La verità sulle frasi di Berlusconi è che si tratta semplicemente di quel che il leader di Forza Italia pensa

(Enrico Mentana) – La verità sulle frasi di Berlusconi carpite dagli audio filtrati in questi giorni – per quanto possa sembrare disarmante – è che si tratta semplicemente di quel che il leader di Forza Italia pensa.

Smentite, contestualizzazioni, messe a punto, correzioni sono solo dettate dalle pressanti richieste di collaboratori e alleati, in vista della formazione del governo.

Ma quel che Berlusconi ha racontato ai deputati di Forza Italia, vincolandoli al piu assoluto riserbo, su Putin e Zelensky è parola per parola quello che aveva detto in tv, senza ovviamente vincoli di sorta, da Vespa tre giorni prima delle elezioni.

Nella sostanza – che è ciò che conta – si tratta della narrazione sulla guerra di Ucraina più vicina alla versione russa che si possa ascoltare da un politico europeo, in totale contraddizione con le posizioni del governo ancora in carica e delle deliberazioni parlamentari a cui anche Forza Italia ha dato il suo sostegno.

Poi Berlusconi può rivendicare, atti alla mano, la sua 28ennale adesione ai principi euroatlantici e tutto il resto. Ma nessun altro leader occidentale si vanta di ricevere regali e dolcissimi lettere da Vladimir Putin, e di ricambiare. E nessun altro leader si permette allusioni negative sul presidente di un paese aggredito, dopo averlo accusato di aver provocato la guerra “triplicando gli attacchi alle regioni del Donbass”.

Coi riflessi condizionati della politica italiana si prova a ipotizzare quali siano i motivi tattici di queste uscite: contro Meloni, o per andare a un governo a maggioranza diversa, eccetera.

Dovrebbe invece interessare di più il fatto in sé: parlando per la prima volta agli eletti del suo partito, Berlusconi ha fatto un discorso, “impreziosito” dal vincolo di riservatezza, che non avrebbe stonato in quella ormai nota trasmissione del primo canale della tv russa.

Non solo: ha ripetuto tesi che aveva già espresso tre settimane prima, confermando che quella è la sua opinione radicata, altro che sbandamenti o travisamenti. E fino a prova del contrario quella è la linea di Forza Italia, ascoltati gli applausi e verificata l’assenza di dissensi.

Anche perché quelle tesi, simpatizzanti per Putin, severe con Zelensky, preoccupate per un aiuto agli ucraini che ci porta grandi spese e in cambio un salasso energetico e economico, sono in sintonia con una corrente minoritaria ma ben presente nell’opinione pubblica italiana. In sprezzo a leggi e trattati, in omaggio alla legge del più forte, fedeli a un solo principio, quello del “cosa mi conviene”, e magari simulando già il battito di denti per un inverno freddissimo senza gas, nel bel mezzo dell’ottobre più caldo di tutti i tempi.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

19 replies

  1. “Anche perché quelle tesi, simpatizzanti per Putin, severe con Zelensky, preoccupate per un aiuto agli ucraini che ci porta grandi spese e in cambio un salasso energetico e economico, sono in sintonia con una corrente minoritaria ma ben presente nell’opinione pubblica italiana” caro mentina, la”corrente minoritaria”di cui parli è , secondo un sondaggio, il 62% degli italiani….piantala di fare l’ ufficio stampa di Zelensky. ne va della tua dignità professionale se ne hai ancora una…

    Piace a 5 people

    • Minoritario sarà il solo milionario Mentana che parla solo per se stesso ! Smentendo la pura verità dei fatti ! Gli italiani e non solo per le pesanti sanzioni non sono in linea con un demente come Biden che vuole scatenare l ennesima guerra fuori da casa sua e a spese degli altri! Sveglia ché É gia tardi!!

      Piace a 1 persona

  2. “Testa d’asfalto” ha sguinzagliato il “barboncino” chicco mentina, Berlusconi che le ha tutte ma stupido non lo e’ di sicuro, sa’ che non gli conviene governare un paese con le pezze al cul@ lasciate dai MIGLIORI e fa’ di tutto per SVICOLARE..

    Piace a 1 persona

    • Essere atlantisti europei non significa essere come lo struzzo con la testa sotto la sabbia, ma occorre valutare con obiettività le cose del mondo come si svolgono e non come vogliono la NATO e gli Stati Uniti. La storia ci dira’ quello che in parte già comprendiamo e che il vecchio Caimano di Arcore in piena aterosclerosi libero da condizionamenti riesce ad esprimere senza alcun controllo

      Piace a 3 people

  3. Un giornalista che oggi dice che gli italiani che non si riconoscono questa guerra sono in minoranza nel paese che razza di gionalista è? al massimo è un buon impiegato a falsare la realtà

    Piace a 2 people

    • Non avete capito… l’opinione di cui parla Mentana è quella dei media non quella della popolazione, che non conta un piffero per lui!

      "Mi piace"

  4. Più che quel che pensa, è ciò che sa e sanno tutti, ma che non osano dire perchè zio Sam non vuole. Perchè lui ha deciso di cantare ? Boh ! Molto probabilmenete ha in mente una strategia . Forse è un modo per essere determinante o sentirsi tale.

    Piace a 2 people

  5. Er Tronco dice: Mai mi sarei aspettato di dover dar ragione a Berlusconi, al netto delle pietose smentite successive, piuttosto che a quell’ipocrita di Mentana, che diventa improvvisamente afono quando le bombe che cadono in altri scenari sono “democratiche”.

    Piace a 2 people

  6. Ma il problema grosso è che nel 2022 siamo ancora qui a cercare di interpretare le put.. (sono sempre put……. quando c’è lui) del berlusca…..

    "Mi piace"

  7. Ha detto la verità (a modo suo), quello che la maggioranza degli italiani pensa…
    Solo che non si può dire perché dobbiamo essere servi succubi degli americani, Giorgia compresa

    Piace a 2 people

  8. ” Fedeli ad un solo principio, quello del cosa mi conviene” cioè il principio guida di Mentina per fare carriera. …..iniziata a servizio di Berlusconi, che pare avere come unica pecca un’ opinione sulla guerra in Ucraina, diversa dalla sua …..per Mentina avere un’ opinione senza il bollino a stelle e strisce è disdicevole, mentre commettere reati, avere collusioni con la mafia, conflitto di interessi, fare leggi ad personam, infangare la magistratura, corrompere senatori, pagare testimoni e minorenni ,da utilizzatore finale , sono le ” doti” da lui richieste per prestare il proprio servizio di giornalista/direttore di TG…..secondo il principio del pecunia non olet e del mi conviene. ……..insomma dopo una carriera specchiata ed illuminata da cotanta etica professionale e personale, bacchetta pure la minoranza, che poi è la maggioranza degli italiani, che pensa alla propria convenienza di non morire di nucleare e, se va di cubo, di non avere i soldi per pagare le bollette e mangiare. …..

    "Mi piace"

    • Infatti Mentina è l assoluta rappresentazione della sua stessa falsità! Un uomo avido di potere e attenzioni e di soldi ! Tanti!!la vergogna del giornalisti italiani, il primo fra i tanti !!

      "Mi piace"

  9. Piu del 70 per cento degli italiani la pensano come lui ( poiché è verificato) i restanti sono quelli che fabbricano , esportano e vendono armi , piu un branco di invasati che aspettano religiosamente l atomica per un suicidio collettivo !! E sono tanti !!

    "Mi piace"