Da Rdc a “2 mandati per tutti”: ecco programma M5S

Anche salario minimo, superbonus e riduzione orario di lavoro. E poi sfiducia costruttiva e stop cambi casacca in Parlamento

(adnkronos.com) – Dal cashback fiscale alla cancellazione definitiva dell’Irap, dal taglio del cuneo fiscale per imprese e lavoratori al salario minimo, passando per: “rafforzamento del reddito di cittadinanza”, “riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario”, misure per le donne (come l’equiparazione dei tempi di congedo di paternità e maternità o la pensione anticipata per le mamme lavoratrici) e per i giovani (tra queste, la pensione “garanzia giovani” e il riscatto gratuito della laurea). Questi, apprende l’Adnkronos, alcuni dei punti contenuti nel programma elettorale del Movimento 5 Stelle targato Giuseppe Conte, che si appresta a lanciare la sua campagna elettorale in vista delle elezioni politiche 2022 in programma il 25 settembre con lo slogan “Dalla parte giusta”.

Elezioni politiche 2022 – Programma M5S

In materia di ambiente, il programma pentastellato rispolvera uno dei principali cavalli di battaglia del M5S come il superbonus edilizio, con l’aggiunta di un nuovo superbonus “energia imprese”, sempre basato sulla circolazione dei crediti fiscali. “Stop a nuove trivellazioni e a nuovi inceneritori“, si legge inoltre tra i vari punti. Per quanto riguarda le riforme, i 5 Stelle propongono l’introduzione della “sfiducia costruttiva” e il “potere del presidente del Consiglio di revocare i ministri”. E ancora: estensione ai 16enni del diritto di voto, legge sul conflitto di interessi, stop ai “cambi di casacca” in Parlamento. Nell’elenco delle misure compare anche l’estensione del limite dei due mandati “a tutti i partiti”, tema caro al garante del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo.

Sul fronte della legalità il M5S punta, tra le altre cose, sulla regolamentazione della coltivazione della cannabis per uso personale mentre in tema di diritti spuntano “matrimonio egalitario e legge contro l’omotransfobia”, educazione sessuale e affettiva nelle scuole e “ius scholae”. Per la formazione i pentastellati pensano all’introduzione di una “scuola dei mestieri” per “valorizzare e recuperare la tradizione dell’artigianato italiano”.

Una parte del programma è dedicata anche alla difesa degli animali: tra le proposte troviamo la “progressiva abolizione della caccia” a partire dal divieto di accesso ai terreni privati e il “cashback veterinario” per ottenere direttamente su conto corrente “le detrazioni connesse alle spese veterinarie e per farmaci”. Sul piano internazionale viene ribadita la “solida collocazione dell’Italia nell’alleanza atlantica e nell’Unione europea” ma con “un atteggiamento proattivo e non fideistico”, così come il “no alla corsa al riarmo”.

IL PROGRAMMA SUL SITO M5S – Sul sito del Movimento 5 Stelle, in un post nel quale viene presentato il programma elettorale per le elezioni politiche, si legge: “Il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica che in questa legislatura ha realizzato l’80% degli impegni presi nel 2018 con gli elettori. Grazie alle nostre riforme, rivoluzionarie e concrete, il Paese ha retto nel momento più duro dalla pandemia ed è potuto ripartire, facendo segnare una crescita record del Pil nel 2021. Da quando siamo entrati in Parlamento, la nostra azione ha sempre seguito un’unica strada: la tutela degli interessi dei cittadini. Con il programma con cui ci presentiamo alle elezioni del prossimo 25 settembre intendiamo proseguire su questa strada e portare a termine il lavoro che abbiamo iniziato. A finte alleanze, matrimoni di comodo e balletti abbiamo preferito la serietà. Per questo ci troverete schierati da un’altra parte: La parte giusta”.

“La parte delle lavoratrici e dei lavoratori sottopagati e precari, per cui vogliamo introdurre un salario minimo legale di 9 euro lordi l’ora e agevolare la sottoscrizione di contratti a tempo indeterminato. La parte dei giovani sfruttati, che vogliamo aiutare a costruire un percorso di vita indipendente attraverso l’eliminazione di stage e tirocini gratuiti e la stabilizzazione degli sgravi per l’acquisto della prima casa. La parte delle donne, a cui vogliamo garantire un’effettiva parità salariale”, si legge nel post.

“La parte della transizione ecologica e dell’ambiente, che vogliamo proteggere attraverso un nuovo Superbonus energia imprese, la stabilizzazione del Superbonus e degli altri bonus edilizi e quella del meccanismo della cessione dei crediti d’imposta, per garantire liquidità a cittadini e imprese. La parte delle imprese, che vogliamo sostenere con il taglio del cuneo fiscale, l’eliminazione dell’Irap e il potenziamento del Fondo di salvaguardia”, prosegue il Movimento.

E ancora: “La parte della salute, che vogliamo tutelare riformando il titolo V della Costituzione per riportarla alla gestione diretta dello Stato e aumentando le retribuzioni del personale sanitario. La parte dei diritti, che vogliamo allargare attraverso il matrimonio egualitario, la legge contro l’omotransfobia e lo Ius scholae. La parte della scuola, dell’università e della ricerca, per cui vogliamo aumentare i fondi e adeguare gli stipendi degli insegnanti ai livelli europei. La parte dell’Italia di domani, con cuore e coraggio. Un Paese che sia più equo e inclusivo, dove tutti vedano rispettati i propri diritti e nessuno resti indietro”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

32 replies

  1. Guerra?
    Politica estera?
    COVID e green pass?

    Sicuri che invadere le campagne con le fer industriali sia una buona idea? Continuare a sottrarre potenziale sovranità alimentare invece di mettere gli impianti su tetti e aree già compromesse dall’attività antropica non è una buona idea? Come farete a fermare il business di mafie e speculatori?

    Perché continuare con reti dati sempre più inquinanti e invasive?
    Perché insistere a trasformare il cittadino in identità digitale?

    "Mi piace"

  2. Punti programmatici che offrono una infinità di argomenti con i quali, in campagna elettorale, puoi fare a pezzi i vecchi partiti e i grumi mediatici che li supportano. Si tratta di entità che stanno portando alla catastrofe il paese. Giuseppe Conte, lo hai capito?

    "Mi piace"

    • A me Conte pare una persona in estrema sofferenza causa distacco dal pd, operazione svolta con estrema lentezza e poca spontaneità.
      Mancano 40 gg alle elezioni, vediamo se riesce a convincermi che il suo nuovo corso (in toto) merita il voto.

      Piace a 2 people

  3. “La parte della salute, che vogliamo tutelare riformando il titolo V della Costituzione per riportarla alla gestione diretta dello Stato e aumentando le retribuzioni del personale sanitario.”

    Questo dovrebbe diventate cavallo di battaglia in campagna elettorale

    Piace a 2 people

    • ci mancava la FURBA del bigoncio. Scrivi quanto era il debito pubblico del 2020 e scrivi quanto è il debito pubblico ORA.

      La VOLPE del bigoncio.

      La quinta elementare l’hai fatta?

      "Mi piace"

  4. Mi sembra un programma elettorale per scelte radicali, non estremiste.

    Può essere un buon punto di riferimento.

    P.S.: Da notare che ancor prima della pubblicazione si conoscevano alcuni punti principali e già venivano copiati/fatti propri da altre forze politiche. Figuriamoci con la sua pubblicazione dettagliata …

    Piace a 1 persona

  5. Sul fronte della legalità il M5S punta, tra le altre cose, sulla regolamentazione della coltivazione della cannabis per uso personale mentre in tema di diritti spuntano “matrimonio egalitario e legge contro l’omotransfobia”, educazione sessuale e affettiva nelle scuole e “ius scholae”. Per la formazione i pentastellati pensano all’introduzione di una “scuola dei mestieri” per “valorizzare e recuperare la tradizione dell’artigianato italiano”.

    un paragrafo come questo mi fa SCHIFARE di pensare anche per sbaglio a votare M5S.

    Massì: non abbiamo più la riforma bloccaprescrizione e M5S ha votato per la riforma della strega CL. Però in compenso abbiamo le CANNE LIBERE, ottimo assist per Selfini. Poi abbiamo il ‘matrimonio egaltario (gay pareva brutto?) e l’immancabile legge contro l’omotransfobia (altro trucchetto di politicamente corretto), educazione sessuale (magari fatta fare da qualche membro dell’Arcigay), ius scholae (altro pezzo preso dal programma del PD).

    Niente da dire sull’obbligo vaccinale, sulle spese militari che il Drago ha alzato all’ultimo giorno e che ci condurranno alla III guerra mondiale?

    Troppo facile? O troppo grillino d’antan?

    "Mi piace"

    • Sparviero, bisogna capire la situazione, i partiti non possono fare niente, solo toppe e diritti restyling, le cose da fare sono già scritte, Letta o Meloni chiunque ci vada prende il foglio ed esegue, per questo non si parla di guerra, di politica estera, di obbligo vaccinale, del futuro dei pochi asset rimasti nè di riconversione industriale e produttiva, queste cose le possono decidere i paesi sovrani, noi no. Ricordate il discorso di Draghi al senato sulle cose da fare “se non le fate, le farete”, brividi, in pratica privatizzazioni, smantellamento sanità pubblica, ultime svendite di stagione, implementazione del sistema liberista .. Conte ha fatto quello che potuto in questo perimetro, quella parte che dici è lo specchietto per le allodole degli elettori del PD che sullo ius… scattano come una molla … poi ci puoi aggiungere dopo qualunque cosa, va bene lo stesso

      "Mi piace"

    • Leggilo tutto il programma, ti sei perso il superamento dell’improcedibilità che è la blocca prescrizione 2.0 e lo ius scholae no è del PD ma una proposta del M5S di cui il PD si è preso il merito. Il PD era per lo ius soli. Se poi ti fanno schifo i gay allora devi votare Salvini o Meloni, non certo il M5S.

      Piace a 1 persona

    • Neanch’io sono molto d’accordo su questo, ma potrebbe essere un modo per iniziare a responsabilizzare i nostri giovani rendendoli più consapevoli.

      "Mi piace"

      • …Giusto, ma almeno i sedicenni, il ca@@o ce l’hanno sempre duro. Dai trenta in su, come mi pare tu abbia ben detto, hanno bisogno del Viagra per farsi le seghe e non è un bel vedere…

        "Mi piace"

      • Si GATTO, ma se invece di farne un uso ponderato lo infilano nel tubo dell’aspirapolvere perché l’hanno visto su Tik Tok anche no, grazie!

        "Mi piace"

      • DELIRI di una giornata d’agosto prima di andare al mare

        non so come sei messo tu, ma a 40 si rizza senza niente. Faccio sport e mangio poco e bene. Il segreto è fare tanto sport, mangiare il MENO POSSIBILE e BENE. E non guardare più tutti i tg. Quest’anno per la prima volta non voto. STO DA DIO.

        Anche a 60 si rizza. Però il senso della vita non è il sesso. Altrimenti finisci come lo stragista di STATO b., con le infermiere pompinare passate a statiste. Finisci che ti siringhi l’uccello e poi ti mettono il cuore di un PORCO, perchè SEI UN PORCO, che ha fatto una vita da PORCO. Ma anche un gran figlio de na m*********, tra parentesi.

        Il senso è nelle piccole cose. La carfagna è da sege (mentali), ma fa schifo al ca@@o. Quindi NON ha senso. E poi la carfagna è VECCHIA. Io punto a una trentenne, se proprio voglio pensare come pensa la carfagna. Ma la carfagna pensa??? NO

        "Mi piace"

      • Riflessivo, sì, ma almeno ci provano ad imitare la normalità. Però non è che i 30-40-50-60-70enni che non fanno un uso spasmodico di Tik Tok (il che è tutto da dimostrare), e che invece di metterlo nel giusto posto che la natura gli avrebbe riservato legittimamente, se lo tengono in mano, diano un bel esempio ai gggiovani.

        Ma poi, che cosa avresti capito dai miei commenti (provocatòri): che sarei d’accordo con l’estensione del voto ai sedicenni, invece che il suo contrario? Come puoi ben vedere dal video che ho postato sotto, il grattacapo è ben a monte e molto più complesso di questi falsi problemini che servono solo a imbambolare la gggente, già di suo sufficientemente imbambolata…

        "Mi piace"

      • Andrea: e stacce a sta ca@@o di metafora, ché altrimenti si arriva inevitabilmente ai “DELIRI di una giornata d’agosto prima di andare al mare”…

        “non so come sei messo tu, ma a 40 si rizza senza niente. Faccio sport e mangio poco e bene. Il segreto è fare tanto sport, mangiare il MENO POSSIBILE e BENE. E non guardare più tutti i tg. Quest’anno per la prima volta non voto. STO DA DIO.”: io sono messo come te e anche meglio, ma ti pare che questa oggi sia la norma? Dai, quando si gioca a Monopoli, non lo si fa con le regole del Risiko, su…

        "Mi piace"

      • GATTO credo che siamo sulla stessa linea. Aggiungo solo, per completare il mio pensiero, che di sicuro i ragazzi, in quanto tali, hanno potenzialità che non sono adeguatamente stimolate, ma proprio per questo non andrebbero imbarcati a fare ulteriore zavorra visto che già ce n’è tanta. Meglio prima impegnarsi per trasformare i pesi morti maggiorenni in carburante per la nave. Poi è sicuro che le riflessioni da fare sarebbero e potrebbero essere tante altre, comprese quelle del video che hai postato, ma per adesso lo spunto del livello di analisi lo stavo limitando al programma del M5S, essendo l’argomento dell’articolo.

        "Mi piace"

  6. Nel programma non vedo l’evasione fiscale, porca miseria!!! Questo è il vero problema, l’evasione fiscale, di 120/150 miliardi anno, e da dove si devono prendere le risorse per ridurre le tasse. Che si facciano norme certe ed efficaci una volta tanto, con pene esemplari che scoraggino il nero: questa deve essere una priorità e l’occasione è questa.
    Auguroni

    "Mi piace"

  7. “L’argomento più decisivo contro la «democrazia» si riassume in poche parole: il superiore non può derivare dall’inferiore, perché il «più» non può provenire dal «meno»; ciò è di un rigore matematico assoluto, contro il quale non v’è nulla che possa prevalere. … È fin troppo evidente che il popolo non può conferire un potere che non possiede…”.

    C’è ancora qualcuno di sano nella nostra epoca? Sembrerebbe di sì, se non fosse che spiegare le cose agli imbambolati è tempo perso:

    "Mi piace"

  8. @Elena
    “Guerra?
    Politica estera?
    COVID e green pass?”

    In effetti.

    Con questo programma i 5stelle sembrano entrati ufficialmente nel meraviglioso mondo-fuffa PD (ala cocomerara).

    Per esempio concretamente che significa essere proattivi con UE e Nato? E con la Via della seta, saremo proattivi o propassivi? E con l’OMS del mitico Ghebreiesus che tra un po’ dichiarerà pandemia pure il raffreddore? E gli editori impuri? E il referendum propositivo? E il vincolo di mandato?

    Invece c’è lo ius scholae e lo ius cannae, che vanno benissimo ma ci sarebbero anche altri problemini in giro per il mondo.

    @Gatto

    Ma infatti si vota per passare il tempo, non perché è una cosa seria. Siamo più o meno ancora a questo:

    Bandiere e banderole,
    penne e pennacchi ar vento,
    un luccichio d’argento
    de bajonette ar sole,
    e in mezzo a le fanfare
    spara er cannone e pare
    che t’arimbombi drento.
    Ched’è? chi se festeggia?
    È un Re che, in mezzo ar mare,
    su la fregata reggia
    riceve un antro Re.
    Ecco che se l’abbraccica,
    ecco che lo sbaciucchia;
    zitto, che adesso parleno…
    — Stai bene? — Grazzie. E te?
    e la Reggina? — Allatta.
    — E er Principino? — Succhia.
    — E er popolo? — Se gratta.
    — E er resto? — Va da sé…
    — Benissimo! — Benone!
    La Patria sta stranquilla;
    annamo a colazzione… —

    E er popolo lontano,
    rimasto su la riva,
    magna le nocchie e strilla
    — Evviva, evviva, evviva… —
    E guarda la fregata
    sur mare che sfavilla.

    "Mi piace"

  9. Il meraviglioso mondo del PD?
    E con chi mai bisognerebbe realizzare
    almeno in parte, qualcuno dei punti di questo programma 5stelle (sui quali anch’io ho qualche riserva)?

    Piaccia o no, le decisioni non le prendono entità politiche minoritarie.
    E starsene a crogiolarsi nel proprio brodo di anime belle non è serve a nulla e, ancor meno a chi ha assolutamente bisogno di non veder peggiorate condizioni già precarie di vita che attanagliano tante famiglie.

    Nessuno può essere definito rappresentante di un mandato dell’elettore in quanto non esiste vincolo che obblighi l’eletto a rappresentare tutte le istanze dell’elettore?

    E chi mai potrebbe definire con assoluta certezza quali sono i “voleri” dell’elettore ?
    E (anche fosse possibile definirle con esattezza queste volontà dell’elettore) cosa si vuole? Una sorta di robot che le rappresenti in parlamento?

    No, no, non ci siamo.
    I nostri rappresentanti devono essere persone che ragionano con la loro testa, la propria anima i propri sentimenti… E le proprie miserie.

    Io, elettore, devo rischiare anche di prendere scoppole del tipo Di Maio, Migliore, Scilipoti e altri propensi al salto della quaglia.

    Il problema è quello di ridurre al massimo queste possibili eventualità .
    Ma per riuscirci dovrebbe tornare a funzionare la partecipazione popolare alla vita dei partiti che permetta di avvicinare fisicamente rappresentanti e rappresentati.

    Ma oggi la politica si fa attraverso sketch teatrali via tv e via internet.

    Quindi far ballare l’occhio… E che la Provvidenza ce la mandi buona.

    "Mi piace"