ci sia socialità, che i pargoli si tolgano dai piedi dei genitori
      e rientrino in aula con docenti e maestranze di corredo che, tra l’altro, sono un poco in là con gli anni
      è d’accordo che gli sbarbati facciano balotta nelle piazzette ed in discoteca
      se poi tutto ciò provoca un’atro 70 mila morti (ad essere ottimisti) per lui non è un problema
      basta che si siano altri che se lo passano e garantiscano la sua sopravvivenza.
      e questo è quanto, ognuno può trarre le sue conclusioni.
      la natura non ha convergenze parallele, non ha terze vie, tutte invenzioni lessicali di politici annoiati.
      mi ripeto, le mezze misure danno mezzi risultati, spesso anche meno.
      ed il su e giù nel numero di deceduti è li a certificarlo.

      Piace a 1 persona

    • @Fabio
      Hanno intrapreso la strada del lockdown persino la civili e rispettosa Svezia. La Germania, La Francia, UK.
      Crisanti sta sempicemente avvisando gli amministratori di vari livelli che con un piccolo blocco PREVENTIVO, ci eviteremmo danni ben maggiori per il futuro.
      E se dovesse cadere il governo attuale sarà STRAGE, più feroce e letale di quanto non lo sia stata finora.
      Perchè la variante inglese ha una capacità di replicarsi molto più velocemente, aumentando la crescita esponenziale dei contagiati.
      Un altro aspetto non secondario è che DAPPERTUTTO la popolazione è diventata refrattaria, ostile e insofferente al rispetto di quelle regole prudenziali di contenimento, soprattutto in tema di assembramenti, mancato distanziamento fisico e uso disinvolto e personale della mascherina.

      Piace a 1 persona

  4. L’erba voglio non nasce neanche nel giardino del re. Lo conosce Crisanti e La stampa questo detto ? Per esempio io, modestamente, vaccinerei tutti, compreso gli animali domestici, in massimo 24 ore, così vivremmo il resto della nostra vita tutti felici e contenti.

    "Mi piace"

    • Proponi il tuo fantasmagorico sistema di vaccinamento in 24 h.
      Tieni presente che le società farmaceutiche attive nella produzione di vaccini non stanno riuscendo a stare dietro alle richieste, da ripartire fra più stati.
      E pensre che fino a Natale i soliti sciacalli con i loro lacchè al guinzaglio parlavano dell’impossibilità italiana a procedere con una seria campagna di vaccinazione.
      Oggi siamo i primi e qualche regione già comincia a lamentare la carenza del numero di dosi fornite.
      Quindi fai pace con il tuo cervello e poi scrivi.

      "Mi piace"

      • Non ha capito,la mia era una provocazione ironica. Ma le sembra umanamente possibile vaccinare tutti in 24 ore (e anche gli animali domestici) .Spero lei sia l’unico ad aver equivocato.

        "Mi piace"

    • Cesare,
      l’ironia non era di facile rilevazione, nel tuo commento, nonostante il paradosso.
      Sia perché contraddice la prima parte del discorso e non se ne capisce il bersaglio, sia per la presenza di quel “modestamente”, che dà un tono di serietà alla frase.
      Comunque ok. Non ti avrei annoverato tra gli sboroni antiscienza che pullulano anche in queste pagine, ma non si sa mai… 🤣👋😂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...