Draghi sta facendo la Storia dell’Ue (da solo)

Ecco cos’era quella botta di elettricità che avevamo sentito martedì mattina! Era la “scossa di Draghi all’Europa” di cui ci parlava ieri Repubblica. Le premesse, d’altra parte, c’erano tutte visto che “alla vigilia aveva promesso un discorso storico” e infatti […]

(Marco Palombi – Il Fatto Quotidiano) – Ecco cos’era quella botta di elettricità che avevamo sentito martedì mattina! Era la “scossa di Draghi all’Europa” di cui ci parlava ieri Repubblica. Le premesse, d’altra parte, c’erano tutte visto che “alla vigilia aveva promesso un discorso storico” e infatti poi ha disegnato una Ue “ambiziosa, coraggiosa, forse a tratti addirittura troppo federale per essere vera”. Be’, non esageriamo con le critiche: “Quello di Draghi è un discorso schietto, scevro dal tratto diplomatico, ampio a sufficienza per trattare tutti gli argomenti in cima all’agenda internazionale” (CorSera). Tanto più, ci informa una seconda corrispondenza di Repubblica, che “il ‘Triangolo’ Italia-Francia-Germania” s’è accordato per dare “alla seconda parte della legislatura europea (…) un ‘senso’: riformare i Trattati europei. Compreso il Patto di Stabilità” (accordo straordinario se è vero che il lato tedesco del triangolo ci fa la cortesia di pretendere – vedi Il Sole di ieri – che le banche italiane si liberino dei Btp proprio mentre la Bce smette di comprarli…). Vabbè, come che sia Strasburgo martedì ha appreso dalla Sua viva voce la “Dottrina Draghi per l’Europa” (La Stampa), mentre l’interessato “si commuove per le parole di stima” ed “è colpito dall’accoglienza dei deputati nazionali” (CorSera). Ecco, lo sapevamo, l’erede di Angela Merkel (scusate la parolaccia) alla guida dell’Europa dà la scossa e ce lo siamo perso. Oddio, pare che se lo siano perso in parecchi a leggere un altro pezzo della Stampa: “Non si può certo dire che ci fosse il pubblico delle grandi occasioni”, “tolti gli eurodeputati italiani e i capigruppo, in pochissimi si sono presentati nell’emiciclo di Strasburgo”, “la stragrande maggioranza dei parlamentari è rimasta in ufficio, o in hotel, e si è palesata in Aula soltanto alle 14”, quando si doveva votare. E ovviamente “parlare davanti a una platea semi-vuota non aiuta a dar forza alle proprie proposte e nemmeno a vedere l’effetto che fa”. Certo, è un vecchio problema, “va però anche ricordato che a gennaio, in occasione del discorso di Emmanuel Macron, l’Aula era quasi piena”. Ma insomma, Draghi stava lì a fare la storia – anzi “Gli Stati Uniti d’Europa” (titolone della La Stampa) – e non se n’è accorto nessuno? È un peccato…

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

18 replies

  1. Ho finito proprio ora di parlare con un parente, manager di una controllata italiana con sede a Nord della Germania.
    Pare che in Germania la russofobia sia più pronunciata che da noi, e lui, essendo sposato con una signora russa ormai da decenni, può toccarla con mano. I suoi due figli minorenni hanno la cittadinanza italiana e russa. Non hanno, fino ad ora, optato per quella tedesca perchè in Germania la cittadinanza tedesca deve essere unica, non può essercene ( a differenza nostra) una doppia. La figlia maggiorenne ha invece, alla maggiore età, optato per quella tedesca, rinunciando ad entrambe le altre.
    Dunque, i due figli piccoli risultano (anche) “russi”.
    Orbene la loro Banca di riferimento ha inviato qualche giorno fa un avvertimento: libretti di risparmio dei due bambini ( poche centinaia di euro di paghette) stavano per essere bloccati come quelli di tutti i cittadini russi. Non gli oligarchi, ma chiunque avesse cittadinanza russa. Il mio parente ( un cugino) ritiene l’ avvertimento un “favore” fattogli dalla banca in quanto ottimo cliente con la sua impresa, non gli risulta che altri siano stati personalmente avvertiti.

    Così va il mondo… Parlando con la moglie russa, che mantiene parenti, ovviamente, a San Pietroburgo dove è nata, ho appreso che ( a suo giudizio, non so come siano veramente le cose, riferisco solo…) Putin in realtà sia molto sollevato dal fatto che vengano indeboliti gli oligarchi che per lui sono un pericolo: i sequestri dei loro conti e delle loro proprietà non lo danneggiano affatto, anzi.
    Mi ha anche detto che ha notizia del fatto che Putin si appresta a chiudere il gas all’ Europa. prima della fine del mese.
    Su questo non so: riferisco solo ( e spero – per noi – che non sia vero…)

    Purtroppo col covid ancora in giro non mi fido a viaggiare, altrimenti andrei personalmente a dare un’ occhiata in Germania.

    Piace a 2 people

    • “La figlia maggiorenne ha invece, alla maggiore età, optato per quella tedesca, rinunciando ad entrambe le altre.
      Dunque, i due figli piccoli risultano (anche) “russi”.”.

      Non capisco: come fanno a risultare russi (pur tra virgolette) se la madre ha rinunciato alle altre due nazionalità (italiana e russa) per quella tedesca?

      "Mi piace"

      • Avevo capito, ma sembrava che i figli piccoli fossero figli della sorella maggiore… Visto che il soggetto della frase era “la figlia maggiorenne”, doveva dire “i due fratelli più piccoli”, non “i due figli piccoli”.

        "Mi piace"

      • Perché parti da un punto “avanzato”.
        Il “paragrafo” parte da:
        “I suoi due figli minorenni hanno la cittadinanza italiana e russa. Non hanno, fino ad ora, optato per quella tedesca perchè in Germania la cittadinanza tedesca deve essere unica, non può essercene ( a differenza nostra) una doppia. La figlia maggiorenne ha invece, alla maggiore età, optato per quella tedesca, rinunciando ad entrambe le altre.”
        La frase finale conclude con:
        Dunque, i due figli piccoli risultano (anche) “russi”.

        "Mi piace"

      • E’ proprio quel “Dunque” che risultava equivoco.

        Vedi mio commento del 5 Maggio 2022 alle 14:22

        Comunque: TRANQUI! 🙂

        "Mi piace"

  2. “il ‘Triangolo’ Italia-Francia-Germania” s’è accordato per dare “alla seconda parte della legislatura europea…… ”

    Emmanuel Macron ha passato due ore al telefono con Putin. Pensate che ci siano voluti due ore solo per discettare sul tema
    tregua /non tregua o più tosto baratto / o non baratto. Perchè di questo si tratta. Oramai è AZOVSATAL pieno di civili, combattenti
    Azov che combattano con i proclami e personale Nato, francesi , inglesi e dicono anche qualche pesce grosso già a Mosca
    il vero baratto o meglio salvare capre e cavoli. Lunedì Macron incontrerà Sholz. Draghi ignorato volerà da Biden il 10/05

    Oggi la Casa bianca ha detto” Russia ha perso la guerra” , anche l’Europa ma questo non riguarda Biden ,intanto i russi bombardano convogli, strade, ferrovie, centrali elettriche, e vanno avanti aspettando il baratto.

    Piace a 1 persona

  3. Non mi sono spiegata bene. Mio cugino, italiano sposato con una russa da decenni, vive e lavora per gran parte dell’ anno in Germania e ha tre figli. I figli – sono nati tutti in Germania – a scelta dei genitori, non hanno mantenuto le due cittadinanze di “nascita” ( italiana, il padre e russa, la madre). Al compimento della maggiore età la figlia ha scelto la cittadinanza tedesca, rinunciando ad entrambe le prime due perché in Germania la cittadinanza tedesca non può essere “accoppiata” con alcuna altra.
    I due ragazzini rimangono italo- russi ( alla maggiore età decideranno come vogliono) e solo a loro( non alla sorella) sarebbe stato bloccato il piccolo conto.
    Di questo sono certa perché mi ha mostrato la mail di “avviso”.

    "Mi piace"

    • Ti eri già spiegata benissimo. Gatto ha voluto discettare su un’inezia, normalmente utilizza meglio la sua vis polemica, anzi, secondo me alcune volte è necessario che lo faccia

      "Mi piace"

      • Non era affatto polemica Fos, e sono d’accordo che si poteva capire lo stesso, ma questo tipo di “inezie” sono importanti: «L’italiano non è l’italiano: è il ragionare»!

        Qui tra un’incomprensione e l’altra ci troviamo alle porte di una guerra nucleare…

        "Mi piace"

  4. Tranquillo, scrivo in fretta, non rileggo e per lo più…senza occhiali ☺️
    Piuttosto se quello che mi ha detto la mia parente è vero ( manca solo la firma di Putin al decreto che chiude i rubinetti del gas, lei mi ha parlato addirittura di “prima della metà del mese”, ma non azzarderei…) i “nostri” certamente lo sanno e si affretteranno a trovarsi tutti d’accordo per…inasprire le sanzioni. Per dire che hanno agito per primi.
    Se è vero…La signora è persona colta e attendibile ed ha informazioni “dirette”dai parenti, ma lì come qui la propaganda impazza, quindi non ci conto troppo.
    Vedremo.

    "Mi piace"

  5. Gatto, non ha importanza, ma l'”italiano”,andava benissimo.
    Si parlava del mio parente di cui…
    1) i figli minorenni…ecc…
    2) la figlia maggiorenne…
    Comunque tranquillo, non curo molto ciò che scrivo. Sempre in fretta.

    Piace a 1 persona

    • Con te Carolina, a differenza di tanti altri, sono sempre tranquillo: tranqui!

      Circa l’ “italiano”, ciò che poteva costituire – dico “poteva”, non che lo costituisse senz’altro – un equivoco era questo: il “Dunque” e la punteggiatura, ovvero il punto dopo “altre”.

      Mi spiego meglio: siccome avevi già specificato che i due figli piccoli erano (anche) russi, per cui già si sapeva, quel “Dunque” si poteva interpretare come conseguenza della frase precedente, nella quale il soggetto era “la figlia maggiorenne”, per cui “i due figli piccoli” sarebbero potuti risultare non i figli del tuo parente, ma la prole della figlia maggiore. E quel punto dopo “altre”, invece che la virgola, come uno stile narrativo alla Tommaso Merlo che più che scrivere, computa…

      Détto questo, non potrei certo darti torto se mi dicessi che sono un rompicoglioni… 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...