Il bugiardo sincero

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il 15 luglio, quando Draghi provò a svignarsela, dimettendosi dopo la fiducia di entrambe le Camere, ma senza il voto dei 5Stelle sul dl Aiuti+inceneritore, il Fatto titolò: “Il Papeete di Draghi: s’è sfiduciato da solo”. Poi Mattarella lo rispedì in Parlamento. Ma lui il 20 luglio fece di tutto per non farsi fiduciare da […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

19 replies

  1. Il bugiardo sincero

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il 15 luglio, quando Draghi provò a svignarsela, dimettendosi dopo la fiducia di entrambe le Camere, ma senza il voto dei 5Stelle sul dl Aiuti+inceneritore, il Fatto titolò: “Il Papeete di Draghi: s’è sfiduciato da solo”. Poi Mattarella lo rispedì in Parlamento. Ma lui il 20 luglio fece di tutto per non farsi fiduciare da M5S, FI e Lega, e ci riuscì. Il Fatto titolò “Sono sempre i Migliori quelli che se ne vanno. Draghi si autoaffonda: prende a calci M5S e Lega, che non lo votano”. Per quei due titoli fummo linciati da un ampio stuolo di paraculi che negavano l’evidenza: Draghi non vedeva l’ora di fuggire prima che scoppiasse la bomba sociale aggravata dal suo dolce far nulla dopo la trombatura quirinalizia. Ora Renzi rivela che le cose andarono proprio così: furono il Pd e Draghi a opporsi al Draghi bis senza i 5Stelle, ormai superflui dopo la scissione Di Maio.

    Narra l’Innominabile che il 20 luglio, in Senato, aveva convinto la Lega: “Salvini mi fa segno con la testa che lui sul Draghi bis c’è e Giorgetti scende a confermarlo… E se c’è la Lega, FI non può che starci”. Resta da convincere il Pd: “Fermo Franceschini, lo vedo scettico: ‘A noi conviene lasciare che sia la destra a intestarsi la fine di Draghi. E si va a votare. Noi faremo una campagna elettorale tutta impostata sul rivendicare Draghi e lasceremo che Di Maio svuoti i 5Stelle”. Come no. Renzi parla in segreto anche a Draghi: “Mario… ti dimetti senza attendere il voto… Si fanno le consultazioni e la maggioranza delle forze politiche indica il Draghi bis per 10 mesi, da qui a maggio 2023… con i grillini all’opposizione”. Ma “Draghi non mi sembra per nulla convinto”. Anche perché ha appena preso a pesci in faccia i 5Stelle e il centrodestra per esser certo che non gli votino la fiducia. E, ottenuto lo scopo, va tutto giulivo a dimettersi, senza che Mattarella possa più trattenerlo. Né Draghi né Salvini né Giorgetti né Franceschini hanno smentito la ricostruzione: quindi dev’essere vera. Resta da capire perché Renzi, avendo saputo (anzi fatto) quelle cose, la sera stessa disse: “Questa crisi grottesca e assurda l’han voluta i 5Stelle. Il primo colpevole è Conte che l’ha aperta, il secondo Salvini che l’ha portata a termine. E anche FI si è accodata ai grillini”. E l’indomani: “Ieri eravamo riusciti in un mezzo miracolo: avevamo convinto il premier a tornare sui suoi passi e a fare i suoi ultimi dieci mesi… Draghi si era convinto… Ma la sua serietà è stata messa in crisi dall’incompetenza e dal populismo del duo Conte-Salvini”. Non solo: “Il Pd e Speranza volevano convincere il M5S a votare la fiducia per fare il Conte-ter giallorosso con Draghi, buttando fuori la Lega”. Cinque o sei versioni dello stesso fatto: per restare bugiardo anche l’unica volta che (forse) dice la verità.

    Piace a 8 people

  2. Arrivare a comportamenti simili, in un momento così difficile per l’Italia, solo per fare giochi di palazzo, per mostrare i muscoli, è da persone altamente cr…..li!! Menti perverse gestiscono un paese, lo usano come un giocattolo per i loro divertimenti!! Siamo alla follia totale! 🤬🤬🤬🤬🤬🤬

    Piace a 10 people

  3. la realtà è che Draghi non ha capito un qatzo della politica italiana: pensava ancora di essere alla BCE e comandare coi suoi “whatever it takes”, pensava gli bastasse aprire bocca per dettare le regole e azzittire gli altri.
    in Italia.
    nella patria in cui anche l’ultimo caporale si crede un generalissimo e vuole dettare legge nel suo orticello, e appena vengono a toccarglielo è pronto persino a sparare.
    nella patria in cui spunta fuori un salvatore della patria in media ogni sei mesi, viene osannato da tutti, viene dipinto da tutti i media come l’Uomo della Provvidenza, per poi finire appeso a testa in giù appena ci si rende conto che non è lui il messia e che dopotutto miracoli non ne fa.
    pensava veramente che gente come Renzi, Salvini, Franceschini e compagnia bella si mettesse sull’attenti e dicesse sissignore?
    certo, a parole tutti pronti a ossequiarlo: ne trovate uno che, in un anno e mezzo, abbia avuto il coraggio di criticarlo apertamente? persino la Meloni, leader dell’unico partito di opposizione, da tigre si faceva gattina quando c’era da criticare Super Mario (col quale pare avesse pure un bel rapporto personale). poi, dietro la schiena, tutti pronti ad accoltellarlo.
    e lui, arrogante bastianazzo, che ha pensato di poter mettere in riga questa ciurmaglia con la sua sola parola, come alla BCE metteva in riga i burocrati eurocrati.
    e infatti quelli che ha tentato di mettere in riga gli hanno piantato un bel pugnale nella schiena al momento dell’elezione del Capo dello Stato.
    ma è colpa tua, bamboccio: non puoi pensare di prendere a schiaffi quelli che ti devono votare, e sperare che ti votino solo perché tu sei tu, e gli altri non sono un qatzo.
    stessa cosa al momento della fine del suo governo: avesse fatto concessioni qua e là, gli avrebbero rinnovato la fiducia. li ha presi a sganassoni, perculando le loro misure di bandiera.
    è stato un suicidio, la prima volta inconsapevole, la seconda inconsapevole.

    Piace a 3 people

    • Mazzuolatore, come mai non citi le liti furibonde a colpi di fioretto nel suo ufficio quando veniva a contattarlo Conte?? Chissà cosa darei per avere un solo filmato di quegli “scambi di vedute”. Tant’è che persino Grillo, su istigazione di Draghi, pensò per un attimo di farlo fuori, specie in occasione dell’immonda riforma Cartabia. Cioè nel momento più propizio di dare il ben servito all’ex banchiere-dittatore. Solo quell’atto avrebbe fruttato ai 5* ben 5 punti in più alle elezioni. Ma in quel momento comandava la coppia Grillo-Di Maio, con Conte alle prese con la procura di Napoli usata da Giggino e fedelissimi in funzione anti-Conte. Fatto è che dell’uscita dal governo, sia pure per dare l’appoggio esterno (per me neanche questo), non se ne fece niente. Purtroppo!

      Piace a 8 people

    • Ci sei?o ci fai? Informati bene Draghi senza i 5 stelle aveva lo stesso una maggioranza bulgara anche perché di 5 stelle con Conte ne erano rimasti pochi.la verità è solo una I 5stelle rompono il pene ai grandi poteri che si trovano in Italia: industriali, latifondisti(cioè cooperative) ,banche nazionali e mondiali,mafiosi e delinquenti, Paponi, evasori,e parassiti vari, tipo la maggior parte dei giornalisti Rai e dei quotidiani e chi più ne ha più ne infili, che riportano solo ciò che vuole il padrone e come vuole il padrone.Lo stesso Dragoncello sfiammato ha fatto di tutto per affossare i 5stelle e non c’è riuscito . Dell’Italia onesta e lavoratrice non gliene importa un fico secco per lui contano lo sfruttamento della classe oppressa senza regole ne etica e morale da parte dei vampiri di cui lui fa parte

      Piace a 5 people

  4. Quindi anche il Migliore in capo non si è tirato indietro dalla tipica performance dei politicanti da strapazzo nostrani. Ma non era il premier tecnico puro e incontaminato nonché autorevole, omaggiato tutti i giorni dai giornaloni, persino con applausi alla fine delle conferenze stampa come è regolarmente in uso nella Corea del Nord ricordato da Trav ieri sera a Otto e Mezzo?? Sì, qualcuno mi risponderà, ma non dopo l’affronto ricevuto di non essere stato eletto al Colle più alto di Roma come si addiceva a una divinità indiscussa. Whatever it taxes du’ par de pall !!!

    Al suo posto avrei licenziato su due piedi dal governo Di Maio per incapacità manifesta, nell’aver brigato maldestramente nell’”affaire Colle”. Altro che raccomandarlo al posto di procacciatore di petrolio per l’Ue nel Golfo Persico dove si aggirerebbe come un’anima in pena col suo inglese maccheronico napoletano (a detta da Bruxelles).

    Piace a 8 people

  5. Sporchi giochetti elettorali con un’infarinatura di puerile risentimento del Migliore. E tutto, alle spalle degli Italiani alle prese con un post COVID da incubo. Farabutti

    Piace a 5 people

  6. Come da par suo, Travaglio riallaccia i fili di ciò che è realmente successo in merito alla fine del governo Draghi. La colpa ovviamente è stata di Conte a farlo cadere, una balla colossale montata dalle lingue felpate nostrane. La vera colpa del movimento fu entraci in quel governo, ma sappiamo chi ringraziare per le enormi supercazzole su Draghi grillino e tanto altro. Almeno ora il papà di Ciro ha perso la voce e il traditore Di Maio è sparito e vaga in giro come una trottola passando all’incasso, in astinenza di poltrone.

    Piace a 1 persona

  7. Metterei in Costituzione che una settimana al mese i parlamentari la passassero tra la gente comune, nei mercati, nei quartieri di periferia, in appartamenti piccoli e scomodi, con in tasca 300 euro (che devono bastare tutta la settimana). Al ritorno nel loro mondo dorato forse si impegnerebbero di più per i cittadini e un po’ meno per manovre di palazzo e di poltrone.

    Piace a 1 persona

    • Non basta una settimana, dovrebbero fare almeno un anno così. E siccome anche loro sono poltronari, col RdC dovrebbero eliminare anche il loro stipendio, così si cercano un lavoro vero.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...