Casaleggio e le lobby senza freni

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Doveva far cascare il mondo e invece lo scoop del secolo, anzi del millennio, è stato già derubricato al capitolo bufale. Un po’ troppo facile, anche in un Paese che ha meno memoria di un pesce rosso, e che ormai convive allegramente con i conflitti d’interessi, senza eccezione per l’informazione. Il presunto scandalo è quello della multinazionale del tabacco Philip Morris che secondo il quotidiano Il Riformista avrebbe versato due milioni di euro in consulenze alla società di Davide Casaleggio per farsi togliere quasi mezzo miliardo di tasse sulle sigarette. Se così fosse – a parte che Casaleggio andrebbe internato per la miseria dei prezzi applicati a fronte di tali guadagni – dovrebbe esserci una prova, anche piccolissima, di sue pressioni sui 5 Stelle o chicchessia per favorire questo sconto fiscale.

Invece negli articoli si leggono solo congetture e ricostruzioni che faticano a nascondere una guerra commerciale tra colossi del tabacco. Nulla di male se non fosse che l’autore dell’articolo su cui mette la faccia pure il direttore Piero Sansonetti (nella foto), è un giornalista che lavora per Spencer & Lewis, società di lobby che ha tra i propri clienti i concorrenti diretti della Philip Morris: British American Tobacco e Japan Tobacco.

Ora lasciamo perdere le accuse fatte a Casaleggio, che ha subito spiegato tutto e querelato, ma non fuggiamo dal fatto più grave di questa storia, e cioè che è palesemente caduta l’ultima foglia di fico, e dopo la vergogna degli editori che usano giornali e tv per i comodi loro, adesso non ci si scandalizza più nemmeno per i giornalisti direttamente a libro paga dei lobbisti.

Una prassi di fronte alla quale è grave che l’Ordine professionale non dica nulla, e ancor di più che la politica faccia finta di niente, continuando a permettere lo scempio della verità che vediamo ogni giorno su carta stampata e televisioni al servizio dei loro padroni, con le poche eccezioni di piccole testate indipendenti e di giornalisti che hanno la forza di non portare la loro dignità all’ammasso. Voci troppo isolate nel coro dei mass media, che hanno rimbecillito un bel pezzo dell’opinione pubblica ed evidentemente possono alzare ancora liberamente il tiro per rimbecillire l’altra metà.

2 replies

  1. scoperto il coperchio senti tutta la puzza del la corruzione e del malaffare che impregna il nostro paese. Ci sono rimedi? bene tiriamoli fuori alla svelta.

    "Mi piace"

  2. La perversione del “(pseudo)giornalismo venduto” raggiunge ogni giorno di più vette parossistiche che
    spesso sono ben oltre il limite del ridicolo.
    La curva in salita della criminale gaglioffaggine ha oramai incrementi esponenziali da quando i 5S hanno
    assunto responsabilità di governo.
    Domanda: che cosa è stato fatto per contrastare se non per eliminare questa piaga purulenta che mina
    la democrazia?
    La crisi devastante del Covid è stata affrontata con piglio deciso e, nel complesso, l’azione del governo
    merita il nostro sostegno.
    Perchè mai lo stesso governo si lascia tranquillamente massacrare da qualunque farabutto editi un
    giornale o gestisca una Tv (perfino quella pubblica che dal governo dovrebbe ricevere gli indirizzi) o
    compaia sugli schermi, ossessivamente tutti i santi giorni, a ripetere sempre le stesse menzogne?
    Sono solo io che aspetto risposte a queste domande, o c’è alle viste una qualche forma di reazione al
    massacro giornaliero cui i 5S sono sottoposti?
    Boh! Attendo fiducioso.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...