Crisi governo, Grillo sta con Conte: in linea “totale” con ex premier

“Parlamentari e base insofferenti, ritrovare entusiasmo altrimenti il Movimento è fottuto”

(adnkronos.com) – Vira ancora Beppe Grillo, che nel suo ultimo blitz a Roma -trasformatosi in un vero e proprio tsunami – aveva invitato inizialmente i parlamentari a sostenere l’esecutivo, tanto più sul decreto Aiuti: “Non si esce dal governo per un ca..o di inceneritore”, aveva sferzato i deputati in uno dei primi incontri. Poi l’incidente De Masi, il frettoloso allontanamento da Roma, il mancato faccia a faccia con Conte. Ma in questi giorni, delicati per il M5S che sta mettendo a rischio la tenuta del governo, Grillo sta sentendo i suoi, anche con Conte i contatti sono continuiE, riferiscono diverse fonti all’Adnkronos, “è in linea totale” con l’ex premier.

A convincerlo “l’insofferenza toccata con mano nel blitz a Roma – spiega un volto noto del Movimento – ha capito che non ne potevamo più. E anche la base: Grillo ha fiuto oltre ad avere un occhio attento sui commenti sui social. Ha capito che la base è insofferente né più né meno di noi parlamentari”. Da qui, la virata. Già a Roma aveva ragionato sull’ipotesi di appoggio esterno, poi si man mano si è sempre più convinto. “A Roma non ho visto entusiasmo, non c’era più – ha ragionato con alcuni fedelissimi – dobbiamo ritrovarlo, altrimenti il Movimento è fottuto…”. Costi quel che costi, compreso uno strappo inimmaginabile per il fondatore e garante del Movimento solo fino a qualche settimana fa.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

14 replies

  1. Penserei a schizofrenia, ma credo che semplicemente stia continuando la sua opera di distrazione di massa. Ora che veramente il malcontento rischia di esplodere è sempre meglio dirottare gli arrabbiati verso il Movimento. C’è sempre tempo per demolirlo in seguito ancora una volta.

    Piace a 1 persona

  2. Ripeto ancora una volta. Purtroppo il destrorso neoliberista indecente Renzi ha… ragione: come è possibile assistere ad un ministro del M5S che chiede al Senato di votare la fiducia al Governo, sapendo che… il suo partito non voterà detta fiducia?
    Scena politica penosa… I ministri, viceministri e sottosegretari del M5S dovevano dimettersi prima della votazione

    Piace a 1 persona

  3. Draghi SI È DIMESSO.
    Non vedeva l’ora dalle Quirinarie perdute…aveva già preparato il discorsetto da chissà quanto, visto che “ne aveva le scatole piene”.

    Mamma mia, in tv, i pianti greci sul POOOOOOVERO Mario, sugli abietti colpevoli 5s… Arrampicate sugli specchi a tutt’andare! Skreeeeeeeek
    Adesso Matty lo supplica e vediamo come finisce…

    No, ma sentire Renzi che parla di “grillini che hanno fatto ancora una volta MALE al PAESE” fa mettere mano alla pistola.
    E questi di destra che saltano sul carro per chiedere le bramate elezioni?
    “L’onere della colpa al m5s”…
    A Salvini e a Renzi mai addossato, eh?
    Che gran pezzi di m.
    Mentana il primo e più str…o, che addirittura dipinge l’azione come peggiore di quella del Papeete!
    Stesse motivazioni, eh?
    Perché, ovviamente, dei 9 punti nessuna traccia.
    Io le metto i sigilli, a questa.
    Unica funzione: quella EMETICA.

    "Mi piace"

    • *Anail,
      Io spero solo che questo sia stato l’ultimo governo presieduto da un “tecnico”.
      Hanno sempre fatto peggio dei politici .
      Peraltro il governo tecnico è una ipotesi non prevista in Costituzione, in quanto i nostri Costituenti avevano fresco il ricordo del dittatore …

      Piace a 1 persona

      • Mari, aspettiamo a cantare vittoria…
        intanto Mattarella gli ha RESPINTO le dimissioni e chissà se lo convince (Draghi non vedeva l’ora di andarsene) o magari ci piazza qualcun altro… Ciò che non ha fatto per Conte e che non gli perdonerò mai: respingere le sue dimissioni e minacciare il Parlamento con “o lui o voto”…
        Chissà se funziona anche rivolta al Drago, la minaccia di andare a votare se lui va via… sarà “responsabile”?
        Intanto sentir dire da Floris che il m5s ha DIMOSTRATO di non saper governare né col Conte1, né col Conte 2 (e l’ha detto come un dato di fatto!! 🤬)…e ora che c’era finalmente un Governo che lavorava…bastabasta…ho istinti omicidi.
        Ma come si fa? Con tutti i provvedimenti per il POPOLO, la pandemia affrontata a mani nude, il RF procurato da Conte.
        Solo odio e invidia possono alterare il giudizio in questo modo! E la bieca volontà di soffocare le esigenze degli italiani comuni, in favore di qualche osceno disegno da “ordine mondiale”.

        "Mi piace"

    • Liana, hai scritto:

      “Ciò che [Mattarella] non ha fatto per Conte e che non gli perdonerò mai: respingere le sue dimissioni e minacciare il Parlamento con “o lui o voto”…

      questa sciocchezza, spesso ripetuta da Travaglio, non è vera e, fondamentalmente, non ha alcun senso.
      se ti dà un qualche piccolo giovamento, mi fa piacere tu ci creda!

      "Mi piace"

      • Perché, mi stai forse dicendo che è vero il contrario?
        Cioè Mattarella, a suo tempo, ha RIFIUTATO le dimissioni di Conte?
        Ha RICATTATO il parlamento con “o lui o voto” PER CONTE , come ha fatto in favore di Draghi?

        Se hai il coraggio, o meglio L’IMPUDENZA di affermarlo, temo che tu non abbia seguito attentamente quelle vicende.
        Può capitare di IGNORARE gli accadimenti, per carità, uno può aver avuto altre faccende a cui dedicarsi, ma, in questo caso, sarebbe più opportuno TACERE, invece di cercare di smentire, e dare della “sciocchezza” alla pura realtà dei fatti che, evidentemente, gli sfugge.
        A me, sai, non fa, invece, affatto piacere il fatto che ci sia, come nel tuo caso, chi trae GIOVAMENTO (che, in casa mia, significa avere qualche problema fisico o psicologico da “alleggerire”… e vorrei sapere come ti permetti) dal costruirsi un mondo di fantasia che renda reali i propri desideri, sino al punto di confondere verità e menzogna.

        Ps sei pregato di chiamarmi col nick Anail. Liana è per pochi intimi.
        O forse ci conosciamo?

        "Mi piace"

      • Viviana, hai scritto:
        “Cioè Mattarella, a suo tempo, ha RIFIUTATO le dimissioni di Conte?
        Ha RICATTATO il parlamento con “o lui o voto” PER CONTE , come ha fatto in favore di Draghi?”

        il bravissimo Mattarella ha avuto molta pazienza, non ricambiata da alcune (poche) interpretazioni ridicole.
        Conte ha tenuto bloccato il Paese per varie settimane, facendo perdere tempo e soldi, nella speranza di raccattare voti dalla “badante di Berlusconi” & Co.
        quindi, dopo giorni e giorni, Mattarella sapeva almeno UNA “cosa”, ossia che se c’era UN italiano che NON aveva la maggioranza in Parlamento quello era proprio Conte: perché mai avrebbe dovuto “RICATTARE” il Parlamento con la posizione stupidissima di “o lui o voto” PER CONTE?
        Mattarella mica è uno Zinga!

        Conte non si è dimesso: perché non è andato in Parlamento, ponendo la fiducia su una qualunque legge, così eventualmente ricattava lui i poltronisti?
        poiché sapeva che la poltrona la perdeva lui, un minuto dopo la fiducia al Senato.
        quindi ha temporeggiato il più possibile: senza dignità, senza onore.

        ad esempio, D’Alema, Renzi, Draghi, hanno presentato le dimissioni benché avessero i voti in Parlamento e benché nessuno avesse chiesto loro di dimettersi.
        perché lo hanno fatto? per questioni politiche, con dignità.

        quindi il PdR, come da sue funzioni, ha cercato una persona che potesse raccogliere eventualmente la maggioranza (un terzo Governo politico nella stessa Legislatura era impossibile da realizzare: chiedere a Casalino).

        in sintesi: oggi hai imparato che è una cazzata pensare che Mattarella dovesse ricattare il Parlamento.
        Mattarella è Mattarella: né ricatta, né “ricatta”.
        Stefano

        "Mi piace"

  4. Ora faranno volare lo spread, convocheranno i ristoratori in piazza a protestare, i virologi in televisione ad annunciare che la nuova variante Covid è pericolosa e che il vaiolo delle scimmie dilaga, mentre le cavallette si riscaldano a bordo campo, pronte all’ invasione, Mentina, affranto, farà una maratona TV fino a fine estate per raccontare in dettaglio la catastrofe italiana causata dai 5 stelle, già dagli anni 90…..ma come si stava meglio con Silvio evasore delinquente abituale, Renzi rottamatore dei diritti dei lavoratori e della Costituzione, Draghi che aveva solo chiesto di spegnere i condizionatori e tutto sarebbe andato per il meglio? Questi sciagurati del M5S hanno aperto una crisi di governo per questioni sociali e politiche, mentre in Italia solo i Mattei possono permetterselo per ragioni tutte loro, dalla pretesa di pieni poteri annaffiati di mojito fino agli incontri segreti, con i servizi segreti, in autogrill per ricevere un pacco di babbi. …sono queste le motivazioni degne di comprensione ed approvazione che distinguono i capaci della politica…ed ora ci siamo giocati pure il migliore di siffatta capacità!

    Piace a 1 persona

  5. La prima virtù è stata ripristinata: la determinazione verso gli obiettivi che interessano i cittadini.
    Adesso (ma già da tempo) occorre ripristinare, bene, la seconda virtù: la comunicazione, nonostante il sistema.

    Piace a 1 persona