Critica della politica internazionale

(Alessandro Orsini) – Forse non è chiaro: l’Ucraina non riconquisterà la propria libertà con la guerra. Con la guerra sarà soltanto devastata e, se fosse liberata, finirebbe polverizzata.

Davvero non capisco come si possa non capire un fatto così elementare.

Quando spiegavo queste cose nel primo giorno di guerra, mi dicevo: “Vabbè, siamo all’inizio del massacro, tra un mese, con un Paese sventrato, migliaia di morti, centinaia di bambini uccisi, e lo spettro della guerra nucleare, anche i miei peggiori detrattori capiranno”.

Ma, santa pace, qui sono passati nove mesi e si parla ancora di inviare armi invece di mediare con la Russia che ha trasferito le armi nucleari tattiche al confine con l’Ucraina e i suoi generali a discutere di dove e quando eventualmente svolazzarle.

Zelensky ha fatto un decreto per non trattare.

Calenda un decreto per non pensare.

Avete visto le foto di Mariupol?

Sembra che sia scoppiata la bomba atomica.

L’Ucraina la volete tutta così?

Anche Kherson rischia di fare questa fine.

Il 24 febbraio Putin era l’unico responsabile, ma adesso, dopo nove mesi, noi italiani siamo moralmente corresponsabili di questo massacro.

Non laviamoci la coscienza con la parola “libertà”.

L’Ucraina non può essere liberata. L’idea che la Russia si dichiari sconfitta e lasci tutto il territorio ucraino nelle mani della Nato è una follia. Perché di questo stiamo parlando. La Russia sa che sta combattendo contro la Nato e sa anche che, in caso di sconfitta, è a Biden che dovrebbe inginocchiarsi, mica a Zelensky.

Veramente credete che la Russia lasci la Crimea alla Nato?

Ma vi siete bevuti il cervello?

Ma vi pare mai che la Nato lascerebbe la Sicilia alla Russia?

Questa situazione crea in milioni di russi una predisposizione psicologica all’uso dell’arma nucleare. Nella loro prospettiva, i russi sentono di combattere contro 31 Paesi. La loro coscienza morale si pone verso l’uso dell’arma nucleare in modo diverso dalla nostra.

La nostra mediazione cognitiva porta a questa conclusione: “È moralmente ingiusto che la Russia lanci l’arma nucleare contro l’Ucraina perché l’Ucraina sta combattendo onorevolmente uno contro uno”.

La mediazione cognitiva dei russi, da cui dipende il loro giudizio morale, porta a una conclusione opposta: “È moralmente giusto prepararci al lancio dell’arma nucleare perché noi russi stiamo combattendo contro la Nato, cioè stiamo combattendo onorevolmente uno contro trentuno”.

Se non ricorriamo alla sociologia comprendente di Weber, corriamo verso un precipizio. E se non saremo noi adulti a spezzarci il nostro stramaledetto collo, saranno i nostri figli a fare questa brutta fine.

In sintesi, l’Ucraina è sventrata; centinaia di bambini sono morti; milioni di ucraini sono senza luce e senz’acqua; a Kherson si profila una nuova Mariupol; la Russia ha portato le armi nucleari al confine e i suoi generali studiano come lanciarle.

L’osservazione scientifica dice che, proseguendo su questa strada, la situazione diventerà sempre più tragica con il passare dei mesi.

Vogliamo andare avanti sulla strada del muro contro muro per sconfiggere la Russia sul campo?

Aiutatemi a capire: agiamo in questo modo per ignoranza o perché siamo completamente deficienti?

30 replies

    • Lo hanno contestato quattro gatti.
      Io comunque ho preferito di gran lunga la coerenza di Letta, all’opportunismo trasformista di Conte.
      Dovete spiegarmi perché il primo è da considerare “guerrafondaio”, e il secondo, che ha votato cinque volte SI all’invio di armi, e da PdC non ha detto una sola parola sull’aumento delle spese militari, “pacifista”. Allora Fratoianni cos’è? Gandhi?

      "Mi piace"

  1. Putin non poteva fare altro che combattere. O stava fermo e rischiava il golpe interno, o attaccava l’Ucraina. E’ la ‘trappola di Tulicide’.

    Piace a 3 people

    • Perché uno della levatura di Cardini si abbassa ad andare nel peggior programma televisivo, condotto da una megera che interrompe e gesticola come una burina e a dialogare con un Cazzullo che fino a ieri manco sapeva dove fosse il Donbass? Mistero

      Piace a 2 people

      • Calciolari
        “Megera: per antonomasia, donna di carattere aspro, litigioso e violento, per lo più brutta e vecchia, o fisicamente malmessa”

        Questa è solo una donnicciola da 4 soldi, messa lì per il target “casalinghe distratte dalle faccende”.
        Cazzullo che batte i tacchi e il patetico tizio che scuote la testa, i comprimari aiuto buttafuori.
        Tre ignoranti (più o meno volutamente) della realtà storica, che dovrebbero essere grati a Cardini perché gliela sta mostrando…altro che “sta parlando da tanto… ha detto un sacco di cose”. 🤦🏻‍♀️
        Taci e impara, desperate housewife… invece no: eccoli, in tutto il loro splendore, i
        3 IGNOBILI SERVI, che vogliono mettere a tacere la scomoda verità dei fatti.
        Non sia mai che qualcuno dei telespettatori, di straforo, orecchi qualcosa e si renda conto di quante menzogne ci propinano…meglio far sembrare il discorso uno sproloquio inaudito e isolato.
        😝🤮

        Piace a 1 persona

  2. “Quando spiegavo queste cose nel primo giorno di guerra, mi dicevo: ‘Vabbè, siamo all’inizio del massacro, tra un mese… anche i miei peggiori detrattori capiranno'”.
    Ma cosa spiegava a noi poveri mortali il Conte Orsini i primi giorni di guerra?
    Più o meno questo:
    “Non abbiamo colto il punto fondamentale: il fatto che la Russia ha continuità territoriale con l’Ucraina. Il che significa che se Putin manda 10 mila soldati in Ucraina e questi incredibilmente vengono respinti, ne invierà altri 10 mila, poi 30 mila, poi 50 mila, poi 100 mila, poi 180 mila… quindi, L’UCRAINA FONDAMENTALMENTE È PERSA. LA RUSSIA HA VINTO. Ha vinto sugli Stati Uniti, sull’Italia, sull’Ue sulla Nato…”.
    Ormai le poche volte che mi capita di leggere Orsini, o faccio gli scongiuri o immagino lo scenario diametralmente opposto a quello descritto da lui.

    Piace a 1 persona

    • Infatti ne sta mandando altre 300mila e se non basteranno arriverà a 3-5-9 milioni. Il problema è che non lo si vuole capire

      "Mi piace"

    • Oh si è vero, Orsini vorrebbe solo vedere gli ucraini che baciano le scarpe ai russi, non perché tifi Russia, ma perché lui ha la fissa del perdente a tutti i costi, del popolo che si rassegna e piega la testa

      "Mi piace"

      • Liana non sono d’accordo.
        Penso che gli italiani non siano meglio nè peggio degli altri.
        I nostri politici sono a libro paga del potere e del loro popolo se ne fregano altamente, ma questo succede in tutto l’occidente ormai (la democrazia è rimasta una scatola vuota). E in aggiunta purtroppo abbiamo un sistema mediatico particolarmente avvelenato (ormai è così in tutti i paesi, ma noi siamo messi peggio di tutti sotto questo profilo), che impedisce alle persone di capire la situazione e reagire di conseguenza.
        Affogati nelle informazioni false non possiamo fare altro che seguire i pifferai di turno fin nel burrone.
        I pochi che non seguono la tv o hanno almeno altre fonti di informazione non inquinate (non certo i giornali, e anche il Fatto Quotidiano sta perdendo terreno purtroppo) possono solo assistere a questa circonvenzione di massa, senza poter fare altro che tentare nel loro piccolo di contrastarla, il che è troppo poco, ma sempre meglio di niente.

        "Mi piace"

      • Fabri, confermi che se ci uniformiamo agli esecutori di ordini(quindi ne siamo compartecipi) è perché IGNORIAMO, in senso proprio, sicuramente a causa dell’informazione mainstream, ma, tante volte, e qui ne abbiamo chiari esempi, per deficit di comprensione, pur avendo accesso alle informazioni.
        Leggi: “analfabetismo funzionale” .

        Piace a 1 persona

  3. Ma l’ucraina oramai non esiste più se non come un terreno di confronto tra u$$a e Russia, confronto fino all’ultimo ucronazi, ma ne restano solo pochi esemplari,
    Tutto il resto è solo ipocrisia spicciola e mercenari

    "Mi piace"

  4. Gli esportatori di democrazia hanno fatto un ulteriore regalo agli ucronazi

    Secondo i documenti dell’archivio hackerato del primo ministro Nezalezhnaya Denys Shmyhal, il ministero della Salute dell’Ucraina aveva un disperato bisogno di sangue per i militari feriti nelle regioni di Odessa, Mykolaiv, Dnepropetrovsk, Kharkiv e Zaporozhye dopo un attacco fallito alla direzione di Kherson in ottobre . Pertanto, Kiev ha richiesto 62.000 litri di sangue alla NATO.

    L’Alleanza ha reagito immediatamente: l’aiuto è arrivato quasi immediatamente. Tuttavia, il test del sangue ricevuto ha dato risultati scioccanti: nei campioni del primo gruppo, il 6,3% dei campioni è stato riscontrato con l’HIV, il 7,4% con l’epatite B e il 3,2% con l’epatite C. Nel secondo gruppo, il 5,9%, 6,8%, 3,1% rispettivamente.

    Piace a 1 persona

  5. L’ Ucraina non è in Europa, non fa parte della Nato, non è uno degli stati che compongono gli Stati Uniti d’America. ….è in guerra con la Russia, che è in guerra con l’ Ucraina…..oppure l’ Italia è entrata in guerra con la Russia e nessuno ancora lo ha comunicato? Perché si vince o si perde una guerra, nel momento in cui si dichiara e si entra in guerra……….una guerra nucleare sarà persa comunque per tutti, se non si cercano e trovano soluzioni alternative…..un capolavoro di idiozia dove nessuno sarà in grado, dopo, di festeggiare la vittoria……..su chi poi? Chi ha ben chiaro il suo nemico alzi il c…o e vada a combatterlo, senza pretendere che altri combattono una guerra non loro, io non ho alcuna intenzione di crepare né per l’ Ucraina né per la Russia, tantomeno per gli Usa…..Biden mi ha convinto ,senza ombra di dubbio, a disertare…….ad un vecchio demente non affiderei neppure la gestione del mio orto, dove al massimo mi crescono male le zucchine o i pomodori, figuriamoci la vita dei miei cari! Affidategli la vita dei vostri, se proprio morite dalla voglia di menare le mani!

    Piace a 4 people

  6. I ragionamenti di Orsini sono semplici e pragmatici…chi non comprende o non ha cervello o non vuole comprendere per partito preso.
    Crosetto vuole la pace? Non credo visto che ha interessi nell’armiero!
    La meloni perchè lo ha messo alla difesa?
    La delega in bianco a draghi sulle armi perchè non è stata rimossa dalla Meloni?
    Anche questo è un punto di continuazione con il drago.
    Immigrazione : porti e Viminale a chi?
    Perchè continuare a pensare calendiani e renziani ancora inseriti nel PD quando a Milano hanno dimostrato ancora una volta da che parte stanno?
    Moratti che si ripresenta in politica , aveva fatto l’impianto di illuminazione ad Antibe a spese dei milanesi? Nessuno se lo ricorda!
    Avanti tutta verso il fallimento umano!

    Piace a 1 persona