Napoli, un nuovo appello dal Vomero: “Salvate  l’albero monumentale di piazza degli Artisti”

Serpeggia la preoccupazione che, senza le cure opportune e immediate, l’albero possa morire

            Dopo oltre un anno di segnalazioni e appelli, caduti fino a questo momento nel vuoto, più di recente è partita la petizione online, sulla piattaforma change org, lanciata da Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero, dal titolo “Salvate l’albero monumentale di piazza degli Artisti”, alla pagina: https://www.change.org/salvatealberopiazzadegliartisti , indirizzata alla Regione Campania, che ha inserito l’ultracentenaria fitolacca dioica tra gli alberi monumentali, e al Comune di Napoli, proprietario dell’area dove si trova l’albero in questione. Petizione che già ha raggiunto quasi 400 firme.

            ” Preoccupazione e rabbia serpeggiano tra i residenti – scrive Capodanno nella presentazione – , osservando le condizioni di degrado e d’abbandono nelle quali versa il poco verde pubblico presente nell’ambito della municipalità collinare partenopea, che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella. Tra le situazioni che destano più apprensione, da diversi mesi a questa parte, c’è lo stato nel quale versa l’essenza ultracentenaria di Phytolacca dioica, presente in piazza degli Artisti, alla confluenza tra le vie Recco e Bertini, di recente inserita tra gli alberi monumentali della regione Campania ( http://www.agricoltura.regione.campania.it/foreste/monum/scheda_220.html ) “.

            ” E’ infatti da tempo – sottolinea ancora Capodanno –  che, presumibilmente per ragioni di sicurezza, tutta l’area posta nell’intorno dell’aiuola dove è collocato l’albero in questione è stata recintata, riducendo tra l’altro la carreggiata in uno dei nodi nevralgici per il traffico sulla collina vomerese. Ignoti, a tutt’oggi, i motivi per i quali, nonostante il trascorrere dei mesi, non si è ancora intervenuti, con le necessarie quanto opportune attività manutentive per affrontare tutti i problemi che affliggono l’albero monumentale, compresi quelli che hanno determinato la recinzione provvisoria, realizzata con reti di plastica e nastro segnaletico bicolore e  ripristinando lo status quo ante. Da qui la petizione indirizzata alla Regione Campania e al Comune di Napoli tesa alla soluzione di tutti i problemi suaccennati “.

            Una situazione del tutto inaccettabile, rispetto alla quale Capodanno ha deciso di lanciare un nuovo appello per far sentire ancora una  volta la voce dei cittadini  presso gli enti competenti, i quali, fino a questo momento, nonostante le numerose istanze al riguardo, continuano purtroppo a fare orecchie da mercante.