Napoli: al Vomero in via Cilea scompare un albero

Proposta l’istituzione del “garante per la tutela degli alberi”

            Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, chiede che si faccia chiarezza, da parte delle autorità preposte, su un giallo che sta facendo discutere in questi giorni gli abitanti del Vomero, quartiere collinare partenopeo.

            ” Si tratta della scomparsa di un’alberatura stradale lungo la centralissima via Cilea all’altezza del civico 30, sullo stesso tratto di marciapiede dove sono stati collocati tavolini e sedie di un bar – afferma Capodanno -. Un episodio che mi è stato segnalato ma che ho poi riscontrato personalmente. Da notare che lungo lo stesso marciapiede si trovano anche altri alberi tagliati lasciando in sede la sola parte bassa del tronco. Invece l’albero in questione è del tutto scomparso con la fonte coperta da uno strato di cemento.

            ” Purtroppo non è la prima volta che si assiste a episodi del genere, a danno del poco verde pubblico a disposizione della collettività – sottolinea Capodanno -. Episodi analoghi risulta che si siano verificati anche in passato. Sembra che non tutti comprendano l’importanza del verde per la vita stessa degli esseri umani, dal momento che sono proprio le piante verdi a trasformare, attraverso la fotosintesi clorofilliana, l’anidride carbonica, che emettiamo, nel prezioso ossigeno, che ci consente di respirare “.

            ” Al fine di porre un argine a situazioni analoghe, diffondendo la cultura del verde  –  afferma Capodanno –   propongo all’amministrazione comunale l’istituzione della figura del “garante per la tutela degli alberi“  ”.

            “ Al riguardo va precisato – puntualizza Capodanno – che il patrimonio arboreo del Comune di Napoli  è rappresentato da circa quarantamila alberi che si raddoppiano almeno, considerando anche quello in carico ad altri enti. Un patrimonio inestimabile che purtroppo negli ultimi tempi appare in gran parte in condizioni d’abbandono, specialmente al Vomero, dove gli antichi platani, non potati, sono afflitti da anni dalla famigerata cimice e dal cancro colorato che li ha decimati. Un garante per la tutela degli alberi, attività che andrebbe prestata a titolo gratuito, avrebbe tra gli altri il compito di ricevere segnalazioni e reclami, di promuovere campagne di sensibilizzazione e di informazione, d’interfacciare con altri Enti preposti alla tutela del verde pubblico, di formulare proposte per il miglioramento del verde urbano, di richiedere agli uffici preposti gli interventi necessari, anche con carattere d’urgenza, d’interagire con Enti, Associazioni, Comitati, attivi in materia, anche per sviluppare proposte e progetti, d’intrattenere rapporti di scambio, studio e ricerca con organismi operanti nell’ambito della tutela e della salvaguardia degli alberi “.

            “ Inoltre – continua Capodanno – il garante per la tutela degli alberi potrebbe avvalersi di dieci collaboratori, uno per ciascuna delle municipalità nelle quali è suddiviso il territorio cittadino,  ai quali, sempre a titolo gratuito, delegare alcune delle proprie funzioni, mantenendo su di esse compiti di coordinamento “.

            Nell’immediato Capodanno chiede altresì che, dopo i necessari accertamenti, si proceda, in tempi rapidi, alla piantumazione di un nuovo albero nella fonte segnalata, che ne è rimasta priva, anche avvalendosi del programma annunciato all’inizio di questo mese che prevede l’investimento di 5,5 milioni di euro della Città metropolitana per le nuove alberature da piantare lungo le strade di Napoli, programma che dovrebbe partire a breve, dal prossimo mese di ottobre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.