L’ex governatore calabrese, Mario Oliverio (Pd) rinviato a giudizio per peculato

(Patrizio Canestri – la Verità) – La procura di Catanzaro, diretta da Nicola Gratteri, ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio dell’ ex governatore calabrese, Mario Oliverio (Pd), che andrà a processo, assieme ad altri due indagati, nell’ ambito di un procedimento penale incentrato su un contributo regionale, per la partecipazione al talk «I dialoghi di Paolo Mieli» inserito a margine del «Festival dei due Mondi» di Spoleto (Perugia), nel 2018. Peculato è l’ accusa rivolta all’ ex governatore Oliverio, coinvolto assieme all’ ex parlamentare del Partito democratico Ferdinando Aiello.

Circa 100.000 euro stanziati per la promozione turistica della Calabria, secondo la ricostruzione degli inquirenti, sarebbero serviti, invece, per la sponsorizzazione politica dello stesso Oliverio. Rinviato a giudizio pure Mauro Lucchetti, nella veste di presidente del Cda di Hdrà, agenzia che si occupa di comunicazione dell’ organizzazione di eventi.

L’ ex parlamentare del Pd, avrebbe messo in contatto Lucchetti e Oliverio, per una partecipazione di quest’ ultimo al talk show di Mieli. La notizia ha suscitato reazioni politiche, anche perché in Calabria, a seguito della prematura scomparsa della governatrice Jole Santelli, morta lo scorso 15 ottobre, fra qualche mese si ritornerà al voto. «Centomila euro per promuovere l’ immagine turistica della Calabria. Pagare uno spot di due minuti che non sarebbe mai andato in onda, un’ intervista con l’ ex direttore del Corsera, Paolo Mieli».

Così ha commentato la senatrice M5s, Laura Bianca Granato. «L’ antico vezzo dei presidenti della Regione di sprecare soldi dei calabresi per passerelle e promozioni che tornano utili solo agli amici esperti di marketing non ha un colore solo» ha aggiunto la senatrice pentastellata «ma accomuna ogni parte politica. Non posso che accogliere con soddisfazione la notizia che l’ ex presidente della Regione, Mario Oliverio, è stato rinviato a giudizio per peculato e dovrà rispondere di quelle spese davanti al tribunale di Catanzaro.

Sulla partecipazione della Regione Calabria al Festival di Spoleto, due anni fa, ho presentato un esposto alla procura di Catanzaro e alla Corte dei conti, chiedendo l’ accertamento dei fatti e delle eventuali responsabilità penali e contabili, nonché di valutare l’ opportunità di allargare le indagini al complesso delle spese per la comunicazione istituzionale sostenute dalla Regione Calabria».

Olivero, che un anno fa non è stato ricandidato dal suo partito alla guida della Regione Calabria, ora che si dovrà rivotare, si è attivamente riaffacciato alla politica regionale e certamente vorrà dire la sua per la scelta del nuovo candidato governatore che, a breve, dovrà compiere il Pd. Al posto di Oliverio, lo scorso gennaio, il centrosinistra aveva candidato l’ imprenditore Pippo Callipo che, dopo alcuni mesi dalla sconfitta elettorale, si è dimesso dalla carica di consigliere regionale dell’ opposizione.

1 reply

  1. Tana!!!!
    e mo’ chi glielo dice ora a maria elisabetta alberti casellati serbelloni mazzanti vien dal mare e a ma-Zinga che Morra ha ragione da vendere?

    e qualcuno è in grado di rinfacciare al presenzialista factotum Paolo Mieli (lavora da esterno in RAI) che si fa pagare le interviste come un piazzista qualsiasi? ?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...