Crisanti: “Terza ondata certa, Italia avrà record morti in Europa”

(adnkronos.com) – “La terza ondata in queste condizioni è una certezza. Siamo in una situazione grave stabile, ci attende un inverno preoccupante”. Il professor Andrea Crisanti si esprime così a L’aria che tira, analizzando il quadro dell’emergenza coronavirus in Italia. “Il calo dei positivi di ieri è legato al numero dei tamponi eseguiti. Se avessimo fatto il consueto numero di tamponi, ieri avremmo avuto 28mila nuovi casi. In Lombardia, che è stata zona rossa, la situazione migliora. In Veneto, zona gialla, i casi aumentano”, afferma.

“Per un effetto paradosso, una regione preparata dal punto di vista sanitario adotta misure più blande e consente la maggiore circolazione del virus. Alla fine di questa esperienza, gli indicatori di queste zone andrebbero ripensati. L’obiettivo è mantenere l’attività economica o tutelare la salute? Bisogna trovare il giusto compromesso”, dice ancora.

“Prima che il vaccino abbia effetto passeranno mesi, ci attende un inverno preoccupante. L’Italia alla fine della prossima settimana sarà il paese con più morti in Europa, non è qualcosa di cui essere orgogliosi. Natale, con scuole chiuse e fabbriche a ritmo ridotto, va sfruttato per ridurre i contagi”, afferma.

“La terza ondata è una certezza in questa situazione, non c’è bisogno di previsioni. Con la riapertura delle scuole e delle attività produttive, abbiamo offerto una grande occasione al virus e i contagi sono esplosi. Dopo l’estate avevamo in mano una situazione gestibile e ce la siamo lasciati sfuggire. I casi residui potevano essere gestiti”, ribadisce.

3 replies

  1. Qualcuno aveva da tempo preparato il piano per Covid-19 e Covid-21: stretta sulla dittatura.
    E previsto che il Covid-21 sarebbe stato mooolto più letale.
    E lo ha pure scritto e pubblicato, tanto i cojones a cui i TG hanno fatto del cervello un frappè, avrebbero gridato: “Ar Gomplottista!”.
    Yuri Alexandrovich Beemenov, molto più che esperto riguardo ad un certo tipo di dittatura, molti anni or sono, aveva spiegato che “un certo sistema” si fa strada in 4 fasi: Demoralizzazione (la fase più lenta, per bollire le rane), destabilizzazione (fase in cui c’è l’arraffo dei gangli di potere), crisi (e qui si fa presto) e normalizzazione (durata indefinita). Secondo voi, in che fase è il Bel Paese?

    Chicca della preoccupatissima per la salute pubblica, dottoressa Kelly Moore (direttora della Immunization Action Coalition): « Non bisogna essere eccessivamente allarmati se, quando cominciamo a vaccinare, nel giro di un giorno o due dalla vaccinazione, moriranno alcuni o anche molti dei residenti nelle case di riposo »… di Covid-21?
    Ecco, cosa può andare storto, ad un popolicchio che non si sveglia neanche coi calci in culo?

    "Mi piace"

    • alla lavagna e scriva 10 volte
      Yuri Alexandrovich Bezmenov
      oppure
      Thomas David Schuman
      quel nome che ha scritto è sbagliato.
      comunque lei pare essere affetto dalle sue pratiche
      “Incomprensione, miopia:
      la creazione di un’immagine completamente distorta della realtà nella società dell’avversario,
      in cui nessuno, nonostante la disponibilità di informazioni,
      sarà in grado di raggiungere conclusioni logiche riguardo
      all’autodifesa e alla difesa delle proprie conoscenze”
      ovvero il suo stato

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...