Fischiettando

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Nessuno dei politici e giornalisti che avevano preso per buona la patacca ucraina dell’attacco russo alla Polonia rettifica né chiede scusa. I più pudichi tacciono fischiettando. I più spudorati dicono che, anche se il missile che ha sbagliato mira (di qualche centinaio di km) e ucciso due polacchi l’ha lanciato l’Ucraina, è colpa di Putin. […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

26 replies

  1. Fischiettando

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Nessuno dei politici e giornalisti che avevano preso per buona la patacca ucraina dell’attacco russo alla Polonia rettifica né chiede scusa. I più pudichi tacciono fischiettando. I più spudorati dicono che, anche se il missile che ha sbagliato mira (di qualche centinaio di km) e ucciso due polacchi l’ha lanciato l’Ucraina, è colpa di Putin. E non si domandano neppure perché l’“errore” arriva proprio all’indomani degli spiragli di negoziato fra Usa, Russia e Cina; né perché Zelensky mente sapendo di mentire (gli unici a sapere fin da subito che il missile era ucraino erano gli ucraini) per trascinare la Nato in guerra diretta contro la Russia e poi, sbugiardato da Usa, Polonia e Nato, persevera fino al tragicomico comunicato di ieri: “Non so cos’è successo, ma sono certo che il missile è russo”. Un genio.

    Meloni incontra il presidente cinese Xi Jinping, ne accetta l’invito a Pechino, promette lucrosi accordi commerciali e tutti i giornali elogiano la sua abilità di intrecciare buoni rapporti con la Cina restando amicona degli Usa. Ne siamo lieti anche noi, ma ricordiamo quel che dicevano Meloni e gli stessi giornali che oggi la elogiano quando Conte riuscì ad andare d’accordo con Trump (il presidente Usa più anti-cinese mai visto) e Xi, nel solco della nostra vocazione multilaterale: traditore della patria, servo di Trump, dei cinesi e pure di Putin. La Via della Seta, cioè l’accordo commerciale preparato da Prodi e avviato da Gentiloni, fu spacciata per un’invenzione improvvisata dell’azzeccagarbugli di Volturara Appula con la pochette a tre punte. E giù allusioni a tangenti cinesi ai grillini, in aggiunta a quelle di Maduro svelate dall’autorevole supertestimone El Pollo. Meloni e chi la loda perché fa esattamente le stesse cose del vituperato Conte spiegano perché han cambiato idea? No, dicono l’opposto di ieri e fischiettano, confidando nell’amnesia generale.

    De Benedetti, intervistato dal Corriere, definisce “un disastro” Letta che solo un anno fa lisciava sul suo Domani con una lettera aperta al leader dell’“unica forza politica che può far argine alla nuova destra nazionalista e al populismo dilagante”. Gli imputa la “arrogante stupidaggine” di non allearsi con i 5Stelle e di “identificare il Pd con Draghi”, che è il “passato”. È lo stesso CdB che definiva i 5Stelle “finiti”, Conte “una nullità, il vuoto” e Draghi un genio da tenere al governo finché campava “anche torcendo un po’ la Costituzione”. In pratica accusa Letta di aver seguito i suoi consigli. E, già che c’è, gliene dà altri due: imbarcare pure Renzi (che lui definiva “un disastro”); e, siccome il Pd “ha perso il popolo”, “appoggiare la Moratti”, la tipica popolana che riporterà le masse all’ovile del Pd. Io, per portarmi avanti, transennerei il Nazareno.

    Piace a 10 people

  2. Anche oggi a 8 1/2 quel genio di Feltri ha definito sconsiderato l’accordo con la Cina che propiziò il governo Conte. Mah. Ora sembra un’iniziativa geniale perché la Pesciola fa lo stesso. Si vede che gli ha passato il Sidol

    Piace a 6 people

  3. Sul primo punto, ormai è chiaro come il sole, specie dopo l’avvertimento mafioso del missile in Polonia, che Ze-Ze pur di non sedersi al tavolo di trattative, ovviamente per fare compromessi, sarebbe capace di provocazioni dinamitarde che neanche quelle di Totò Riina nei confronti dello Stato italiano per fargli ingoiare il papello. Tanto più che il negoziato sotterraneo in corso tra Biden e Putin non gli lascia tanti margini di procedere nella guerra con l’illusione di arrivare alla vittoria totale. BUM! Saranno ‘azzi amari per Biden nel cercare di convincerlo, non certo per la fantasmatica Europa che non avrà alcun ruolo pacificatorio, a meno che non deleghi Giuseppe Conte in quanto unico specialista in trattative diplomatiche per organizzare un incontro tra le parti. Sempre meglio di quel biscazziere di Erdogan che gioca nello stesso tempo su 4 tavoli diversi.

    Sul secondo punto, siamo in piena Commedia dell’Arte con la differenza che quando l’abbiamo inventata, finita la serata di successo, gli attori smettevano gli abiti della recita e facevano tranquillo ritorno a casa. Mentre qui c’è una perfetta identificazione tra arte e vita h 24 su cui da un secolo dibattono gli esperti di letteratura a partire dalle avanguardie nazionali e non solo. Per cui le risate (amare) non hanno mai fine sia di giorno che di notte. Troppo complicato raccapezzarsi nell’arabesco di posizioni politiche per trovare una via d’uscita razionale. Accontentiamoci dello spettacolo, peraltro gratuito, che l’eterna cialtroneria nazionale ci offre. Non mi pare ci sia altro da fare.

    Piace a 1 persona

  4. Ci sono già stati episodi nei mesi scorsi, ma la storia del missile caduto in Polonia ci ha fatto capire che in realtà Biden e Putin stanno già trattando da tempo la soluzione del conflitto. Ci vorrà del tempo perché la strada da percorrere è lunga e complicata.

    "Mi piace"

  5. Poi dicono che la coerenza della Meloni ha fruttato quei voti, ma coloro che parlano capiscono che in politica non ESISTE LA COERENZA e quindi viva Prezzolini che si definiva APOTE cioè coloro che non la bevono

    "Mi piace"

  6. Io resto dell’idea che la NATO, secondo l’articolo 5, dovrebbe dichiarare guerra all’Ucraina, visto che ha deliberatamente attaccato uno stato membro della stessa.

    Piace a 4 people

  7. Negli italiani permane e si rafforza il problema della memoria corta, cortissima sostenuto e avallato dall’informazione piegata oggi a questo, domani a quello.
    Qui che cosa Meloni diceva un anno fa:
    https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2021/11/22/cina-meloni-draghi-riemetta-in-discussione-via-della-seta_8e374238-9e51-4dc5-b86d-e4a2a389dc73.html

    Qui che cosa Meloni fa oggi:
    https://radiomaria.it/lincontro-da-piu-di-unora-fra-meloni-xi-e-jinping-e-la-riapertura-del-dialogo-italia-cina/

    Piace a 1 persona

    • lezione di Giorgia,
      Giorgia Meloni: “le istituzioni vanno rispettate sempre, al di là del colore politico

      Meloni: “Cina attacca nostra economia e Conte la esalta, si vergogni”
      18 gennaio 2021

      “La Cina attacca nostra economia e Conte la esalta, si vergogni. Chi ha la responsabilità di aver stravolto le nostre vite, la Cina, approfitta delle nostre debolezze, per aggredire l’economia italiana e non solo e Lei viene qui ad esaltarla: si deve vergognare per questo”. Lo ha affermato Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, nel suo intervento alla Camera in dichiarazione di voto. In tutto l’intervento la leader di Fdi si è rivolta a Conte appellandolo come “avvocato”, senza utilizzare la parola presidente o premier. (Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).

      video
      https://www.iltempo.it/video-news-by-vista/2021/01/18/video/meloni-cina-attacca-nostra-economia-e-conte-la-esalta-si-vergogni–25918538/

      Piace a 1 persona

  8. IL MENTITORE SERIALE

    Che Zelenski sia un osceno truffatore non dovrebbe essere una scoperta per nessuno. Con le sue menzogne col massimo accanimento criminale stava per scatenare la terza guerra mondiale e non gliene importava niente!!
    Dunque se Zelenski si spara su un piede è colpa di Putin?
    Dunque, se io oggi non ci vedo, è colpa di Putin?
    Non c’è peggior cecità di chi vuole credere e farti credere per forza delle menzogne.
    Una cosa a Zelenski è riuscita perfettamente: svelare in modo chiaro chi sono i truffatori del mondo, i propagatori di bugie, e ci è riuscito benissimo.
    E a un tale buffone dovremmo pure dare altre armi per la sesta volta????
    Ma davvero dobbiamo vivere in un mondo dove ai criminali come Zelenski si tributa il massimo degli onori, mentre chi svela le menzogne dei potenti come Assange deve essere imprigionato a vita??
    Ma chi l’ha detto???

    Non importa di chi sono i missili-MARCO TRAVAGLIO

    OTTO E MEZZO

    https://www.la7.it/otto-e-mezzo/rivedila7/meloni-non-cambia-di-chi-sono-i-missili-otto-e-mezzo-puntata-del-16112022-16-11-2022-460422

    Piace a 2 people

    • Brava! Chi ha sparato il missile, lo sapeva immediatamente dopo averlo sparato, adesso basta girarci intorno! Stoltenberg lo definisce tragico errore (sic!) e siccome ho il senso dell’umorismo, sarei anche disposto a giustificarlo così. Ma il pagliaccio sparatore di missili a tradimento HA MENTITO SAPENDO DI MENTIRE. E DAVANTI AL MONDO INTERO. Nel mio piccolo, molto modestamente, l’ho detto ieri in uno dei miei post qui sull’argomento. Questo episodio lo qualifica. E sono sempre più convinto che il missile sia un atto deliberato per gettare benzina sul fuoco. A costui stiamo mandando armi sofisticatissime (e costosissime), e altre ne chiede. Questi sono i risultati che dobbiamo mettere in conto.

      Piace a 3 people

  9. E poi ci meravigliamo della tanto vituperata propaganda rissa?! Ma quelli sono dilettanti rispetto a noi. Sbarbatelli …

    "Mi piace"

  10. Ricordo che al tempo della vicenda orale sotto il tavolo ovale della Casa Bianca, fu chiesto l’ impeachment del presidente americano perché aveva mentito al popolo americano e fu subito ovazione e gloria di giornali e politici nostrani per la lezione esemplare di etica e democrazia. …..ora abbiamo un esaltato che mente sapendo di mentire al mondo intero, con una guerra in corso, rischiando di trascinarci nella terza guerra mondiale per la sua menzogna, eppure partono gli stessi applausi od al massimo delle giustificazioni, secondo la solita prassi ‘ esemplare” dell’ ipocrisia. …..e non potrebbe essere altrimenti perché dal 2014 in Ucraina c’è una guerra civile, accordi e referendum disattesi, minoranze discriminate ed aggredite, giornalisti scomodi eliminati, partiti politici di opposizione banditi e battaglioni di fanatici violenti legittimati all’ azione, eppure il paese ha il Green pass di democrazia, tanto da essere accettato ed accolto nella sua richiesta di entrare nella UE e nella Nato……senza neppure l’ imbarazzo e la vergogna, della contraddizione storica e realistica, che un paese dilaniato da una guerra civile, non può per definizione essere democratico! Se il presupposto della recente menzogna, è stata la mancata lettura oggettiva degli avvenimenti, il limitarsi al mantra aggressore/aggredito senza alcun interesse per le ragioni, le azioni preventive, volutamente disattese, le soluzioni alternative, escluse, perché non funzionali al reale interesse economico, ora non può sorprendere che Zelensky menta, visto che fa esattamente quanto fatto da tutti gli altri attori, come lui, dal 2014, che senza alcun dubbio od incertezza ne hanno sostenuto il protagonismo , fino al rischio e responsabilità condivisi di una guerra nucleare…..Se Zelensky cerca ora il pretesto di coinvolgimento Nato ed allargamento del conflitto, è perché qualcuno lo ha messo in condizione di farlo e l’ allievo ha superato i maestri! Pronti a scaricarlo perché le guerre vanno bene fino a quando non c’è il rischio nucleare che vedrebbe morire 85 milioni di persone nelle prime 3 ore ed il 75% della popolazione mondiale nei 7 mesi successivi…….questa reale verità non ha impedito ai soliti guerrafondai di parlarsi, prima, di accordarsi , prima, con dittatori nemici o amici, a seconda della convenienza pattuita da strette di mano……ipocrisia e menzogna generano prodotti fasulli, che poi mentono, senza rischiare l’ impeachment ,riservato ad altre prestazioni, più innocue…..

    Piace a 1 persona