Troppe leggende sui decreti sicurezza

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Ora che sono stati modificati, sarebbe bene smetterla con due leggende sui decreti sicurezza. La prima: che piacessero o meno, il merito della stretta su sbarchi e delinquenza non era solo di Matteo Salvini, perché a votare quelle leggi fu l’intera maggioranza gialloverde, seppure con alcuni mal di pancia nei Cinque Stelle. La seconda: nel nuovo testo non c’è scritto da nessuna parte che l’Italia da domani sarà il campo profughi del mondo, ospitando chicchessia.

Si sono rimosse le limitazioni all’accoglienza incompatibili con le più rilevanti norme umanitarie, come chiesto espressamente dal Presidente della Repubblica, così come le multe alle Ong e altri aspetti secondari, senza però derogare sulla sicurezza dei cittadini. Anzi! Con due nuovi articoli proposti dai ministri Bonafede e Lamorgese si inasprisce il controllo dei soggetti violenti, introducendo il daspo (cioè l’allontanamento obbligatorio) dai locali notturni per potenziali assassini del calibro dei presunti killer del coraggioso Willy Monteiro.

Dunque sbagliano di grosso i leader del Pd, a partire dal segretario Nicola Zingaretti, che nella foga di appuntarsi al petto il rovescio della stessa medaglia strappata al segretario della Lega, diffondono un messaggio sbagliato, pensando di guadagnarne qualcosa con gli elettori di Sinistra. Senza eccedere in atteggiamenti vicini al razzismo, cavalcati dalla destra più becera, pure i cittadini che sentono irrinunciabili i concetti di accoglienza e integrazione pretendono regole nella gestione dell’immigrazione e ordine nelle strade sotto casa.

Dunque il Carroccio e i dem possono fare tutta la propaganda che vogliono, i primi per dire che saremo invasi dai migranti e i secondi che daremo a tutti una protezione umanitaria (o speciale), ma in realtà non si è aperta nessuna nuova porta all’immigrazione, e al contrario si rendono più dure alcune prescrizioni in materia di ordine pubblico. Basterà a far finire l’eterna strumentalizzazione sulla sicurezza? No, perché al primo fatto di sangue ci sarà senz’altro chi ne darà la colpa al cambio dei vecchi decreti, dove in realtà dietro un po’ più di umanità non c’è alcun regalo alla criminalità.

8 replies

  1. A tal proposito una parolina vorrei metterla.
    Parere personale, ovviamente, ma credo abbastanza condiviso.
    Il PD ha voluto eliminare tali decreti per mero motivo ideologico e vendetta contro chi ha ottenuto più voti.
    Tipico, ma segnale di una sinistra ormai distopica e scollegata dalla realtà.
    Il Movimento 5 Stelle ha fatto MALISSIMO a consentire la cancellazione dei decreti, che anzi, doveva fare suoi.
    È verissimo che colui che ha fermato l’ondata di sbarchi è stato soprattutto Minniti, allora perchè regalare a Salvini la bandiera?

    È inaccettabile che ONG straniere gestiscano per noi l’immigrazione, così com’è vero che non lo fanno per motivi umanitari. C’è ben altro dietro, visto che per muovere le navi servono capitali sostanziosi. E guarda caso, sono tutte olandesi e tedesche, i nostri più cari amici in Europa e quelli che decidono le politiche monetarie (e vorrebbero imporci il MES, oltre che trasformarci nel loro capo profughi, insieme alla Grecia).
    Oltretutto, il famigerato “motivo umanitario”, che è stato reintrodotto, è riconosciuto solo in Italia ed è una follia bella e buona. Nessun Paese considererà rifugiati coloro che richiederanno il “permesso umanitario”, che per altro, sarà quello più richiesto, perchè più facile da ottene e difficile da confutare. Il messaggio che viene lanciato è quello di un’Italia pronta ad accogliere chiunque, e non mi pare un’idea brillante, vista la disoccupazione quasi fuori controllo (calmierata solo dal blocco dei licenziamenti, che però non potrà durare per sempre). Il principio distopico (e di chiara cattiva fede) è: più permessi, meno irregolari.
    Come dire: meno reati perseguiti, meno carcerati. È una follia che porterà disordini sociali (che forse qualcuno vorrebbe), perchè il vero problema è il lavoro CHE NON C’È e uno Stato che non è in grado di accudire ai bisognosi, oltre che una reale difficoltà di integrazione, di persone che vengono da culture radicalmente lontane e poco compatibili. La sinistra, quanto tale era, sapeva bene che le condizioni dei lavoratori, in presenza di un’immigrazione non qualificata, peggiorano inevitabilmente. Ora finge di cadere dal pero, dando la colpa ai controlli che non ci sono. CERTO CHE NON CI SONO! Hanno fatto entrare chiunque! E il risultato non poteva essere un’altro che questo: schiavitù per i nuovi arrivati (che neanche sanno l’italiano, quindi OVVIAMENTE ricorrono ai capoarali) e condizioni al ribasso per tutti gli altri. Che c’è? Cari signori della sinistra, non l’avete imparato dai vostri Maestri, che queste cose le sapevano benissimo? O vi siete venduti al miglior offerente?
    E cari miei del Movimento, se continuerete a seguire il PD nei suoi deliri di odio per gli avversari, perderete buone occasione per fare vostre battaglie giuste, togliendole a chi vuole farne una bandiera sotto la quale nascondere velenose “Flat tax” e difese di privilegi.
    In ultimo, non fate un regalo neanche ai ragazzi che arrivano, immaginando un facile riscatto sociale, costato alle loro famiglie un capitale e che finirà per renderli emarginati, alcolizzati e incattiviti. E le loro famiglie più povere.

    "Mi piace"

  2. Mi sa che non hai letto l’articolo.
    Se l’hai fatto, rileggilo attentamente e lentamente.

    Hai reagito alla propaganda non alla realtà. E hai reagito da leghista. Vedi tu.

    "Mi piace"

    • Ho letto l’articolo, ma il mio commento era riferito alla cancellazione dei decreti.
      Purtroppo la faccenda “immigrazione” la conosco da “dentro” e le assicuro che c’è poco da propagandare.

      Aspetto a giorni un ragazzotto arrivato con un contratto comprato, e che la madre mi ha raccomandato in caso di bisogno.
      So già come andrà a finire, purtroppo.

      "Mi piace"

  3. Purtroppo c’è il rischio che per non dispiacere a Zingaretti i grillini finiscano per essere schiacciati dalla doppia propaganda. D’altra parte, fin dal 4 marzo 2018 l’unico obiettivo del cosiddetto centro destra e del cosiddetto centro sinistra é far scomparire quel terzo polo che prima al centro sinistra e poi al centro destra divincere “a man bassa” le elezioni politiche.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.