Avvelenamento cani a contrada Pantano: Il Comitato Promotore del Club degli Amici della Terra Benevento presenterà un esposto alla Procura della Repubblica

Alla luce dei diversi episodi di avvelenamento di cani domestici e randagi che si susseguono da
circa due mesi nella contrada Pantano, all’interno dell’Oasi Zone Umide Beneventane (oasi gestita
dalla Lipu per conto della Provincia di Benevento), il Comitato Promotore del Club degli Amici della
Terra Benevento, nei prossimi giorni presenterà un esposto contro ignoti alla locale Procura della
Repubblica; di fatto stiamo registrando diverse segnalazioni da parte di alcuni fruitori della pista
ciclopedonale, sul ritrovamento di presunti bocconi avvelenati posizionati in punti adiacenti alla
pista ciclabile, la quale è nota per essere frequentata da alcuni cani randagi, che appaino del tutto
innocui, evidentemente qualche sciagurato vuole risolvere il problema del randagismo tramite
esche avvelenate, spero che questi avvelenatori verranno individuati il prima possibile e puniti
secondo la normativa vigente, che tra l’altro prevede un inasprimento dei capi d’accusa se questi
reati vengono commessi all’interno di aree protette come le oasi di protezione.
Come Comitato Promotore del Club degli Amici della Terra Benevento consigliamo ai numerosi
fruitori stagionali della pista ciclopedonale “Paesaggi Sanniti”, di prestare la massima attenzione
quando si va a spasso con il proprio cane, tenendolo sempre al guinzaglio ed educandolo a non
raccogliere cibo da terra.


Giovanni Picone
Coordinatore Provinciale del Comitato Promotore del Club degli Amici della Terra Benevento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.