M5S, Saiello: “Sanità, in Campania disattesa la normativa nazionale sulla trasmissione telematica delle certificazioni”

Interrogazione del consigliere regionale: “Un grave danno per cittadini e medici di base”

“La sanità in Campania è una continua corsa ad ostacoli. Molti medici di medicina generale denunciano che a tutt’oggi, dopo ben undici anni dall’entrata in vigore delle norme nazionali, la gran parte dei medici dipendenti del SSR, quelli ospedalieri e di distretto, non rilasciano le certificazioni di malattia così come previsto dalla normativa vigente adducendo come motivazione che non è loro competenza l’invio telematico all’INPS o la mancata attivazione delle credenziali telematiche per l’invio. Questo mancato adempimento si ripercuote sui medici di medicina convenzionata ma soprattutto sui cittadini che sono costretti ad un ulteriore step presso il medico di base”. A denunciarlo è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello che questa mattina ha depositato sul tema un’interrogazione a risposta scritta.

“Per queste ragioni ho chiesto alla Giunta di conoscere quali azioni intende intraprendere ai fini del corretto adempimento giuridico amministrativo da parte di tutti coloro che ne sono obbligati. Non possiamo tollerare – conclude Saiello – che i cittadini, già affetti da patologie, siano costretti a passare da un medico all’altro per elemosinare un certificato di malattia”.

Mario Mosca

Responsabile comunicazione Movimento 5 Stelle

al Consiglio regionale della Campania

Nicola Arpaia

Addetto Stampa