La brioche e l’Ingegnere

(Pietrangelo Buttafuoco) – Tutto un ciù-ciù e un ciripiripì di auguri, tweet, post, selfie e miao miao dal bel mondo chic per l’arrivo in edicola del Domani, il quotidiano fondato e diretto da Stefano Feltri ma il cui editore, soprattutto, è Carlo de Benedetti. Non si può dire che sia un già visto perché il debutto di Libero, per esempio – fondato e diretto da Vittorio Feltri – non ebbe lo stesso profluvio di svenevolezze. Semplice, e il motivo è presto detto: Libero dà notizie come fossero pane, col Domani, invece, Maria Antonietta – in prossimità della ghigliottina – c’incarta la brioche.

29 replies

  1. Tutti i commentatori hanno concentrato il loro sarcasmo sulla frase di Buttafuoco: “Libero dà notizie come fossero pane…).
    Più che giusto, per carità, ma io vorrei dedicare il mio ad una frase dell’ingegnere: “Domani sarà un giornale indipendente.”
    Che impudenza!
    Che faccia tosta!
    Indipendente da chi?
    Uno con la sua storia avrebbe dovuto avere almeno il buon gusto di non offendere l’intelligenza di chi lo ascolta.

    Piace a 1 persona

  2. Uno con la sua storia dovrebbe stare in galera.
    Bancarotta fraudolenta(annullata) insider trading(confermata) dissesto di Olivetti, scandali Cir ed Iri, arricchimento personale a discapito di aziende, altre piacevolezze(prescritte) partecipazione a scandalo Banco Ambrosiano, iscrizione ad una loggia massonica,, tessera n.1 del partito di sx(sic), più importante del paese.
    In combutta in alcune vicende con lo stesso Berlusconi, mentre in altre è antagonista.
    Roba da ergastolo ostativo, invece è ospite quasi fisso in TV conciona su tutto e organizza un nuovo quotidiano.
    Only in Italy!

    Piace a 2 people

    • Scusami Ludwig, di tutti i reati (reali o presunti) che hai elencato, per i quali, come da tuo incipit, si dovrebbe scontare giustamente la galera, mi era sfuggito che anche l’essere in possesso di una tessera di partito, fosse anche la numero uno, e il far parte di una Loggia, potesse rientrare nei turpi delitti per i quali si rischia l’ergastolo ostativo! Non sono uno che segue molto le cronache, ma ti chiedo: è cambiato qualcosa finché mi stavo facendo la doccia o è rimasto tutto come prima che ci entrassi? No, perché la faccenda potrebbe anche incuriosirmi… PS: è un caso o è a ragion veduta che “nosferatu” ti abbia messo un mi piace?

      "Mi piace"

      • No scusa, io ho postato un curricula, con reati vari per cui è stato condannato, prescritto o prosciolto.
        Ho citato anche l’iscrizione al partito ed alla loggia per completezza.
        Tranne casi particolari, non si configura reato per queste due cose.
        Certo è che l’ingegnere è un bel soggetto e se mi consentì, l’idea dell’ergastolo ostativo è una forzatura ed un paradosso.
        In merito ai like, non ne metto e non mi interessa che ne mettano a me, ma sempre meglio che insultarsi o peggio.
        Spero di avere chiarito e di avere interpretato bene la tua obiezione.

        "Mi piace"

      • “Ho citato anche l’iscrizione al partito ed alla loggia per completezza. Tranne casi particolari, non si configura reato per queste due cose. (cit.)”: e meno male, sai, insieme al resto aveva tutta l’aria di una delle solite fregole sul complotto pluto-giudaico-massonico. Del resto, anche giocare a calcio o, che so, aprire una pasticceria, tranne in casi particolari, non si configura reato per questo.
        PS: avevo ben capito che l’ergastolo ostativo era un’iperbole, un po’ meno lo era accostare cose lecite a reati, i soli che potrebbero indignare chi giustamente si interroga sul perché questo tomo sia ancora ospite quasi fisso in TV, concionando su tutto …

        "Mi piace"

    • Va bene tutto, ma lo scandalo Cir non era quello in cui lui fece un’offerta che venne giudicata congrua dai tecnici e Bottino fece di tutto per non farlo andare in porto?

      "Mi piace"

  3. Sì ma libero che giornale è. Giusto con quello doveva fare un raffronto Buttafuoco. Vent’anni di giornalismo trash per un giudizio avventato su un giornale da due giorni in edicola. Su quali basi poi: che non sarà indipendente per via dell’editore? Ma per favore su quale giornale indipendente scrive lui. E quali giornali conosce in Italia che si possono leggere certi della loro completa autonomia. Che poi neanche avrebbe senso una cosa del genere conterebbe di più l’obiettività e autorevolezza dei giornalisti che vi scrivono. Strano questo trafiletto di Buttafuoco evidentemente Ieri sera avrà avuto un poco di invidia … lo sa lui di cosa.

    "Mi piace"

  4. Qualcuno ha letto l’articolo di Feltri sul n°0 in cui tra mille contorsioni giustifica il suo No al taglio dei parlamentari? Stefano Feltri, un indegno voltagabbana che accompagnavano Travaglio, come vicedirettore del Fatto, nella sua campagna pro taglio. Ma “pecunia non olet “, evvia ad allinearsi disciplinato sulla posizione del nuovo capo. Come posta adriano 58, domani sarà un giornale indipendente . Appunto, domani

    Piace a 2 people

  5. ABBIAMO UN NUOVO GIORNALE IPERCAPITALISTA, COME SE CE NE FOSSERO POCHI!- Viviana Vivarelli.

    Avevamo già espresso i nostri dubbi su Stefano Feltri, vicedirettore di Travaglio per Il Fatto Quotidiano, invitato alle riunioni del Bilderberg, il gruppo massonico ipercapitalista che vuole dominare l’Occidente e che ha inventato l’austerità e il debito infinito con le banche usuraie per corrodere la democrazia europea e far sì che i poveri europei diventino più poveri e i ricchi più ricchi, col beneplacito delle banche d’affari americane.
    Ora sarà proprio il rampante Stefano Feltri il direttore del nuovo giornale di De Benedetti: ‘Domani’.
    I quotidiani non fanno che perdere lettori e rischiano la chiusura ma la cricca degli editori neoliberismi non demorde. Chiuso un giornale, ne apre un altro, per manipolare meglio le teste degli italiani. Ci vedremo presto le firme di Renzi, Calenda, Bonino e, perché no?, anche dell’insulso Santori, che va dove dove lo porta il conto corrente.
    Scrive Pietrangelo Buttafuoco: “Libero dà notizie come fossero pane, col Domani, invece, Maria Antonietta – in prossimità della ghigliottina – c’incarta la brioche.”
    .. a parte il fatto che parlare di ‘notizie’ circa le fake a libera uscita di Libero mi sembra azzardato, e a parte il fatto che affermare sul nuovo nato che sarà “un giornale indipendente”, detto da De Benedetti fa proprio ridere e di ghigliottina del sistema capitalista non c’è proprio traccia, ci atteniamo a Ludwig che scrive: “Uno con la storia di De Benedetti dovrebbe stare in galera. Bancarotta fraudolenta (annullata), insider trading (confermata), dissesto di Olivetti, scandali Cir ed Iri, arricchimento personale a discapito di aziende, altre piacevolezze (prescritte) partecipazione a scandalo Banco Ambrosiano, iscrizione ad una loggia massonica, tessera n.1 del Pd. In combutta in alcune vicende con lo stesso Berlusconi, mentre in altre è antagonista. Roba da ergastolo ostativo, invece è ospite quasi fisso in TV conciona su tutto e organizza un nuovo quotidiano.
    Only in Italy!”
    Ora su 8 e 1/2 dell’impagabile Cairo avremo ben tre inviati fissi del Bilderberg: quell’idiota di Severgnini, la stessa Gruber (cavallo di Troia infiltrato da tempo dal capitalismo europeo nel Pd) e Stefano Feltri. A quando Cairo in politica? Crede di poter prendere il posto di Berlusconi? Ma le barzellette le sa raccontare?

    Piace a 1 persona

    • @vivianav
      Ma certo che le sa raccontare!
      Non direttamente è ovvio… con quella faccia farebbe solo piangere, ma attraverso i suoi Telegiornali e
      soprattutto attraverso quegli inguardabili e inascoltabili Pollai che lui chiama Talk Show.
      C’è da dire che le barzellette (balle) raccontate in quei pollai possono far ridere solo i polli!

      "Mi piace"

  6. L’ipocrisia e il doppiogiochismo di questi marrani è evidente.
    Il M5S sta creando crepe nei loro bastioni e chi difende ‘la roba’ risponde con ferocia e menzogna.
    Quelli come Salvini sono ignoranti e grezzi, poveri di argomenti e ripetitivi in senso aggressivo senza essere propositivi di nulla.
    Quelli come Zingaretti sono fiacchi e inetti senza la forza di abbandonare le schiavitù pregresse ai poteri del Capitale (vedi lamenti ossessivi e deprimenti sul Mes e cedimenti vergognosi al renzismo, come Giani in Toscana).
    Le sorti di questo povero Paese restano nelle mani del M5S, con numeri sempre più risicati per colpa della trasumanza di troppi rinnegati presi da vacue speranze di futuri politici eterni, un Movimento squassato da contese interne tra Casaleggio e primari, impoverito da promesse di rimborsi disattese, rallentato da una disunione di intenti che rimanda i famosi stati generali e non riesce a decidere tra un capo politico e un governo collegiale, dove ci sono troppi galli a cantare e non si decide alla fine nulla, mentre gli elettori sono sgomenti e non vedono linee guida convincenti o l’agognata ripresa.
    Conte lavora come un matto ma nemmeno su questo blog si riesce e vederne un solido sostegno.
    Ma cosa vogliamo fare di questo Paese? O vogliamo che la guerriglia costante resti la nota fissa della nostra storia?
    Il capitalismo sarà duro a morire ma se ognuno vuole combatterlo a suo modo, e con una Lega e un Pd ormai venduti e incaprettati dai più ricchi e padroni dei media e delle fake a catena, non ce la faremo mai.
    E se pure ce la facessimo a dargli qualche botta, farebbe come il Mastro Don Gesualdo di Verga che in punto di morte abbatteva a colpi di mazza anatre e tacchini urlando : “Roba mia, vientene con me!”

    Piace a 1 persona

  7. I MEDIA E IL M5S. Viviana Vivarelli.

    Davanti a un panorama mediatico inquietante, tutto orientato nel senso ipercapitalista e iperliberista, con tutti i media contro di noi, e una quantità di fake ormai strasbordante e intollerabile, francamente avrei preferito che la quota che gli eletti devono versare al Movimento fosse usata per creare almeno un tg del tipo di quello di Gomez su La Nove.
    Chiaro che avrei preferito che, come partito uscito primo dalle politiche con 11 milioni di elettori, ci fossimo battuti per avere, come di diritto, almeno un canale televisivo in RAI, ma i nostri questo non lo hanno fatto, non so se per veto di Grillo, e ora tacciono verognosamente sulla presenza mediatica del M5S, ridotta ormai quasi solo al suo blog che è pure in discussione, Il Pd si è tenuto tutto quello che aveva e anzi ha continuato a inchinarsi alle tv di Berlusconi e Cairo, ignorando in modo colpevole il divieto legislativo di essere eletto per chi detiene tv o giornali.
    Ma qualcuno prima o poi comincerà ad occuparsi del conflitto di interessi o dovremo morire d’inedia chiusi in un bugigattolo?

    Piace a 1 persona

  8. Peccato che in quel talk-show, che suscita l’ilarità dei polli, non vi fosse niente da ridire.
    Semmai da piangere!
    L’argomento verteva sull’elasticita’ interpretativa delle leggi, da parte di certi Magistrati.
    Dell’insipienza dei vertici del Dap, non nominati da Giletti e nemmeno da Cairo.
    E sulla dabenaggine del Guardasigilli, che ha tentato di rimediare a babbo morto e parzialmente, invece di prevenire.
    Mi pare anche se discutesse sul fatto che la candidatura di De Matteo a capo de Dap, fosse stata “cassata”, sempre dal Guardasigilli di cui sopra.
    Roba da polli, appunto!

    "Mi piace"

  9. Che fantastiche fritture di aria che ci propina Buttafuoco.
    Se avesse delle posizioni chiare, espresse in modo schietto, con coraggio, forse sarebbe pure leggibile. Invece ha questo linguaggio contorto ed un punto di vista così labile che è realmente difficile capire da che parte stia. I suoi articoli sembrano degli sterili esercizi di stile… o forse non ha ancora deciso quale culo leccare.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.