Violini e trombette

(Massimo Gramellini – corriere.it) – A Gorizia tre musiciste russe sono state escluse da un concorso internazionale di violino. Nulla di personale, si sono affrettati a spiegare gli organizzatori. Peggio mi sento. Quindi non le hanno escluse perché si erano schierate con Putin, ma in quanto cittadine russe. Come se l’essere nate a Mosca anziché a Gorizia fosse una colpa che si tramanda di madre in figlia e di violino in viola, per tacere del violoncello. Ma mica è finita. Dopo le proteste, è stata offerta la riammissione al concorso, a patto che le musiciste «disconoscano pubblicamente la politica estera di Putin e condannino fermamente la barbara aggressione». Mi si faccia capire. Un conto è suggerire alle violiniste di non presentarsi sul palco con la Z tatuata sulla carotide. Ma si pretende forse che siano anche delle eroine? Se il regime di Putin e di quel simpaticone di Medvedev è un’autocrazia che confina col dispotismo, chiedere a tre persone di rinnegarlo apertamente significa condannarle all’esilio o comunque a una esistenza molto rischiosa. Provino, gli organizzatori del concorso goriziano, a immaginarsi di entrare in un bar di San Pietroburgo dopo avere sputtanato Putin in mondovisione. Porterebbero alle labbra con serenità qualunque bicchiere venisse loro offerto?

Nessuno ha diritto di chiedere agli altri di essere eroi. Uno degli aspetti più odiosi delle dittature è la smania di controllo. Una democrazia che ne imita lo zelo fa accapponare la pelle. Come la stecca di un violino.

25 replies

  1. La domanda è:
    Perché il governo russo, visto la stupidità dei nostri invertebrati che governano non ci chiudono i rubinetti del gas e del petrolio facendoci ripiombare nel medio evo?
    Misteri della fede

    "Mi piace"

    • E poi con quali soldi finanzierebbe la guerra? Non è un mistero, semplicemente Putin vuole i dindini, stessa ragione per cui attacca l’Ucraina, altro che nazificazione!

      Piace a 2 people

      • La Cina e l’india hanno aumentato le loro importazioni dalla Russia di oltre il 65%
        Per cui la scusa del finanziare la guerra è uno specchietto per le allodole.

        Piace a 2 people

      • Quindi per te Putin non chiude i rubinetti perché è troppo buono? Ricorda che lo stiamo pagando in Rubli e l’aumento di flussi di cui parli non è sufficiente, noi europei consumiamo molto di più.

        "Mi piace"

      • “La bilancia delle entrate russe è superiore e di molto alle sue uscite”
        Vedi che anche tu confermi che non ci taglia il gas perché gli diamo un sacco di soldi?

        "Mi piace"

      • Secondo calcoli dell’ufficio studi di Bloomberg gli incassi attesi per Mosca nel 2022 dall’export energetico sono di 320 miliardi di dollari, quasi 100 miliardi in più rispetto al 2020 grazie a prezzi di gas, petrolio e carbone in forte aumento. La guerra che amplifica questi movimenti al rialzo sembra in una qualche misura ripagarsi da sola. La Russia ha “sufficienti” riserve in oro e yuan e sarà in grado di tornare a crescere. Lo afferma la governatrice della Banca Centrale russa Elvira Nabiullina.

        Piace a 1 persona

      • Significa che affinché l’Europa soddisfi il suo fabbisogno energetico vietando la sua principale fonte di importazione, l’Unione dovrà lisciviare le forniture esistenti dal mercato globale. In altre parole, le forniture in Occidente saranno notevolmente ridotte e i prezzi aumenteranno in modo esponenziale per alimentare l’UE.

        Nonostante tutte queste spacconate economiche, la Russia ha mostrato una notevole resilienza alle sanzioni sul petrolio poiché sia ​​la Cina che l’India hanno aumentato gli acquisti in tandem con i divieti dell’Europa. L’implicazione più ampia di ciò è che l’Europa e l’Occidente dovranno affrontare una riduzione delle forniture globali di petrolio e pagare un premio mentre paesi come la Cina e l’India godranno di maggiori forniture e prezzi più bassi dalla Russia. L’Oriente si rafforza mentre l’Occidente si indebolisce

        https://www.zerohedge.com/geopolitical/europes-ban-russian-energy-will-only-trigger-more-inflation-pain-west

        Piace a 1 persona

      • C’è già chi si compra le quote di petrolio che non acquistiamo, tra le prime l’India, la quale non si è schierata come noi e si fa giustamente gli affari propri! Intanto da noi la benzina continua a crescere e i russi continuano la loro guerra indisturbati. Geni al potere e geni come “sudditi”!

        "Mi piace"

  2. È l’unico sistema per portare malumore nei russi (almeno in quelli che contano, ovvero quelli che lavorano all’estero) e fare in modo che cessi il revanscismo (ne soffrono a iosa) nelle nuove generazioni

    "Mi piace"

    • Gentile Paolabl, forse non ha ben presente la ” Dichiarazione dei diritti dell’uomo” delle Nazioni Unite/ ONU. Quella che vieta discriminazioni. Un altro sistema potrebbe essere quello di tatuare sul braccio sinistro i Russi che vengono in Occidente, così si crea malumore tra loro.
      P.S.
      Il sistema del tatuaggio lo usavano i nazisti ( così di moda oggi tra i difensori Ucraini) ai danni degli Ebrei avviati ai campi di sterminio.
      Quanto a Gramellini: poverino.

      Piace a 5 people

  3. “Nessuno ha diritto di chiedere agli altri di essere eroi. Uno degli aspetti più odiosi delle dittature è la smania di controllo. Una democrazia che ne imita lo zelo fa accapponare la pelle. Come la stecca di un violino.”
    D’accordo su tutto l’articolo tranne che sulla parola democrazia

    Piace a 1 persona

  4. Nessuno ha il diritto di chiedere agli altri di pensarla come te, direi.

    Che è esattamente quello che è stato chiesto alle tre violiniste da un individuo (tal presidente dell’associazione) che crede di essere in diritto di giudicare e discernere il bene e il male senza avere titoli per farlo.

    Piace a 2 people

    • GSI probabilmente non mi hai capito……
      La mia era una freddura.
      Gramellini nell’articolo, che condivido in pieno, ha dato per scontato che l’Italia sia una “democrazia”. Per me neanche questo è scontato.
      Spero di essere stato più chiaro ora

      "Mi piace"

      • @ ILMARTELLO
        Non era assolutamente una risposta al tuo commento. Che ho capito bene.

        Era riferito al presidente dell’associazione che ha estromesso le violiniste russe e che ho sentito ieri in un’intervista dove, anziché vergognarsi, aveva la pretesa stalinista di volere dalle quelle donne una umiliante adesione alle sue personali convinzioni politiche.

        PS
        Sto ancora aspettando che il moderatore liberi il mio commento sulla conversazione tra tra Anailve J.D.

        Piace a 1 persona

      • qUEL PRESIDENTE DI QUELLA ASOCIAZIONE CHE HA ESTROMESSO LE VIOLINSTE CHE NORMA HA APPLICATO ?SE CE NE FOSSE UNA INTERNA , DOVREBBE ESSERE AUTOMATICAMENTE CANCELLATA.

        "Mi piace"

  5. Di Dmitrij Medvedev
    ( Ex quinta colonna occidentale )

    1- Un certo numero di catene di approvvigionamento globali crollerà e potrebbe sorgere una grave crisi logistica, incluso il crollo delle compagnie aeree straniere a cui sarà vietato sorvolare lo spazio aereo russo.

    2- La crisi energetica si intensificherà nei paesi che hanno imposto sanzioni alle forniture energetiche russe, i prezzi dei combustibili fossili continueranno a salire e lo sviluppo dell’economia digitale nel mondo rallenterà.

    3- Ci sarà una crisi alimentare internazionale, che porterà alla carestia in alcuni paesi

    4 – In alcuni paesi o gruppi di paesi è possibile una crisi monetaria e finanziaria, combinata con l’indebolimento della stabilità di alcune valute nazionali, l’inflazione galoppante e la distruzione del sistema giuridico a tutela della proprietà privata.

    5 – Nuovi conflitti militari regionali sorgeranno dove la situazione non è stata risolta pacificamente da molti anni o dove vengono ignorati gli importanti interessi dei principali attori internazionali.

    6 – Diventeranno più attivi i terroristi, che ritengono che l’attenzione delle autorità occidentali sia ora distratta dal confronto con la Russia.

    7 – Scoppieranno nuove epidemie, causate dalla mancanza di cooperazione internazionale su questioni sanitarie ed epidemiologiche o causate dal comprovato uso di armi biologiche.

    8 – Le istituzioni internazionali, che non hanno dimostrato la loro efficacia nel risolvere la situazione in Ucraina, come il Consiglio d’Europa, perderanno la loro importanza.

    9 – Si formeranno nuove alleanze internazionali, basate su criteri anglosassoni più pragmatici che ideologici.

    10 – Di conseguenza, si sta creando una nuova architettura di sicurezza che riconosce:
    (a) la debolezza dei concetti occidentali delle relazioni internazionali come “ordine basato sulle regole” e altre sciocchezze occidentali senza senso;
    (b) il crollo dell’idea di un mondo incentrato sull’America;
    (c) l’esistenza di interessi internazionalmente rispettati di quei paesi in netto conflitto con il mondo occidentale.

    Piace a 1 persona

  6. Gramellini ti odio ! Si può dire senza essere cassificato come agente del kgb o del suo successore di cui non ricordo il nome ? In verità ho sempre provata un’antipatia istintiva verso questo sapiente ignorantone anche quanto Putin non mi mandava chili di rubli. Adesso i pidini ci crederanno perchè oltre ad essere ignoranti preuntuosi non hanno risaputamente il senso dell’humor.

    "Mi piace"

  7. Geniale ! Apocalipse now !! Oscar al migliore e
    grande attore che senza farsi notare già interpretava se stesso in una commedia a sua insaputa ! Standing ovation per il regista ! Anche lui inconsapevole per altri motivi ! Oscar anche al non protagonista per ovvi motivi che la giuria non esprime,per ovvi motivi !! Studio Luce !

    "Mi piace"

  8. Diciamo che questo ostracismo (ahimè, già visto un secolo fa…) ha ricadute assai “gradite” per tanti: sportivi, musicisti, attori, scienziati,… che si ritrovano senza formidabili competitors.
    E soprattutto sugli Ucraini, fino ad oggi poco pervenuti ma da ora in poi dei fenomeni. In tutto. Tanto l’ educazione musicale da noi non esiste, quella fisica ( sportiva) è a pagamento dei cittadini e quella scientifica latita. Ma siamo fenomeni nell’ “educazione di genere”..
    Vuoi mettere…

    "Mi piace"