Potenziamento dei centri educativi per bambini: l’On. Adelizzi (M5S) incassa l’Ok del Governo

Roma, 28 dic – Nella giornata di ieri, nell’Aula di Montecitorio, durante i lavori per l’approvazione della Legge di Bilancio, il Governo ha accolto con parere favorevole l’ordine del giorno depositato dal parlamentare del Movimento Cinque Stelle Cosimo Adelizzi, che riguarda la proroga della possibilità per i Comuni di usufruire di risorse economiche per finanziare iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, volte a introdurre interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni.

Il Governo si è quindi formalmente impegnato a valutare l’opportunità di adottare iniziative di carattere normativo volte a consentire l’utilizzazione del finanziamento al 31 marzo 2021, al fine di sostenere le famiglie nell’attuale fase di emergenza e consentire ai genitori di riprendere le proprie attività lavorative.

La prorogatio dei finanziamenti, fortemente voluti dal Movimento 5 Stelle e inseriti a maggio all’interno del Decreto Rilancio, consentirebbe una nuova opportunità per tutti gli Enti comunali che non avevano aderito all’iniziativa entro i termini previsti: ovvero da giugno a settembre 2020. 

«Sono state settimane di lavoro intenso – commenta entusiasta Cosimo Adelizzi, membro della V Commissione: Bilancio, Tesoro e Programmazione – ma ne è valsa la pena, perché l’Italia non può e non deve fermarsi. Tra i tanti risultati che abbiamo ottenuto questo ha un valore molto importante, perché fa registrare l’Ok del Governo a valutare l’opportunità di potenziare i centri educativi, i quali già sono stati preziosi punti di sostegno per le famiglie durante la scorsa estate. L’Italia deve ripartire dal lavoro e questa piccola vittoria va proprio in quella direzione: i genitori devono poter riprendere la propria attività lavorativa con il sostegno di comunità territoriali specializzate nella cura e nell’intrattenimento dei bambini che, più di tutti, stanno vivendo i disagi legati al distanziamento sociale, indispensabile nella lotta contro il coronavirus. Questa può essere una grande opportunità per tutti quei Comuni, come ad esempio quello di Battipaglia, che pur avendo dei progetti pronti erano rimasti fuori da questa iniziativa solo per qualche giorno di ritardo. Sostenere le famiglie e le imprese, sostenere il lavoro, sostenere i diritti dei più piccoli. Questa è la nostra priorità per l’anno e per l’Italia che verrà».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...