Dagli Stati Uniti a Ocram: il Cinema di Alivernini atterra su un pianeta sconosciuto

“ABSOLUTE” è il nuovo lungometraggio del regista e autore romano Mirko Alivernini.

L’opera è dedicata al mondo della fantascienza, alla scoperta dell’affascinante ma insidioso pianeta Ocram.

“ABSOLUTE” è il primo film italiano indipendente del genere fantascientifico ed è realizzato attraverso una metodologia a doppia intelligenza artificiale, con gli smartphone Huawei P30 Pro e Samsung Galaxy S20 Ultra.

Il lungometraggio sarà visibile sulle maggiori piattaforme e sul canale Amazon Prime.com.

Mirko Alivernini, che del film è regista e autore, continua a perseguire con estro e innovazione la sua idea di cinema: un’arte che deve essere compiuta con professionalità e attraverso un atto di creazione pura.

“ABSOLUTE” racconta una storia di speranza e di ricerca e ha come protagonista l’attore siciliano Fabio Martorana.

Martorana interpreta Fabrizio, un giovane biologo che ha fatto una scoperta importante: sa come salvare la Terra dall’effetto serra. Per realizzare il suo proposito deve compiere un viaggio su un planetoide non molto distante dalla Terra stessa. Gli imprevisti, tuttavia, lo colpiranno e nulla si realizzerà come aveva pensato. Porterà a termine il suo progetto?

“ABSOLUTE” è prodotto dalla Mainboard Production ed è organizzato da Gino Usai, storico del cinema italiano.

Micaela D’Andrea è aiuto regista mentre Valentina Pizzonia è la costumista.

Nel cast, oltre alla presenza di Fabio Martorana, troviamo una giovanissima Michela Folchetti, nel lungometraggio la compagna di Fabrizio, lo stuntman Sasha Valenzi nei panni di Stefano D’Amato, ex astronauta caduto in disgrazia, Giulio Dicorato e Domenico Rolando Astone nei rispettivi ruoli di generale e comandante. A completare il cast: Jole Risi, Andrea Sasso, Stefania Della Rocca, Luigi Converso, Paola Barzi e Valter Lucarelli.  

Miriam Bocchino

Press Office

Categorie:Cinema, Cronaca, Eventi, Interno

Tagged as: , , ,

2 replies

  1. Tra le mie passioni c’è stato il cinema. Sono cresciuto frequentando quelle sale scure piene di fumo, piene di gente seduta immobile, con gli occhi fissi su un magico telone dove le immagini raccontavano fiabe, storie,sogni. Mi sentivo felice in quelle sale, ma anche triste, certe volte irato, pure lacrimevole. In ogni caso partecipavo a una magia, una grande magia a cui non mi rivolgo più da tanto. Ecco questo articolo mi ha ritornare il desiderio di vedere ancora un film.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.