Di Battista chiede “garanzie” a Conte. Raggi: basta col Pd

Ex sindaca “Giuseppe ha finalmente capito, coi dem non c’è speranza”. Il nodo liste. Lui, l’ex per modo di dire, potrebbe tornare, ma alle sue condizioni: sempre che l’avvocato non lo tema perché troppo forte. Lei, l’ex sindaca, rinfaccia proprio a Giuseppe Conte e “a tutti gli altri big” gli anni con il Pd […]

(DI LUCA DE CAROLIS – Il Fatto Quotidiano) – Lui, l’ex per modo di dire, potrebbe tornare, ma alle sue condizioni: sempre che l’avvocato non lo tema perché troppo forte. Lei, l’ex sindaca, rinfaccia proprio a Giuseppe Conte e “a tutti gli altri big” gli anni con il Pd, “ma ora hanno finalmente capito che con i dem non c’è speranza”. Alessandro Di Battista e Virginia Raggi, romani, più o meno coetanei, storicamente in buoni rapporti, sono i volti del M5S che un tempo vinceva, quello del “mai con il Pd”. Succedeva anni fa, ma nella politica dell’eterno ritorno rieccole quelle parole e quelle istanze, sul tavolo del Conte che alle elezioni è pronto a giocarsela “contro tutto e contro tutti”. Nell’attesa a Metropolis l’avvocato risponde su un’eventuale candidatura per Michele Santoro: “Ci parleremo e vedremo se vuole dare un contributo però non offriamo posti di capolista così, non facciamo cartelli”. Non chiude ma non spalanca la porta, l’ex premier. Anche perché ora deve capire innanzitutto cosa fare con Di Battista, appena rientrato dalla Russia. Di certo contento, della fine del fu campo largo. “Il Pd è il partito da cui io sono più lontano” ha ripetuto in questi giorni nei colloqui privati. Come a dire che una certa fase si è fortunatamente chiusa. Ieri Conte gli ha lanciato l’ennesimo messaggio: “Alessandro è un interlocutore importante, ci confronteremo. Mi sembrerebbe improprio nei suoi confronti dare per scontato un suo ritorno, vedremo se vorrà dare un contributo e quale. A me farebbe piacere, ma troverà un M5S cambiato”.

Della serie prego, entri pure, ma il padrone di casa sono io. A Di Battista andrebbe bene? L’ex deputato e l’avvocato si stanno sentendo. E il tema del peso di Di Battista all’interno del Movimento finora non è stato toccato. “Non ho bisogno di un ruolo, non lo chiedo” ha spiegato l’ex parlamentare a chi lo ha sentito. Piuttosto, ha chiesto assicurazioni “sulle battaglie politiche e determinate garanzie”. Non vuole sentirsi un ospite indesiderato. E non vuole essere neppure un mero portatore di voti. Pretende che certi temi siano in agenda, e libertà di espressione. Con Conte, raccontano, non ha ancora discusso di dove e come eventualmente candidarsi. Prima aspetta altri segnali. Anche sull’opinione degli altri big su un suo rientro, perché non tutti lo aspettano a braccia aperte. Forti dubbi li avrebbe innanzitutto Roberto Fico, che teme cortocircuiti sulla politica estera. Ma anche altri big borbottano. Temono che Di Battista commissari il leader e tutti i vertici, in un amen. Un’ansia che ha anche l’avvocato. L’ex deputato, da parte sua, lo ripete a chiunque lo senta: “Non ho mai voluto e mai vorrò provocare danni a Giuseppe”. Però rivendica uno spazio politico, quello di chi è convinto di poter spostare voti, tanti, incampagna elettorale. “Alessandro è più di 5Stelle di tanti che sono dentro” aveva scandito mercoledì Raggi, nel 2016 candidata sindaca anche grazie all’appoggio di Di Battista. Ora l’ex prima cittadina, in rapporti rari e solamente formali con Conte, se ne sta nel comitato di garanzia, un contrappeso al leader fortemente voluto da Beppe Grillo.

E da lì scaglia contro dardi contro l’avvocato: “Dovremmo finalmente riaprire un dibattito interno, e coinvolgere gli attivisti. Le liste si fanno alla luce del sole e devono essere aperte a tutti: il M5S non può diventare un tram per portare in Parlamento gli amici degli amici”. Invoca un’abiura, l’ex sindaca: “Abbiamo rianimato i dem con il Conte 2 e non siamo riusciti a pesare nel governo Draghi in nome di una presunta alleanza progressista. Dopo che ci hanno sbattuto la porta in faccia, qualcuno si rende conto che è ora di tornare, di correre da soli. Noi a Roma lo dicevamo da tempo ma eravamo additati come bizzosi”. E adesso? “Si abbia il coraggio di chiudere anche con le pseudo alleanze di comodo in Comuni e Regioni. Pensiamo alla Regione Lazio, dove il tema della transizione ecologica e dell’inceneritore di Roma non pare smuovere neppure una foglia”. Una “carezza” alla nemica di sempre, la vicepresidente della Regione Roberta Lombardi. Perché Raggi, la prediletta di Grillo, ora rivuole il M5S delle origini. E ovviamente certe voci riemergono: “Se Conte fallisce nelle urne, è pronta a sostituirlo”. Falso, magari. O magari no.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

50 replies

  1. Per far rinascere il mv5s
    Servono la Raggi e il Dibba, tutti gli altri, compromessi con il governo draghi solo come comparse

    Piace a 2 people

  2. Il movimento sembra avere un’anima.. sembra si stia evolvendo, tutto quello che è accaduto in questi anni ora si stia concretizzando in positivo, sembra che la creatura stia maturando.. è una sensazione strana ma positiva ciò che sento.. o forse, è il desiderio che il movimento compatto, quello sano che sa ascoltare e si rafforza con le idee di tutti, possa essere finalmente coeso e non individualista perché lo era diventato, le persone lo erano diventate.. ora tutto è finalizzato al bene del movimento e del paese, forse quelle stelle brillano ancora e più luminose.. io lo spero..

    Piace a 2 people

      • Anche se le dichiarazioni della Raggi, espresse in quel modo, non vanno proprio in direzione della coesione…

        "Mi piace"

    • Brava!
      Persone come te, che non mollano e che, nelle avversità, cercano di costruire invece di distruggere, sono i veri attivisti e l’anima del Movimento.

      "Mi piace"

    • Per Andy, troverà anche lei un equilibrio, Conte è persona che dialoga ed ha molta pazienza, lo si è visto.. quello che dispiace, forse sbaglierò, è che la sua diplomazia, il suo negoziare ed accettare le situazioni, sono state dovute al compromesso di responsabilità che ha dovuto intraprendere entrando nel governo folle!! Conte è un mediatore ma non è molliccio come viene definito!! È tutt’altra cosa e lo sta dimostrando però sa che se vuoi ottenere qualcosa devi sapere “mercanteggiare” e questo lo ha fatto sembrare mr tentenna!! In politica è così come nella vita poi!! La Raggi è più di pancia.. Giusto abbia espresso il suo pensiero, ma poi rimboccarsi le maniche e trovare una quadra per l’unione del movimento! Bisogna guardare al noi e non all’io, tutti!!

      "Mi piace"

  3. Ora, va bene che la Raggi dica la sua ma non esageriamo.
    Dopo tutto, vi siete mai chiesti quanti voti ha fatto perdere al M5S nazionale? E quale è stato il risultato elettorale dell’ultima elezione comunale di Roma? Pessimo, mi pare.
    E non confondiamola con Conte e Di Battista.
    Se rimangono loro e Fico (che è persona intelligente) bene, se a capo del Movimento dovesse andare la Raggi, cambiano aria anche noi, si vota altro…

    "Mi piace"

    • Cioè lei cosa? Ma sei fuori? Lei che non è stata quasi mai ne difesa ne seguita dal m5s nazionale (e neanche dal m5s della regione lazio…) nelle battaglie del m5s che ha portato avanti caparbiamente da Sindaco del Comune di Roma.

      Piace a 2 people

    • Ma guarda che già ora ci sono milioni di persone che non votano più il M5Stelle è non per la Raggi ma perché il partito di Conte non è più il M5STELLE dopo diciotto mesi a votare le leggi diDraghi con il PD e Berlusconi .

      Piace a 1 persona

    • Sei il tipico esempio di quanto danno possa fare l’ignoranza manipolata dalla disinformazione dei media mainstream.
      Cambia aria, chissa che ti possa schiarire le idee.
      Io, invece, vedrei bene Virginia Raggi come prossima Presidente del Consiglio.

      "Mi piace"

    • Ma scherziamo?? La Raggi è l’anima del movimento. Il M5S ha iniziato a perdere voti quando non l’ha adeguatamente sostenuta nelle sue battaglie di sindaco. L’ha immolata sull’altare dell’alleanza col PD doppiogiochista, quello che alla fine si è ripreso “Roma e tutto quello che è nostro”. E’ Giuseppe Conte che deve cambiare e diventare un vero 5S anche se capisco non sia facile per lui.
      Il M5S faccia campagna elettorale recuperando tutti i 5S della prima ora…, Di Battista, Morra, Lezzi…fino a Laricchia, gente battagliera che ha dimostrato sul campo di essere veramente 5S !

      "Mi piace"

  4. Spero che si trovi un buon accordo tra Conte e Di Battista il quale è anche una garanzia per la Raggi, che qualche sassolino nella scarpa se lo è tolto – soprattutto per quanto riguarda la assurda situazione che tiene in piedi la scandalosissima giunta zingaretti nel lazio…..

    Piace a 1 persona

  5. Nonostante abbia dato dimostrazione di tenacia e coraggio, non mi sembra che la Raggi sia una stratega illuminata.
    Ergo, se lei e Grillo credono di tele-guidare Conte in attesa di cacciarlo alla prima (secondo loro) occasione, il rapporto oggi in essere tra loro rischia di logorare solo il Movimento, per misere miopie/gelosie/invidie personali.

    Anche a Dibba, con sincero rispetto, dico: Conte può certamente migliorare, ma, secondo me, è capace di guidare il Movimento e il Governo, lui…
    Aiutalo, per il bene del Movimento e del paese. Se, invece, non ti riconosci o non sei a tuo agio in ciò che sta facendo e vorrà fare, continua pure la tua vita, amici più di prima, senza polemiche o accuse, perché in questo momento ha da fare.

    Piace a 2 people

  6. E Conte che deve chiedere garanzie a Raggi e Di Battista. Il signor Di Battista col TAP ci ha fatto perdere decine di migliaia di voti in Puglia. Gli elettori di M5S non hanno bisogno di pregare nessuno.

    "Mi piace"

  7. A proposito di Conte, ieri in uno scontro su twitter con meloni riguardante il tema tasse e lavoro Conte ha risposto con forza ed efficacia demolendo le critiche della signora. Che abbia deciso di cambiare musica?

    Piace a 1 persona

    • Magari i fans di Meloni ritengono che sia stata lei a demolire Conte. Quando si parla di fatti si portano prove a loro sostegno, altrimenti le tue parole restano solo e semplici punti di vista.

      "Mi piace"

  8. Sul fatto Quotidiano c’è un articolo che riporta tutto il dialogo tra i due su Twitter. Chi lo vuole può verificare le “prove a sostegno”e decidere se” sono solo punti di vista”.

    "Mi piace"

  9. Chi sa analizzare i dati elettorali capisce che a Roma non ha perso Virginia Raggi, ma Conte, Fico, Di Maio e tutti quei sinistri che speravano in una sua sconfitta perché considerata zavorra che rallentava la rincorsa del movimento verso l’abbraccio mortale con il PD

    Piace a 1 persona

  10. Conte è un’ottima persona, piena di virtù ma fare il capo politico non è cosa sua, non si puo’ eccellere in tutto. Il Movimento torni in mano a Raggi e Di Battista che hanno mostrato forza morale e stoffa politica, non si sono fatti corrompere dal ruolo e dalla blandizie dei palazzi come le 60 cartellette. E’ così che andranno le cose per decorso naturale

    "Mi piace"

    • Il solito vizio italico di affidarsi all’uomo o alla donna della provvidenza. Prima li osanniamo a piazza Venezia poi li apprendiamo a testa in giù da un benzinaio a piazzale Loreto.

      "Mi piace"

      • Senza fare certi accostamenti arditi, si può rimanere negli ambiti di ragionevolezza. Conte è stato un buon premier e un buon federatore ma come capo politico si è rivelato inadeguato, non adatto al Movimento, se ne puo’ prendere atto pacatamente. Il Movimento ha perso altri punti invece di guadagnarne, la Raggi è rimasta in silenzio, non li ha potuti perdere per lei, giggino se n’è andato eppure continua a perdere qualcosa ogni settimana; io mi limito a fare valutazioni politiche senza appendere nessuno. Maggiore equilibrio nelle espressioni

        "Mi piace"

      • Ma è chiaro che la mia è una provocazione. Di Battista e Raggi portano voti che già ci sono. Per guadagnare i voti di un elettorato non tifoso ci vuole una persona convincente rassicurante propositiva equilibrata tutte doti che Conte possiede a iosa. Ma tu lo sai quanti voti hanno perso in Puglia a causa della sparata di DIBBA sul TAP? E secondo te perché le varie frattaglie tipo Renzi e Giggino attaccano Conte e non DIBBA?

        "Mi piace"

      • Una divergenza di percezione della realtà, la persona equilibrata e propositiva che sta facendo perdere voti è la stessa che convincera’ gli indecisi, l’elettorato non tifoso, cioè quello che tifa per Conte.. Vabbè, noi qui stiamo
        Quando di Battista parlava di Tap il Movimento era al 33%, non si capisce quando avrebbe fatto perdere voti, dal momento che il Movimento ha cominciato a perdere nei suoi governi, passando dal 33 al 17 nel primo tempo e dal 17 al 10 nel secondo. Sembra essere proprio una dispercezione

        "Mi piace"

      • Il movimento ha cominciato a perdere voti in Puglia subito dopo il 4 marzo 2018 quando Conte PDC spiegò ai pugliesi che per chiudere il TAP bisognava pagare 20 miliardi di cauzione e non ci volevano 10 minuti come aveva promesso il pataccaro. Ho avuto modo di confrontarmi con elettori pugliesi i quali mi dicono che lo stanno aspettando in Puglia con molta ansia e non per festeggiarlo.

        "Mi piace"

      • E quindi Caterina
        che vuol dire, la politica energetica del Movimento era tutta puntata sulle rinnovabili che in realtà oggi ci avrebbero fatto comodo, comunque si è visto che nè lo scenario paesaggistico nè il turismo ne hanno sofferto, dovrebbero essersi calmati pure loro in Puglia. Se è per la perdita di voti il Movimento ne ha persi a milionate dopo aver professato la libertà di scelta sui vaccini, il free vax, e proprio Di Battista ne era paladino, se è per questo, altro che la Tap pugliese, ma Conte diceva che non bisognava assecondare le pulsioni antiscentifiche, e oggi che i magistrati italiani e spagnoli cominciano a pronunciare provvedimenti sulle nuove evidenze, che la stampa nasconde, Conte almeno lui si è aggiornato? La verità è che questo è un altro momento storico, è cambiato tutto, i temi oggi sono quelli legati alla sopravvivenza e non appartengono al popolo del PD variamente distribuito che ancora si puo’ trastullare con le idealità

        "Mi piace"

      • Sto dicendo solo molto ma molto ma molto più semplicemente che prima di promettere bisogna almeno informarsi. Pensa se Di Battista durante la campagna elettorale andasse in giro a sparare cxxxte irricevibili. Una vecchia pubblicità di un pneumatico diceva la potenza non conta senza il controllo Di Battista è un generoso scalda i cuori ma non va lasciato a briglie sciolte. Il movimento del 2013 e 2018 non esiste più. E ti dirò ci sono persone come me che voteranno 5 stelle che sono stanche di sentire la solita nenia quotidiana di Di Battista contro Di Maio. Di Battista deve cominciare a crescere proporre e non porre condizioni. Se pensa di farsi desiderare per quanto mi riguarda può starsene tranquillamente in Russia perché io voterò ugualmente 5 stelle. Ma non mi hai risposto a una domanda: come mai un avvocaticchio di Volturara Appula da così fastidio?

        "Mi piace"

      • @CaterinO Piretti

        Hai ragione. Come spesso ho detto, il Dibba è un narcisa cronico, non come scanzie, ma poco ci manca. Punta TUTTO su se stesso, i riflettori li vuole per sè e solo per sè.

        Per questo mi è sempre stato sul Ca@@o. Perchè nel m5s si è DI PASSAGGIO, quindi si dovrebbe valorizzare i NUOVI, infatti i “VECCHI” con più esperienza lasceranno la parte operativa per continuare la politica da cittadini informati e liberi. Questo è il SENSO dell’uno vale uno, il senso orizzontale e non individuale (cioè i dibba) del m5s.

        Sul tap fu una buffonata che solo un tizio laureato in lettere poteva sparare. Avevano speso decine di miliardi di euro per un tubo che attraversava già mezzo mondo e solo un idio_ta avrebbe potuto dire di interromperlo negli ULTIMI 100 metri. Perchè mancavano solo 100 metri. Un dilettante ignorante.

        Il Dibba passa per l’uomo della Provvidenza, perchè lui gioca sempre così, è il suo stile, la sua natura DI SOLISTA FIGO E NARCISO, ma politicamente mediocre e sce_mo.

        Ha sempre tenuto il piede in 10 scarpe, fa il politico, il giromondista che aiuta i bambini poveri nel mondo, il blogger, lo yotuber, lo scrittore, il reporter, l’opinionista televisivo, il sociologo e il cittadino che dice la sua. Sul tap voleva fare anche l’ingegnere, ma gli è andata male. Voleva fare anche l’ingegnere idraulico, pure con specializzazione, non gli bastava neppure una laurea in ingegneria, perchè voleva la specializzazione in idraulica. Questo è il personaggio dibba.

        Comunque la tua analisi sul tipo è giusta, perchè questo è ed è sempre stato. IMPERSONALIZZA SEMPRE TUTTO. E’ vero, purtroppo. E gli italiani, che cercano l’uomo “forte” e solo al comando, lo seguono, da perfetti imbecilli quali sono.

        Infine va fatto notare che in linea di massima dice cose giuste, quindi non è il male. Però l’atteggiamento è da scartare, perchè INUTILE.

        Secondo te, li spenderà mai 30 secondi al giorno per selezionare qualcuno di valido dentro il m5s tra i giovani che potrebbero entrare in parlamento?????? La risposta la sai già: NO. Perchè quei 30 secondi li vuole tutti per sè. L’attorone.

        "Mi piace"

      • Caterina
        lo volevano far fuori per le sue doti quando era premier, lo consideravano un corpo estraneo al sistema, ora semplicemente lo ignorano, missione compiuta, il PD lo ha espulso dal suo giro mandandogli a dire che il suo 6/7% lo preferisce da Calenda, devi aggiornarti pure tu. Conte non farà nè il governo nè opposizione, perchè non la sa fare, a voi resterà l’lllusione del partitino per benino che ve lo votate e ve lo tenete. La Raggi sta facendo un estremo tentativo per non farlo scomparire, ha visto che Conte non sa fare nemmno le liste, sta cercando gente che conosce lui che proviene dall’area PD, del Movimento non resterà niente. Di Battista che deve essere imbrigliato con gli schiaffoni è la prova di cosa sia ormai l’elettorato di questo partitino scialbo e scolorito

        "Mi piace"

      • E quando Draghi ha chiesto a Grillo di farlo fuori Conte era presidente del consiglio? E quando per ben 2 volte è stato eletto col 94% dei voti capo politico? Tutti coglioni quelli che lo hanno votato? Probabilmente si sta rivolgendo a persone che conosce perché c’è poco tempo alle elezioni. Se l’elevato fosse stato più elastico con le deroghe avremmo avuto meno problemi.

        "Mi piace"

  11. Sono convinto che il m5s debba andare da solo e chiudere con il pd ma quando dibba e la Raggi dicono mai col pd non hanno nulla da dire sulla passata alleanza con la lega che partorì l’infame decreto sicurezza.?Il conte 2 secondo me è stato il miglior governo da molti anni a questa parte poi il pd,caduto il governo,è tornato in …confindustria.Come la lega però su cui Dibba e la Raggi soprassiedono

    "Mi piace"

    • Sono abbastanza d’accordo. Se si vuole veramente incidere sulla vita degli Italiani, in un modo o nell’altro, si deve governare. In futuro il PD potrebbe di nuovo essere, volenti o nolenti, un interlocutore essenziale. Il problema da risolvere e’ il tipo di interlocuzione. Bisognera’ essere molto piu’ chiari sulle cose da fare e sui paletti che non potranno essere oltrepassati (di mio, sono un grande sostenitore del contratto di governo). Spero che le recenti esperienze, anche nel governo Draghi, abbiano insegnato qualcosa. Mi e’ chiarissimo il contributo che Di Battista potrebbe dare a questa campagna elettorale. Ma, in futuro, sara’ in grado di negoziare dei compromessi accettabili?

      "Mi piace"

    • Ti rammento che quell’80% di cose realizzate di cui parla Conte, è stato fatto o impostato quasi esclusivamente durante il governo giallo-verde. Quindi la pensoin modo opposto al tuo: mentre nel Conte I si è andati a testa bassa a realizzare il programma 5S, e anche visto l’accordo qualche contentino per Salvini, nel Conte II oltre al taglio dei parlamentari di cui mancava solo la votazione finale in Senato, non è stato fatto granché. Poi è arrivata la pandemia e il resto della storia la conosciamo.

      Piace a 1 persona

  12. Dopo una bella ripulita di tenditori se c’è ancora qualche foglia morta all’interno del cortile e meglio spazzarla via poi però si capisca che quelli da battere sono all’esterno della casa .Buona fortuna .

    "Mi piace"

  13. “Dovremmo finalmente riaprire un dibattito interno, e coinvolgere gli attivisti. Le liste si fanno alla luce del sole e devono essere aperte a tutti: il M5S non può diventare un tram per portare in Parlamento gli amici degli amici””

    Proprio un bell’inizio, non fa in tempo a fare una mossa Conte (giusta o sbagliata che sia) che è attaccato da tutte le parti.
    E poi ci si lamenta della stampa contro. Ha bisogno di blindare qualche posto altrimenti manco un seggio si prende a Settembre, ed ecco che tutti devono dire la loro, e ai social poi!

    Piace a 1 persona

  14. Il Movimento ha lasciato un equivoco di fondo tra idee di destra e di sinistra; quindi gli elettori delusi di destra sono tornati ben presto alla casa madre, quelli di sinistra vogliono dal Movimento la loro idea di sinistra ma il Movimento è nato da una idea di politica innovativa prendendo il buono da destra e sinistra, con una propria idea di mondo ma senza rimanere ideologizzati. Dire che la Raggi ha fatto perdere voti al Movimento, è una pura idea personale, la prova sui fatti è che il Movimento sta andando sotto il 10% non certo per la Raggi. Mentre Fico quanti ne ha fatti guadagnare? (basta vedere a Napoli quanto raccoglie oggi). Vogliamo vedere invece cosa succede se tornano Di Battista e la Raggi a capo? giusto per vedere l’effetto che fa, e ragioniamo sui fatti. La rivendicazione del progressismo, è proprio quello che ci vuole per gli astenuti? proprio ciò che gli serve per motivarsi, ciò che vogliono sentire, mentre si chiede al Movimento di fare un altro ricettacolo dei delusi di sinistra, eppure c’è scelta fra le frattaglie, articolo 1, Fratoianni, Potere Popolo ecc, perchè farne un’altra col Movimento.

    "Mi piace"

  15. La credibilità di m5s è stata compromessa, lo dicono i sondaggi per quanto credibili o meno. Occorre una riabilitazione e questa parte da un riconoscimento dei propri errori . Raggi e Di Battista sono determinanti ma l’elevato deve fare autocritica e anche Conte deve pronunciare qualche parolina a riguardo.

    "Mi piace"

  16. Cominciamo a dire una cosa: la Raggi è all’opposizione in consiglio comunale a Roma e in più nel comitato di garanzia del M.5S.
    Il suo riconoscimento lo ha avuto e deve dare il suo contributo come 5S.
    Il Dibba certamente se tornasse a iscriversi nel movimento e a militare, porterebbe il suo contributo di peso, ma Conte non vuole correnti, tanto che ha fatto delle regole apposite quando ha presentato il nuovo statuto.
    In poche parole il M.5S.ha già un capo riconosciuto e stimato da milioni di votanti, il Dibba si deve adeguare, se vuole entrare. Se cercherà di dettare la sua linea che è troppo spesso poco diplomatica, penso che non de ne farà di niente.
    Non possono stare troppi galli a cantare nello stesso pollaio, già Grillo a volte porta disorientamento nel movimento e nei suoi elettori, se il Dibba cominciasse modus proprio a parlare a ruota libera, senza intese con il capo, sarebbe una rovina.
    Conte lo ha avvertito “troverà un movimento cambiato…”

    "Mi piace"

  17. Ahahahah ahahah ahahahah ahahah
    Talmente comico l’endorsement di tanti commentatori a mr tentenna sancio panza il bradipo che dai festini della banda pdioti alla campagna contro la Raggi a favore di Gualtieri, capo indiscusso di niente perché nessuno se lo fila e che ha avallato 55 fiduce al governo draghi ora fa il puro omettendo di dire che grazie anche a lui e i cagasotto degli zerbini mv5s nel giro di poche settimane l’itagglia e gli itaGGliani si/ci ritroveranno/emo immersi in un mare di merda che la metà basterebbe,
    Godetevi questo scorcio d’estate, che tra non molto l’autunno sarà alle porte.

    "Mi piace"

  18. Matteo Di Mario
    3 h ·
    Virginia Raggi stai al tuo posto.
    #Conte si può controbattere certamente, anche criticare ovviamente, sono il primo ad averlo fatto, ma non si fa alla stampa, cara Virginia, si fa in privato, nel movimento, si dice cosa non si condivide, nel momento in cui lo si fa pubblicamente si fa del male alla propria forza politica e si cercano polemiche.
    Non è il momento di stronzate.
    C’è una battaglia da combattere.
    Contro dei personaggi horror.
    Plachiamoci e diamo tutti un contributo uniforme, il leader e Presidete è Giuseppe Conte penso sia ben chiaro.
    Buon lavoro.

    "Mi piace"

  19. Ma orecchie a sventola Raggi ci può spiegare cosa avrebbe dovuto fare il movimento dopo la caduta del Conte uno? Andare a nuove elezioni?
    Per gli smemorati ricordo che Grillo disse testualmente: il vostro interlocutore deve essere Zingaretti che è una persona perbene.

    "Mi piace"

  20. Virginia delle sole come Matteo di Mario sbattitene, un nessuno prestato a servire mr tentenna sancio panza il bradipo,
    (Brancaleon è troppo per uno che dipende dai pdioti, non se lo merita),

    "Mi piace"

  21. Sig De Cavolis faccia il giornalista serio ! cosi rimarra sempre sempre un cagnolino da riporto.
    Tanto Le dovevo.

    "Mi piace"