Exploit dei Cinquestelle in Calabria: eletti De Raho e Scarpinato

CATANZARO – I Cinquestelle, in Calabria, raddoppiano il dato nazionale. Lo spoglio delle elezioni politiche assegna al Movimento il primo posto tra i partiti: a differenza del 2018, quando superarono il 43% alla Camera, in questa tornata elettorale i pentastellati arretrano, ma conquistano un significativo 29%, rispetto al 15,4% a livello nazionale.

Soprattutto, il Movimento 5 Stelle si è dimostrato competitivo anche nei collegi, strappandone uno – quello di Cosenza, grazie al successo della parlamentare uscente e già sottosegretario alla Cultura Anna Laura Orrico – al centrodestra.

Il risultato positivo del M5S, inoltre, consente l’elezione anche dei due magistrati antimafia che il leader Giuseppe Conte ha candidato quali capilista in Calabria: Federico Cafiero De Raho, che è stato anche procuratore della Dda di Reggio Calabria, eletto alla Camera, e l’ex pm di Palermo Roberto Scarpinato, eletto al Senato.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

8 replies

    • Ma è ovvio Salvo che esistano e siano di più, e ci mancherebbe.Il problema è che i delinquenti vanno a votare al 90%(perché “invogliati” dalle Mafie), mentre la stragrande maggioranza delle persone perbene si astiene per i motivi più disparati.
      Che tristezza infinita

      Piace a 1 persona