I giovani del Pd contro Enrico Letta: “Basta con Draghi e la sua agenda”

(tpi.it) – “Bisogna fare pulizia all’interno del nostro campo. Serve una campagna elettorale più identitaria”. Un netto cambio di rotta, è quanto chiedono circa 150 tra iscritti al Pd (in gran parte Giovani democratici di Roma e della Calabria), consiglieri municipali, simpatizzanti ed elettori dem, rivolgendosi tramite una lettera direttamente al segretario Enrico Letta. Ad un mese dalle elezioni del 25 settembre, che probabilmente saranno uno spartiacque nella vita politica del nostro Paese.

“È sembrato infatti che il governo Draghi sia improvvisamente diventato quanto di meglio il nostro Paese potesse auspicare. Come se la sua azione non avesse provocato forti mal di pancia interni al Partito, come se il PD non avesse fatto di tutto per scongiurarne la nascita e non avesse indicato quello di Giuseppe Conte come unico nome a suo tempo spendibile”, scrivono i firmatari della missiva.

I 150 dem criticano dunque le mosse politiche dell’ultimo anno, caratterizzate, a loro dire, da evidenti contraddizioni. “Adesso il Pd ha deciso di giocare il ruolo di più convinto sostenitore della prosecuzione dell’esperienza di questo Governo costruito insieme alla destra e piena espressione del centro liberale, cui il Partito sembrerebbe aver definitivamente appaltato l’elaborazione politica e, se non ci fosse stato il passo indietro di Carlo Calenda, anche in una cospicua parte dei seggi in Parlamento. Non è quello che ci aspettiamo dal Partito Democratico”.

La richiesta che arriva dal basso al segretario Letta è “che il PD scelga di costruire un programma e una campagna elettorale fortemente identitaria: sono ormai troppi anni che nel nome della responsabilità ha rinunciato a farsi riconoscere come avanguardia irreprensibile delle classi più deboli nelle istituzioni”. Tra gli obiettivi per riportare a sinistra il Pd, i firmatari segnalano: “La piena giustizia sociale e lavorativa”; “la sostenibilità ecologica”; “un nuovo europeismo che dia all’Europa un volto più solidale al proprio interno e più autonomo rispetto ad altre potenze” e infine maggiore attenzione alle più giovani: “La ricongiunzione con una generazione abbandonata e isolata in un modello economico poco-umano, e che per la prima volta voterà anche al Senato”.

Da definire una volta per tutte, scrivono i firmatari, la collocazione del partito: una forza di stampo socialista, “che finalmente sappia emancipare la politica dal dominio dell’economia”, – come auspicano – oppure “un polo di stampo liberale, decretando così la fine del socialismo in Italia”. Infine, si legge, “dobbiamo essere capaci ed avere il coraggio anche di fare pulizia all’interno del nostro campo”, a cui segue l’ultimo appello a Letta: “Il PD non deve essere l’ufficio di collocamento di qualche reduce, ma il collettore di tutti coloro che oggi non hanno alcuna rappresentanza politica”. (Qui il testo completo della lettera)

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

20 replies

    • Protestano ma poi gli votano tutti i peggiori dinosauri della politica. Avessero il coraggio di dirgli chiaro e tondo non ti votiamo i Casini, i dimario ecc. Invece accettano tutto. Valli a capire……

      Piace a 2 people

    • Davvero Anail! Cercare di convincere Letta a fare quello che non farebbe mai e a sposare cause che altri hanno già fatto proprie. Che senso ha?

      Piace a 1 persona

      • È questione di mentalità.
        Sono prigionieri di un pregiudizio: positivo per il Pd, negativo per tutti gli altri.
        Come se il nome corrispondesse necessariamente al programma.
        E votano Casini a Bologna…🤦🏻‍♀️

        "Mi piace"

  1. Adesso se ne accorgono?
    😂😂😂😂😂😂
    Oltre ad essere in forte ritardo, sono anche giovani, cioè portatori di zero clientele.
    Spiace. L’età consente ampio margine per una rivincita, ma certamente in un altro luogo: il pd è solo un comitato d’affari.

    Piace a 5 people

  2. Ormai è troppo tardi…Dovevate rimandare a calci in culo il “professore “ in Francia incatenato insieme ai vari Marcucci, Lotti e compagnia Renziando e “in ginocchio “ davanti a un Bersani…

    Piace a 3 people

  3. Mi ricorda tanto un tizio che diceva…:”io sono la via,la verità e la vita”!
    Ma l’hanno crocifisso..a questi invece gli fanno ponti d’oro!

    Piace a 1 persona

    • @nessuno e tutti
      😂🤣😂
      No dai……accostare letta a Nostro Signore mi sembra esagerato anche come battuta.
      Perfettamente d’accordo con te sulla crocifissione, ma solo a patto che la croce venga piantata a testa in giù.

      "Mi piace"

  4. I ggiòvani galletti del pippiriddí hanno meno speranza di farsi sentire da segretàto e capi bastone di un pulcino in una galleria a vento.

    Nel frattempo i loro “coetanei” uncinati dalla crapa tatuato/pelata credono, obbediscono e combattono.

    Patetici entrambi.

    Piace a 3 people

    • Lettaman, Lettaman del PD sei il segretario
      Lettaman, Lettaman Zingaretti se ne va
      Lettaman, Lettaman Il tuo partito è arcobaleno
      Renzi ha detto stai sereno Lettaman
      Lettaman, Lettaman capo di una gran marmaglia
      Lettaman, Lettaman una giusta non ne fa
      Lettaman, Lettaman senza voto ci governa
      Il tuo partito è sempre in guerra Lettaman
      Si mostrano fedeli chi ti appoggerà
      Ma alla prima svista c’è chi ti spodesterà
      E un’altra lotta interna ricomincerà
      Ma chiunque poi la spunti
      Sarà sempre anti-italiano
      Lettaman, Lettaman tu ci riempi di migranti
      Lettaman, Lettaman le ONG aiuterà
      Lettaman, Lettaman voi sì che siete furbi
      Restare umani un tesoro porterà
      Stai sereno Renzi un suo partito ha
      La piazza è deserta dove il PD sarà
      Per rimediare Prodi le sardine manderà
      E il solito cialtrone li rivoterà
      E chi non ha un lavoro
      Loro prenderanno in giro
      Lettaman, Lettaman Del PD sei il segretario
      Lettaman, Lettaman Zingaretti se ne va
      Lettaman, Lettaman Il tuo partito è arcobaleno
      Renzi ha detto stai sereno Lettaman
      Col regime rosso al voto non si va

      "Mi piace"

    • @secondo…
      era un’iperbole e la foto dava questa impressione…una copertina del vangelo “secondo mario”
      IL tutto per i creduloni ops credenti!

      "Mi piace"

  5. questi piangono delusi, perchè hanno investito molto nella speranza che mamma PD gli dia un posto al sole,
    non frega niente del rinnovo e del programma

    Piace a 1 persona

  6. Ma come?
    Enricuccio nostro puntava tutto sui giovani….
    E secondo me ce la poteva anche fare…..se nei dieci anni che il pd è stato al governo gli avesse almeno legalizzato la cannabis.
    Quello si che poteva essere un deterrente per evitare che i giovani votassero altri partiti.
    Ma anche qui il nulla assoluto.
    Solo vaghissime promesse elettorali di cui dimenticarsi un giorno dopo lo spoglio.
    Esattamente come nel suo programma 2022.

    Piace a 1 persona

  7. @ caro secondo…
    ci sarebbe anche la droga e la prostituzione…elementi indispensabili per la mafia e delinquenti in genere.
    Ma come risolvere il problema con i gli inquisiti e condannati in lista alle prossime elezioni?
    Che la mafia si sia fatta stato?
    Qualche dubbio mi viene se la 1992 qualche delinquente abiitudinale la foraggiava invece che andare dal proprio giudice a denunciare il fatto?
    Se poi ce lo vediamo ricandidato per senato per aspirare alla Presidenza…. questo mi conferma il tutto!

    "Mi piace"