Conte rilancia la palla nel campo di sua draghità

(Roberta Labonia) – Ieri Giuseppe Conte, in diretta dal suo profilo fb, ha mandato al “migliore” (sempre più virgolettato), un messaggio forte e chiaro: “Non potremo condividere alcuna responsabilità di governo se non ci sarà chiarezza sui punti del documento che gli abbiamo consegnato”.

Inciso: i punti, torno a ripetere per i diversamente informati, sono 9, il dettaglio ve lo andate a leggere: riguardano temi sociali, la tutela delle classi più povere (leggi difesa del RDC) e delle piccole imprese (leggi Superbonus 110%). Misure simbolo dei 5 stelle che all’ex BCE non piacciono: troppo plebee, troppo populiste per i suoi gusti tecnocratici.

Altro passaggio cardine del discorso di Conte: nel caso che le richieste del MoVimento venissero “respinte” ha aggiunto, “rasentando l’umiliazione”, “votiamo caso per caso”, ovvero il MoVimento 5 Stelle uscirebbe dal governo fornendo un appoggio esterno, basta fiducie incondizionate.

Ora la palla è nel campo di Draghi che ancora non si è riavuto dalla botta del non voto del MoVimento al Dl Aiuti che peraltro è passato comunque anche senza i loro voti..Ma tant’è, un monarca illuminato (dalle Banche e da Confindustria) come lui, non ha retto all’onta, ovvero ha preso la palla al balzo ed è salito al Quirinale per rassegnare le sue dimissioni nelle mani di Mattarella che però, come da prassi, le ha respinte, non mancando di gettare segreti strali a quei rompicoglioni dei 5 Stelle: poveruomo, dopo aver lavorato tanto per portare Draghi a palazzo Chigi ‘sti scappati di casa dei grillini glielo hanno fatto incazzare.

E mentre attendo in trepidante attesa gli sviluppi di questo psicodramma all’ italiana una domanda mi sorge spontanea: chissà che pena è prevista per il reato di lesa draghita?

11 replies

  1. Basterebbe capire che ogni euro investito in superbonus 110% ne ha prodotti 3 (tre) di ricchezza per il paese intero come recentemente certificato dall’ISTAT

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/07/14/superbonus-lanalisi-di-nomisma-sullimpatto-sociale-e-ambientale-ogni-euro-investito-dallo-stato-ne-ha-generati-3/6661898/

    Il Superbonus 110% avrà un ritorno economico triplicato: questo il riassunto dell’analisi condotta dalla società di consulenza Nomisma, chiamata da Ance Emilia Area Centro a valutare l’impatto sociale e ambientale della misura. Il provvedimento è sicuramente costoso – sono stati spesi già 38,7 miliardi di euro – ma i ritorni economici generati sono molto superiori alla spesa, raggiungendo quota 124,8 miliardi di euro, circa il 7,5 per cento del Prodotto interno lordo.

    https://ntplusentilocaliedilizia.ilsole24ore.com/art/superbonus-nomisma-387-miliardi-investiti-ritorno-economico-1248-miliardi-AEzoh7lB

    https://www.edilportale.com/news/2022/07/normativa/superbonus-nomisma-dai-387-miliardi-di-euro-investiti-ritorno-economico-di-1248-miliardi_89794_15.html

    https://www.edilportale.com/news/2022/07/normativa/superbonus-cni-effetti-moltiplicativi-significativi-sul-sistema-economico_89759_15.html

    Fai clic per accedere a Report_dati_mensili_30_06_2022.pdf

    Un economista serio ed onesto intellettualmente saprebbe cosa fare. Potenziare lo strumento e renderlo strutturale mentre, a quanto pare, il maggiordomo della finanza che china la testa ai voleri delle élite, è un semplice contabile a cui piacciono le crociere sul Britannia.

    "Mi piace"

  2. Non amo il maggiordomo del britannia ma sottolineo due aspetti che non mi convincono del tutto delle tue osservazioni. Il cosiddetto super bonus prevede il rimborso del 110% del fatturato. Porto l’esempio del mio condominio dove sono previsti interventi relativi per circa 1.600.000 euro (su cui io sono, purtroppo, l’unico contrario): perché regalare 160.000 euro alla ditta che interverrà e che fatturerà tutto, compreso il proprio giusto compenso? Secondo quello che riporti, circa 3.800.000.000 sono stati regalati alle imprese.
    Inoltre. All’orizzonte dell’economia mondiale c’è chi avverte che ci siano i prodromi di un nuovo cataclisma a causa dei, consentimi, subprime cinesi: non sono affatto addentrato in questioni simili ma da diverse parti leggo che le resistenze del maggiordomo siano legate proprio al pericolo di veder il default di centinaia? migliaia? di imprese con conseguenze catastrofiche tipo quelle del 2008. Chiaramente, per questo aspetto, spero che ciò non avvenga ma la prudenza non è mai troppa

    "Mi piace"

    • Quello che ho riportato non sono mie opinioni ma studi realizzati da enti qualificati.
      Il 10% in più non lo regali all’impresa ma è il compenso calcolato per far circolare il credito con l’appoggio del sistema bancario.
      Le imprese, senza il sistema bancario non potrebbero permettersi di eseguire i lavori di finanziare il superbonus 110%, .
      Leggili gli studi che ho linkato così potresti comprendere ciò di cui provi a parlare.
      Se cerchi le offerte/proposte di alcuni istituti di credito sul superbonus potrai notare che alcuni fra loro si offrivano di dare 105 euro ogni 110 crediti ceduti altri 102/110. Quindi dal 5% al 10% circa va al circuito bancario il resto finanzia l’impresa per lo sconto in fattura con la conseguenza che il cittadino, se sceglie lo sconto in fattura, si trova a non pagare e ad avere la riqualificazione dell’edificio gratuitamente.
      Il superbonus 110% è stato strutturato in questo modo proprio per invogliare a farlo.
      I risultati più che soddisfacenti sono stati in ultima analisi certificati dallo studio che ho riportato.
      Il M5S ha dimostrato, come in altre occasioni, una visione politica senza precedenti che ha generato effetti molto positivi all’economia, al paese ed ai cittaidini in generale sotto molti punti di vista. Economico, sociale, ambientale.

      "Mi piace"

    • Il default di centinaia di migliaia di imprese lo sta provocando il maggiordomo del Britannia proprio per aver bloccato il superbonus. Infatti ci sono migliaia di imprese ferme, finanziamenti e lavori bloccati, che rischiano di fallire.
      Le banche si rifiutano di acquisire altri crediti proprio per le modifiche apportate dal fenomeno, quello che tutti i media definivano “il migliore”.
      Il maggiordomo della finanza farà ancora una volta gli interessi del sistema e molto probabilmente prima le banche si offrivano di pagare 105 euro ogni 110 euro di superbonus ora assisteremo al salvataggio di quelle imprese ma con offerte ben al di sotto dei 100/100 con conseguente speculazione da parte del sistema bancario ai danni di imprese e cittadini. Ecco il disegno servito. Chi vivrà vedrà.

      "Mi piace"

      • Gaia sottoscrivo in pieno. Brava
        Io mi ero permesso 2 giorni fa di postarlo ( tu sei un livello molto più alto del mio nell’analisi tecnica.)
        Domenico calabria me ne ha scritte di ogni,
        Oggi è sparito……
        Saluti e complimenti ancora

        "Mi piace"

      • Fos invece di fare l’offeso, perchè non ribatti con i dati a quanto scritto da Gaia? Se sei così sicuro delle tue conoscenze perchè non ci dimostri che Gaia sbaglia e il maggiordomo del Britannia ha fatto bene a bloccare il superbonus 110%?
        Quindi se puoi confutare quanto sostiene Gaia bene, altrimenti avresti fatto meglio a non intervenire.

        "Mi piace"

  3. Peter, non ho espresso conoscenze, ma perplessità attraverso le mie riflessioni. Tutto qua. Che dati vuoi che ti dia? La risposta di Gaia l’hai letta? Sai cosa è Nomisma? Ti dice niente Prodi? Quello che ha iniziato la distruzione dell’ex IRI? Lo vedi così differente da Draghi? Eppure Gaia sciorina dati ricavati da quel centro studi, fondato dall’ex commissario europeo (e chissà perché lo hanno fatto presidente della commissione europea) a cui non farà mai mancare il suo pensiero e la sua influenza, come ribadito anche recentemente esprimendosi favorevolmente all’invio di armi in Ucraina. Detto questo, sempre Gaia sostiene che il superbonus fa girare soldi, che le banche sono soddisfatte, che dà tanto lavoro. Ma allora perché il banchiere di Goldman Sachs dovrebbe contrastarlo, lui, amico delle banche? Dovrebbe favorirlo, o no? A quel punto qualche lettura me la concedo pure io e leggo del molto probabile default dell’immenso mercato immobiliare cinese, finanziatissimo dalle banche di quel Paese e mi sono posto delle domande, delle riflessioni. Non è che il mozzo del Britannia ha subodorato l’eventuale ricaduta di quell’evento a livello globale e quindi anche per il suo governo? Forse per questo, per mettere a riparo prima dell’eventuale disastro le sue amiche banche? Boh? Tu lo sai? Gaia lo sa, o almeno crede di saperlo, ma le sue considerazioni non mi hanno convinto, e ciò esprimevo con il mio intervento. Per quanto riguarda la sua risposta, mi è parsa gratuitamente supponente e non nego che mi abbia infastidito, ma tant’è. Mi dispiaccio se non sono riuscito a individuare argomentazioni per te più convincenti per dimostrarti le mie perplessità sull’argomento; comunque, anche se, consapevole che data l’ora in cui ti ho risposto, difficilmente lèggerai queste righe, ti saluto e ti ringrazio

    "Mi piace"