In marcia per fare la storia

La marcia per la Pace in programma domani a Roma può diventare una valanga sui Palazzi del potere.

LA PUGLIA PER LA PACE MANIFESTAZIONE IN PIAZZA LIBERTA'

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Se a Roma si inventano leggi contro i rave party e discussioni sul maggior uso del contante (ad avercelo!) per nascondere le poche idee e confuse su come affrontare il caro-bollette, a Bruxelles la musica non cambia, e invece di dirci se ci saranno più soldi per la Manovra, la premier Meloni esce dal vertice con la presidente della Commissione von der Leyen parlando di immigrati e confini dell’Europa.

Se sia un segno buono o cattivo valutatelo voi, ma a naso la leader di Fratelli d’Italia torna a casa con niente in mano. E d’altra parte, se hai fatto sempre la guerra a popolari e socialdemocratici che sono largamente in maggioranza, e sei pure la leader dei conservatori che dal Consiglio d’Europa all’Europarlamento non contano niente, che vuoi di più?

Molto più utile di questo tour europeo della nostra premier è perciò l’appuntamento al quale tutti noi semplici cittadini possiamo partecipare domani, a Roma, aderendo a una marcia per la Pace che può diventare una valanga sui Palazzi del potere.

La voce del popolo contro la cecità di chi ci governa, inchiodato sulla strategia bellicista di Washington. Fare la pace, si sa, è più difficile che fare la guerra, e se continuiamo con armi e sanzioni non la finiremo più.

La strada, dunque, è quella di offrire il ritiro delle sanzioni a Putin in cambio di una trattativa, e non mandare una sola pallottola a Zelensky se non si siederà allo stesso tavolo. Così si cambia la storia. E questo possiamo farlo solo noi cittadini, perché se aspettiamo Biden, von der Leyen o Meloni siamo persi.

20 replies

  1. Le persone comuni per dissentire due possibilità, una è il voto e l’altra la protesta di piazza.. il voto è più efficace e lo abbiamo visto spesso, la protesta un po’ meno ma può comunque essere utile.. vedere maree di persone che protestano può fare capire ai governanti che il popolo è insofferente e forse potrebbe muoversi diversamente e migliorare le sue scelte politiche od altro… Domani è una di quelle giornate importanti, la pace deve essere priorità, in questo momento ancora di più.. speriamo di essere in tanti, io ci sarò e spero che potremmo dare il nostro contributo affinché qualcosa cambi..

    "Mi piace"

  2. E bravo Pedullà, così si fa la storia!! Come la fecero Chamberlain , Daladier …. Hitler e Mussolini a Monaco nel 1938 :”La strada, dunque, è quella di offrire il ritiro delle sanzioni a Putin in cambio di una trattativa, e non mandare una sola pallottola a Zelensky se non si siederà allo stesso tavolo”. Grande proposta di pacifista! Bisogna “offrire” il ritiro delle sanzioni ( e perchè se è vero che danneggiano solo noi!?) in cambio non del ritiro dei suoi carri armati, ma di una generica “trattativa” dai contenuti ed esiti oscuri. E ” non mandare una sola pallottola” a quel guerrafondaio di Zelensky se non si siede allo stesso tavolo del buon Putin che gli sta massacrando popolo e territorio per amore di pace (quella eterna dei defunti). Ma quale droga ha diffuso Putin qui in Italia da bucare tanti cervelli?

    "Mi piace"

    • Gentile signora, un Primo ministro di Israele, Y.Rabin, sosteneva che: ” la pace si fa con i nemici “. Pertanto giustamente, secondo certi ragionamenti di guerra a oltranza, fu ammazzato nel 1995 da uno che pensava che il conflitto fosse una cosa buona. Pensi che quello sciocchino del Papa dice, oggi le stesse cose di Rabin. Quanto alla droga, mi domando se i bellicisti riflettano sul fatto che l’ Ucraina è divenuta un Paese contaminato da uranio impoverito ( serve a distruggere i carri armati tramite i missili) e dai componenti degli esplosivi. I prodotti principali di quel Paese ( olio alimentare e grano) ne saranno inquinati per anni. Bisognerà stare molto attenti a quel che si compra e si mangia. Auguri.

      "Mi piace"

    • Toglimi una curiosità, ma vivi in una cripta, dentro una bara che si apre solo quando si parla di guerra?
      Altri argomenti mai?
      Bah…

      "Mi piace"

      • @Se si riferisce a me può togliersi la curiosità cercando su internet il mio nome ( e il vecchio nick di Cassandra testarda) e scoprire che non vivo affatto dentro una bara (carino il suo jellante accostamento… è una speranza o un augurio??) , e scoprire che ho una vita piena e ricca di interessi e scritti al di fuori di infosannio e della guerra in Ucraina. Certo questo è l’argomento più attuale, che mi interessa per la sua gravità e conseguenze. Se mai è questo sito, che doveva essere spazio aperto e “antidoto al pensiero unico”, ed è diventato invece covo di putiniani che da 8 mesi passano giorno e notte a cercare giustificazioni per le nefandezze del becchino Putin e ad abbaiare e sputare veleno contro chi non la pensa come loro. Altri scopi , un po’ più utili all’umanità, nella vita ne avete?

        "Mi piace"

      • E tu NO, ché ti svegli per parlare SOLO di QUELLO?
        E per vomitare continuamente le tue assurde tesi dovute a paraocchi di marmo?
        Possibile che tu veda SOLO una fetta di realtà virtuale e non riesca a fare la minima “panoramica” ?
        Che sia l’elmetto a impedirti la visuale e la ricezione di ogni, pur minimo, punto di vista vagamente allargato?
        E con che foga maligna, poi, riesci a identificare tutto il male da un unica parte…
        Saresti stata il soldato nazista ideale.
        Eseguire gli ordini senza il minimo dubbio è la tua fede. Non chiederti nient’altro, rispetto a ciò che ti viene inculcato, la tua unica difesa.
        Irriducibile, cieca come uno zombie che esegue senza più anima.
        Ecco perché la bara nella cripta.
        Più che lugubre, triste. Per te.

        “Altri scopi , un po’ più utili all’umanità, nella vita ne avete?”
        Il nostro scopo finale sarebbe la PACE… più utile all’umanità di così…
        Il tuo, invece? Ché neghi ogni realtà pur di continuare a sputare il TUO veleno da una parte sola?
        Guardati questo, va’… Barbara Spinelli, Jeffrey Sachs, Marco Tarquinio.
        ASCOLTA che cosa dicono.
        Il secondo è un professore AMERICANO della Columbia University. Gli altri due credo e spero che tu sappia chi sono: non certo 2 ignoranti putiniani sputaveleno…

        https://fb.watch/gB5cvverTg/

        "Mi piace"

  3. Mi dispiace non avrei mai voluto scriverlo o offendere qualcuno, ma purtroppo me lo chiede Lei. “Tu sei proprio scema”.

    "Mi piace"

    • Se si riferisce a me, lo scrivo con convinzione, è proprio questo tipo di insulti che mi conferma della cattiveria e pericolosità degli autoproclamati “pacifisti”

      "Mi piace"

      • Infatti notoriamente i pacifisti uccidono più dei carri armati, delle V2 e del Voodoo.

        Sì, i pacifisti possono essere cattivi.

        Perché odiare le canaglie come te è cosa nobile.

        "Mi piace"

  4. ” Dopo aver ascoltato il resoconto di Ciano, l’ ambasciatore (fascista) a Berlino, Attolico, sostiene con foga la necessità di impugnare il trattato di alleanza (con la Germania di Hitler) per garantire all’ Italia il diritto a rimanere estranea al conflitto. …..” da Gli ultimi giorni dell’ Europa di A. Scurati
    “Io ho fatto notare a Ribbentrop che una guerra perduta porterebbe ad un trattato di pace al cui confronto quello di Versailles è uno zuccherino; gli ho detto che mi sento più italiano che fascista, e devo preoccuparmi soprattutto di salvare il mio paese” Galeazzo Ciano agosto 1939
    Anche una parte di fascisti erano pacifisti, Mussolini venne accolto in Italia, dopo la conferenza di Monaco del 1938, da una folla festante, perché gli italiani volevano la pace. ….Poi prevalse all’ interno del fascismo e sullo stesso Mussolini , la logica della guerra a fianco di Hitler ed il resto è storia. …..fino all’ ultimo Francia ed Inghilterra tentarono di convincere Mussolini a mantenere la neutralità dell’ Italia ….certamente la via della pace è lastricata di compromessi, ma va comunque percorsa per evitare il sacrificio di milioni di morti, nella terza guerra mondiale 50 milioni di cui 20 milioni di russi……non so cosa ci sia di sbagliato o disonorevole nel cercare di evitare una catastrofe umanitaria ,come quella di un conflitto nucleare in Europa, tentando ogni via di mediazione possibile fra nemici. ….e la neutralità di paesi ,non direttamente coinvolti, serve a questo……lo avevano capito anche alcuni fascisti e pure Chamberlain e Daladier, perché con l’ Italia neutrale, nel secondo conflitto mondiale, forse avremmo visto un altra storia…..e magari un minor numero di vittime……che poi è l’ obbiettivo di chi preferisce la risoluzione delle controversie con la politica e la diplomazia, piuttosto che arrivare alle stesse trattative , ma dopo la morte di centinaia di milioni di individui……

    "Mi piace"

  5. Anch’io domani sono a Roma, qualcuno sa per che ora è previsto l’ inizio della manifestazione? Perché io arrivo alle 11.30, dormo a Roma e riparto il mattino del 6 novembre!

    "Mi piace"

    • A domani Alessandra, non ci potremo riconoscere tra tanti ma sarà bello comunque perché staremo condividendo un momento molto importante e significativo! Noi ci proviamo perlomeno a far sentire la nostra voce!! 💝

      "Mi piace"

  6. Io ci lavoro a piazza della repubblica :),
    sarò idealmente con voi, impegni personali mi impediscono di venire ma sono contento siate in tanti a piazza ” Esedra” come la chiamiamo noi romani over 55

    "Mi piace"