De Masi: “Grillo cacciato dal M5s? Può darsi. Il nuovo partito di Di Battista e Casaleggio? Non ce la faranno”

(open.online) – «Grillo sarà cacciato? Può accadere. Tutti i movimenti si sono liberati dei loro padri fondatori. Vale anche per il cristianesimo originario e per i suoi valori. A un certo punto la fase della predisposizione al martirio si è esaurita». Domenico De Masi, sociologo vicino al Movimento 5 Stelle, parla oggi in un’intervista a Repubblica dei destini grillini e dell’evoluzione di un partito che molti, secondo lui, si affrettano a dare per morto. «La prima volta che è accaduto poi ha preso il 25%, figuriamoci oggi che è al 10%. Riparliamone tra qualche anno», è la previsione.

Il sociologo e i grillini

Mentre è difficile che la nuova “creatura” di Davide Casaleggio e Alessandro Di Battista riesca a bissarne il successo: «Il padre, Gianroberto, era un visionario. Il figlio è più una reliquia che un ideologo. Non mi pare che abbia scritto nulla di rilevante. Per lanciare un nuovo movimento servono grandi visionari, eroi e delinquenti. Non ne vedo in Italia. Poi, per carità… massima stima per Di Battista e Davide Casaleggio. Ma non mi pare che possano ripetere la storia del Movimento 5 Stelle».

Invece «il M5S è arrivato a conquistare un terzo dei voti. Il Pci di Berlinguer ci mise più tempo. Il Psi di Craxi non ci è mai riuscito». E Di Maio? «Prima parlava tre volte al giorno con Grillo, poi ha iniziato a passare 12 ore al giorno a contatto con Mario Draghi. A 35 anni, davanti a un cambiamento così grosso, si può restare per sempre della stessa idea? No. L’evoluzione è stata repentina, altrimenti Di Maio non avrebbe mai abiurato i valori del 5S nel suo messaggio di addio al Movimento».

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

10 replies

  1. Perché cacciare Grillo. Sarebbe sufficiente che rompesse meno le scatole e si comportasse più da garante e meno da padre padrone.

    "Mi piace"

  2. Questa me la sono persa
    da quando Dibba ha affermato di voler correre per le politiche con casaleggio

    "Mi piace"

  3. Questa giunge nuova, va per ricostruzioni pure lui? Di Battista ha parlato di una associazione e poi si vedrà, credo si prematura qualsiasi ipotesi…comunque Paragone la raggiunge la soglia di sbarramento, unico tra i fuoriusciti, e perché non dovrebbe essere possibile pure x di Battista che ha un suo seguito e sa fare campagna elettorale? Non è necessario votarli per usare un po’ di obiettività, mentre il tifo sfegatato di De Masi lascia il tempo che trova

    "Mi piace"

  4. De masi s’è rincojonito come Grillo d’altronde si deve rispettare la regola dei due mandati ma lui rimane sempre come l’elastico delle mutande in mezzo

    "Mi piace"

  5. Comunque, tra vedere e non vedere, io a ‘ sto uomo non gli racconterei più niente che non riesce a tenerlo per se. A meno che non lo usino proprio per questo, per sondare le reazioni senza compromettersi.

    "Mi piace"

  6. Se ci fosse stata l’intenzione, Di Battista si sarebbe mosso con almeno un mese di anticipo e avrebbe contattato quelli di alternativa molto affini al suo pensiero.

    Piace a 1 persona

  7. “Grillo sarà cacciato? Può accadere.”

    Non vedete che “a domanda, risponde”?
    È un metodo giornalistico per rimestare nel torbido e fare titoloni su cui la gente si catapulta…

    "Mi piace"