“Salga a bordo, cazzo!!”

(Andrea Zhok) – L’impressione rispetto al balletto istituzionale di ieri è straniante.

Quel che resta del M5S, dopo aver visto gli ultimi sondaggi, è stato attraversato da un piccolissimo sospetto e si è immaginato a breve in compagnia degli stegosauri, nella compagine degli organismi estinti.

Così hanno deciso di inscenare un finto rabbuffo al presidente del consiglio. Dopo aver firmato, controfirmato e annuito entusiasti per mesi alla qualunque, dal green pass all’invio di armi nel nome della russofobia, hanno deciso di botto di fare la faccetta corrucciata al premier. La speranza era che gli italiani, complici magari le vacanze e il caldo, cancellino dalla memoria l’organicità del M5S al peggior governo di sempre e gli riconcedano pian piano una nuova verginità da “combattenti del popolo”, giusto il tempo che serve per arrivare alle prossime elezioni.

Però, sia chiaro, il rabbuffo doveva essere rigorosamente finto, giusto per consentire ai pennivendoli di riempire qualche prima pagina di preoccupazioni pacchiane (“Après Mario le déluge!”). Infatti non hanno votato contro, ma hanno semplicemente voluto segnalare con l’astensione il proprio scontento.

Con loro grande sorpresa Draghi ha colto la palla al balzo ed è salito immediatamente al colle. Già, perché il viceré della Nato in Italia tutto è meno che uno stupido, e capisce benissimo che, dopo aver massacrato il paese e averlo condotto – per obbedienza ad ordini superiori – alla catastrofe industriale incombente, in autunno corre il rischio di venir inseguito con i forconi fin dentro il tinello, e non vede l’ora di lasciare il cerino in mano a qualche utile idiota, che traghetti il paese ad elezioni, meglio ancora se anticipate.

Solo che a questo punto, inopinatamente, Mattarella ha ricordato al premier che stava scappando senza neanche essere stato sfiduciato, e che doveva tornare in Transatlatico “(“Salga a bordo, cazzo!!”)

Morale della favola: dopo aver devastato il devastabile che neanche le cavallette ora siamo alla grande fuga alla ricerca di verginità improbabili o almeno di un buen retiro fuori dai riflettori (“Che se la vedano loro ‘sti mentecatti, io c’ho da nutrire gli alani”).

Intanto il paese cigola e geme sugli scogli come la Costa Concordia, in attesa di venir fatto a pezzi e rimosso dall’orizzonte, per riutilizzo come materia prima altrui.

28 replies

  1. Mattarella è parte della sceneggiata….a me pare solo entertainment. Sono in arrivo provvedimenti durissimi, c’è aria di razionamento energetico e pieni poteri…quindi si dirà al popolino che hanno fatto del loro meglio, i minestri, e che i difensori della plebe ci hanno provato a tutelarci…ma per responsabilità sono rimasti tutti a bordo,

    Piace a 2 people

  2. Un quesito per Sparvieretto, molto ferrato in congiuntivi:

    “La speranza ERA che gli italiani, complici magari le vacanze e il caldo, CANCELLINO dalla memoria l’organicità del M5S al peggior governo di sempre e gli RICONCEDANO pian piano una nuova verginità da ‘combattenti del popolo’… “, mi suona male.

    Non sarebbe più corretto: “La speranza ERA che gli italiani, complici magari le vacanze e il caldo, CANCELLASSERO dalla memoria l’organicità del M5S al peggior governo di sempre e gli RICONCEDESSERO pian piano una nuova verginità da ‘combattenti del popolo’… “;

    o caso mai: “La speranza E’ che gli italiani, complici magari le vacanze e il caldo, CANCELLINO dalla memoria l’organicità del M5S al peggior governo di sempre e gli RICONCEDANO pian piano una nuova verginità da ‘combattenti del popolo’… “?

    "Mi piace"

    • “La speranza E’ che gli italiani, complici magari le vacanze e il caldo, CANCELLINO…”
      “SI SPERA che gli italiani, complici magari le vacanze e il caldo, CANCELLINO…”

      "Mi piace"

  3. Il paragone non è con Schettino, ma con De Falco. Che con un misero “Cazzo!” che tanto ha giovato ai Costa, pronunciato da un ufficio caldo caldo, comodo in poltrona, si è procacciato addirittura un posto in Parlamento.
    Insomma, tipo “Whatever il takes”, ma più volgare.
    Vuoi mettere…

    Piace a 3 people

  4. E che succede se il 20 luglio i 5 stelle escono nuovamente dall’ aula? Loro non votano la fiducia, mentre quelli in aula con ampia maggioranza, anche senza il M5S, si….quindi Draghi resta pdc! Sarà lui poi a decidere se sostituire i ministri 5 stelle con esponenti di Insieme per il Futuro…..e vedremo anche chi realmente ha voglia di andare ad elezioni anticipate! In realtà non cambierebbe nulla, se non avere, finalmente, posizioni chiare, con il M5S all’ opposizione, e dimaiani al governo, ad affrontare l’ autunno insieme agli altri migliori! Il M5S non ha fatto cadere il governo, che ha infatti ottenuto la fiducia in entrambe le camere, è Draghi che si è dimesso!

    Piace a 1 persona

  5. Gatto, è giusto l’ ultimo. …la speranza È che…..gli italiani CANCELLINO e RICONCEDANO….va bene anche il secondo per i tempi….se usi il presente, il congiuntivo segue il presente, se usi il passato segue il passato…..io preferisco il terzo perché associare il termine speranza ad un verbo al passato mi suona concettualmente male! Il primo con ERA e CANCELLINO grammaticalmente non esiste! Scusa se sono entrata in merito!

    "Mi piace"

    • Quali scuse, hai fatto bene. Il primo esempio, a mio avviso sbagliato, è quello che ha scritto Zhok: è per questo che l’ho evidenziato.

      "Mi piace"

  6. gli italiani se li meritano sti qua ( quaraqqaqqà)

    inseguire con i forconi ??? ma chi , gli italici ??!! solo il 10 percento non si è fatto iniettare il siero american-anglosassone ( il siero dei liberatori del 45 ) e ha tenuto la schiena dritta a rischio di licenziamento e discriminazioni di ogni tipo da parte dei ” fratelli ditaglia ” .. fratelli un caxxo !!! che sputavano contro i portuali di trieste che chiedevno il rispetto della costituzione !! e che dire dei grillini che all’inizio disertavano la bouvette xchè diversi dal tonno che dovevano sfrattare e , che una volta entrati nella scatoletta, l’hanno richiusa, sigillata e messo il cartello ” OCCUPATO ” quali strxxzi che sono !!!
    l’itaglia è questa, felice schiava degli yenki e di tutti coloro che se la inkiappettano tra un goal e un cornetto al bar ! abbiamo addirittura tolto l’educazione e la cultura dalle scuole per crescere le nuove generazioni senza infastidire lo straniero ….. ormai tutto si gioca sulla percezione della realtà che raccontano i media asserviti al mainstream europamericano.
    Cari ragazzi , la pandemia ce lo ha detto chiaramente : VIETATO USARE IL CERVELLO !!!!!!

    Piace a 2 people

    • Tina Ghigliot ti plaudo.
      La schiena dritta e la volontà di usare il cervello con semplici deduzioni è ormai una rarità….e anche per gli scettici sono stati prioritari l’apericena e il 90gradi.

      Piace a 1 persona

    • E sempre a proposito di sentenze e Magistratura. Speranza/Uòlter Veltroni: “…Di solito per cultura politica sono molto rispettoso dei lavori dei magistrati… (ma anche) questa sentenza è irricevibile e una sentenza di cui dobbiamo vergognarci…”. Cioè: rispetta i magistrati quando loro rispettano LUI… Facile, facile… ahaha…

      Piace a 1 persona

      • Quella pennivendola snob con la perenne aria da intellettuale presuntuosa e quell’ameba da utile idiota che le fa da spalla in studio sono un’accoppiata di ipocriti pronti, anzi proni, a sostenere la porcata della vaccinazione obbligatoria messa in piedi da un ex assessore all’urbanistica del comune di Potenza (cit. M. Belpietro) il quale non ha nessun titolo per parlare di medicina nè tantomeno di sentenze.

        Piace a 1 persona

      • Pensavo stesse preparando le valige per scappare….invece va ancora alla tv?!?!
        Sentenza irricevibile?!?! Vuol decidere lui le sentenze, sto lupetto travestito da agnello.
        Meglio si cerchi un posto abbastanza lontano….

        "Mi piace"

  7. che collezione di puttanate, d’altrondesiamo abituate: deve aver studiato da Cazzari, ops da Cacciari.

    "Mi piace"

  8. Er Tronco dice: Er professore in poche righe a riassunto perfettamente gli ultimo 2 anni. Er tronco consiglia la lettura dell’articolo anche a Travaglio e Pedulla’

    "Mi piace"

  9. Analisi esatta, GhigliotTina! Gli Itaglioti non muoveranno un dito. 👏👏👏👏👏👏👏👍👍👍👍👍👍👍👍👍

    "Mi piace"

  10. Ma magari i 5S sono usciti dall’aula per non essere inseguiti pure loro a settembre con il forcone. L’amaro calice ora lo ingoiassero Draghi e Mattarella

    Piace a 1 persona

  11. Ieri, facendo zapping annoiato di 5-6 minuti, prima di spegnere l’inutil scatola, ha sentito una prezzolata, ma non ne ricordo volto e forma, sproloquiare sulle motivazioni dell’assenza M5S sul DL Aiutooooo, dicendo che “i termovalorizzatori sono presenti in tutte le città del Nord, quindi non capisco perché si oppongano alla realizzazione a Roma. A Milano, ad esempio c’è, quindi qual’è il problema?”.

    Per la questione terminologica relativa all’uso di termovalorizzatore, valevole SOLO se l’energia prodotta dalla combustione venisse interamente utilizzata per il consumo energivoro cittadino e/o industriale, e se tutto il ciclo si chiudesse con l’uso di ogni frazione di risulta in altro ambito, sarebbe opportuna una realistica riflessione. Sino a oggi è più oppurtuno definire tali impianti “inceneritori”.
    E vengo al punto: Roma non è Milano, sia per dimensione sia per mole di rifiuti prodotti; a Roma è praticamente inesistente la raccolta differenziata, quindi andrebbero in combustione la maggior frazione dei rifiuti prodotti; la qualità dell’aria in proporzione alla dimensione tra Milano e Roma è ulteriore motivo di riflessione; Roma è la Capitale d’Italia, biglietto da visita della Nazione, un inceneritore (comunque insufficiente) genererà un impatto ambientale e sulla salute pubblica di rilevanza indiscutibile.

    La soluzione è semplice: diminuire; scegliere strategicamente; razionalizzare; programmare; riciclare e riusare; differenziare; valorizzare chiudendo il ciclo produttivo destinando gli scarti in nuove filiere; abbandonare le linee di produzione insostenibili.

    "Mi piace"

  12. Da zeroh…

    la più grande banca europea prevede ora che un numero crescente di famiglie tedesche utilizzerà legna da ardere per il riscaldamento! Forse permettere a un petulante adolescente scandinavo di definire la politica energetica del paese non è stata l’idea più brillante dopo tutto.

    Infine, DB osserva che sia il risparmio che la sostituzione hanno già portato a una riduzione del consumo di gas tedesco di oltre il 14% su base annua nei primi cinque mesi del 2022. Tuttavia, come si legge nelle banconote, “gran parte di questi risparmi sono guidati dal inverno mite 2021/22 motivo per cui assumiamo una riduzione di un altro 10% “solo”.”

    Naturalmente, tagliare la legna da ardere e usarla per la legna da ardere – un ritorno ai giorni di gloria della Bismarck Germania del XIX secolo, se non altro in termini di riscaldamento – sarà un’opzione per un numero molto ristretto di famiglie tedesche; la triste verità è che se l’Europa dovesse subire un inverno freddo, ci sarebbero decine di migliaia di vittime, se non di più. Ma almeno la Germania avrà dato una lezione a Putin (che lezione sia, non siamo del tutt

    "Mi piace"

  13. Una cosa però non la capisco. È tutto : ” gli italioti non muoveranno un dito”, ecc… Ec c…

    Ma chi parla è un “italiota”, cosa aspetta quindi a muovere un dito?

    Siamo sempre lì, i cretini, nullafacenti, servi, ecc..
    sono sempre gli altri. È questo che ci frega.

    "Mi piace"