Siamo la Taiwan del Mediterraneo, sulle nostre coste la sfida Usa-Russia

La russofilia italiana era viva persino durante il fascismo, Mosca lo sa e prova a tenere aperti i canali. Il ruolo geopolitico è destinato a crescere: il Belpaese è boccone grosso, gustoso, disponibile

(LUCIO CARACCIOLO – lastampa.it) – «Le lacrime dei nostri sovrani hanno il gusto salato del mare che vollero ignorare». Il motto attribuito al cardinale di Richelieu (1585-1642) traversa i secoli. Non potremmo trovarne di più pertinente per l’Italia d’oggi. Battuta dai venti della Guerra Grande la nostra poco sovrana repubblica stenta a coglierne la posta strategica: dominio delle onde. Del mare di casa, Mediterraneo per la cartografia corrente, Medioceano in geopolitica perché connette Atlantico e Indiano, già a fuoco nel Mar Nero investito dall’assalto russo all’Ucraina. E dei Mari Cinesi, cuore del Medioceano estremo-orientale, epicentro dello scontro tra Washington e Pechino sulle rotte dell’Indo-Pacifico.

Il centro di quel mare è Taiwan, del nostro l’Italia. Rispettate le proporzioni, la sfida scalena fra Stati Uniti, Cina e Russia si deciderà sul controllo dello Stretto di Taiwan e di quello di Sicilia. Perni delle rotte oceaniche che legano Cina e America via Eurafrica. Oggi. Domani forse attraverso la rotta artica, ovvero russa, per la cui liberazione dai ghiacci si prega ogni giorno al Cremlino con spreco d’incenso. Cerimonia che confidiamo si ripeta nei nostrani “palazzi del potere” a intenzioni invertite. Giacché la fusione del pack artico comporterebbe declassamento del Medioceano di casa, riportato all’originario calibro mediterraneo, frontiera aperta fra Europa, Africa e Asia. Placche geopolitiche in avvicinamento. Non vorremmo un giorno risvegliarci attraccati a Caoslandia.

Dal 24 febbraio l’Italia ha un nemico autodichiarato. Per la Federazione Russa siamo “Paese ostile”. Scrutato con rancore, dopo che da quando esistiamo come Stato unitario e sotto qualsiasi regime o governo abbiamo stabilito con la Russia – zarista, rossa o post-sovietica – relazioni davvero speciali in ogni campo, fino a dipendere dal suo gas. Il filo della russofilia italiana non s’è mai spezzato, nemmeno quando ci avventurammo alla conquista dell’Unione Sovietica al fianco di Hitler. Su quella catastrofe costruimmo anzi il mito “italiani brava gente”. Battezzato dall’omonimo film di Giuseppe De Santis, coproduzione italo-sovietica (Galatea-Mosfil’m) del 1964. Colonna sonora “Italiano Karascio” interpretata da Giancarlo Guardabassi e Teddy Reno su musica di Armando Trovajoli. Con variazioni tattiche nel titolo della pellicola: sul mercato alleato virava nel tecnico-allusivo “Attack and Retreat”, mentre per i compagni/nemici valeva l’anodino “Loro andavano a Oriente” (“Oni šli na Vostok”), dove il movimento monodirezionale dei nostri alpini era bravamente smilitarizzato.

Ancora oggi ai russi riesce difficile odiarci con l’intensità che merita uno hostis. L’attività militar-spionistica congrua all’”operazione militare speciale” è punteggiata da messaggi sotterranei all’insegna del «dài parliamoci noi che ci capiamo», cui i nostri apparati di norma oppongono prudente silenzio. Per una volta italiani e russi sono d’accordo nel vietarsi la parola “guerra”. Loro perché la fanno ma preferiscono non dichiararla per non eccitare proteste domestiche. Noi perché non possiamo dirlo nemmeno quando la facciamo – estremo il caso dell’attacco alla Jugoslavia – causa tabù psico-cultural-costituzionale.

Resta che in guerra siamo. Posto che con questo termine non si descrive più solo l’uso della forza da parte di eserciti contrapposti ma la sequenza di operazioni ambigue, palesi e segrete, “cinetiche” ed economiche che investe tutte le dimensioni del conflitto. Le attività non convenzionali come convenzione. Rovesciamento identificato nel gergo mediatico quale “dottrina Gerasimov”, onore al capo di Stato maggiore della Difesa russo, cui ironia della storia aveva imposto la responsabilità di gestire il conflitto ucraino, quanto di più simile alle classiche guerre di posizione sia possibile con le tecnologie correnti. Forse anche per questo la sua performance è risultata tanto scadente da indurre Putin a esautorarlo di fatto dopo pochi giorni. Né si sa dove vaghi la sua ombra, di cui si segnalano rapsodiche apparizioni.

Ammesso e difficilmente concesso che noi si sia “brava gente”, questa leggenda è assurta a maschera della molto più concreta tendenza italiana all’irresponsabilità. Fondata sul rifiuto della realtà. Chi non si rende conto dell’ambiente in cui vive ne diventa vittima quando l’atmosfera si surriscalda. Nel contesto bellico in espansione, visto dal mare il Belpaese è boccone grosso, gustoso, disponibile.

Piccolo esercizio per chi volesse continuare a far finta di nulla.

Domanda: dove amerebbe trovarsi sulla mappa dell’Euromediterraneo una potenza marittima che volesse dominarlo?

Risposta: In Italia, diamine!

Domanda: Qual è questa potenza?

Risposta fino a ieri: L’America, dal 1945.

Risposta da oggi: L’America, se vorrà tenerla. I suoi avversari, altrimenti. Fuori e dentro l’Alleanza atlantica. Magari in coabitazione.

Nessuno è obbligato a chiedere agli italiani il loro parere su che cosa vogliano. Ma gli italiani sono obbligati a darlo, anzitutto a sé stessi. È il momento di battere un colpo per non scoprirci poi a intonare l’ennesima geremiade postuma di chi incolpa delle sue disgrazie il destino cinico e baro. Buon avvio sarebbe ammettere a noi stessi che in questa guerra ambigua siamo immersi e che nei prossimi mesi ne sperimenteremo acuti riverberi almeno economici, tali da minacciare non solo la pace sociale e la psiche collettiva ma la sicurezza nazionale.

20 replies

  1. “Non si debbe mai lasciare seguire uno disordine per fuggire una guerra, perché non la si fugge, ma si differisce a tuo disavvantaggio.”

    "Mi piace"

      • Porca vacca Carlgen!
        Cosa ci fai qui?
        Non capisco come funziona? Non C’è un ranking?E’ un normale WordPress,vero?

        Tu eri uno dei 5 che poteva usare il nickname jt_livingstone su FOL?
        Da Agosto non ti leggo piu;dove sei finito?

        A Proposito approfitto :

        io ho comprato piccole quote short quando un paio di volte che è arrivato attorno a 8,4 rivendute attorno all’8.
        con quote ancora più piccole ho cavalcato le risalite .

        Nel tempo ho continuato sui minimi relativi (gas > 8,3) a incrementare l’etf short wisdom senza leva (JE00B24DKH53),
        ma rispetto a solo un paio di settimane fa, ho l’impressione che i valori dell’etf a parita di livelli del gas siano scesi, Mi sbaglio ?
        (maybe rolling dei contratti ?)
        Se non erro avevi tu già scritto di tenerlo in un cassetto e non temere il contango (sul 1x short) visto gli ampi margini di ripresa, corretto?

        (NG in un ora salta da 8 a 8,45. io sono entrato con il famigerato 3ngs again, vediamo se sale ancora e testa 9 o si ferma a 8,5 )

        "Mi piace"

      • Vise,
        È un normale WordPress ma molto frequentato; principalmente politica ( non fa per me)
        Prima,quando ero ai box frequentavo per ottimi articoli sulla guerra,adesso lo leggo solo nel weekend(poco tempo) quando posso.Ma mi sono accorto del tuo nick.Non sono più attivo.
        Ho lasciato anche FOL con il mio nick,perché mi bombardavano come hai fatto tu adesso!🤬
        Su FOL ho un altro nick sconosciuto,ogni tanto ci troviamo io e 4amici colleghi sulla sezione wall street
        E ci sfottiamo e trolliamo a vicenda,magari ci riconosci.
        Ciao.

        @gatto
        Ciao gatto,tutto bene e tu come stai?Spero bene.
        Putiferio?Cagione mia? Accoliti? Non sapevo di averli,che onore😅..
        Leggo perché mi hai incuriosito,ma non mettermi in mezzo(non fare l’ingenuo furbacchione😄)io non esisto più su infosannio . Ti rispondo nel pomeriggio.ciao.

        Piace a 1 persona

      • X Gatto,

        184 post?sei pazzo

        Dopo aver letto i primi 10 mi è venuta l’emicrania,anche perché parlano di politica
        Che per me è un altro mondo (Marte);non sono minimamente ne aggiornato ne
        competente.
        Di politica so solamente che voterò Conte…e non principalmente per questioni politiche ma per un personale senso di giustizia personale riguardante a quando e come l’hanno fatto cadere.

        Ho scrollato velocemente e ho visto che verso la fine ,una Tal Rustica ( con cui non ho mai scambiato opinioni,ne letto nulla…ne ignoravo l’esistenza )mi nomina a margine di un post.

        E poi di seguito tu posti un altro link su un articolo sul prezzo del Gas,ti riferisci a quello?

        Thread del gas:

        Beh devo dire che Rustica(che ringrazio per l apprezzamento) Dario e Ugo hanno esagerato,
        Nel difendermi poi da cosa? Mi meraviglia Ugo….è pazzo a scrivere quelle cose.( neanche io e te quando ci provocavamo simpaticamente siamo arrivati a quei livelli)

        Intanto spero che non mi nominino più in futuro(a Dario quando lo sento glielo dirò personalmente),
        Perché mi sembra sia di cattivo gusto,anche se parlano bene di me.
        Se volevano difendermi li ringrazio,(ma ripeto da cosa?) Hanno totalmente sbagliato ad offenderti in quel modo(anche se tu sei il solito provocatore😂) e ti porgo io le scuse al posto loro,se non l’hanno già fatto.

        Praticamente la questione è su chi ha scritto prima che il prezzo del gas era solo speculazione,giusto?

        Ma nel mio “ambiente” che fosse speculazione lo sapevamo,e pure in tantissimi,tutti praticamente,da maggio del 2021(più o meno)….(quindi non solo io….magari)purtroppo pochissimi sono capaci a cavalcarla questa speculazione senza lasciarci le penne….roba per i pezzi grossi.(io mi occupo soprattutto di azionario,non commodities)

        Poi ultimamente la speculazione ha creato una bolla enorme che,incredibilmente,i giornalisti economici
        (Bechis e company….. eNicola Morra autore dell’articolo in questione)
        ancora non riuscivano a vedere bene: la mia polemica ,come sempre,era rivolta ai giornalisti e non agli utenti.
        Ma poi ti pare che a me interessi fregiarmi di essere il primo o il secondo o terzo o quindicesimo a dirlo sul forum?
        Ma se devo fare una gara del genere mi diverto con i miei colleghi che fanno la mia stessa professione,
        Che conosco e da cui,nel caso,possa guadagnarmi una birretta….reale e non fatta di bit virtuali.

        Sul forum,l’ho sempre detto,e il tuo archivio modello Marco Travaglio lo può suffragare,
        Siamo tutti uguali e le nostre opinioni(in quanto fallaci) hanno tutte lo stesso valore(scemenze escluse ovvio).
        Se si condivide qualcosa sul forum,quel qualcosa una volta pubblicato non ha più il copyright del autore…ma è di tutti e a beneficio(se ne ha beneficio) della discussione,aldilà di chi l’ha scritto.
        Altrimenti a cosa serve un forum?
        Ma non scherziamo….ma poi Dovrei fare un NFT di tutto quello che scrivo su forum per certificarne la proprietà a posteriori e la data in cui l’ho scritto?
        ma chissenefrega!
        E poi ti confesso,ma mi sembra ovvio,che le dritte importanti me le tengo per me e non le ho mai pubblicate su nessun forum😎.

        Spero che il putiferio si sia chetato ….anche perché non c’era e non c’è nessun motivo plausibile che ne giustifichi le premesse.

        Anzi ti do il permesso e il compito(se lo vuoi 😀) di cazziare chiunque ancora mi nomini,nel bene e nel male: ognuno parli solo a suo nome.

        P.S:questo intervento è un eccezione,non sono più sul forum e non voglio più essere chiamato in causa,anche i commenti li leggo raramente ( solo durante qualche weekend più free del solito e solo sugli articoli che mi interessano,ormai pochi).
        Poi magari durante i periodi di vacanza e ozio,nel caso,mi farò vivo io per qualche discussione filosofica con te,se lo vorrai.
        Spero ,tra parentesi, che tu abbia ripristinato una buon feeling con Ugo,con cui mi pare andavi d’accordo prima che io lasciassi il forum

        Ps2:Shamballa😂questa è bella!!!! No purtroppo non sono stato in Tibet 🥲…tu invece prenditi una pausa dal forum e fatti una vacanza al Cairo,per contaminarti delle vibrazioni di Guenon presenti nell’etere.😂….

        (Guenon,Guenon…non è mai stato tra i miei approfondimenti filosofici post studi….ne sai sicuramente più tu,io ne so veramente poco.
        Ma la sua critica alla Divina commedia ( non so se l’hai letta)è ottima e interessante anche se per i miei gusti, in alcuni passi si fa prendere la mano e va troppo,e dico troppo,nel esoterico.

        Trovo che aver posto la sua attenzione e ricerca intellettuale su un particolare verso di Dante dai più trascurato

        “O voi ch’avete li ‘ntelletti sani, mirate la dottrina che s’asconde sotto ‘l velame de li versi strani”

        Ne faccia uno studioso veramente apprezzabile.Personalmente,leggendolo,mi ha aperto abbastanaza gli occhi su molte parti della Commedia del guelfo bianco.

        Ti do uno spunto per una riflessione sulla guerra:
        Dovresti farti promotore di una discussione sul forum proponendo un parallelismo tra
        Biden e Putin
        e
        Dante e Farinata degli Uberti
        Tenendo ben presente le parole di Virgilio.

        In bocca al lupo
        Buone discussioni
        E
        buon weekend

        "Mi piace"

      • Ciao Carlgen
        È vero non ho mai scritto sul forum,mi limitavo a leggerlo
        e,dopo una brutta esperienza,sono tornata solamente a leggerlo,meno di prima.
        Probabilmente non ti ricordi,ma abbiamo scambiato un paio di battute
        a proposito di Sherwood Anderson;oltre a questo ho letto qualche tuo post su argomenti
        piu spirituali e li ho apprezzati molto.
        Faccio parte dello Staff di https://www.mangialibri.com/.
        Mi farebbe piacere che tu diventassi un nostro collaboratore a titolo ovviamente free e con un impegno minino.Puoi scegliere i titoli che ti interessano(non sei obbligato a scegliere quelli che proponiamo noi),e potrai richiedere accrediti gratuiti per partecipare ad eventi(es. Salone del libro) con il solo obbligo di fare una recensione dell’evento eventualmente pubblicata su un altro sito a noi affiliato,se vorrai parteciparvi.
        Se l’idea ti interessa o anche solo a titolo informativo,contattami su redazione@mangialibri.com

        Buona giornata
        Ciao Floriana.

        "Mi piace"

      • Mi spiace che non sei più su FOL e dispiace ancor di più per la dritta non concessa😂.
        Fatti riconoscere su FOL se mi incroci:prometto niente stalking.
        Guarito dall’infortunio? La gamba si è ristabilita?
        See you soon, or better… i hope i’ll read u soon

        "Mi piace"

      • Ma sì, Carlgen, è nato un putiferio dal nulla: ex nihilo 🙂 .

        Mi accusavano di averti insultato SOLO DOPO (testuali parole) che te ne eri andato, e per questo insistevano a darmi del meschino, perché non si insulta uno che non ha la possibilità di difendersi, dicevano.

        Inutile è stato il reiterato tentativo di spiegare loro che averti collocato in ferie a Shamballa marittima era una bonaria canzonatura, dettata dal fatto che ricordavo le tue simpatie per l’oriente esoterico, tutto qui… Apriti cielo!
        Il contendere, appunto, è scaturito tutto dall’apologia di Rustica, Dario e Ugo g della tua “preveggenza” in fatto di speculazione sul prezzo del gas.
        Col mio solito modo, feci presente, con commenti alla mano che, no, non era assolutamente vero tu fossi stato l’unico a capirlo, ché anche altri utenti, definiti “somari senza dignità”, avevano detto la stessa cosa… Apriti Inferno!

        Ugo g, in conseguenza di ciò, c’ha dato dentro per benino a insultarmi (ha sbaragliato anche il sottoscritto nelle sue performance migliori…) e tanto più violento, quanto immotivato e inaspettato, perché, come ben ricordi, ci eravamo riappacificati dopo un inizio poco cortese. Dopodiché, come aveva promesso, non si è fatto più sentire, a meno che non sia tornato sotto false spoglie (forse con @il tarato, ho il sospetto…).

        Guénon è un capitolo a parte e non basterebbe la Treccani per approcciarlo, altro che un blog, quindi meglio soprassedere: magari, chissà, ci si potrà trovare per discuterne a quattr’occhi, una tribuna virtuale essendo ciò che di meno adatto possa esistere per parlare di queste cose, anche se ogni tanto lo ficco in mezzo tra qualche commento, ma non resisto 🙂 …

        Che ti posso dire, Carlgen, di nuovo in bocca al lupo per tutto e fa un fischio quando passi di qui.

        Vincit Omnia Veritas 😀

        PS: “macchiaveliche” va con una C e due L, a meno che non intendessi parlare di vele macchiate 😂

        "Mi piace"

      • X Gatto
        A latere di quello detto da Carlgen,

        Io sono intervenuto nel post delle ormai tristemente famose leggi del Cipolla

        1) perché ho partecipato al gioco delle supposizioni(non opinioni);io ho avuto scambi con il fu Ugo e Rustica e tuttora stimo entrambi anche se non dovessero esserci più rapporti;con quell’altra gentaglia che ha condotto la discussione su livelli veramente bassi non ho nulla a che vedere(non faccio nomi,nessuno escluso).Ma dopo aver espresso quello che pensavo ed essere apostrofato come “cazzaro”,mi sono fatto i Caxxi miei perché considero un’inutile perdita di tempo dare importanza per più di 2 minuti a tali stupidaggini,
        E per stupidaggini intendo la discussione e non le persone.

        2)ho risposto al tuo post,perché chiamato in causa per una questione che per me era morta e sepolta da tempo.
        Quindi se ti sei portato dietro il dolore per essere stato offeso,non ho nessuna remora a fare ammenda scusandomi circa quello che ho detto,una frase(ribadisco una sola frase detta 3 settimane fa)dettata da una reazione rabbiosa,come purtroppo troppe ve ne sono quotidianamente su questo forum.Mi sembra che però nessuno si sia mai scusato nelle numerosissime precedenti Volte in cui vi sono stati scambi di insulti.Scagli la prima pietra chi è senza peccato,e soprattutto mediti.
        Rimango delle mie opinioni e considero le tue capziose e ipocrite.
        Per me la questione finisce qua per sempre.
        Ribadisco le scuse.
        Senza rancore,ognuno per la sua strada.
        Buona serata

        "Mi piace"

      • @Dario,
        io le scuse non le accetto perché non cìè nulla di cui scusarsi: ce le siamo spartite, punto e a capo.

        Al netto delle scuse, a me interessa questo, che poi è quello per il quale mi battevo principalmete, e cioè contro il fatto che sarei stato un MESCHINO per i motivi che sappiamo, mentre il diretto interessato, sul quale non avevo dubbi quali sarebbero state le sue reazioni in merito:

        “Shamballa😂questa è bella!!!!… Beh devo dire che Rustica(che ringrazio per l apprezzamento) Dario e Ugo hanno esagerato, Nel difendermi poi da cosa? Mi meraviglia Ugo….è pazzo a scrivere quelle cose.( neanche io e te quando ci provocavamo simpaticamente siamo arrivati a quei livelli) Intanto spero che non mi nominino più in futuro(a Dario quando lo sento glielo dirò personalmente), Perché mi sembra sia di cattivo gusto,anche se parlano bene di me. Se volevano difendermi li ringrazio,(ma ripeto da cosa?) Hanno totalmente sbagliato ad offenderti in quel modo(anche se tu sei il solito provocatore😂) e ti porgo io le scuse al posto loro,se non l’hanno già fatto.”.

        Questo per me è quello che conta, ché è ciò che ho sempre tentato invano di dimostrare. Poi la faccenda è uscita dal seminato, e vabbè… pace.

        Senza rancore e senza scuse: Buona serata.

        "Mi piace"

  2. Gli italiani devono dare un parere su che cosa vogliano.
    Ma, a chi vuol far paura Caracciolo?
    Secondo lui gli italiani, possono dare dei pareri?
    Ma non facciamo ridere Caracciolo.

    "Mi piace"

  3. Il buon Caracciolo continua a sforzarsi nella sua ponderosa impresa, cui corrispondono gli ancor più ponderosi (e graficamente fascinosi) volumi monografici del “suo” Limes: voler far credere a lettori o aspirabili tali che la “sua” geopolitica sia una scienza esatta e al di sopra delle parti.
    Ma a forza di dare colpi di oggettività a cerchio e botte il vino prodotto dal “suo’ editore fermenta troppo e rischia di andare a male. Fortunatamente è stato “avvertito” e corregge sempre più la rotta.

    Adesso sappiamo che:

    1. La Costituzione Italiana davanti agli interessi della geopolitica marca USA è carta straccia. Quindi non solo le guerre sono ineluttabili ma se ce le porta in casa l’alleato-invasore attuale dobbiamo anche ringraziarlo e farle nostre con assoluta convinzione. Perché l’unica alternativa possibile è che questo ci abbandoni lasciandoci nelle fauci dell’orso russo, pronto a far di noi un sol boccone!

    2. In visione geopolitica analoga ma inversa non si potrebbe dire che l’Ucraina non dovrebbe essere abbandonata dal suo più tradizionale detentore russo perché rischia di essere poco a poco fatta a brandelli dall’aquila yankee?
    Così come Taiwan su cui l’aquila pretende di svolazzare impunemente pronta a cogliere l’attimo, profittando di un dragone cinese magari dormiente; ma in realtà all’erta e pronto a far fuoco e fiamme?
    Però il buon Lucio ricorda adesso sempre più il protagonista della favola latina di Apuleio “Lucio e l’asino d’oro”, appunto trasformato in asino per un lungo cammino di espiazione. Egli vola già molto in alto nei cieli e vede il mondo intero con gli occhi di un aquilotto appena svezzato. O forse si tratta sempre dell’apuleiano asino, impegnato nel volo di una difficile riscoperta della propria vera natura?

    3. In effetti in Ucraina l’aquila aveva già nidificato, profittando di una fase di letargo un po’ più prolungata dell’orso. Per cui questo, al suo risveglio, trovandosi davanti alla sua grotta rapaci tra i più diversi – più che aquile i suoi più lontani e sgradevoli succedanei, dai condor agli avvoltoi… – già da un po’ reagisce inferocito come può!
    E Lucietto già intravvede più o meno a media o a lunga scadenza (la scadenza breve in effetti sembra un po’ altalenante…) la pelle dell’orso nel boudoir del nido aquilano. Oppure la cruenta distruzione di caverna, nidi più o meno circostanti e dei loro abitanti!
    “Chi si salverà mai?” diventa così il format di un nuovo programma televisivo conteso tra Rai3 e Canale5!

    *******

    Per cui se non ci piacciono le aquile, e tanto meno gli avvoltoi al seguito, siamo irrimediabilmente dei “russofili”!
    E il novello Lucignolo, pronto a transitarci nel paese dei balocchi – non dice “putiniani”, perché l’infamante accusa stava proprio per essere attribuita a lui in uno dei suoi momenti di più disperata, e disperante, “oggettività”.

    Appunto l'”oggettività geopolitica”!
    Ma se a forza di leggere questa come l’incontro-scontro dialettico più o meno condizionato (e qui sta il punto) dei vari posizionamenti nazionali, nelle loro relazioni internazionali più o meno critiche, si fanno via via poi sempre più prevalere i punti di vista dei o del migliori/e come momento di sintesi, a che serve compilare la schedina del toto-dominio?!
    Tanto alla fine vince sempre la Juventus!

    Corro a guardarmi un bel western d’antan con gli indiani cattivi e John Wayne che ne fà polpette, altro che geopolitica!

    "Mi piace"