La quiete dopo l’addio

(Pietrangelo Buttafuoco) – Oggi, domani e un pezzo di cielo al tramonto: l’addio più che un arrivederci tra gli scoppi di colore per le strade. Solo questo c’è. E il momento è questo: “Verrà un nuovo temporale e finirà l’estate”. Succede tutto adesso e con quella perfetta messa in scena – “La quiete dopo un addio”, la canzone di Franco Battiato – si prende congedo dalla bella stagione. Sono poche le cose che restano alla fine di un’estate – il dolce malessere dopo un addio, insegna il Maestro – e poi c’è l’incostanza, e l’incoerenza anche, il passatempo e il perder tempo per tornare ad abitare la batteria del quotidiano: “la quiete dei colori autunnali a riflettersi sulle strade e sugli umori”. Ecco il temporale, ed ecco la fine dell’estate.

6 replies

  1. Ma dove abiti, in Islanda?
    Siamo ad agosto… qui in Sardegna, di autunno, se ne parla tra 2 mesi…
    Sei siciliano: “torna al tuo casolar”, se ti prende tanto la malinconia…

    "Mi piace"

  2. Ma perché la gente non si fa passare il vizio di incollare il proprio sciocco commentario a dei capolavori?

    "Mi piace"

  3. Buttafuoco posa il fiasco.Che penserebbe Battiato dei tuoi compagni di merende in Sicilia che hanno imbarcato Cuffaro e Dell’Utri?

    "Mi piace"

  4. Confesso di non capire le minchiate che scrive buttafuoco. Magari sono io che non sono così intelligente

    "Mi piace"